TIRRENO POWER GIOCA CON LE PAROLE…

Convegno “Tirreno Power come caso di riorganizzazione industriale di livello internazionale… caso studiato da docenti e studenti… modello di sviluppo condiviso”.

Alla conferenza partecipano il Ministro Bellanova  e il Sottosegretario alla presidenza del Consiglio Turco. Introduce Paola Severino (guarda caso già avvocato di Tirreno Power).

Dal processo proprio in questi giorni sta emergendo il comportamento presumibilmente omissivo  di TP: nel periodo in cui si chiedeva l’ampliamento il motto su tutti i giornali era “O si amplia o si chiude”.

Dopo, quando è stata approvata l’AIA, TP aveva imposto livelli emissivi molto elevati, superiori alle MTD altrimenti l’azienda andava in crisi (esemplare il comportamento della Minervini che per preparare i decreti, ha lasciato in bianco i numeri che avrebbero dovuto essere riempiti secondo le indicazioni di TP!!)

Poi invece TP si è adeguata a tutto facilmente: al tramonto dei gruppi nuovi, alla riduzione dei valori emissivi, e infine alla chiusura dei gruppi a carbone, senza avere devastanti contraccolpi finanziari.

Emerge quindi bene nel processo un punto chiave dell’accusa: l’azienda, se avesse dimostrato anche prima del sequestro che si potevano ridurre le emissioni, avremmo evitato un notevole danno sanitario! (Ricordate il titolo dell’articolo di Sansa sul Fatto quotidiano “A Vado incameravano 700 milioni di utili mentre la gente moriva”)

Cosa si vuole sostenere invece (e proprio ora) in questo illustre convegno, con un occhio al processo?

Che l’azienda era “in estrema difficoltà” ma grazie alla esemplare politica industriale adottata (mirabile “caso di riorganizzazione industriale di livello internazionale… modello di sviluppo condiviso”) ha rispettato completamente il piano di rientro ed è tornata in utile”

Non quindi aver preteso fittiziamente un inquinamento non necessario (e un danno aggiuntivo) con la scusa che altrimenti l’azienda falliva, ma IL MERITO che nonostante il rischio di fallimento, con grande capacità manageriale si è riusciti a fare utili lo stesso.

E oplà!!!  Il giudizio si rovescia.

P.S.  il Sottosegretario alla presidenza del Consiglio Turco, messo meglio a conoscenza del processo TP, rinuncia al Convegno!

KUBO

Condividi:
0

Lascia un commento