Alassio: speriamo bene!

L‘impedimento operativo del Sindaco sospeso Melgrati, anche se fosse solo formale e pubblico, non consente e non consentirà alla Amministrazione di svolgere appieno le proprie funzioni. Ed è comprensibile la frustrazione di chi tutta la vita ha atteso di potersi sedere sulla poltrona, ma arriva chi ti ricorda che il Sindaco di fatto resta quello di prima. E’ lo strano destino dell’eterno secondo!

Tuttavia il problema non è quello personale ed esistenziale di Galtieri ma è quello generale di una città come la nostra con la stagione alle porte e grandi e difficili situazioni da gestire. Le ambizioni sinora sono rimaste sopite, ma la gente comincia a lamentarsi ed alcuni amministratori mordono il freno.

Melgrati per il momento è riuscito a far credere che tutto è come prima e di pensare a tutto lui ma i suoi collaboratori cominciano a chiedersi: “quanto dureremo?” anche se è vero che è stato visto nelle stanze del potere comunale, fino a quando il Segretario comunale ed i funzionari tollereranno e potranno far finta di non vederlo?

Gli appetiti sono tanti e le situazioni, accertata l’incapacità, divengono sempre più pericolose e complicate, come ad esempio il ripascimento dell’arenile, o la gestione degli appalti delle spiagge, dove all’insipienza si è unita una allegra interpretazione dei requisiti dei bandi, fatti ad hoc, che porterà a contenziosi con gli esclusi e sicuramente ad una certa attenzione dell’autorità competente oltre che nei confronti dei “politici” anche nei confronti dei funzionari.

Ma la pentola che bolle è quella dell’organizzazione delle attività turistiche affidata ad una società di Malta (noto paradiso fiscale) i cui soci pare siano personaggi molto vicino ad attuali o precedenti amministratori che fungono da schermo ai reali protagonisti, ma queste come dice qualcuno dell’Amministrazione “Sono cose calabresi!”

Dopo le elezioni amministrative il cui esito non è stato positivo per la Lega locale, il Sen. Ripamonti vuole entrare in maggioranza ed ha iscritto la Cons. Zucchinetti, delegata allo sport, con la promessa di farla promuovere in Giunta, in conto ”Carroccio” e allargando così la maggioranza e dandole quella copertura politica che la Giunta Melgrati non aveva e non ha.

Ciò, qualora fosse fattibile, scatenerebbe le ambizioni legittime a partire dalle aspettative del Presidente del Consiglio Comunale Parodi che oggi ha una strana delega “alle manifestazioni” e che ambirebbe all’Assessorato al Turismo; a quelle della Cons. Aicardi, con delega al Verde pubblico, che vanta un più ampio consenso elettorale della Zucchinetti.

Se così fosse entrerebbe in maggioranza anche il Cons. Rossi, cui è stato offerta la delega allo Sport, ma che pare del tutto contrario.

La cosa più strana tuttavia è che nonostante tutto ciò, La minoranza Consigliare e la città tutta, paiono attonite, assenti e refrattarie ad ogni stimolo, come se tutto andasse bene e correttamente e la sabbia fosse tornata e ondate di turisti si fossero riversati sulle nostre spiagge.

Forse….stiamo continuando a ballare, mentre il “Titanic” affonda.

Condividi:
0

Lascia un commento