Celle Ligure – Chi è costui? (Promotur)

Celle Ligure – La vicenda del Consorzio Promotur, con lo scopo di promuovere dal punto di vista turistico il comune di Celle Ligure sta assumendo i contorni di una telenovela.

Dopo il cambio di amministrazione dello scorso maggio, la nuova giunta della sindaco Caterina Mordeglia non sembrerebbe intenzionata a proseguire ulteriormente la collaborazione con il consorzio che dal 1993 organizza molte delle iniziative turistiche di Celle Ligure.

A seguito di ciò il presidente del consorzio Franco Abate dichiara al Secolo XIX «abbiamo deciso di ritirarci a un meritato riposo. Saluteremo la cittadina con l’ultimo nostro appuntamento, il mercatino di Fuori dal Natale» e con un «goodbye» sul profilo Facebook il consorzio Promotur saluta i cellesi.

Non si può dare torto alla nuova sindaco di voler dare un taglio netto con il passato, visto che il consorzio fondato nel 1993 dall’allora sindaco dimissionario (a seguito di un inchiesta giudiziaria) Renato Zunino, era nato probabilmente per consentire a Zunino, già sindaco di Celle Ligure ininterrottamente dalla metà degli anni 70 al 1992, di continuare a condizionare, da dietro le quinte, la vita politica ed economica del paese.

Il Consorzio Promotur è stato guidato dal 1993 al 2009 da Renato Zunino, quando venne nuovamente eletto sindaco per rimanere in carica fino al maggio 2019, di fatto un regno durato dalla metà degli anni 70 del Novecento fino al maggio 2019.

Tra l’altro il consorzio Promotur, come abbiamo già fatto notare in precedenti articoli, condivide lo stesso indirizzo dell’agenzia Unipol con cui Zunino collabora.

Caterina Mordeglia – Franco Abate – Renato Zunino

Iacopo Abate, altro assicuratore, (non sfugge la parziale omonimia con il Presidente di Promotur Franco Abate) consigliere comunale di minoranza del gruppo Uniti per Celle, precedentemente Consigliere delegato alla cultura e Consigliere delegato alle politiche giovanili presso il Comune di Celle Ligure ha lanciato la petizione “CELLE VUOLE LA FESTA DI CAPODANNO E I MERCATINI DELLA SECONDA DOMENICA DEL PROMOTUR!!”.

Nella petizione si può leggere aiutiamo l’imprenditoria e i commercianti a non chiudere bottega come succede ogni giorno in tanti comuni italiani oltre a non cancellare diverse manifestazioni che il Consorzio Promotur organizza. Consorzio che esiste da 25 anni ed investe i suoi utili sul turismo e per mantenere Celle come la vediamo oggi.

Chissà se il consigliere Abate si è mai accorto che il declino del Comune di Celle Ligure e le molte chiusure di attività commerciali erano già in atto nelle amministrazioni in cui faceva parte della maggioranza che sosteneva la giunta.

Ci chiediamo quali siano poi i rapporti giuridici ed amministrativi tra il Consorzio Promotur e le amministrazioni comunali che si sono susseguite dalla sua nascita e se sia mai stato esperito un bando pubblico per organizzare le manifestazioni turistiche a nome del comune di Celle Ligure, visto che il Consorzio Promotur sembrerebbe essere un soggetto di diritto privato.

Tra l’altro sui vari social network si può leggere a proposito del Consorzio Promotur che “non è fatto solo di persone come quelle che mandano la lettere di diffida a Paolo Cappa (consigliere di minoranza di Celle in Movimento nella precedente amministrazione Zunino n.d.r.) solo perché chiede i nomi dei soci”.

Ci domandiamo a tale proposito se esistano e siano pubblicabili gli elenchi dei soci che partecipano al consorzio per verificarne gli eventuali conflitti di interesse.

Ci domandiamo inoltre se il Consorzio Promotur è assimilabile ad una associazione Pro Loco ai sensi della legge della Regione Liguria n.17/1996 (LEGGI).

Qualcuno potrà rispondere a queste semplici domande?

Ci auguriamo che se nessuno saprà o vorrà rispondere a queste domande la neosindaco Caterina Mordeglia e la sua nuova amministrazione vorrà favorire la nascita di una più trasparente Pro Loco

Sarebbe anche interessante venissero resi  pubblici i nomi dei sottoscrittori della petizione on line

 

Condividi:
0

Lascia un commento