Fumi maleodoranti dei siti produttivi, Niero: “Dalla Regione linee guida standard a tutela dell’ambiente”

Mozione del consigliere provinciale approvata all’unanimità

E’ stata approvata all’unanimità dal Consiglio provinciale la mozione presentata dal consigliere Massimo Niero relativa alla necessità di impegnare la giunta regionale affinché istituisca linee guida per regolare la gestione delle emissioni odorigene emanate dalle lavorazioni nei siti produttivi.

Un documento che nasce dal caso della Icose Spa e della produzione di conglomerato bituminoso e cementizio nello stabilimento di Zuccarello, che ha visto la protesta di molti cittadini della Val Neva e della Val Pennavaire. Massimo Niero, in qualità di sindaco di Cisano sul Neva, si è occupato in prima persona della vicenda, anche tramite una apposita commissione consiliare, e recentemente con il progetto di metanizzazione per la vallata dell’entroterra albenganese l’azienda potrà avere un allaccio diretto al metanodotto, sostituendo l’attuale combustione: Icose potrà quindi bruciare combustibile pulito.

“L’impatto odorigeno è sempre più rilevante, per questo, a tutela dell’ambiente, è necessario individuare specifiche categorie produttive con potenziali emissioni odorigene, valori di accettabilità del disturbo olfattivo presso i recettori, limiti di riferimento per le varie emissioni prodotte” afferma il consigliere Niero nella sua mozione.

Nell’elenco: la produzione di conglomerati bituminosi, la produzione di pitture e vernici, impianti industriali per prodotti chimici organici o inorganici di base, lavorazione di materie plastiche, fonderie, impianti di produzione di biogas da biomasse, impianti soggetti a direttiva COV con consumo annuo di solvente superiore a 10 t, lavorazione di scarti di macellatone, sottoprodotti di origine animale e prodotti ittici, linee di trattamento fanghi che operano negli impianti di depurazione con potenzialità superiore a 100 mila abitanti equivalenti. E ancora impianti di compostaggio Forsu, discariche e impianti di trattamento rifiuti art. 208 a matrice organica.

Nel testo della mozione sono indicate anche le proposte di definizione dei valori di accettabilità del disturbo olfattivo, parametri che dovranno essere vagliati in relazione al contesto dell’insediamento produttivo e a fattori climatici, senza contare la necessità di controlli sull’emissioni medesime.

“Sono soddisfatto dell’approvazione unanime della mozione da parte del Consiglio provinciale – afferma il consigliere Massimo Niero -. Da sindaco di Cisano sul Neva ho vissuto in prima persona il problema dell’impianto di bitume per la vallata del mio territorio. Credo che ci siano gli strumenti e le possibilità tecniche di coniugare esigenze ambientali ed esigenze produttive tutelando i posti di lavoro. Ringrazio gli uffici provinciali per l’importante lavoro svolto a livello tecnico, inserendo i parametri di riferimento”.

“Ora auspico una rapida azione dell’ente regionale in merito ai contenuti della mozione e avere come in altre regioni linee guida standard e precise” conclude Niero.

Lascia un commento