Uominiliberi speciale amministrative 2019

Lunedi, a partire dal pomeriggio e fino a notte fonda, seguiremo passo dopo passo lo spoglio delle comunali savonesi, comunicandovi i nomi di tutti i 44 sindaci eletti.

Anche i futuri sindaci di Bardineto, Bergeggi e Albissola Marina, i tre comuni savonesi dove c’è in gara una sola lista, una situazione che non ci piace per nulla, e la cui elezione è legata al raggiungimento del quorum del 50% dei votanti. In alternativa un sano e robusto commissariamento.

Seguiremo in particolare

Albenga, l’unico comune sopra i 15.000 abitanti, dove è pressoché sicuro il ballottaggio, parmigiano o grana padano che sia.

Varazze, dove nello scempio della demolizione dei cantieri Baglietto, abbiamo il sindaco uscente Bozzano sostenuto da Lega, Forza Italia, Toti, Giacobbe e una parte del PD. Come alternative il grillino Lanfranco, la Roncallo o il più illuminato della famiglia Caprioglio.

Celle Ligure, per vedere se entrerà aria nuova, aria fritta o magari la Procura della Repubblica.

Pietra Ligure, per rendersi conto se ai suoi cittadini può andar bene un sindaco sempre a Roma in Parlamento e non in loco.

La litigiosa Finale Ligure, dove ci sono 5 liste e tutti per strada salutano.

Noli e Albisola superiore, dove fra i due litiganti potrebbe essere una donna a spuntarla.

Vado Ligure per vedere se c’è vita oltre la Giuliano,  con il decano Bovero o  la lista Memoria e Futuro di Guelfi e Murru.

E poi Quiliano, per capire se ci sarà una scelta conservativa con l’elezione dell’ex manager della centrale Tirreno Power Fersini oppure se i quilianesi riabbracceranno il mai dimenticato  Nicola Isetta.

Condividi:
0

Lascia un commento