PERCHÉ SANTI DEVE DIMOSTRARE DI ESSERE DIVENTATO GRANDE

Da 30 anni (eletto la prima volta nel 1990) è il consigliere comunale da sempre  più votato di tutta Savona.

Uomo ovunque, è sempre riuscito a farsi volere bene da tutti, a destra, così come a sinistra.

Da 5 anni assessore ai lavori pubblici, è sufficiente fare una passeggiata in città per vederlo dappertutto, sempre sul pezzo.

Ora però anche per lui è arrivato il momento delle scelte: fare l’eterno gregario, finendo nell’irrilevanza politica, oppure prendere il timone del centrodestra savonese candidandosi a Sindaco.

Il consenso dell’amministrazione Caprioglio è ai minimi storici, si sa, il centrosinistra ringalluzzito da un probabile accordo coi 5stelle è prontissimo a riprendere in mano il controllo di una città che ha governato (male) per venti degli ultimi venticinque anni.

Santi lo sa perfettamente, nessuno nel centrodestra potrebbe opporsi ad una sua candidatura a primo cittadino.

Ora sta a lui, padrone del suo destino, non certo ad altri.

Lascia un commento