La Consulta per il Priamar scrive al Sindaco e al Vicesindaco

Rilancio del Priamar
La Caprioglio mal consigliata dai dirigenti cambia idea
 la Consulta si arrabbia e scrive una lettera al Sindaco e al Vicesindaco
Dopo aver letto l’articolo de La Stampa del 29 novembre …LEGGI…i membri della Consulta per il Priamar (Milena Debenedetti, Rinaldo Massucco, Carlo Varaldo, Carlo Cerva) si sono detti costernati e preoccupati per le decisioni prese dal Comune sulle iniziative prese per il rilancio della fortezza e hanno scritto una lettera al Sindaco e al Vicesindaco
Tale costernazione è dovuta al fatto che le decisioni prese durante la riunione con la Consulta erano totalmente differenti da quelle annunciate da La Stampa, ad esempio per i reperti archeologici era stato decisa la sistemazione in una delle tante gallerie e il meraviglioso locale della polveriera utilizzarlo per qualcosa di molto importante (adoperarlo da magazzino è scandaloso).

 Nel locale della polveriera era stato deciso di aprire un’enoteca di un certo livello che avrebbe sicuramente rilanciato la fortezza.

Ora resta da capire questo voltafaccia del Sindaco, anche se i soliti bene informati ripetono che il problema è sempre lo stesso: le idee della Giunta, soprattutto quelle buone, sono disapprovate dai alcuni dirigenti (i soliti Bacciu, Sperati, Rossi) che remano contro e convincono la Caprioglio a fare retromarcia, questa volta pare abbiano fatto intervenire addirittura il Sovrintendente Vincenzo Tinè che probabilmente del Priamar non conosce le potenzialità.

Non resta che attendere la reazione del Sindaco appena tornerà dalle vacanze e soprattutto del Vice sindaco (l’idea dell’enoteca è sua) alla lettera della Consulta recapitata il giorno 30 dicembre.

Tutti si augurano che ci sia un ripensamento e che il locale della polveriera sia utilizzato per qualcosa d’ importante

Condividi:
0

Lascia un commento