La provincia non riesce a svendere Villa Gavotti acquistata anni fa a caro prezzo per uso universitario

E’ andata deserta per l’ennesima volta l’asta di Villa Gavotti a Legino nonostante la stima sia scesa a 700 mila euro, mezzo milione in meno rispetto alle valutazioni precedenti.

La Provincia è da qualche anno che tenta di venderla dopo averla comperata a caro prezzo per uso universitario

Eppure per l’edificio, molto degradato, con una superficie di 1.410 metri quadrati su 3 piani con cortile di 1.700 metri quadrati sarebbe pronto per una bella speculazione edilizia anche se dal 1991 è vincolato dal ministero dei Beni culturali. Basta far scendere ancora un po’ la stima e i soliti noti sono pronti a fare l’affare alla prossima asta.

Possibile che la provincia debba “regalare”  ai  privati un edificio  che conserva al suo interno  valori storici, artistici e architettonici che negli anni  hanno già subito  l’asportazione di alcuni infissi e della pavimentazione a laggioni?

Condividi:
0

Lascia un commento