Loano


NOTA DI BIASIMO
Il sottoscritto dottor Lorenzo Gotti, già  Presidente del Consiglio Comunale di Loano (dimessosi nel gennaio scorso per la NON – CONDIVISIONE della scelta del Sindaco Vaccarezza di mantenere oltre la carica di Presidente della Provincia di Savona anche la carica di Primo Cittadino nonostante la sua pressoche’ costante assenza), ha provveduto ad inviare al Difensore Civico del Comune la lettera in allegato al fine di sollecitarlo ad esercitare una azione di biasimo nei confronti dela massimo rappresentante della comunità  nel rispetto dei Cittadini Loanesi che lo hanno eletto.

     Al Difensore Civico  del Comune di Loano   Piazza Italia,1   17025 Loano (SV)

 Oggetto:  Assenza del Signor Sindaco

 Con la presente ci si rivolge al Difensore Civico intendendo  tale ruolo nella  accezione più nobile del suo significato vale a dire quello di colui che ha il compito di “difendere ” la  civitate ed i suoi  civis ,i cittadini che  la città compongono ed in essa vivono.

    Per illustrarLe  l’argomento che segue si dovrà fare necessariamente   riferimento a quanto contenuto nello Statuto Comunale , nel Regolamento  per  il Consiglio Comunale e nel Testo Unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali.

    La scelta democratica di un Sindaco si poggia sull’elemento imprescindibile del voto popolare ( art. 71 del T.U.E.L.).

    Infatti è con il voto che il cittadino indica chi vuole sia il Sindaco della città nella quale vive, è con il voto che il cittadino sceglie i Consiglieri Comunali che vuole siano gli amministratori della città nella quale risiede ed è  quindicon il voto che il cittadino delega l’agire comunitario.

    Le regole democratiche consentono di indicare attraverso il mezzo delle  votazioni colui ,il Sindaco, che può e deve scegliere e decidere al meglio per la collettività.

    Le regole democratiche prevedono altresì che in caso di assenza, di impedimento temporaneo del Sindaco egli sia sostituito dal Vice Sindaco  (art. 34 dello Statuto Comunale) al fine di impedire vuoti prolungati in tale ruolo.

    Ebbene si vuole segnalare l’anomalia che si sta verficando, da alcuni mesi, nel nostro Comune dove il Sindaco è frequentemente assente dalla attività della Giunta Comunale che vede quindi firmate le delibere dal  Vice Sindaco che essendo un Assessore extra consiliare non ha poi lapossibilità di sostenerle con il voto in Consiglio Comunale (comma 4 ,art.26 dello Statuto Comunale) .

    Questa anormalità si riverbera sul cittadino che in tal modo si vede amministrato da un cittadino che non appartiene al Consiglio Comunale  sentendosi così defraudato della scelta che ha espresso con il voto nel 2006.

    Il cittadino deve potersi rapportare con chi ha scelto e non deve essere  costretto a rapportarsi con chi non ha mai partecipato alla competizione  elettorale.

   Si ritiene che il Difensore Civico in virtù del giuramento prestato  (art. 69 dello Statuto Comunale)  si sia impegnato a favore del bene comune e quindi a difendere le scelte espresse dai cittadini con il voto.        

    Pertanto la presente intende sollecitarLa ad esercitare una forte azione di  biasimo nei confronti  del Sindaco che con il suo agire viene  meno  al rispetto delle regole democratiche espresse dai cittadini loanesi  con il loro voto.
 Si è certi di poter vedere concretizzato al meglio quanto richiesto con i   mezzi che Le consentono gli articoli n.71 e 72 dello statuto Comunale.

   Loano ,lì 17/03/2010 

 

   Distinti  saluti

  Lorenzo  Gotti

                                                                  

  P.S.: si informa  che copie della presente vengono inviate agli organi  di informazione per  una corretta divulgazione.

Condividi:
0

Lascia un commento