Visita del Fai al Sant’agostino. Alcune risposte lacunose e i problemi della zona circostante all’ex carcere

Durante quest’ultimo weekend tantissime persone (addirittura molti non sono riusciti ad accedere alla visita) hanno avuto la possibilità di visitare l’ex carcere di Sant’Agostino, aperto per la prima volta al pubblico in occasione delle Giornate FAI d’Autunno

L’impegno dei giovani volontari del FAI di Savona è stato fantastico purtroppo, però, molte domande su notizie storiche e archeologiche della zona sono rimaste senza risposta.

Peccato non ci fosse qualche storico a conoscenza del passato dell’ex convento e di tutta la zona.

A proposito della zona circostante all’ex carcere, vorremmo far notare ai giovani del Fai il deterioramento di Piazza Monticello (vedi lo studio di Renata Cuneo) e soprattutto la mancata demolizione dell’edificio di proprietà comunale che da troppo tempo deturpa la zona, e ostruisce i portici di via Paleocapa (vedi foto)

Ricordiamo che c’è una delibera del 2011 (Giunta Berruti) che, insieme all’approvazione del progetto della Residenza Protetta di Salita Schienacoste, prevedeva anche la riqualificazione urbana e ambientale della zona, comprensiva della demolizione di quell’edificio di proprietà̀ comunale.

Come mai  in questi anni non è stato demolito nonostante la delibera del 2011?

Studio di Renata Cuneo

   Edificio del Comune da demolire secondo la delibera del 2011

Condividi:
0

Lascia un commento