Elezioni a Vado Ligure e il vizietto del Pd di allearsi con la destra

Come reagiranno gli elettori del Pd all’accordo con la Lega?

D’accordo che il consenso del partito è ai minimi storici ma ha un sindaco amatissimo dai vadesi ricandidabile, per questo non si comprende l’accordo del Pd con la Lega per le elezioni amministrative del 2019.

Probabilmente quello degli accordi con la destra è un vizietto da cui non riescono a liberarsi.

Alle elezioni di 10 anni fa il Pd fece un semi-accordo con Matteo Debenedetti di Forza Italia uomo dell’allora Presidente dell’Autorità Portuale, Rino Canavese. Le cose per la Giuliano andarono male e vinse Caviglia.

Nel 2014 il Pd con la Giuliano vinse le elezioni, ma per farlo dovette rinnovare l’accordo con Forza Italia sempre con Debenedetti e soprattutto col loro nemico giurato il sindaco uscente Attilio Caviglia (non stiamo qui a raccontare tutta la storia, ricordiamo solo che l’autorità Portuale impose come assessore Ennio Rossi e per vincere il Pd si rivolse persino al Vescovo).

A maggio del 2019 si tornerà a votare, Monica Giuliano, ha un’altissima possibilità di essere rieletta, eppure il Pd non perde il vizio di fare accordi con la destra, questa volta addirittura con la Lega.

Bisogna precisare che in questo caso il pd vadese non c’entra molto, l’accordo con la Lega, di cui abbiamo già scritto….LEGGI… è stato elaborato dai due strateghi savonesi  Franco Vazio  onorevole del PD e Paolo Ripamonti senatore della Lega (probabilmente Salvini non ne è a conoscenza).

Agli accordi Pd – Forza Italia i vadesi e gli italiani si sono abituati, ma un accordo col partito di Salvini, con cui il Pd non condivide nulla, ha qualcosa di clamoroso.

Gli elettori di Forza Italia hanno la bocca buona ma i leghisti riusciranno ad ingoiare un tale accordo?

Gli elettori del PD quando si troveranno nelle liste di appoggio alla Giuliano (che saranno naturalmente civiche per coprire la vergogna) oltre ai Verdino e ai  Vigliecca i Bertolazzi e i Marabotto, come reagiranno?

E la “povera” Giuliano che ha il consenso della maggioranza dei vadesi come si sentirà vedendo che ancora una volta non ha la fiducia del suo partito?

C’è solo da augurarsi che i vadesi puniscano questo accordo contro natura e questa mala politica che va contro i loro interessi

Condividi:
0

Lascia un commento