Russo e la corazzata Potemkin

Se ancora avevamo qualche dubbio ora, dopo l’uscita di Livio Di Tullio sui social, di Ravera e del Movimento 5 Stelle sui quotidiani, del silenzio della Pongiglione, è chiaro che Marco Russo è destinato ad affondare con la sua ciurma prima ancora di partire.

Da elettore di sinistra devo dire, non senza fatica visto che sono stato sempre critico nei confronti di DiTullio, che questa volta ha ragione in toto.

Un candidato Russo che non riesce a rispondere con fermezza neanche alle domande dei giornali su operazioni urbanistiche, sulla futura giunta, sui temi importanti. Non risponde ai giornali figurarsi quando dovrà decidere.

Come pensa di essere civico dopo 20 anni di partito e non avendo rinnovato la tessera solo per quest’anno?

I suoi compagni di viaggio: Elisa Di Padova, Luca Becce, Lirosi, Fabio Musso, Livio Giraudo, Paolo Apicella. Tutte grandi novità. Sembra la giunta Berruti. Chissà se arriverà anche Luca Martino?

Tristemente mi sono arreso all’idea a vedere le destre a guidare il nostro comune

Piero Musso

Condividi

Lascia un commento