“FRANZA, O SPAGNA, PURCHE’ SE MAGNA”

 Colonna sonora

Lega Nord: a Roma con i 5Stelle, a Genova con Forza Italia, a Vado Ligure con il PD, a Varazze … ?

Persino il Guicciardini, che nel 1500 coniò il famoso detto “Franza o Spagna purchè se magna“, ai giorni nostri, dei politici locali, avrebbe pensato: “Belin che coerenza, belin che coraggio, belin che faccia!”

In una società che i sociologi alla moda definiscono essere sempre più fluida, la politica si accoda e, più che fluida, diventa me . .lmosa.

Il neo senatore Ripamonti, dal 4 Marzo 2018, giorno della Sua elezione a senatore della res-pubblica, ha indossato i panni del Giulio Raimondo Mazzarino de noantri.

A Roma, nei ministeri, è oramai uso a frequentare Luigino Di Maio ed i 5Stelle, nel corridoio dei passi perduti parlotta fitto fitto con il collega onorevole Franco Vazio del PD ed a Genova in Piazza De ferrari si apparecchia a colazione con il forzista Toti.

Il frutto di cotanto deambulare si sussurra che potrebbe avere partorito la seguente equazione metafisica:

1- a Roma, avanti tutto con il governo lega/5Stelle con reciproche dichiarazioni di peritura fedeltà;

2- a Genova, patto d’acciaio con i “forzaitalioti ” al grido di ”fora di ball tut gli immigrat”‘;

3- a Vado Ligure lingua in bocca (metaforicamente parlando, ovviamente) con la piddina Monica Giuliano (peraltro, in questi ultimi mesi, magnificamente dimagrita ed in splendida forma fisica!).

Con quest’ultima è già pronto, da svariate settimane, il “compromesso antistorico” destinato ad unire in un’unica lista civica, benedetta dai vertici regionali del carroccio catorcio e da quelli del decuius PD, tutto ed il contrario di tutto: dai centri sociali, agli imprenditori della rumenta, dagli anti immigrazione ai no global, dalle cooperative ai cacciatori e, chi più ne ha, più ne smetta.

Della serie: “alla faccia della società fluida!”

Che poi, a fare il garante dell’accordo possa essere stato designato l’attuale consigliere comunale di Savona dott. Ing. Marabotto, destinato a fare il vice sindaco, questo, sarebbe veramente il colmo dei colmi. Immaginatevi Voi come si potrebbero sentire traditi i rispettivi elettorati della sinistra vadese e della LegaNord, chiamati a votare per un’amministrazione locale che li metterebbe tutti appassionatamente insieme, nel nome  della Maersk, dei rifiuti, della discarica, della ex centrale e via disfacendo.

Bravo Senatore Ripamonti, veramente un buon inizio di legislatura!

Direi che, a questo punto, ci mancherebbe solo che il novello Mazzarino avesse anche il coraggio di proporre come candidato sindaco nel comune di Varazze nientepopòdimeno che il dott. Alessandro Bozzano , ex PD, attuale Sindaco con simpatie da cacciatore, amico personale dell’altro super senatore leghista Francesco Bruzzone, interessato contemporaneamente alla carica di primo cittadino ed a quella di … futuro consigliere regionale per la Lega Nord, per chiudere il cerchio!

Opss … pardon scusate il lapsus, ma ora che ci penso, nell’accordo politico per Vado ci rientrerebbe proprio anche il comune di Varazze!

“Belin che manessi”, della serie: tu dai un comune a Me ed io do un comune a Te … solamente che, questa, volta, non si tratterebbe più di un gioco, ma della triste verità. Poveri elettori!

Geograficamente potremmo dire che il senatur Ripamonti stia confondendo la Padania con la Pdania!

Buona Natale a tutti i vadesi ed i varazzini.

Per loro, il 2019, sarà sicuramente un anno da ricordare!

Condividi:
0

Lascia un commento