sciopero alla Maersk di Genova

QUALCUNO STA BARANDO….

Parliamo dei sostenitori della piattaforma Maersk, segnatamente di Canavese, Pasquale, Marson, Di tullio, Burlando, della triplice sindacale e di tutto il variopinto circo mediatico che da anni ci sussurra (quando non grida) che la multinazionale danese rappresenta la panacea dei futuri problemi occupazionali della provincia. Eppure le notizie che vengono da Genova…leggi… vanno in tutt’altra direzione, anche perché i numeri hanno indubbiamente la testa dura e dicono che il colosso aveva 450 occupati qualche anno fa,ridottisi a circa 215, quasi tutti a Genova,sui quali si intende praticare un’ulteriore taglio. Con questi chiari di luna, dovremmo asservire il territorio per sempre, scucire la bellezza di 400 milioni di euro dalle casse pubbliche, magari per trovarci una incompiuta la cui ultimazione andrà avanti per decenni? Questa sarebbe la programmazione dello sviluppo Ecocompatibile! Ma ci facciano il piacere!!!

Condividi:
0

Lascia un commento