Savona, la Madonna degli Angeli è un nuovo autogol. Altro che rosari e crocifissi

La processione più nota di Savona un tempo era quella del venerdì santo, quando le pesantissime “casse” cariche di santi barocchi venivano portate in corteo dai camalli, l’aristocrazia operaia famosa per i muscoli ma anche la creatività nel coniare leggendarie imprecazioni dialettali.

La decadenza del porto, ridotto a un parcheggio di navi da crociera e dei suoi lavoratori, ridotti a minoranza etnica, dà oggi al rito un carattere molto più formale e ingessato. Il 6 novembre scorso, però, un’altra processione, del tutto spontanea, ha mandato a Savona un segnale nuovo sia dal punto di vista civico che culturale. Centinaia di persone di tutte le età hanno risalito la collina del monte Ornato, illuminando con i cellulari il sentiero impervio che porta a una piccola chiesa col tetto sfondato: Madonna degli Angeli….CONTINUA

Lascia un commento