Stefano Martini segretario del Pd, una scelta di interesse per i soliti noti

Convergere sul nome del giovane Stefano Martini è stata solo una scelta di convenienza per i soliti noti. Il duo Giacobbe-Di Padova gestirà le prossime elezioni comunali, Arboscello potrebbe candidarsi in Regione e chi meglio di un giovane come Martini potrebbe illudere gli elettori dell’avvenuto cambiamento.

Il giovane cairese (assurdo che non si sia riusciti a trovare un savonese) politicamente non conta nulla, la figura l’ideale per consentire sempre agli stessi nomi di gestire il tutto. Il problema per loro è che gli elettori sono stufi di questo andazzo e alle elezioni non se ne dimenticheranno.

Condividi:
0

Lascia un commento