Scoperti 12 anni fa da un architetto i resti di un antico monastero vicino al mercato civico

Vicino al mercato civico soso stati scoperti i resti di un antico monastero, a individuarli sono stati i ricercatori Mauro Brunetti, Gabriella Cirone e Rinaldo Massucco che sabato prossimo, alle 15 nella Sala Rossa del Comune, presenteranno la loro scoperta… così riporta un articolo de La Stampa…LEGGI

Questa notizia riportata da La Stampa ci ha lasciato alquanto perplessi.

Tutto appare alquanto strano perché la scoperta risale a circa 12 anni fa ad opera dell’architetto Grossi Bianchi (ne è a conoscenza anche la Sovrintendenza) e non dei 3 ricercatori nominati dall’articolo.

L’architetto Grossi Bianchi non è un architetto qualunque fu dichiarato dal Cardinale Ballestrero arcivescovo di Torino e legato alla chiesa di San Pietro in via Untoria il più grande architetto carmelitano contemporaneo.

Tralasciando il fatto grave di non citare il vero scopritore di quei resti, ci si chiede perché mettere in risalto la scoperta proprio ora?
E’ un tentativo di far conservare i resti durante la realizzazione del progetto edilizio previsto dalla società “Due Torri”, cosa del resto già prevista dall’architetto Grossi Bianchi?
Oppure è una manovra per bloccare il progetto?

Chissà se qualcuno risponderà?

Condividi:
0

Lascia un commento