08
Ago
Tirreno Power, un ritardo inscusabile Stampa E-mail
Scritto da uominiliberi   

Tirreno Power, un ritardo inscusabile

Domani si "festeggeranno" i sei mesi di ritardo sulla conclusione dell'abbattimento della ciminiera di levante

Come si evince dalla foto la ciminiera è ora alta come quella azzurra del turbo gas, 80 metri, quindi oltre che in ritardo siamo ben lontani dalla conclusione dei lavori. Non del tutto chiari i motivi. 

Le date presenti sul cartello dei lavori sono incontrovertibili

Intanto ci si continua a chiedere:

In quale discarica finiscono i detriti?

C’è o meno amianto nel materiale con cui è stata costruita?

La seconda ciminiera quando verrà abbattuta?

E’ di ieri la notizia dell’ipotesi di collocare nell’area un biodigestore, ma certamente la seconda ciminiera non può essere utilizzabile per il biodigestore e nemmeno per un inceneritore, troppo vetusta, quindi non si comprende motivo del perché non si abbatte. 

Sul sito verranno insediate nuove attività industriali. Prima si bonifica prima si creano nuovi posti di lavori. La piana di Valleggia è molto ambita perché a pochi metri dal mare

A Porto Tolle hanno creato un enorme villaggio turistico.

Share/Save/Bookmark
 
Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.
 











Login

Registrati per poter commentare gli articoli



   

visite dal 13 - 01 - 2003
Gli autori dei testi sono responsabili dei dati, delle analisi e delle opinioni in essi contenuti
Il sito non è una testata giornalistica, si basa su attività di volontariato e non viene aggiornato con cadenze fisse.
Copyright © 2010 uominiliberi. All rights reserved.

Designed by Massa

 

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information