Sulla statua dedicata a Pertini, Carlo Frumento dice “ADESSO BASTA!!!”

ADESSO BASTA!!!

Sono passati tre anni da quando noi della lista “Siamo Italiani di Savona – Frumento Sindaco” abbiamo avuto un ruolo importante nella vittoria del Cento Destra alle elezioni Comunali di Savona.

Quella scelta è stata fatta perché speravamo che la nuova Amministrazione, come promesso, portasse avanti alcune cose del nostro programma che avrebbero contribuito a migliorare la nostra città ed in particolare dare un forte segnale di discontinuità con le amministrazioni che si sono succedute nel tempo.

Va subito chiarito che con il passare del tempo abbiamo dovuto constatare che alle parole non sono seguiti i fatti ed anche che le buone cose, impostate dalla passata amministrazione stanno per essere vanificate, non credo dalla Giunta, ma senza dubbio da un atto d’imperio del Sindaco in persona.

Da Consigliere Socialista ho spesso rappresentato il Comune di Savona alle manifestazioni in onore di Sandro Pertini che si tengono a Stella nei mesi di Febbraio e Settembre.

Ogni volta, giustamente, la Presidente Favetta richiamava la mia attenzione come rappresentante del Comune Capoluogo e quella delle centinaia di persone che partecipavano alle manifestazioni, sul fatto che Savona non aveva ancora dedicato a Sandro Pertini un sito degno.

Ad un certo punto decido di rompere gli indugi e scrivo un ordine del giorno per  chiedere al Consiglio Comunale di dedicare a Sandro Pertini il Palazzo Comunale.

Lo stesso giorno vengo chiamato dal Vice Sindaco Livio Di Tullio che mi comunica di aver raggiunto l’accordo con la Committenza dei Lavori di ristrutturazione dell’Ospedale San Paolo per realizzare, a loro spese, di fronte all’Edificio lato Corso Italia, una statua del Presidente, a misura d’uomo, in mezzo alla gente con due bambini per mano al fine di permettere ai cittadini ed ai turisti l’avvicinamento a questa figura che è nei cuori della maggioranza degli Italiani.

Questa idea è stata presentata dal Vice Sindaco Di Tullio al Comitato Antifascista alla presenza del sottoscritto, e tutti i membri presenti (Urbani, Scardaoni, Favetta ed altri) hanno accolto la notizia applaudendo, tanto che sono stato subito disposto ad abbandonare la mia idea di dedicare a Pertini il palazzo Comunale.

Oggi, apprendo dai quotidiani, che il Sindaco ha deciso di non portare avanti questo progetto che sarebbe sostituito da una comune targa.

Basta Caprioglio, mi auguro che con la Sua intelligenza capisca che deve cambiare posizione,  ma io e credo molti cittadini di Savona non le permetteremo di dare questo schiaffo alla memoria di Pertini ed lavoro fatto per onorarlo degnamente.

Carlo Frumento

Condividi:
0

Lascia un commento