•    

08
Dic
Tutto per qualche poltrona in più Stampa E-mail
Scritto da uominiliberi   
Consiglio comunale di Savona
Passaggi al gruppo misto, strategie, oscure manovre.
Tutto per qualche poltrona in più
Passare al gruppo misto ma non abbandonare la propria parte politica, come negli ultimi casi accaduti nel consiglio comunale di Savona, appare solo un escamotage per ottenere una poltrona o comunque qualche beneficio.
Nei tre casi di quest’anno solo Simona Saccone è passata al gruppo misto non per interesse personale ma solo perché su certe scelte, soprattutto sul sociale, non era d’accordo con la maggioranza.

Emiliano Martino è passato al gruppo misto e prossimamente nella lega sperando di prendersi l’assessorato che lascerà libero Paolo Ripamonti se verrà eletto in parlamento.

Alberto Marabotto finora, eletto con pochi voti, non ha ancora avuto nessuno incarico (i consiglieri di “Vince Savona” hanno scelto di dare gli incarichi rispetto ai voti presi) e  il passaggio nel gruppo misto gli renderà qualche posto in più in commissione.

Ma la mossa di Marabotto non è stata fatta solo per quello, dietro questa manovra si nasconderebbe una precisa strategia.

Marabotto pare abbia stretto un accordo con Emiliano Martino, Paolo Ripamonti, Cristiano Bosco, Elda Olin Verney e il Sindaco per indebolire ulteriormente il gruppo “Vince Savona” e far salire d'importanza la “lista Civica per Ilaria Caprioglio” la quale pretenderebbe un posto in più in Giunta (per Olin Verney) nonostante abbia già un assessorato (Scaramuzza) e il Sindaco.

Insomma una decisione nell’ottica di... quel cambiamento di cui il territorio aveva un disperato bisogno… come prospettato dal consigliere il Marabotto 

 
08
Dic
PORTI Stampa E-mail
Scritto da ANTONIO GIANETTO   
 
Compiuto l'ultimo passo per l'unificazione delle ex Autorità Portuali di Genova e di Savona…LEGGI
Il personale sarà sempre lo stesso o ci sarà qualche taglietto?
 
Grimaldi compra Marittima Spedizioni e Savona Terminal Auto
Savona - Gli azionisti di Marittima Spedizioni e della controllata Savona Terminal Auto, concessionaria demaniali...LEGGI
 
Fremm, il Canada respinge il piano Fincantieri-Naval Group.
 IL governo canadese...
Leggi tutto...
 
08
Dic
La gestione del forno crematorio Stampa E-mail
Scritto da uominiliberi   
La maggioranza ha deciso, il forno crematorio verrà privatizzato
Circolano già i nomi dei probabili accaparratori
La gestione della cremazione potrebbe aggiudicarsela la coop MA.RIS
Notizia ormai sicura, Il servizio di cremazione del Comune di Savona andrà ai privati.
La Giunta aveva appena varato una doppia delibera per confermare la privatizzazione e già nei corridoi di piazza Sisto circolavano i nomi dei probabili assegnatari del business.
Il nome che circola da parecchi mesi (la privatizzazione era già stata decisa ad agosto) è quello dell’imprenditore Barbano che era stato notato a visitare il forno, un altro nome è quello di Delle Piane, ma proprio in serata è trapelato un nome che potrebbe essere quello giusto. 
 La gestione della cremazione potrebbe aggiudicarsela una cooperativa sociale di La Spezia, la MA. RIS che gestisce già il business dei defunti di Albenga e Pietra ligure.
Sapete chi è il responsabile della cooperativa per l’area del ponente?
 Nino Miceli, l'ex consigliere regionale del PD.
Se l’assegnazione della gestione del forno andasse davvero a questa cooperativa sarebbe un fatto clamoroso.
Miceli è loanese, consuocero dell’ex Presidente della provincia Marco Bertolotto.
Dopo gli assessorati a Montaldo e a Ripamonti ancora una volta il ponente verrebbe a gestire le cose savonesi. 
Lunedì 11 alle ore 15 ci sarà un'altra seduta della prima commissione sul servizio di cremazione. Ci sarà bagarre e sarebbe molto importante che molti savonesi partecipassero
 
07
Dic
Una piattaforma software Stampa E-mail
Scritto da tomskw   
Altro che la piattaforma di  Vado Ligure
Porto di Bari, con ISMAEL eccellenza tecnologica 4.0
Nel porto di Bari è stata avviata la sperimentazione di una piattaforma software per predire l'impatto ambientale e la gestione di ogni attività logistica, basata su Intelligenza Artificiale e Machine Learning. Il sistema ISMAEL è tutto italiano, progettato dal DBA Group di Villorba (Treviso)....LEGGI
 
07
Dic
Il ministro Galletti firma l’addio al carbone per Vado Ligure Stampa E-mail
Scritto da Il SecoloXIX   
Non si è svegliato un po' troppo tardi?
 Il ministro Galletti firma l’addio al carbone per Vado Ligure
Savona - Con la firma apposta ieri dal ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti sotto il decreto che riesamina l’autorizzazione integrata ambientale della centrale termoelettrica di Vado (Aia) aggiornandola e quindi cancellando anche il quadro prescrittivo della produzione di energia a carbone, si conclude ufficialmente un’epoca durata più di 40 anni. 
L’attività dei due gruppi…CONTINUA
 
07
Dic
PORTI Stampa E-mail
Scritto da ANTONIO GIANETTO   
 
Calenda: «Fincantieri-Stx? Meno chiacchiere e più lavoro» 
 «In generale questo è il momento di fare un po’ di chiacchiere in meno e un po’ di lavoro in più»...LEGGI
 Portacontainer a Lng, accordo tra Cma Cgm e Total ...LEGGI
 Gerusalemme capitale, la Cina preoccupata dalla mossa di Trump ...LEGGI
 Conferenza Stato-Regioni approva decreto Zes...LEGGI
 Assiterminal si spacca sull’adesione a Confcommercio o Confindustria...LEGGI
 L’intermodale europeo chiede di ‘raddrizzare’ i binari una volta per tutte ...LEGGI
 
07
Dic
Il pollo che si credeva un’aquila Stampa E-mail
Scritto da Marco Travaglio il FQ   
"Il pollo che si credeva un’aquila”
editoriale di Marco Travaglio
 Ora che evaporano pure i suoi due ultimi alleati Pisapia e Alfano, già peraltro ridotti allo stato gassoso, Renzi è riuscito definitivamente...LEGGI
 
06
Dic
Porti Stampa E-mail
Scritto da ANTONIO GIANETTO   
 
Maersk-Hapag Lloyd, sfida sulle fusioni
Genova - Si sono concluse con qualche sorpresa, due delle più importanti operazioni di acquisizione degli ultimi...LEGGI
 
Palumbo pronto ad approdare in Liguria
Da domani l’arrivo di Palumbo Shipyard in Liguria potrebbe diventare questione di settimane....LEGGI
 
 Singapore, dove il porto sfida la tecnologia...
Leggi tutto...
 
06
Dic
Il Comune vuole dare il forno crematorio ai privati Stampa E-mail
Scritto da IVG   
 
Savona, il M5S all’attacco: “Il Comune si riprende il forno crematorio?
Falso, lo vuole dare ai privati”
Secondo i pentastellati, quanto affermato dall'assessore Montaldo è "falso"
 “Il Comune di Savona si riprende l’ara crematoria? E’ esattamente l’opposto: vuole darla ai privati”. Ad affermarlo sono gli esponenti del Movimento 5 Stelle di Savona, che così replicano alle affermazioni dell’assessore Silvano Montaldo di questo pomeriggio. “Oggi – spiegano i pentastellati...CONTINUA
 
06
Dic
Flop totale il presidio Ata Stampa E-mail
Scritto da uominiliberi   
FLOP TOTALE IL PRESIDIO ATA
Come era previsto il presidio di Ata è stato un flop. 10 presenze circa tra cui 3 segretari e 3 non di Ata, non più di 5 lavoratori.
Un sindacato serio non dovrebbe farsi coinvolgere in queste lotte interne all'azienda
 
06
Dic
Alasio - Puricelli candidato Sindaco per il PD? Stampa E-mail
Scritto da uominiliberi   
 
ALASSIO
IL PD PROPONE GIOVANNI PURICELLI COME CANDIDATO SINDACO
Dopo aver sondato la pediatra Loretta Zavaroni come candidata Sindaco della Lista Unitaria Anti Canepa, adesso il PD, per superare l'impasse venutasi a creare, ha proposto un nuovo nome: L'imprenditore Giovanni Puricelli, 50 anni (nella foto), Presidente di OPS GROUP, azienda leader nel settore della Pubblicità stradale (con oltre ventimila impianti in oltre 700 comuni) con sede ad Albenga in Regione Signola1. Puricelli è anche, da poco, il Presidente del ROTARY club Alassio, per cui se la sua candidatura decollasse si avrebbe un inedito derby tra Rotariani (Anche Enzo Canepa e Marco Melgrati fanno parte del Rotary locale).  
 
06
Dic
Il presidio dei lavoratori di Ata Stampa E-mail
Scritto da uominiliberi   
RIUSCIRA’ IL PRESIDIO DI OGGI DEI LAVORATORI DI ATA?
Ieri all’ incontro con l’azienda un sindacalista legato alla vecchia dirigenza ha chiesto a più riprese di volere il piano industriale, e da giorni sta insistitendo per il presidio di piazza Sisto di oggi pomeriggio.
Peccato che la sua credibilità ormai abbia toccato lo zero e sia stato investito con male parole dagli altri colleghi. Per questo motivo  molti sono scettici sulla riuscita della manifestazione.
Il personaggio in questione aveva ottenuto dalla passata gestione varie promozioni e si era sempre guardato bene dal richiedere piani industriali o altre cose per il bene dell’azienda, ora invece fa il duro con i nuovi dirigenti. Finalmente anche i lavoratori più restii stanno aprendo gli occhi. Non è che questa nuova dirigenza abbia finora dimostrato il massimo di efficienza ma almeno tutti i dipendenti, nessuno escluso, vengono trattati con più umanità
 
06
Dic
Crac milionario della centrale del latte Stampa E-mail
Scritto da uominiliberi   
Crac milionario della centrale del latte
Non c’è più religione
I cellesi possono essere soddisfatti dei loro concittadini più in vista.
Il Diacono Luigi Minuto ex membro del consiglio pastorale ha patteggiato 1 anno e 4 mesi per bancarotta fraudolenta nel crac della centrale del latte di Savona...LEGGI
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 5 di 1196
 















Login

Registrati per poter commentare gli articoli



Newsletter

Per essere informato sugli aggiornamenti del sito iscriviti alla Newsletter
Banner
   

visite dal 13 - 01 - 2003
Gli autori dei testi sono responsabili dei dati, delle analisi e delle opinioni in essi contenuti
Il sito non è una testata giornalistica, si basa su attività di volontariato e non viene aggiornato con cadenze fisse.
Copyright © 2010 uominiliberi. All rights reserved.

Designed by Massa

 

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information