Vicesindaco Arecco: “La ripartenza della nostra città avviene anche da quello che non si vede”

Lunedì scorso la cronaca cittadina ha riportato due eventi importanti, estremamente simbolici per la nostra città, in questa triste epoca di pandemia: la riapertura del mercato settimanale del lunedì, dopo mesi di sospensione, e l’inaugurazione tecnica della piazza Pertini, antistante il vecchio ospedale, la cui ristrutturazione sta avviandosi alla conclusione dopo anni di abbandono. 

Dietro entrambi gli avvenimenti vi è stato un considerevole lavoro svolto in sinergia tra gli assessorati coinvolti, gli uffici comunali e gli operatori economici.” Ad affermarlo è il Vicesindaco Arecco 
” E’ stato fatto un grande lavoro di squadra – Prosegue Arecco – e di questo la città ne ha sicuramente preso atto.
La ripartenza savonese, avverrà proprio dalla capacità di “fare sintesi”, di ascoltare e collaborare, anziché far calare le cose con imperio o, peggio, restare nell’inerzia.
A volte il cittadino può non avere la percezione della macchina organizzativa, di ciò che “avviene dietro le quinte”, tuttavia, ogni tanto, è bene rammentarlo, dare merito del lavoro di molte persone, del loro impegno e delle preoccupazioni affinché le iniziative non solo partano, ma che si realizzino in modo funzionale. Il mercato settimanale del lunedì, in primis, ne è una conferma”.
“Per quanto riguarda l’inaugurazione ufficiale della piazza dedicata al Presidente emerito Sandro Pertini, l’amministrazione sta lavorando affinché essa possa coincidere con l’installazione dell’opera a Lui dedicata.
Sarebbe beneaugurante se ciò si concretizzasse lo stesso giorno della nascita del Presidente e, lasciatemelo dire, sono orgoglioso del fatto che una piccola porzione dell’installazione d’arte, che verrà installata nella piazza, sia anche un po’ mia, come Massimo Arecco intendo dire.
E ritengo di poter condividere questo mio personale sentire, con l’Associazione Sandro Pertini di Stella e con la Sua Presidentessa, con la Società Savonese di Storia Patria, la società San Paolo spa, la Fondazione CARISA, il dott. Umberto Voltolina, i colleghi Assessori Zunato e Levrero, e i tanti cittadini che, concretamente, hanno contribuito economicamente al raggiungimento della somma necessaria per la realizzazione dell’opera.” Conclude il Vicesindaco Arecco
Condividi:
0

Lascia un commento