Vado Ligure – Opposizione disattenta?

Riguardo alla cessione alla SAT delle quote detenute dal comune di Vado Ligure in Ecosavona, la società che possiede il diritto di superficie e di gestione della discarica di Boscaccio, si è espresso anche l’ingegner Roberto Cuneo capogruppo di minoranza nella precedente consiliatura del comune di Vado Ligure. Roberto Cuneo manager di lungo corso ha diretto diverse aziende nel settore privato, è stato Direttore Generale di ASL savonese attualmente ricopre la carica di presidente di Italia Nostra Liguria….LEGGI

Ecosavona è una società a partecipazione mista pubblico-privata i cui soci sono la società anonima con sede nel Lussemburgo Green LuxCo Capital S.A. con il 70% del capitale, il Comune di Vado Ligure con il 25% ed il Comune di Savona con il 5%.

La SAT è una società a partecipazione pubblica che fornisce in diversi comuni della provincia di Savona il servizio di raccolta dei rifiuti urbani, in cui il Comune di Vado Ligure ha la maggioranza azionaria.

SAT è presieduta dal collaudato esponente della “sinistra” savonese Massimo Zunino, tre volte eletto in parlamento nelle fila dei DS-PD. Si mormora che Zunino abbia pianificato l’operazione di trasformismo che in nome del cosiddetto patto della ” rumènta” ha portato la sindaco di Vado Ligure, Monica Giuliano, dal 1999 sempre eletta nelle fila della sinistra, nelle braccia della destra populista e sovranista del rieletto Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti.

Toti – Giuliano – Zunino

Sulle colonne della Stampa del 19 novembre l’ingegner Cuneo esprime il suo parere contrario al trasferimento delle quote di Ecosavona detenute dal Comune di Vado Ligure in SAT, dato che per il comune di Vado Ligure, secondo l’articolata relazione redatta dall’ing. Cuneo si verrebbero potenzialmente a determinare sia un danno patrimoniale sia minori entrate al bilancio annuale.

Riferendosi nuovamente alla ricostruzione dell’Ing. Cuneo la quota del 25% di Ecosavona detenuta dal comune di Vado Ligure varrebbe 5,7milioni di €. La perizia di valutazione della quota azionaria, su incarico dell’amministrazione comunale di Vado Ligure (LEGGI), è stata affidata dal Dr. Maurizio Maricone.

Ci domandiamo, se le informazioni confidenziali a cui si fa menzione nell’accordo di riservatezza tra il comune di Vado Ligure ed Ecosavona, per poter consentire a Maricone di eseguire la sua stima, non debbano essere, in realtà, già pubbliche trattandosi Ecosavona di una società a partecipazione mista pubblico-privata.

La Stampa del 21 novembre riporta che la SAT, in una nota, conferma l’ingresso in Ecosavona con l’acquisizione del 25% delle azioni del comune vadese, ci domandiamo quanto sia stato l’esborso di SAT verso il Comune di Vado Ligure.

Durante le giunte Berruti – Di Tullio che hanno portato il comune di Savona in stato di predissesto finanziario, il dott. Maurizio Maricone ha ricoperto diverse posizioni dirigenziali apicali in società partecipate del comune di Savona e della provincia, tra cui ATA S.p.A.(servizio raccolta rifiuti di Savona) e nei trasposti pubblici Acts e Tpl Linea (LEGGI).

Ci domandiamo se l’amministrazione di Vado Ligure che ha delegato la sindaco Monica Giuliano, di conferire l’incarico al dott. Maricone per la perizia di valutazione di Ecosavona, si sia posta, nell’interesse dei cittadini vadesi, il quesito se il professionista potesse presentare qualche conflitto di interessi, visti i precedenti affidi per conto delle amministrazioni pubbliche della provincia.

Ci chiediamo inoltre se i gruppi di minoranza del consiglio comunale di Vado Ligure non debbano promuovere qualche azione di verifica dell’operato dell’amministrazione Giuliano riguardo alla gestione della pratica Ecosavona dinnanzi ad organismi indipendenti quali la Corte dei Conti o l’ANAC, visti i molti interessi che ruotano attorno al ciclo dei rifiuti ed al fatto che non siano ben identificabili gli azionisti lussemburghesi di Ecosavona.

Possibile che l’ing. Cuneo, che collabora ancora con Vivere Vado, non si sia  posto l’interrogativo?

Leggi anche  

Scaricabarili tra il Comune di Savona ed Ecosavona

Amministrazione poco trasparente? – Parte 2°

Clamoroso, aumento di capitale di SAT

I misteri delle discariche savonesi

Vado Ligure – Amministrazione poco trasparente?

Discariche – Inchieste archiviate o dimenticate?

La salute dei savonesi richiede chiarezza

SAT – ATA Cosa ne pensa Marco Russo?

Vado Ligure – Il comune cede quote della S.A.T.

Il patto della rumènta

Vado Ligure – L’ingratitudine della sindaco Giuliano

Vado Ligure – Una nuova occupazione per Lunardon?

Elezioni – Tra i due litiganti, PD e Giuliano, a non godere è Sansa

Aree Ex Ferrero – Bombardier prossima apertura Esselunga? .

Aree Ex Ferrero – Bombardier e le giravolte della Giuliano

Lascia un commento