Trasformazione dell’ex hotel Pescetto. Per la Provincia ci sono delle irregolarità

L’Ufficio Abusivismo della Provincia, che ha competenza in materia, ha fatto delle indagini sulla trasformazione dell’ex hotel Pescetto di Celle. I tecnici provinciali, dagli accertamenti effettuati, hanno rilevato diverse irregolarità che hanno contestato ai progettisti e all’Amministrazione comunale, deducendo che i permessi di costruire rilasciati sono da considerarsi illegittimi. Di conseguenza l’Ente Provinciale ha iniziato la pratica per il loro annullamento.

Il Comune ha la possibilità di contestare e chiarire le irregolarità ma deve farlo entro 60 giorni (il termine ormai dovrebbe essere prossimo alla scadenza)

 Intanto, la Provincia ha segnalato tutto alla Procura.

Quali sono queste presunte irregolarità indicate dalla Provincia?

Manca la procedura di svincolo alberghiero per poter effettuare la trasformazione in alloggi (deve essere rilasciata dal Consiglio comunale)

C’è un aumento volumetrico non consentito

Risultano superati i limiti di altezza dell’edificio

Non sono indicate le misure di protezione civile previste per le zone esondabili

Gli uffici dell’urbanistica hanno dato l’incarico ad un avvocato di preparare le controdeduzioni da inviare in Provincia e tra qualche giorno sapremo le novità.

La faccenda potrebbe veder coinvolta l’intera Giunta e se tutto non sarà chiarito la vicenda sarà al centro del dibattito elettorale.

A quel punto sarà interessante conoscere la posizione dell’attuale Vicesindaco e candidata alle prossime elezioni, Caterina Mordeglia, che alla stampa ha dichiarato «Intendo portare a termine il mandato da vicesindaco perché lo ritengo un atto di responsabilità. Le mie battaglie le ho sempre portate avanti dall’interno».

Probabilmente su questa pratica si era distratta un momento.

Condividi:
0

Lascia un commento