Clamoroso, la TPL rinuncia a 168.000 euro

L’assessore Montaldo vuole chiedere giustamente i danni al precedente CdA di Ata ma la Giunta di Savona non usa lo stesso metro di valutazione verso un ex dirigente di Tpl, Maurizio Maricone.

L’azienda dei trasporti aveva chiesto il risarcimento danni quantificati in 218.000 euro all’ex dirigente per un contenzioso di qualche anno fa.

E’ stata chiesta una transazione e l’assemblea dei soci  ha approvato  l’accordo con una cifra molto più bassa.

Invece dei 218.000 euro il manager ne dovrà pagare soltanto 50.000 oltretutto pare  dilazionati. D’accordo che nelle transazioni non c’è nessun limite ma raramente si scende ad importi così inferiori.

C’è da chiedersi il motivo di questa assurda transazione che porterà nelle casse dell’azienda pubblica 168.000 euro in meno.

Stupisce che l’assessore Montaldo (il Comune di Savona detiene il 29 % di partecipazione di Tpl), così severo quando si tratta di soldi pubblici, possa aver accettato un accordo simile.

Inoltre, essendo i soci di Tpl i Comuni e la Provincia, l’intesa raggiunta tra l’azienda e il manager interesserà alla Corte dei Conti.

Dure le reazioni del Sindacato

Lascia un commento