ATA e la CGIL dalla memoria corta

La dirigenza di Ata dice stop alle richieste per interventi in singole zone degli assessori e consiglieri, altrimenti va in tilt la programmazione delle pulizie.

Un’ ottima decisione dell’azienda, quello che fa rabbia è, invece, la posizione della CGIL.

Anche la CGIL contesta giustamente le richieste di intervento, dimenticando, però, che con il passato CdA mai si era alzata la voce quando si pulivano e addirittura si profumavano certe strade a spese dei contribuenti per fare un favore ad alcuni noti amministratori.

Si sono dimenticati del privilegiato intervento giornaliero di pulizia nella zona dove abitava il Sindaco?

Ma del resto che ci dobbiamo aspettare da una CGIL che mai è intervenuta neppure quando si licenziavano ingiustamente i lavoratori?

Condividi:
0

Lascia un commento