CELLE LIGURE: Opinioni di ‘’COSTITUENTE CELLESE ‘’.

Come risaputo, il nostro gruppo “Costituente Cellese”, con capolista Luigi Bertoldi, al quale hanno aderito  candidati in rappresentanza di tutte le principali formazioni politiche, ha ritenuto di non iscrivere la propria lista alla competizione elettorale.

Ciò che stava accadendo, infatti, era la ripetizione di quanto già visto in ben sei precedenti tornate elettorali: una grande confusione, che cresceva di giorno in giorno approssimandosi le elezioni e che, ovviamente, è sparita da quando abbiamo annunciato il ritiro. Ora, addirittura, si è al silenzio totale.

Pensavamo, quando abbiamo deciso la partecipazione, di poter rintuzzare ogni azione di disturbo, anche con l’aiuto dei cittadini ormai resi consapevoli da troppe sconfitte, ma così non è stato. Si stavano diffondendo nel paese tante voci e convincimenti a noi contrari, riportati anche da persone in totale buona fede, ormai difficili da far rientrare. L’ultima notizia, mai smentita dalla candidata interessata, di un accordo segreto che ci avrebbe fatto mancare una buona fetta dell’elettorato ha messo effettivamente in dubbio la nostra possibilità di spuntarla. Il fatto davvero inquietante è che ne siamo stati avvertiti ben prima che la lista beneficiaria prendesse corpo. Il risultato, così, avrebbe potuto sempre lo stesso: avrebbe vinto la lista promossa da Renato Zunino.

Abbiamo allora ritenuto opportuno, forse doveroso anche se lasciava la maggior parte del paese senza rappresentanza politica, trasformare la consultazione elettorale in un referendum, pro o contro l’eterna continuità dell’attuale Sindaco. Non interessa più niente altro; i cittadini devono capirlo: dobbiamo una buona volta rispondere a questo quesito.

Se non si compie questo passo non se ne viene fuori.

Ulteriori fatti e notizie, recenti e ultime, ci hanno rafforzato nella convinzione, diventata unanime fra di noi, di non guardare i nomi contenuti nelle due liste concorrenti. Non ci devono interessare! Dopo le elezioni ci occuperemo di loro.

Adesso dobbiamo rispondere al quesito: volete continuare così o volete cambiare?

Se non volete cambiare votate Remo Zunino.

Se volete cambiare dovete mettere una croce sul quadratino n. 2 ARIA NUOVA.

Lo si sa che con Aria Nuova non cambia quasi una cicca, ma ufficialmente spariscono gli Zunino! E non è cosa da poco!

In ogni caso, se avete dei problemi potete sempre turarvi il naso!

 

Lunedì prossimo si conteranno i voti: se saranno più tanti quelli della lista capeggiata da Remo Zunino si diràche i cellesi vogliono la continuità di Renato Zunino; se saranno di più quelli di Aria Nuova si diràche i cellesi vogliono cambiare.

L’astensione vuol dire che va bene così!!

 

Certo che se questo ciclo senza fine dovesse continuare potrebbe renderci “u burdelu du guzzu” – che tradotto dal nostro antico dialetto diventa “farebbe ridere l’Italia intera”: da Renato Zunino a Remo Zunino, da Remo Zunino a Renato Zunino, da Renato Zunino a Remo Zunino, e così saranno passati più di 50 anni!!!

Remo Zunino e Caterina Mordeglia
Condividi:
0

Lascia un commento