04
Gen
Eclisse Stampa E-mail
Scritto da Ugo Ghione   
Osservazione dell'eclisse parziale
 del 4 gennaio 2011
Leggi tutto...
 
04
Gen
Eclisse Stampa E-mail
Scritto da Giancarlo Bertolazzi e Giorcelli Aldo   
 
Comune di Savona Stampa E-mail
Lunedì 03 Gennaio 2011 23:01
Volantino sindacale ad uso interno di dicembre del Comune di Savona.
Da evidenziare l'articolo "Alte professionalità e posizioni organizzative: facciamo un salto di mentalità. Occorre aprire un dibattito". Da tale articolo si capisce che bell'ambientino è stato creato nel Comune di Savona...
Leggi tutto...
 
03
Gen
Copertura dei carbonili di Bragno Stampa E-mail
Scritto da uominiliberi   
LA BUFALA CONTINUA.....
Questa sì che e' una notizia, anzi una notiziona! E' convocata per il 31 gennaio, presso il comune di Cairo Montenotte, in sede deliberante, la conferenza dei servizi per approvare il progetto di copertura dei carbonili di Bragno, conditio sine qua non, per dare il via allo sbarco del carbone nel nuovo sito delle funivie… leggi
Come! Sbotteranno i bene informati, ma allora la "gara" del 2009 che aveva partorito ben 26 ditte interessate, mancava di legittimità, non essendoci nessun atto deliberante a monte? Proprio così, cari amici! La prospettiva di cacciare 40 milioni di euro per coprire i carbonili, ha fatto scappare come lepri i "soci" savonesi, mentre gli attuali titolari non sono ovviamente disposti a metterci un euro! Ecco il motivo di questo annuncio, tanto grottesco quanto fasullo, destinato a produrre un nulla di fatto, nonostante l'ottimismo dello "scrivano camerale" che piuttosto di dire il vero sarebbe disposto a contorsioni da fachiro...leggi... ecco perché la supergru giace desolata sulla banchina e i vagonetti "inerti" sui loro cavi di acciaio. Così procede l'ente preposto, con squilli di tromba che occultano una desolante carenza di strategie e di onestà intellettuale.
 
03
Gen
Piattaforma Maersk Stampa E-mail
Scritto da uominiliberi   
Presidenti "disperati"!!
Ovvero, dopo aver provato coi "fanti", tentiamo anche coi "santi".
Fine anno 2010, nella sede di via Gramsci si svolge una riunione all'insegna dell'emergenza.
Il ministro ha confermato che non firmerà per garantire il mutuo della piattaforma e la notizia ha diffuso il panico nelle sobrie stanze affacciate sulla vecchia darsena. L'ultima carta da giocare e' ricorrere al Presidente del Consiglio in persona, tramite una savonese, donna in carriera, considerata dal "corrierone" una delle 50 manager più potenti d'italia. La sua prossimità al cavaliere e' certificata dal recente incarico di seguirne la pratica di divorzio, in stretto contatto con l'on. Ghedini. Inoltre ha difeso gli interessi del comune di Savona nella trattativa con la Banca d'Italia, ottenendo un cospicuo riconoscimento plurimilionario. Infine discende direttamente dalla progenie di quella Santa che fondò in città quelle scuole cattoliche il cui prestigio educativo rimane intatto dopo più di un secolo...leggi... "Solo lei, pensa un Presidente costernato, può fare il miracolo di ottenere l'agognata copertura del progetto, salvandomi dall'incubo della Corte dei Conti e delle cause civili!!!!"
 
02
Gen
Caccia Stampa E-mail
Scritto da Enpa   
Spari nei boschi gelidi
In condizioni climatiche terribili per gli animali selvatici sono tornati i 1.033 “sportivi” cacciatori di caprioli in provincia di Savona (tra cui fior di parlamentari) con i loro comodi fuoristrada e fucili di precisione, per sparare a femmine adulte e cuccioli di pochi chilogrammi, affamati ed infreddoliti. 
 La Protezione Animali contesta questa seconda apertura della caccia, che durerà fino al 14 Marzo, dopo quella al maschio nel 2010 (dal 17 giugno al 15 luglio e dal 16 Agosto al 30 settembre); i tempi sono infatti in contrasto con la legge quadro sulla caccia, che permette 2 mesi di caccia e non 5. La frantumazione del vecchio periodo di caccia chiusa, da febbraio ad agosto, è permessa da una legge in palese contrasto con le norme europee, anche perché le delicate cure che vola-tili e mammiferi prestano ai piccoli e giovani vengono irrimediabilmente disturbate dagli spari primaverili ed estivi. 
E’ stato inoltre prorogata, come al solito, la caccia al cinghiale fino al 31 gennaio, malgrado non serva a diminuirne o contenerne il numero e permetta di uccidere femmine già gravide; lo dimostrano ormai vent’anni di caccia condotta sia en-tro un calendario venatorio molto esteso che con la già esistente deregulation di centinaia di battute straordinarie svolte quasi ogni giorno dell’anno.
Dal 1996 l’ENPA savonese chiede invece, come accade in altre nazioni, di studiare soluzioni incruente ed alternative per tutti gli ungulati, affidandone lo studio ad Istituti universitari non legati al mondo della caccia. Ma fino a quando la gestione della fauna sarà condizionata da interessi commerciali (la carne ai ristoranti) ed elettorali, i cacciatori continueranno ad avere buon gioco a danno degli agricoltori e della stragrande maggioranza dei cittadini contrari alla caccia.
 
Fare informazione Stampa E-mail
Domenica 02 Gennaio 2011 11:21
Esegesi di un post del tutto inutile, e, forse, autocelebrativo
Condivido l'intervento di Marcello Zinola e quello di Luciano Angelini. Tranne che per alcuni, considerevoli, aspetti...
 
Leggi tutto...
 
02
Gen
Alassio Stampa E-mail
Scritto da Roberto Avogadro   

Depuratore subito!

Passata l'ondata di buonismo natalizio occorre rituffarsi nella realtà Alassina e nelle sue priorità per il futuro. Sicuramente una di queste, forse la più importante, è quella della realizzazione del depuratore, cosa che l'attuale amministrazione non è riuscita a portare a termine, nonostante che nel 2001 tutto fosse pronto per la realizzazione del progetto depuratore in regione Sant'Anna: acquisita l'area, portate le tubazioni in loco, realizzato l'impianto di pulitura dell'ultimo tratto a mare dello scarico. Poi dopo il 2001 nel progetto è subentrata la politica, quella con la "p" minuscola che ha ingarbugliato le carte, così come parallelamente stava avvenendo con il Grand Hotel, aprendo contenziosi,talvolta kafkiani anche tra il Comune e la sua stessa società di gestione del servizio. Situazione che è degenerata anno dopo anno fino arrivare ad oggi con il progetto depuratore ancora in alto mare. Noi pensiamo che a distanza di 15 anni da quella scelta, la soluzione Sant'Anna sia superata ed occorra allargare il punto di vista ad una soluzione comprensoriale del problema.
Questa sarà una nostra priorità, realizzare il depuratore nel minor tempo possibile, privilegiando la soluzione comprensoriale di Villanova, ma non trascurando nessun'altra ipotesi che potesse rivelarsi più veloce ed economicamente più competitiva.
 
02
Gen
Nuova sede dell'autority portuale Stampa E-mail
Scritto da uominiliberi   
Ti piace il presepe?
Fra pochi giorni scadrà il bando pubblico per la costruzione della nuova sede dell'autority portuale di Savona. Le imprese interessate, nei limiti della modica somma di 8 milioni di euro…leggi…sono gentilmente invitate a fare le offerte opportune, entro la data stabilita.

Dove sta la notizia? Semplice. Dopo aver bocciato il recupero di Palazzo Santa Chiara, per motivi ancora oggi poco leggibili, il satrapo di via Gramsci ha deciso di infliggere un ulteriore schiaffo alla città di Savona finanziando questo aggregato di cubi…guarda…espresso dagli archistar del 5 più 1 e dimenticando edifici in via di fatiscenza, come il vecchio San Paolo, la ex sede della banca d'Italia, la caserma Carmana, ecc.ecc. (la scelta, come si vede, non mancherebbe). Il tutto perché non ritiene di scontentare progettisti tanto blasonati. Come vogliano chiamare tutto questo se non spreco delle risorse pubbliche che grida vendetta al cospetto della Corte dei Conti?

 
02
Gen
Facezie di inizio anno Stampa E-mail
Scritto da Gianni Gigliotti e Ilaria Barberini   
V E C C H I E T T I      S A V O N E S I 
(Facezie di inizio anno, il viagra e il partito della 'gnocca', il 'pidocchietto' e la 'migliore gioventù')
Leggi tutto...
 
02
Gen
Considerazioni Stampa E-mail
Scritto da Gastaldi   
Considerazioni di inizio anno 
Siamo giunti nel 2011, ci lasciamo alle spalle un quadro politico nazionale che nella prossima primavera vedrà la sua fine e gli italiani saranno chiamati alle urne.
Il buon Berlusconi probabilmente passerà lo scettro a Tremonti in quanto l'attuale Premier nel 2013 diventerà Presidente della Repubblica.
Ma vediamo la Provincia di Savona, un'amministrazione provinciale non del tutto riuscita, due assessori non graditi e quindi saranno sostituiti.
Il PD vive grazie ad accordi.... vincerà il Comune di Savona e continuerà tranquillamente il proprio vivacchiare.
Il PDL è allo sfascio, alcuni se ne erano già andati con Fini, (poca roba) ma dopo le elezioni Regionali, molti altri scontenti della situazione hanno alzato l'ancora, in questo giorni qualche ex PDL sta contattando tutti gli ex DC per compattarli nell'UDC, vedremo cosa succede.
Quindi in previsione delle elezioni sarà necessario una revisione al PDL, da Ventimilia arriva forte fino a Loano per poi perdersi, una persona che agli inizi della Sua carriera polica allora UDEUR, oggi PDL fu la Gasco che in sordina riuscì a muoversi bene in Provincia di Savona dando una certa posizione a quel partito che nato in Campania raggiunse un certo numero di consensi su Savona e nella vicina Valle Bormida. Quindi, perchè non applicare al PDL Savonese la cura Gasco e iniziare a lavorare per una compagine unità e forte, troppo semplice...? 
Un augurio per il 2011  Gastaldi
 
01
Gen
Dall'Arpa Lombardia Stampa E-mail
Scritto da uominiliberi   
CAPODANNO "FOREVER"!
Forse i savonesi che hanno la fortuna di abitare in quella parte della provincia "toccata" dal pennacchio di Tirrenopower non lo sanno, ma la notizia e' degna della massima attenzione,anche perché proviene dall'Arpa Lombardia, che risulta essere tra le più attrezzate d'Italia in tema di rilevazione delle microparticelle…leggi...

Quindi, secondo l'autorevole fonte, i "botti" di Capodanno triplicherebbero i valori della miscela tossica, a Milano ed in Lombardia. Per fortuna i "superi" durano poche ore, nella notte di San Silvestro, giusto in attesa della dispersione del vento e della pioggia (ammesso e non concesso che sopravvengano). Anche uno sfondamento così circoscritto nel tempo, aggiungono i medici, rileva pesanti conseguenze sulla salute di bambini ed anziani, il che conferma che la minaccia al benessere fisico non e' proprio questione di "limiti di emissioni".

Cosa concludere, allora? Intanto che gli uffici della regione Lombardia dispongono di oltre 150 stazioni di rilevamento, mentre l'Arpa ligure, di poche decine. Quindi, già sul piano della prevenzione i liguri sono assai meno garantiti dei lombardi, anche se possono vantare un clima migliore. Se poi aggiungiamo che una parte dei rilevatori e' gestito dagli inquinatori, e che nello stretto "arcobaleno" da Savona a La Spezia, stanno operando ben 3 centrali (in parte a carbone), se ne deduce facilmente che da noi, oltre i picchi provocati saltuariamente dai fuochi d'artificio, esiste un "fondo" velenoso che ci riconduce ad una condizione di "capodanno continuato" e che senza innovare sul combustibile, bandendo il carbone in via definitiva, non può esistere risanamento vero, ma solo pseudo innovazioni, inganni di parole, ipocrisie sindacali e padronali, lauti guadagni per pochi e danni permanenti per tutti gli altri. Ovvero, la solita storia di privatizzare i profitti, pubblicizzando il danno. Se è questa la soluzione che ha in mente il "complesso politico-sindacal-industriale" la risposta non può essere che un "no" grande come le due ciminiere!!!!

 
31
Dic
Prime notizie politiche del 2011 Stampa E-mail
Scritto da uominiliberi   
 Nel 2011 grosso rimpasto nella Giunta Provinciale
Già a gennaio ci dovrebbe essere in Provincia un grosso rimpasto di Giunta. Da Imperia continuano ad arrivare segnali di irritazione verso alcuni assessori (i più criticati Bussalai e Garra). Vaccarezza, oltre alla sostituzione di Rosy Guarnieri diventata sindaco di Albenga, sarà costretto a sostituire gli assessori sgraditi a Scajola.
Trovato il candidato sindaco perdente ideale
Ora cercasi sponsor finanziatore della campagna elettorale
Sembra sempre più sicura nel PDL la candidatura a Sindaco di Livio Bracco (Franco Orsi pur di non far candidare Marson sarebbe disposto a candidare anche il suo cane).
C'è solo un problema da risolvere, manca uno sponsor per finanziare la campagna elettorale, visto che Bracco non si può permettere una simile spesa. Al partito si è aperta la spasmodica e difficile ricerca di un finanziatore che dovrebbe sponsorizzare un sicuro perdente. Un perdente, però, che politicamente accontenterebbe tutti...Livio Bracco in cambio della candidatura a sindaco avrà un posto nella lista delle prossime elezioni regionali (un’ ambizione che coltiva da anni), Vaccarezza continuerebbe a dominare nel ponente senza scocciature da Savona, Franco Orsi non avrebbe nessun rivale politico a Savona, il PD e il PDL manterrebbero i patti di non belligeranza, uno al comando della Provincia l’altro del Comune.
Il finanziatore? Siamo sicuri, qualcosa in cambio otterrà.
 
<< Inizio < Prec. 1161 1162 1163 1164 1165 1166 1167 1168 1169 1170 Succ. > Fine >>

Pagina 1163 di 1266
 











Login

Registrati per poter commentare gli articoli



Newsletter

Per essere informato sugli aggiornamenti del sito iscriviti alla Newsletter
Banner
   

visite dal 13 - 01 - 2003
Gli autori dei testi sono responsabili dei dati, delle analisi e delle opinioni in essi contenuti
Il sito non è una testata giornalistica, si basa su attività di volontariato e non viene aggiornato con cadenze fisse.
Copyright © 2010 uominiliberi. All rights reserved.

Designed by Massa

 

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information