Vado Ligure

PIATTAFORMA: CONTINUA LO SPRECO!!!
Il Presidente del porto, (che sa che noi sappiamo della balla del finanziamento bancario al progetto Maersk), continua imperterrito a fare orecchio da mercante ed a sprecare denaro pubblico che, prima o poi, qualcuno gli chiederà indietro. Ultimo esempio,il bando di progettazione “definitiva” del sovrappasso di Porto Vado che collegherebbe l’Aurelia con la piastra…leggi…ora, i nostri lettori ricordano che nel progetto originario si parlava solo di “sottopasso” e che i ministeri competenti hanno sviluppato le loro prescrizioni su tale ipotesi.

In sede savonese, il nostro, si e’ preso la briga di modificare questo aspetto determinante, comunicandolo a cose fatte a Roma, quasi fosse una bazzecola secondaria. In realtà occorreva riprendere da capo la procedura, checche’ ne dicesse la Regione Liguria e la sovraintendenza che hanno avuto il coraggio di avallare questa scelta “silenziosa” rendendosi complici di numerosi reati, tra i quali l’abuso d’ufficio.
Detto questo, veniamo al merito: su quali procedure si stanziano 450 mila euro per un’opera non prevista nel dossier giacente a Roma?
In base a quale perverso meccanismo si arriva all’offerta anomala di 135 mila euro, un prezzo stracciato che induce a più di un ragionevole dubbio?
Ed ancora: sapete a chi fa capo la Progei s.r.l. di Cuneo che ha vinto la gara in associazione con la Progin s.p.a di Roma?
Combinazione all’ing. Giuseppe Menardi, senatore del PDL ed ex sindaco di Cuneo. Come dire: nelle piccole come nelle grandi cose il “partito degli affari”, brillante sintesi di PD e PDL, trova sempre modo, se non di vincere, almeno di partecipare!!!!

Condividi:
0

Lascia un commento