Cassandra vive

Questa mattina ho letto l’articolo apparso sul Secoloxix ” Porti, investimento di 78 milioni per rifare la diga di Vado Ligure” sinceramente non mi sono meravigliato dell’affermazione, ma sinceramente m’è presa una certa amarezza perchè l’affermazione l’avevo fatta io il 13 Aprile 2016 all’incontro in Comune di Vado Ligure quando da solo ero andato a confronto con i massimi esponenti dello shipping.
In quella occasione avevo affermato che le manovre delle navi in ingresso e uscita e sulle operazioni di ormeggio e disormeggio dalle banchine con l’attuale posizione della diga foranea avrebbe potuto creare criticità normalmente e criticità in caso di meteomarine avverse. In quella occasione mi permisi anche ,perchè si vociferava che la realizzazione di una nuova diga si sarebbe potuto realizzare con il risparmio di 60 milioni per l’interramento della piattaforma dissi che erano insufficenti come affermo che i 78 milioni attuali saranno insufficenti.
Già che ci sono, visto il mio disimpegno, finalmente qualcuno importante ha affermato che l’organigramma della piattaforma nel 2025 sarà di 401 dipendenti, contrariamente ai 1500 della Monica Giuliano e ai 1200 dell’ing.Carlo Merli , l’importante è che occorrono c.a. 68.500 TEU / mese altrimenti calano anche i 401 addetti.

Riccardo Ciccione

Condividi:
0

Lascia un commento