L’antifascismo di facciata a Savona e a Vado

 Tre commemorazioni in un anno ad un fascista passate in silenzio

La Campanassa, presieduta da Dante Mirenghi aveva dedicato il Confuoco 2018 ad un fascista, Giuseppe Aonzo, nel silenzio più totale (solo uominiliberi aveva contestato l’evento)

Lo scorso 25 luglio per ricordare il fascista Aonzo è stata posta una corona d’alloro al monumento ai caduti di Piazza Mameli.

Oggi l’ennesimo ricordo del Comandante Aonzo, questa volta a cura dell’ANMI (L’Associazione Nazionale Marinai d’Italia).

E finalmente il Coordinamento Antifascista con tre volantini affissi alla Torretta ha espresso la contrarietà alla nuova commemorazione in ricordo di Aonzo mettendo in risalto il grave silenzio delle associazioni politiche e antifasciste.

A Vado, intanto, in serata la cerimonia per la Medaglia d’Argento al Valor Militare per la resistenza antifascista con la presenza dell’Anpi e della Sindaco.

Ancora una volta l’Anpi parteciperà ad una manifestazione di facciata tacendo sulla posizione della Sindaco Giuliano che in questi anni, in più occasioni, ha abbracciato politicamente Vaccarezza che è solito partecipare agli eventi dei sostenitori della Repubblica neofascista di Salò.

Non ha niente da dire il segretario dell’Anpi, Simone Falco?

Condividi:
0

1 thought on “L’antifascismo di facciata a Savona e a Vado

  1. Come appartenente al Coordinamento Antifascista Savona e come cittadino di Vado ringrazio per il vostro articolo. Voglio però precisare che non solo oggi il Coordinamento ha contestato la commemorazione ad Aonzo, il 25 luglio dello scorso anno oltre a un comunicato pubblicato sulla ns pag facebook eravamo presenti con uno striscione che ricordava la data della caduta del fascismo in piazza Mameli durante la cerimonia. Nessuna polemica solo precisazione. Cordiali saluti
    Bogliolo Mauro

Lascia un commento