Bombardier – L’incertezza continua

Vado Ligure – Dopo l’annuncio che Bombardier produrrà nello stabilimento di Vado Ligure 10 locomotive Traxx DC3 a partire dalla prossima primavera, notizia di cui avevamo riportato le diverse contraddizioni nel precedente articolo “Clamoroso alla Bombardier” (LEGGI), lo scorso 11 settembre, secondo un articolo pubblicato dalla rivista specializzata Tutto Treno (LEGGI), Bombardier si sarebbe aggiudicata un accordo quadro per la Provincia Autonoma di Bolzano per la fornitura di un massimo di 32 nuovi treni e fino a 30 anni di servizi di manutenzione del parco, nell’ambito della commessa per 7 treni regionali TALENT 3 già aggiudicata lo scorso maggio (LEGGI).

A fronte di quest’ultima notizia di estensione della commessa per 7 treni regionali fino a 32 treni, ci domandiamo se l’incontro previsto al Ministero dello sviluppo economico per discutere dell’avanzamento dell’annosa vertenza e per la presentazione del il piano industriale di Bombardier sia stato finalmente fissato. Ricordiamo che il vertice si sarebbe dovuto tenere entro la metà di luglio (LEGGI).

Non bisogna poi dimenticare le opportunità offerte dal piano industriale del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane e delle commesse già assegnate nell’ambito di questo piano come i 14 Frecciarossa 1000 e le ulteriori locomotive merci DC3 oltre alle nuove gare per i treni regionali da 200km/h del valore di quasi 2,7miliardi di €, di cui i 7 treni regionali TALENT 3 per la provincia di Bolzano, potrebbero essere il biglietto da visita per il mercato italiano per questa tipologia di rotabili.

A tale riguardo l’incontro al Ministero dello sviluppo economico dello scorso 6 giugno si era chiuso con la richiesta del Vice Capo di Gabinetto, ing. Giorgio Sorial (5 Stelle), di portare delle risposte nel prossimo incontro per rassicurare i lavoratori e per avere una prospettiva sul futuro di Bombardier in Italia, invitando inoltre la Società a non assumere alcuna iniziativa fintantoché non saranno fornire le risposte idonee a garantire la ripresa completa dell’attività produttiva ed il mantenimento del livello occupazionale.

Ci continuiamo a chiedere il motivo per cui a fronte di queste notizie di acquisizione di commesse per il mercato italiano da parte di Bombardier, le tranquille organizzazioni sindacali metalmeccaniche savonesi seguitino a dormire sonni tranquilli, dimenticandosi di evidenziare che la presentazione di un piano industriale, come anche richiesto dalle istituzioni, sia doveroso in primo luogo verso i lavoratori che dovrebbero rappresentare.

Il Secolo XIX del 19 settembre fa notare che a fronte del perdurare del periodo di incertezza i dirigenti di Bombardier vanno alla concorrenza come l’ex amministratore delegato Luigi Corradi che andrà a ricoprire analoga posizione per la Titagarh Firema, azienda con vertenze aperte al MISE (LEGGI).

L’articolo del Secolo fa notare che Corradi si porterà con se anche alcuni tecnici in organico nel settore dell’ingegneria esternalizzato alla francese Segula Technologies, società con soli 83.340€ di capitale sociale. Evidentemente i tecnici di Bombardier non si trovano a loro agio a lavorare con una società con soli 83.340€ di capitale sociale e forse con poche referenze nel settore. Fatto alquanto singolare che Corradi, dopo aver esternalizzato l’ingegneria di Bombardier, passato poco tempo è lui stesso ad andarsene portandosi con se dei tecnici dell’ufficio ceduto.

Tra l’altro secondo gli atti reperibili presso il Registro delle imprese solo il 28 giugno scorso Corradi era stato riconfermato Presidente del consigli di amministrazione di Bombardier Transportation Italy per un ulteriore triennio e quindi fino al 31-12-2021 con obbligo di non concorrenza ai sensi dell’art. 2390 del codice civile.

Contraddizioni su contraddizioni che si continuano ad accumulare su questa lunga vertenza, ma i sindacati metalmeccanici savonesi continuano a pensare ad altro. Non sarà mai che con il ritorno del PD al governo anche la stagione degli scioperi che ha caratterizzato il governo verde-giallo sia già archiviata?

Articoli correlati

Vado Ligure – Clamoroso alla Bombardier

Bombardier – Per i metalmeccanici savonesi l’estate non finisce mai

Vado Ligure – Bombardier, breve risveglio dei sindacati savonesi

Vado Ligure – Bombardier, prosegue lo stato di incertezza

Vado Ligure – Bombardier, dov’è finito il piano di rilancio?

Vado Ligure – Zingaretti in visita alla Bombardier

Bombardier, crisi tra un mese ed i sindacati dormono?

Vado Ligure – Bombardier, si gioca con la vita dei lavoratori?

Piaggio e Bombardier – Promesse già dimenticate

Vado Ligure – Bombardier, sempre al punto di partenza

Vado Ligure – Bombardier, assegnati 14 Frecciarossa

Vado Ligure – Qualche spiraglio per Bombardier?

Piaggio e Bombardier, cambiale in bianco?

Vado Ligure – Bombardier, lavoratori gabbati?

Vado Ligure – Bombardier, presentato il piano industriale delle ferrovie

Vado Ligure – Bombardier vince gara in Italia e licenzia

Condividi:
0

Lascia un commento