•    

12
Ott
Senza parole Stampa Email
Scritto da uominiliberi   
SENZA PAROLE
Dopo aver permesso alla centrale a carbone di inquinare per anni, il Comune di Vado Ligure celebra il mese della sensibilizzazione sul tumore al seno
 
06
Ott
Vado Ligure - E vai con i dragaggi! Stampa Email
Scritto da uominiliberi   
Vado Ligure 
E vai con i dragaggi!
Come se non bastassero quelli per la piattaforma
 
28
Set
Un altro primato per Vado Ligure Stampa Email
Scritto da La svolta   

Un altro primato per Vado Ligure

Il Boscaccio la discarica più grande della Liguria...LEGGI

 
26
Set
I gruisti a scuola in Polonia Stampa Email
Scritto da uominiliberi   
La formazione italiana per gruisti probabilmente non è sufficiente
Apm terminal li manda ad imparare in Polonia
il direttore di Apm terminal ha annunciato l’assunzione di 2 gruisti.
Saranno cittadini vadesi o comunque abitanti nella provincia di Savona come era previsto da vecchi accordi? Lo speriamo.
C’è però da segnalare che probabilmente Apm non si fida del progetto “Blue platform” partito a giugno e finanziato dalla regione Liguria che prevede la formazione di 28 gruisti...LEGGI… se è costretta, come riporta La Stampa, a mandare i 2 gruisti a formarsi all’estero. I 2 infatti stanno seguendo un corso di formazione addirittura in Polonia. 
 
24
Set
Vado Ligure - CVD Come volevasi dimostrare Stampa Email
Scritto da Riccardo Ciccione   

 CVD  - COME VOLEVASI DIMOSTRARE

Dopo aver appreso che la giunta comunale vadese è intenzionata a chiudere la SMS Baia dei Pirati mi permetto di inviarti alcune mie considerazioni.
Quando era quasi alla fine l'ultima gestione amministrativa comunale vadese da parte del defunto Peluffo in un folto consiglio comunale, a cui avevo partecipato, c'erano anche l'ing. Ciarlo, l'arch. Campora, l'avv. Bavassano ed in quella occasione era emersa sorprendentemente l'affermazione che tutto il territorio alla destra del torrente Segno era da considerarsi terra bruciata ed il buon Peluffo disse" non voglio perdere nessun cittadino vadese".
Da quell'epoca ad oggi gli accordi di programma si sono succeduti ad aiosa considerando e concordando modifiche al progetto Piattaforma Maersk dettati da esigenze tecniche ed ambientali notevoli. Nel ricordare l'evoluzione è inevitabile non ricordare anche qualche bufala sostenuta da qualche personalità autoritaria come "La cittadella dello sport" come anche l'affermazione già a quell'epoca "il progetto si inizia in contemporanea allo spostamento dell'alveo del torrente Segno per scongiurare le esondazioni del fiume.

Preso atto di quanto dichiarato da quell'epoca ad oggi i provvedimenti da aggiungere negli accordi di programma si sono succeduti senza delimitazioni ed erano stati giudicati indispensabili. Da quell'epoca ad oggi si sono succedute le amministrazioni dott.Giacobbe, dott.Caviglia, dot.ssa Giuliano e gradatamente ed in nome e per conto del principio del risparmio economico sostenuto dalle dirette strutture interessate i vari accordi di programma si sono svuotati ciò che è rimasto è di facile imposizione e cancellabile in oltre il tutto potrebbe,secondo il mio parere, essere facilitato dal fatto che chi dovrebbe salvaguardare certe decisioni pregresse oggi per incompatibilità non si ha la possibilità di contrastare ciò che era stato deciso.

Perchè non prendere in considerazione tutto ciò che s'era deciso in merito allo spostamento dei residenti del Gheia e la relativa evoluzione, perchè non riesaminare l'evoluzione della costruzione sulle gambe del "tavolino rovesciato", perchè il relativo risparmio serviva per la costruzione della nuova diga foranea e sucessivamente viene reso pubblico che c'è bisogno di una ulteriore discarica come quella esistente. Oggi si viene a sapere che la giunta comunale vuole chiudere la S.M.S. Baia dei Pirati quindi piano piano si accendono i falò, dal Gheia è acceso da molto tempo, facendo la famosa terra bruciata mettendo e creando le condizioni che i residenti emigrano senza rimpianti infatti ormai sono rimasti pochi vecchietti.

 
22
Set
La giunta vadese vuole chiudere la SMS baia dei pirati di Porto Vado? Stampa Email
Scritto da uominiliberi   
 
DOPO IL SEGNONEWS LA GIUNTA VADESE VUOLE CHIUDERE ANCHE LA SMS  BAIA DEI PIRATI DI PORTO VADO?
Il comune di Vado Ligure sta affossando la sms BAIA DEI PIRATI DI PORTO VADO. Dopo tante promesse e accordi verbali ora la SMS rischia di essere cacciata dai locali.  Gli accordi, rispettati da tutti i sindaci precedenti, ora sono messi in discussione dall'attuale Giunta. Pare si siano dimenticati dei principi che hanno fatto del comune di Vado un esempio per tanti.
Porto Vado sta già subendo un grave degrado grazie alla costruzione della Piattaforma ma a qualcuno, probabilmente questo non basta.
Con l'accordo che vorrebbero fosse firmato sarebbe la fine. I motivi? Pare siano di natura politico burocratica. 
L'assemblea della SMS BAIA DEI PIRATI ha deciso all'unanimità di respingere la convenzione comunale proposta.
Tale decisione è stata presa per i seguenti motivi:
 
18
Set
Vado Ligure - Effetti della piattaforma che si avvicina? Stampa Email
Scritto da IVG   
Effetti della piattaforma che si avvicina?
La crisi alla Bombardier investe le Carpenterie Ferroviarie Vadesi: a casa 16 lavoratori
La chiusura di una società cooperativa dell'indotto Bombardier
Un’altra azienda chiusa a Vado Ligure travolta dalla pesante crisi industriale e nello specifico dalla crisi che negli ultimi mesi ha investito la Bombardier Transportation di Vado Ligure: si tratta della Carpenterie Ferroviarie Vadesi, a casa da circa tre mesi sono finiti 16 lavoratori....LEGGI
 
18
Set
A Vado arriva un' altra azienda specializzata nel lavaggio di cisterne Stampa Email
Scritto da uominiliberi   
VADO LIGURE
Apre una nuova azienda specializzata nel lavaggio di cisterne
Che fine farà quella già esistente?
Era stato annunciato già nell’ aprile scorso e finalmente giovedì prossimo nelle ex aree OCV sarà inaugurato il nuovo polo della VadoTank Cleaning Srl, azienda specializzata nel lavaggio e manutenzione di autocisterne e container cisterna. Le assunzioni dovrebbero essere una decina.
La notizia è riportata oggi dal SECOLOXIX…LEGGI …nessuna notizia invece della situazione della Ferrando Bunkeraggi nella Valle di Vado che cura le stesse attività e che nell’aprile scorso era stata costretta a mettere in cassa integrazione 15 dipendenti…LEGGI
 
04
Set
Vado Ligure. E' tornata la fioriera Stampa Email
Scritto da uominiliberi   
Vado Ligure. E' tornata la fioriera
Retromarcia della Giunta
Ecco la dimostrazione che la ribellione dei cittadini alle azioni sbagliate dei nostri amministratori serve. Riportata la fioriera in via Gramsci dopo la protesta dei cittadini. E’ stata solo rimessa poco più avanti per favorire i tavolini del bar.
 Si poteva fare subito senza sprecare tempo e denaro. Non ci voleva molto, solo un po’ di buon senso. 
L’ulivo un po’ abbacchiato e decimato di alcuni rami ringrazia. 
 
29
Ago
Piattaforma -Per il riempimento non c’è solo la terra dell’Aurelia bis Stampa Email
Scritto da uominiliberi   
PIATTAFORMA MAERSK
Per il riempimento non c’è solo la terra dell’Aurelia bis
 Da giorni una draga, la Guan Rong fa linea fissa Vado –Olbia – Vado trasportando pietre e terra, che scarica nel cantiere della piattaforma.
La segnalazione c’è stata comunicata dai pescatori.
 Da dove viene prelevata la terra che viene scaricata a Vado?
Forse dai dragaggi dei porti della Gallura che stanno avvenendo in questi mesi?
Sono molti i porti che hanno avuto problemi a collocare il materiale dragato, a volte sistemato in casse di colmata
 
26
Ago
Vado Ligure - Tolte le fioriere da via Gramsci Stampa Email
Scritto da uominiliberi   
VADO LIGURE
 Non fiori ma nemmeno opere di bene
Blitz in via Gramsci degli operai del Comune per rimuovere alcune fioriere che abbellivano la via, tra lo stupore e la rabbia di molti cittadini e qualche commerciante.
Insieme alle fioriere naturalmente sono sparite anche le sedute utilizzate dagli anziani ma non solo.
La preoccupazione maggiore è che le fioriere, almeno per ora, non sono state sistemate in piazza o in altri luoghi all’aperto ma sono state portate in un magazzino, comprese le piante che certamente avranno vita breve.
Peccato soprattutto per quel bellissimo ulivo. 
Nessuno sa il motivo dell’iniziativa.
In via Gramsci c’era chi ipotizzava la riapertura della via alle vetture, altri parlavano dello spostamento del mercato.
Se ne saprà di più i prossimi giorni.
 
18
Ago
Vado Ligure - La postazione di caccia autorizzata dalla Giunta Caviglia Stampa Email
Scritto da uominiliberi   
La postazione di caccia autorizzata dalla Giunta Caviglia
L’autorizzazione per la postazione di caccia alla selvaggina migratoria è stata concessa dalla Giunta Caviglia nel  2010.
L’attuale Giunta ha fatto una procedura ad evidenza pubblica inserendo una serie di obblighi
 
18
Ago
Vado Ligure il paese del controsenso Stampa Email
Scritto da uominiliberi   
Vado Ligure, il paese del controsenso
Abbattere gli animali migratori per salvaguardare la  fauna
Il Comune di Vado concede in uso gratuito per quattro anni un terreno boschivo alle spalle della cittadina per ricavarne un appostamento per la caccia alla selvaggina migratoria.
In cambio della concessione ad uso gratuito dello spazio il concessionario dovrà occuparsi della salvaguardia della flora e della fauna...LEGGI
 
09
Ago
Il riposo dei cittadini vadesi è meno importante? Stampa Email
Scritto da uominiliberi   
DIRITTI
Ad Albisola gli spettatori sollevano fogli con la scritta Applausi perché i battimani disturbano, a Savona il complesso che ha sforato di 10 minuti lo stop di mezzanotte è stato multato.
Perché a Vado si permette che il Molo 8.44 vada avanti a fare musica fino alle 2 di notte?
Il riposo dei cittadini vadesi è meno importante?
 
09
Ago
La pro loco di Vado Ligure Stampa Email
Scritto da uominiliberi   
Vado Ligure
E’ finito il feeling tra la Pro loco e i commercianti
Nell’aprile del 2015 a Vado Ligure venne inaugurata la Pro loco per gestire le manifestazioni vadesi, nonostante ci fossero già 6 Società di mutuo soccorso.
L’intenzione del PD vadese era di prendere 2 piccioni con una fava: accontentare un supporter delle elezioni vinte dandogli da gestire le manifestazioni e coinvolgere i commercianti vadesi per poter contare sul loro appoggio nelle future tornate elettorali.
Ma non tutte le ciambelle riescono col buco e l’idea si è trasformata politicamente in un fallimento.
Poco feeling con Presidente, manifestazioni organizzate con poco coinvolgimento dei commercianti vadesi (qualcuno pare si sia sentito addirittura danneggiato) insomma se il PD con la nascita della pro loco sperava di accaparrarsi i voti dei commercianti dovrà ricredersi e prendere i dovuti provvedimenti.
 
28
Lug
Ottima iniziativa del Movimento "VIvere Vado" Stampa Email
Scritto da uominiliberi   
 
Ottima iniziativa del Movimento "VIvere Vado"
 In occasione dell'anniversario dell'approvazione dell'accordo di programma della piattaforma, VIVERE VADO pubblica sul proprio sito un album fotografico per non dimenticare chi c’era – da una parte e dall’altra – e chi è rimasto...SFOGLIA L'ALBUM FOTOGRAFICO
 
22
Lug
La Giuliano riprova a chiedere il casello di Bossarino Stampa Email
Scritto da uominiliberi   
Approvata la variante della piattaforma
La Giuliano riprova a chiedere il casello di Bossarino
Ieri mattina il Consiglio Superiore dei lavori pubblici ha dato il via libera alla variante della piattaforma Maersk con l’interramento della rada di Vado Ligure, alla faccia della tutela dell’ambiente…LEGGI
Presente alla riunione anche il Sindaco che ha chiesto la realizzazione del casello di Bossarino fondamentale per avviare l’operatività della piattaforma.
La stessa richiesta era stata fatta nel novembre 2015 e l’allora Presidente dell’autorità portuale, Miazza, rispose…Il casello sarebbe opportuno ma non è vincolanteLEGGI
Ieri alla Sindaca le è stato di nuovo risposto picche?
 
15
Lug
Piattaforma: ritorna la favola delle assunzioni Stampa Email
Scritto da uominiliberi   
PIATTAFORMA MAERSK
SI RITORNA A RACCONTARE LA FAVOLA DELLE ASSUNZIONI
 Marzo 2014  
Al momento alla costruzione dell’opera sono impiegate tra le 50 e 60 persone. Altrettante saranno assunte tra il 2015 e il 2016. A regime, tra diretti e indotto, la piattaforma darà lavoro a 640 persone». In realtà, durante la visita ai cantieri di ieri mattina, Carlo Merli di Apm Terminals, si era lasciato andare a una stima decisamente più ottimistica («almeno 1200 posti»),
Dicembre 2014
 L’Assessore Ennio Rossi dichiarava ...Interessi per le Aree dismesse Giuntini e  Ocv....Effetti della piattaforma che si avvicina, nuovi investimenti e occupazione
 
Dicembre 2016
Gian Luigi Miazza annuncia: nel primo trimestre del 2017 inizieranno le assunzioni dei primi 30-40 tecnici del personale operativo della piattaforma
 
Aprile 2017
Scognamillo (fit Cisl): Maersk, 200 assunzioni entro la fine del 2017
 
Luglio 2017
Saranno 600, di cui 400 diretti e il resto nell’indotto, i posti di lavoro che offrirà la piattaforma Maersk di Vado Ligure.
Se tutto procederà nei tempi tecnici immaginati fino ad oggi, entro la fine del 2018 dovrebbe essere in esercizio....LEGGI
 
14
Lug
Hanno svenduto Vado Stampa Email
Scritto da uominiliberi   

Hanno svenduto Vado per 33.120 miseri euro all'anno e 2 computer

 

N.B. Abbiamo riportato la notizia del giornale che parla di 33.120 all'anno ma probabilmente la cifra è solo per quest'anno e comunque non per sempre. Le convenzioni hanno sempre una scadenza

 
13
Lug
Non ci posso credere Stampa Email
Scritto da uominiliberi   
VADO LIGURE - NON È UNA BUFALA
ECCO  COSA FARÀ A NATALE APM
L’hanno sottoscritta il sindaco Monica Giuliano e il managing director di Apm Terminals Paolo Cornetto. Apm che aveva già sostenuto una campagna di aiuto alle fasce deboli a Natale fornirà 2 computer e 1 linea telefonica che potranno essere utilizzati dalle persone in difficoltà per navigare su internet o cercare un lavoro....LEGGI
 
09
Lug
Per la Giuliano la propaganda è meglio dell’azione Stampa Email
Scritto da Roberto Cuneo   
PER LA GIULIANO LA PROPAGANDA E' MEGLIO DELL'AZIONE
In questo periodo il sindaco Giuliano, per tutte le cose della piattaforma su cui c’è del ritardo, dà la colpa alla gestione precedente.
 Non c’ero ma faccio alcune riflessioni:
  • siamo nel 2017 e la Giuliano c’è dalla primavera del 2014: quanto durerà questo alibi?
  • In questo periodo ha fatto solo un Comitato di vigilanza sull’andamento della piattaforma: nel verbale non c’è alcun contenuto di un minimo di rilievo;
  • la gestione precedente era responsabilità di Caviglia; se era così scarso perché l’hanno messo alla fondazione De Mari?

  • gli ordini di subfornitura (carpenterie del sovrappasso, carrelli delle attrezzature di movimentazione container ecc.) sono stati piazzati nel 2015 e 2016, perché sono andati tutti ad aziende non di Vado anche se c’era il vincolo a comprare a Vado?
  • sulle cose più in ritardo (Gheia e casello) la responsabilità è, soprattutto, dell’autorità portuale che, ridicolmente, invoca la scusa della fusione con Genova, che è del 2017, e quindi irrilevante per il ritardo;

  • perché accetta che la piattaforma entri in funzione senza che ci sia un casello in esercizio?

 In realtà i tre principi informatori della gestione Giuliano sono

  • non disturbare il manovratore (autorità portuale),

  • la colpa di quel che devo fare, ma non faccio, è di quelli di prima,

  • la propaganda è meglio dell’azione

 
08
Lug
Gheia Stampa Email
Scritto da uominiliberi   
I POTERI FORTI (VIVERE VADO) BLOCCANO
IL TRASFERIMENTO DEGLI ABITANTI DEL GHEIA
Solidarietà agli abitanti del Gheia da anni costretti a vivere nella polvere e nel rumore ma solidarietà anche al Sindaco, alla Giunta comunale e all’Autorità Portuale che per risolvere i problemi devono combattere contro le difficoltà tecniche e la burocazia (cioè contro loro stessi) ma soprattutto contro i poteri forti (Vivere Vado) …LEGGI

Un bel tacere non fu mai scritto.

Ma bisogna avere una certa faccia tosta per fare dichiarazioni di questo tipo. Questo è il sindaco dei cittadini o il paravento dell'autorità portuale? Il primo cittadino si interessa degli interessi di chi? La situazione ai più è grottesca (meno per gli abitanti). Faccio una proposta: se il sindaco tiene tanto agli interessi dei suoi concittadini perché non organizza sotto l'abitato un sit in permanente per smuovere l'autorità portuale e attirare attenzione al problema da parte di media e istituzioni?

Il giornalista Andrea Ghiazza

 
04
Lug
Vado Ligure paese a vocazione turistica. Stampa Email
Scritto da uominiliberi   

Vado Ligure paese a vocazione turistica.

Non solo dragaggi, versamento di tonnellate di terra in mare, oggi anche anche la fogna

 

 
21
Giu
A Vado Ligure si è toccato il fondo Stampa Email
Scritto da uominiliberi   
Apm Terminals e Comune di Vado
varano il progetto “Sostegno Alimentare”
Con questa iniziativa si è toccato il fondo...LEGGI
Ai mancati assunti daranno il sostegno alimentare
 
13
Giu
Parliamo di qualità della vita a Vado Ligure Stampa Email
Scritto da Guest   
Parliamo di qualità della vita a Vado Ligure.
 E’ da questa mattina che siamo pervasi da un odore di gas e abbiamo come sottofondo un fischio che ti lacera i timpani (per chi li ha buoni). Sarà colpa della nave che scarica?
Sarà, ma è dura dover lavorare in queste condizioni...
 Ma il problema era Tirreno Power ...tutto il resto è solo immaginazione
 
03
Giu
Vado Ligure Verdino verso la Presidenza del Consiglio Stampa Email
Scritto da uominiliberi   
FALLITO DEFINITIVAMENTE COME RESTAURATORE
LA GIULIANO FA RINASCERE POLITICAMENTE SERGIO VERDINO
Con lo scempio realizzato a Porto Vado nel restauro del portale, la brillante carriera di Sergio Verdino come restauratore di opere d’arte poteva ritenersi definitivamente conclusa e anche la sua carriera politica sembrava compromessa dopo la cacciata dalla Giunta vadese.
  Ed invece, dopo 2 anni dall’allontanamento, il Sindaco ora lo fa rientrare dalla porta principale inventandosi un nuovo ruolo non previsto dallo statuto: la Presidenza del Consiglio 
 
30
Mag
Vado Ligure - Mare quasi limpido e pulito Stampa Email
Scritto da uominiliberi   
VADO LIGURE
E' appena iniziata la stagione balneare e a Vado Ligure il mare è limpido e pulito
 
 
28
Mag
L'interesse di CULMV per Vado Stampa Email
Scritto da Roberto Cuneo   
 
L’INTERESSE DI CULMV PER VADO
Nel marzo 2015 Vivere Vado presentò un ordine del giorno ...LEGGI... che richiedeva una riserva di assunzione per i vadesi nella futura piattaforma.
La richiesta nasceva dal fatto che la Maersk, all’epoca, aveva un contratto con Voltri per 300.000 container annui, fino al 2019, e Voltri aveva una percentuale elevata di utilizzo del personale della CULMV; appariva evidente che alla fine del contratto, a piattaforma vadese operante, il VTE avrebbe lasciato a casa gli operatori della CULMV.
 Alla conclusione della prolungata e partecipata discussione in Consiglio Comunale il Sindaco si assunse l’impegno, entro maggio 2015, di sottoscrivere una lettera di intento o un protocollo di intesa con Maersk (vedere il verbale), che desse priorità ai vadesi allo sportello del lavoro.

Sono passati due anni e non c’è traccia di alcun impegno, solo dichiarazioni orali; intanto esce un articolo su Il Secolo (26 aprile 2017)che ci rivela che la CULMV ha il 40% del suo fatturato su Voltri e quindi la sopravvivenza della CULMV è legata ai volumi della Maersk attualmente su Voltri e destinati a Vado. Ecco che arriva la dichiarazione di interesse di CULMV su Vado (26 maggio 2017) e ben sappiamo il potere di CULMV in Liguria. E l’Accordo di Programma che da sempre il Sindaco dice che deve essere rinegoziato, continua, invece, ad essere solo dimenticato per le parti di interesse dei vadesi (occupazione, inquinamento)

Ed ora il sindaco Giuliano tuona; ma perché dal 2015 non ha onorato l’impegno che aveva promesso? Andrà a finire come la riserva di lavoro sugli investimenti: nell’accordo di Programma c’era scritto che il 25% degli investimenti complessivi per la piattaforma (non solo l’opera marittima ma anche tutto il resto) avrebbe dovuto essere realizzato da aziende del distretto vadese. Ormai siamo a consuntivo, gli ordini sono stati già emessi e per Vado ci sono solo le briciole. Anche il sovrappasso che era ben alla portata delle aziende vadesi, almeno come subfornitura, è stato realizzato tutto altrove.

Al Sindaco possiamo dare un 10 per le dichiarazioni e per la propaganda e uno 0 per i risultati concreti. Quali strumenti avrà con Maersk quando, a piattaforma operativa, ci lavoreranno solo gli attuali dipendenti del reefer e per il resto verrà manodopera da Genova?

  Roberto Cuneo

 
26
Mag
Alla fine quanti saranno i Vadesi assunti? Stampa Email
Scritto da uominiliberi   
I CAMALLI DI GENOVA PRONTI PER LA PIATTAFORMA DI VADO
Mentre i dipendenti dell’ex OCV pare siano tutti sistemati (molti hanno trovato un altro lavoro, altri stanno per andare in pensione) i camalli di Genova guardano a Vado.
La Compagnia Unica è pronta a lavorare sulla piattaforma Maersk dal 2018....LEGGI
Con l'entrata in gioco di questi signori, non ci sarà neppure bisogno di istruire il personale locale
 
25
Mag
Assunzioni Piattaforma Stampa Email
Scritto da uominiliberi   
Piattaforma Maersk, 34 assunzioni nel 2018
Ma i corsi di formazione li paghiamo noi
Si torna a parlare di assunzioni per la piattaforma di Vado Ligure. Finalmente qualcosa di concreto? Speriamo, ma la notizia ci lascia perplessi.
La Regione Liguria finanzia con il progetto “Blue platform” (notare il nome inglese che dà più importanza al progetto) i corsi di formazione per 68 operatori, 28 gruisti portuali e 40 operatori di terminal portuale.
In cambio Apm terminal entro l’autunno 2018 assumerà la metà dei corsisti che avranno conseguito le qualifiche per lavorare sulla piattaforma.
Fa piacere per i 34 lavoratori che verranno assunti, ma lascia senza parole il fatto che, oltre ad aver concesso ad un gruppo privato di distruggere la rada di Vado, ora dobbiamo anche finanziarle i corsi di formazione.  
 
13
Mag
Vado Ligure, tornano i licheni Stampa Email
Scritto da Ferruccio Sansa dal Fatto Quotidiano   
Ferma la centrale, risboccia la natura
Vado Ligure, tornano i licheni
Se lo dicono i licheni ci si può fidare. Più che dello Stato e di certa politica.
A Savona  e Vado ....CONTINUA
 
09
Mag
Turchi e iraniani interessati alla Piattaforma Stampa Email
Scritto da uominiliberi   
Alla piattaforma di Vado non solo cinesi anche turchi e iraniani
Secondo l’agente marittimo Augusto Cosulich Il terminal contenitori di Vado avrà successo, alla piattaforma sono fortemente interessati gli armatori turchi e perfino l'Iran se acquisterà stabilità dopo le elezioni.
Vado non sarà isolata, ma anzi sarà estremamente competitiva...LEGGI
 
08
Mag
Il terminal contenitori di Vado non avrà successo Stampa Email
Scritto da uominiliberi   
Il terminal contenitori di Vado non avrà successo
Ci va giù duro Luigi Negri, ex numero uno del terminal Sech ed ora alla società di logistica Logtainer,  sulla piattaforma di Vado ligure...

....Il rischio overcapacity per Genova esiste, ma è «tutta colpa del terminal di Vado»....

....«Secondo me, se mettiamo assieme La Spezia, Genova e Savona, abbiamo più offerta che richiesta».

Per colpa di chi? «Francamente: l’operazione di Vado è tirata per i capelli. È fatta per motivi che non capisco, è stata un’operazione sbagliata: non c’è spazio».

Negri è netto: il terminal contenitori di Vado non avrà successo: «Ai cinesi gliel’avevo anche spiegato. Basta pensare ai costi superiori rispetto a Genova». Il terminal oggi è partecipato al 49% da Cosco shipping ports e Qingdao ports, mentre la maggioranza è ancora nelle mani del gruppo Maersk.

Secondo le previsioni dovrebbe entrare in servizio tra il 2018 e il 2019, proprio in contemporanea con Bettolo: ecco perché quella data sarà l’anno zero della portualità ligure...LEGGI TUTTO  L’ARTICOLO

 
06
Mag
La raccolta differenziata a Vado Ligure Stampa Email
Scritto da Lauretta Franzia   

La raccolta differenziata a Vado Ligure

La raccolta differenziata a Vado Ligure il primo e terzo sabato del mese è ben organizzata e per tutta la mattina c'è un viavai continuo di automobili: si possono scaricare elettrodomestici, rifiuti ingombranti e sfalcio dei giardini. Ma lasciare un'unica persona ad occuparsi di tutto, scarico, svuotamento e controllo di un documento di residenza mi sembra un po' eccessivo.

 
20
Apr
Sindaco di Vado: orgogliosa di falsificare la realtà Stampa Email
Scritto da VIVERE VADO   

A proposito dell’articolo su “La Stampa” del 18/04/2017, a firma di Antonio Amodio

SINDACO DI VADO:
ORGOGLIOSA DI FALSIFICARE LA REALTÀ

L’articolo cita in modo preciso gli investimenti dell’Autorità Portuale di Sistema per le opere previste a Vado: sovrappasso, nuova viabilità portuale e varchi doganali, manutenzione straordinaria dei mezzi ferroviari, illuminazione aree portuali, terminal ferroviario, viabilità all’interno del V.I.O.

Come è evidente, si tratta di interventi strettamente legati alla realizzazione dell’opera; oltre a questi, l’articolo ne cita altri tre che, secondo le parole del Sindaco, appaiono invece a favore della città: viabilità comunale parallela a quella portuale, messa in sicurezza del torrente Segno con spostamento tubazioni petrolifere dal letto, trasferimento residenti Gheia.
In realtà non si tratta di risultati di una buona Amministrazione: ecco il perché...CONTINUA

 
18
Apr
Ma il gioco vale la candela? Stampa Email
Scritto da uominiliberi   
Avviati i cantieri per 60 milioni per la viabilità della Maerk
Si dice orgogliosa la Sindaca di Vado per i lavori cantierabili grazie all’accordo di programma sulla Piattaforma del 2008 anche se nelle opere non si accenna allo svincolo autostradale di Bossarino previsto nell’accordo.
Facciamo nostro il commento finale del giornalista...non si può dimenticare che in cambio di queste somme, Vado subirà il fortissimo impatto ambientale della piattaforma contenitori....LEGGI
 
13
Apr
Lampade votive a Vado Stampa Email
Scritto da RICCARDO CICCIONE   
A Vado aumenta di quasi il 50 % la lampada votiva dei defunti
Oggi mi è arrivato il bollettino per pagare la lampada votiva dei miei defunti da parte della S.r.L. VOTIVA via Capurro 24 -15067 Novi Ligure.
Non per polemica ma per realtà chi fa di tutto per i posti di lavoro e per salvaguardare ditte in loco non ha trovato di meglio che spostare il servizio a Novi Ligure
il PD non aumenta le tasse e servizi, infatti a Vado si pagava c.a 10€ ora 14,75 a lumino chissà perchè sono le futili cose che aumentano specialmente quelle spese per un amoroso ricordo
 
08
Apr
Fregene come Vado? Stampa Email
Scritto da uominiliberi   

FREGENE (Roma) come Vado Ligure?

Un’erosione spaventosa per la costruzione di un molo. 800.000 mc di sabbia sparita,  80 metri di spiaggia scomparsa.

 120 famiglie senza lavoro

L’ultimo ripascimento è durato 8 giorni... Guarda il sevizio di striscia la notizia

 Meno male che a Vado Ligure...

 

  

Molo Concordia di Fregene                    piattaforma di Vado

 
08
Apr
A Vado si continua a dare i numeri Stampa Email
Scritto da uominiliberi   
A VADO SI CONTINUA A DARE  I NUMERI
Marzo 2014  
Al momento alla costruzione dell’opera sono impiegate tra le 50 e 60 persone. Altrettante saranno assunte tra il 2015 e il 2016. A regime, tra diretti e indotto, la piattaforma darà lavoro a 640 persone». In realtà, durante la visita ai cantieri di ieri mattina, Carlo Merli di Apm Terminals, si era lasciato andare a una stima decisamente più ottimistica («almeno 1200 posti»),
Dicembre 2014
 L’Assessore Ennio Rossi dichiarava ...Interessi per le Aree dismesse Giuntini e  Ocv....Effetti della piattaforma che si avvicina, nuovi investimenti e occupazione
 
Dicembre 2016
Gian Luigi Miazza annuncia: nel primo trimestre del 2017 inizieranno le assunzioni dei primi 30-40 tecnici del personale operativo della piattaforma
 
Aprile 2017
Scognamillo (fit Cisl):  Maersk, 200 assunzioni entro la fine del 2017
 
Aprile 2017
  La Sindaca Monica Giuliano “Io guardo i fatti, il terminal porterà occupazione e sviluppo. Gli operatori stanno firmando contratti commerciali a ripetizione: è il miglior segnale che lo scalo di Vado è ritenuto competitivo. L’operazione fra Maersk e Cosco sta procedendo e fa capire che Vado è uno dei porti strategici nel Mediterraneo
 
04
Apr
Comune di Vado, Waste e debiti Stampa Email
Scritto da uominiliberi   
COMUNE DI VADO, WASTE E DEBITI

Maggio 2015 - Vado, il sindaco accoglie Waste Italia: “Competenti, e grazie a loro manteniamo i servizi sociali”...LEGGI

 Febbraio 2017 - I 5 milioni di crediti che il Comune vanta nei confronti di Ecosavona, la società di Waste Italia che ha in gestione la discarica del Boscaccio li pagherà a rate (quasi 500 mila euro al mese) ...LEGGI

 Aprile 2017 - Waste in crisi, sì al concordato a causa dei debiti
Possibili conseguenze sulle discariche di Vado. Obbligazioni non saldate...LEGGI
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 5
 















Login

Registrati per poter commentare gli articoli



Banner
   

visite dal 13 - 01 - 2003
Gli autori dei testi sono responsabili dei dati, delle analisi e delle opinioni in essi contenuti
Il sito non è una testata giornalistica, si basa su attività di volontariato e non viene aggiornato con cadenze fisse.
Copyright © 2010 uominiliberi. All rights reserved.

Designed by Massa

 

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information