Il letargo dei metalmeccanici savonesi

Il Secolo XIX del 28 gennaio 2020 sulla sezione economica ha pubblicato la notizia secondo cui il Tribunale di Genova condanna ABB per un’illegittima esternalizzazione delle attività oil & gas alla Arcad.

Secondo la Fiom di Genova questo trasferimento “non riguardava un vero ramo d’azienda ma era tesa a liberarsi di 200 lavoratori” ed “interviene su un modus operandi aziendale non condivisibile”.

Sempre sullo stesso numero del giornale, nella cronaca di Savona, si parla della possibile apertura tra Savona e Vado Ligure di una sede della società LocoItalia, azienda che a breve avrà come azionista di controllo la tedesca Railpool. Entrambe le aziende sono specializzate nel leasing di materiale ferroviario.

Per l’articolo del Secolo XIX la scelta di LocoItalia non sarebbe casuale in quanto a Vado Ligure c’è lo stabilimento Bombardier Transportation Italy, uno dei maggiori fornitori di Railpool, oltre agli scali portuali di Vado Ligure, Savona e Genova che fanno capo ad un’unica Autorità Portuale di sistema.

L’amministratore delegato di LocoItalia è a sua volta un ex manager di Bombardier Transportation Italy.

Per l’azienda di leasing questa sarebbe una grande opportunità vista la presenza in questa zona di un costruttore come Bombardier, dei porti ed un polo di ingegneria rappresentato dalla francese Segula a cui Bombardier ha trasferito il settore progettazione.

In precedenti articoli a proposito del trasferimento del settore progettazione di Bombardier a Segula, una società con soli 83.340€ di capitale sociale, ci domandavamo se questo non fosse stato il modo per liberarsi di un certo numero di lavoratori. Tra l’altro già a settembre 2019 facevamo notare che alcuni tecnici esternalizzati fossero in procinto di lasciare la società (LEGGI), ci chiediamo se questo esodo sia proseguito facendo perdere preziose competenze sia a Bombardier che a Segula.

Non è da escludere che gli esternalizzati in una società con soli 83.340€ di capitale sociale, possano godere di condizioni di minor favore rispetto a quando lavoravano direttamente per Bombardier, per cui appena trovano l’occasione che può apparire migliore non se la vogliano lasciare sfuggire. È altrettanto probabile il fatto che essere stati trasferiti/esternalizzati in una società con minori referenze abbia determinato un pregiudizio nel potere contrattuale di questi lavoratori. Altro fatto abbastanza singolare è che questo trasferimento del settore progettazione di Bombardier sia avvenuto a ridosso dell’insediamento di un’azienda con interessi nel campo ferroviario.

Ci domandiamo se la Fiom CGIL di Savona così pronta a baracconate propagandistiche di stampo “salviniano” solo per essere risultata la prima sigla sindacale nelle elezioni della RSU di Segula, come avevamo riportato  nell’articolo “Le vittorie di Pirro della FIOM-CGIL di Savona”, sia altrettanto pronta a fornire assistenza ai lavoratori per contrastare gli attuali modus operandi aziendali poco condivisibili nell’interesse dei lavoratori che si dovrebbero rappresentare.

Articoli correlati

Bombardier – Interviene anche il PD

Bombardier – Cosa sta succedendo?

Bombardier – Passerella dopo passerella

Bombardier – Anno nuovo problemi vecchi

Buone feste da parte dei sindacati savonesi

Bombardier – Nuove prospettive dall’alta velocità?

Bombardier – Metalmeccanici savonesi cercasi commissario

Bombardier – Ci possiamo fidare dei sindacati savonesi?

Bombardier – Ritardo dopo ritardo

Bombardier – Le vittorie di Pirro della FIOM-CGIL di Savona

Bombardier – La convocazione al MISE tarda ancora

Area di crisi complessa – Il sindacalista Pasa si dimentica della Bombardier

Bombardier – L’incertezza continua

Vado Ligure – Clamoroso alla Bombardier

Bombardier – Per i metalmeccanici savonesi l’estate non finisce mai

Vado Ligure – Bombardier, breve risveglio dei sindacati savonesi

Vado Ligure – Bombardier, prosegue lo stato di incertezza

Vado Ligure – Bombardier, dov’è finito il piano di rilancio?

Vado Ligure – Zingaretti in visita alla Bombardier

Bombardier, crisi tra un mese ed i sindacati dormono?

Vado Ligure – Bombardier, si gioca con la vita dei lavoratori?

Piaggio e Bombardier – Promesse già dimenticate

Vado Ligure – Bombardier, sempre al punto di partenza

Vado Ligure – Bombardier, assegnati 14 Frecciarossa

Vado Ligure – Qualche spiraglio per Bombardier?

Piaggio e Bombardier, cambiale in bianco?

Vado Ligure – Bombardier, lavoratori gabbati?

Vado Ligure – Bombardier, presentato il piano industriale delle ferrovie

 

Lascia un commento