Vadesi smemorati

Vado Ligure – L’amministrazione comunale di Vado Ligure, città Medaglia d’Argento al Valor Militare per la Resistenza Antifascista, pare voglia far dimenticare l’operazione di trasformismo che ha visto il passaggio della sindaco Monica Giuliano con la destra populista, antieuropeista e razzista del riconfermato presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, la cui maggioranza in consiglio regionale è sorretta dalla Lega di Salvini e Fratelli d’Italia (Giorgia Meloni) le formazioni politiche più pittoresche della sgangherata destra italiana. Destra italiana orfana della guida, a livello mondiale, dello sconfitto Presidente degli Stati Uniti Donald Trump, oggi al suo ultimo giorno di permanenza alla Casa Bianca.

Meloni – Salvini

Ricordiamo che la Giuliano dal 1999 è presente nel consiglio comunale di Vado Ligure sempre eletta nelle fila della sinistra. Dal 2014 con l’appoggio del PD la Giuliano è stata eletta sindaco e riconfermata nel maggio 2019.

Giuliano – Vaccarezza

Ci domandiamo se alla cerimonia vorrà unirsi, ad esempio, anche Angelo Vaccarezza

Lascia un commento