In tempo di Covid il calcio dilettantistico collassa. Multate ed escluse dalla competizione due società Valbormidesi.

Dopo l’ultimo Dpcm emanato dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte le società sportive liguri si sono trovate a dover fare i conti con le istituzioni spesso divise da visioni contrastanti tra loro. Il Governo implora la massima attenzione al fine di evitare la diffusione del virus, sostenendo ad alta voce che l’unica arma a disposizione è il distanziamento sociale.

Basti vedere le misure stringenti prese a discapito di molti esercizi commerciali costretti ad affrontare enormi difficoltà. Invece la Lega Nazionale Dilettanti Liguria sembra seguire una corrente di pensiero differente, la cui priorità evidentemente non è il contenimento del contagio, bensì il regolare svolgimento della propria attività. Tra le tante curiosità dell’ultima settimana una su tutte ha colpito la nostra attenzione: stiamo parlando della sanzione di 200 € e della esclusione dalla Coppa Liguria comminata alle società Valbormidesi ASD Murialdo e Polisportiva Calizzano da parte della Federazione.

Le società sopracitate, dopo essere venute a conoscenza di alcuni casi accertati e sospetti di positività al Covid 19 di tesserati di squadre facenti parte dello stesso girone affrontate la settimana precedente, di comune accordo hanno richiesto il rinvio delle rispettive gare contro Cengio e Dego per tutelare le vite lavorative dei propri atleti. Ricordiamo, nel caso fosse necessario, che i tesserati delle società dilettantistiche hanno una loro vita privata, lavorano o studiano e vivono in famiglia, quindi non si possono permettere un “isolamento fiduciario” come i professionisti e, soprattutto, non “vivono di calcio”.

Ebbene, la Federazione, anziché accogliere tali richieste, a distanza di tre giorni ha comminato alle due squadre Valbormidesi le pene di cui sopra. Inoltre, nel medesimo Comunicato Ufficiale, la Federazione invece, ha accettato la richiesta di rinvio delle gare di altre società militanti in Campionati diversi.

Lascia un commento