•    

27
Ott
Piattaforma Stampa E-mail
Scritto da uominiliberi   
IL CAZZEGGIO SUL "CASSONE"!
Mentre il quotidiano piu' amato dai savonesi continua a deliziarci con il suo cazzeggio sul presunto inizio lavori della piastra di porto vado…leggi…sulla seconda sponda si lavora per concretizzare la "piattaforma adriatica" che viene appoggiata da ben 2 ministri in carica (Frattini e Matteoli),dalla prima banca nazionale(Unicredito), dalla multinazionale maersk,dalla stessa unione europea...leggi.

A conferma della valenza strategica di rafforzare l'hub mitteleuropeo la prossima entrata in vigore del regolamento u.e. previsto per il prossimo 9 novembre c.a. e che opera l'epocale scelta dei nove "corridoi merci" che dovranno potenziare il trasporto ferroviario da e per i porti,attraverso assi sovranazionali dalla tratta superiore ai 300 km.

Ebbene, in questa programmazione a breve scadenza (2013-2015) Genova appare penalizzata nel corridoio n.1 dal mancato varo del terzo valico, mentre i porti adriatici, sia italiani che sloveni e croati, risultano geograficamente all'incrocio del corridoio n.5 (Baltico-Adriatico) e n.6 (Almeria-Budapest)...leggi…Ecco un altra buona ragione che spiega perche' Canavese abbia disertato l'assemblea degli industriali e i giornali locali non osino infierire sul loro inserzionista,e quindi il cazzeggio sul "cassone"(con 2 zeta) sia destinato a diventare un vero e proprio tormentone, il cui termine si pronostica a fine 2010!!!

 
27
Ott
Tirreno Power Stampa E-mail
Scritto da Mario Molinari   
  Mario Molinari da Savona news
 
26
Ott
Comitato Ambiente Salute Valbormida Stampa E-mail
Scritto da Maria Sofia Sterzi   
COMITATO AMBIENTE SALUTE VALBORMIDA
Vicenda dei lavoratori Ferrania messi in mobilità...
Leggi tutto...
 
26
Ott
Gallinara Stampa E-mail
Scritto da uominiliberi   

SANTA ROSALIA, PENSACI TU!!!!

Ricordate le reprimende del sindaco di Albenga contro il suo predecessore nella carica, colpevole di non aver aperto al turismo la "mitica" isola della Gallinara?

Sembrava che con l'avvento della "sindachessa di ferro" a capo della coalizione di centro destra, le cose diventassero più facili.
Non si trattava solo delle demagogiche ordinanze contro gli immigrati, con annesse norme ostative delle loro attività civile o religiosa. Qui si tratta di piegare la lobby dei proprietari che hanno acquisito (non si sa perché, ma si intuisce) quel paradiso naturalistico non certo per beneficienza, ma in vista di un qualche miraggio di lucro. Ora ci si mette anche il TAR liguria che, in una sentenza davvero ambivalente, da ragione ai proprietari cui il comune di Albenga negò di fruire di parte dell'approdo, dopo aver convocato una conferenza dei servizi (poi sospesa) con la quale cercava di arraffare legalmente tutto il malloppo…leggi... Quindi una vicenda che dimostra come sia troppo facile prendersela con i deboli, usando "legalmente" argomenti odiosi e discriminatori. Piu' difficile sgrugnarsi coi poteri forti che sanno replicare in punta di diritto, quando hanno ragione e anche in caso contrario!!! "Sindaca santa"
 
26
Ott
Associazione ligure dei giornalisti Stampa E-mail
Scritto da uominiliberi   
Alassio, il giornalista “pericoloso” e l’assessore Zioni
Dura presa di posizione con un “…incredibile, ma vero”
( E Uomini Liberi aveva denunciato in anteprima il fattaccio...VEDI..)
 
Associazione ligure dei giornalisti
Ordine ligure dei giornalisti

Se il giornalista è “critico”l’assessore va sotto scorta 

 Questa non si era ancora vista o letta: assessore sotto tutela causa giornalista.Cosa accade? Un assessore del Comune di Alassio diventato “soggetto sensibile” per la tutela della sicurezza e dell’ordine pubblico, con tanto di provvedimento che prevede la sorveglianza della sua abitazione, con periodico passaggio di pattuglie di polizia o di carabinieri, durante il loro servizio. I motivi? Tra questi l’asserito, dall’assessore, stato di minaccia e stress provocato dalle critiche di un giornalista, Daniele La Corte, espresse pubblicamente e con i suoi articoli. La Corte, consigliere regionale dell’Ordine ligure dei giornalisti, cronista oggi in pensione, continua la sua attività professionale con l’impegno civile nella sua città. Che l’assessore Monica Zioni ha ritenuto non lecito, tanto da ricorrere all’autorità di pubblica sicurezza. Prima un richiamo nemmeno troppo bonario al collega, poi il provvedimento della “vigilanza” motivato anche dalla penna di La Corte.Una decisione degna della rubrica enigmistica “incredibile, ma vero”. Che, dopo l’inevitabile stupore, non può però essere né taciuta, né sottovalutata anche perché cade in una realtà – il ponente savonese e imperiese – dove, da troppo tempo, le iniziative e gli attacchi contro chi fa cronaca, evidenza indagini, pone domande anche scomode, sono sempre più pesanti.Sindacato e Ordine dei Giornalisti tutelano il collega La Corte e sono disponibili al confronto con chiunque, autorità di pubblica sicurezza e prefettizia comprese, ma non possono certo condividere il giudizio e le azioni conseguenti, che vogliono un’attività giornalistica, simile a un atteggiamento terroristico tale da essere citata in un provvedimento di tutela e di sorveglianza di un pubblico amministratore.

Marcello Zinola Segretario Associazione Ligure dei Giornalisti - Fnsi

Attilio Lugli Presidente Ordine dei Giornalisti Consiglio Regionale della Liguria

 
26
Ott
Partito Socialista Stampa E-mail
Scritto da Azione riformista   

PSI Savona, i belli guaglioni, segreterie e sacrestie, pompe funebri e company
 CONGRESSO PROVINCIALE PSI/SAVONA, 5 e 6 novembre 2010  
Con riferimento al prossimo Congresso Provinciale PSI Savona, nella situazione obiettivamente critica venutasi a sedentare in questi ultimi tempi,  con diversi compagni storici fuorisciti dal partito, qualcun altro inquisito per palesi 'marachelle', realisticamente non esiste alcuna soluzione di continuità, di visibilità, di pensiero e storia, che non il 'solito' Caviglia  (a nostro dispetto e malgrado) nell'impegno onere di continuare a remare finchè 'morte non lo colga' (nel senso buono, che possa campare e a 'rompere', per cento e più anni).
Affidare, come palesato ('pubblicità progresso'?), ammiccato strategicamente dallo stesso Caviglia, la segreteria provinciale del PSI a un 'giovane e bello guaglione', vuol dire semplicemente anticipare gli ultimi giorni di Pompei.
Cari compagni, ragionate e valutate bene, prima di fare una enorme e irreparabile fesseria, oggi in politica, spesso, vince il 'meno peggio', vince l'esperienza, la duttilità, l'intelligenza e la furbizia, la capacita di muoversi in percorsi difficili ed irti di pericoli: ed anche, da non sottovalutare, da considerare la simpatia canaglia di Caviglia (quando vuole, se vuole, se conveniente) in confronto alla miriade  di questuanti di sacrestie, compagni  più ombrosi di funzionari delle 'pompe funebri'. 
 Ilaria Barberini   Gianni Gigliotti Gruppo di Volpedo - il fiordaliso  www.azioneriformista.it 
 
26
Ott
Comitato Casello Albamare Stampa E-mail
Scritto da Paolo Forzano   
Blocco di Albisola:
osservazioni ad Autostrade ed al sindaco Orsi
Sono poco convinto della risposta che ha dato la società autostrade al sindaco Orsi, così come la risposta di Orsi "se non è in grado di gestire il casello lo chiuda". Quantunque penso che la risposta di Orsi sia solo una reazione alla risposta di Autostrade.
Leggi tutto...
 
25
Ott
Porto Stampa E-mail
Scritto da Cap. Antonio Gianetto   
I CASSONI E I TERRENI EX OMSAV SVENDUTI
Proprio un bel cassone! Lo troverei indicato come mausoleo per la sepoltura di tutti coloro che hanno contribuito a devastare la nostra terra.
Riguardo il porto di Trieste hanno fatto una delle poche cose giuste, Trieste (via Brennero), è il miglior porto italiano, assieme a quello di Genova (via San Gottardo) per far giungere le merci da e per i paesi europei confinanti. E' su questi due porti che si dovrebbe concentrare il massimo sforzo per poter essere competitivi, per le merci che transitano via Suez nel Mediterraneo, con i porti del Nord Europa, che nonostante si raggiungono con quasi 4 giorni di navigazione in più, continuano a farci le scarpe.
Prendiamo ad esempio la Emma Maersk la cui massima velocità dichiarata è di 24 nodi, chi ha navigato sa che queste sono soltanto velocità teoriche, accontentiamoci di una velocità media di 20 nodi tenendo presente le perdite di tempo per avverse condizioni meteo.
miglia e tempi per raggiungere i nostri due porti
Port Said - Genova mg.1 419 vel.20 nodi - giorni 3,0
Port Said - Trieste mg.1.294 vel.20nodi - giorni 2,7
Port Said - Rotterdam mg.3.274 vel.20 nodi - giorni 6,8                
La Spezia avrebbe in progetto di far giungere le merci sbarcate nel suo porto, via ferrovia Parma - Brennero, nei paesi europei che sono facilmente raggiungibili da Trieste, lo stesso dicasi per Savona, che pretente di costruire una devastante piattaforma da 720.000 teu, quando un così esiguo numero di teu, potrebbe essere facilmente assorbito dal porto di Genova.
Comunque una cosa è certa fino a che continuiamo a sperperare soldi non riusciremo ad arrivare da nessuna parte.
Sabato sono andato al pellegrinaggio organizzato da Italia Nostra, giunti in via Trento e Trieste ho visto che si è strappata terra al mare oltre la diga foranea, mi piacerebbe sapere quanto verrà a costare questo intervento, considerando che i terreni ex OMSAV che avrebbero potuto essere di notevole importanza per il porto, sono invece, andati svenduti per una miseria.
 
25
Ott
Alassio Stampa E-mail
Scritto da uominiliberi   

Clamoroso! Vigilanza per l’incolumità dell’assessore Zioni

Il Comitato per l’Ordine pubblico teme il “pericolo La Corte”

 Alassio - Dopo la scorta armata al sindaco di Albenga, Rosy Guarnieri (Lega Nord), per oscure minacce ricevute via lettera. Ecco la “vigilanza generica” (radiocollegata? dinamica dedicata?) all’assessore al turismo del Comune di Alassio, Monica Zioni, del centro destra, a tutela della sua incolumità.
E primo caso in Italia, infatti la decisione è stata presa dal Comitato Provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica a seguito di un danneggiamento. Con un singolarissimo e inedito retroscena. Nella motivazione del Comitato, presieduto dal prefetto Claudio Sammartino, si farebbe pure riferimento alle minacce denunciate alla polizia e ai carabinieri di Alassio dalla Zioni stessa.
Del tipo “quel giornalista mi perseguita, temo per… ”. Vicenda di cui Trucioli Savonesi si è già occupato, pubblicando gli atti.
Come è possibile che un giornalista incensurato, alle spalle una carriera a fianco delle istituzioni, si trasformi in “pericolo pubblico” proprio ai danni di un assessore? E in base a quali valutazioni di merito si è considerata la potenziale minaccia inserendo proprio il nome di La Corte?
Tempi duri, nel ponente ligure, non solo per associazioni criminali, oggi sappiamo che esiste pure la “pericolosità dei giornalisti”. Muniti della loro penna, con i loro articoli. La loro indipendenza.
Povero La Corte, vien da dire! Non solo temuto per la sua attività giornalistica. Ora sappiamo che il Comitato per la sicurezza di questa provincia, presieduto dal prefetto Claudio Sammartino, con una lunga carriera in quel di Imperia, l’ha inserito tra gli individui capaci di spaventare (a morte?) persino un assessore al turismo.
A tanto non eravamo mai arrivati. Uomini Liberi può prendersi seriosamente un impegno, in attesa di sviluppi e reazioni. All’incolumità di Monica Zioni provvediamo direttamente noi, volontari di questo blog e di Trucioli.
Manlevando tutte le forze dell’ordine dall’impegno di vigilare sulla vita dell’assessore. E concentrarsi su altri fronti che stanno a cuore ai cittadini. E su questo non ci piove. Siamo seri! 
 
25
Ott
Cassoni della piattaforma Stampa E-mail
Scritto da uominiliberi   

SARA' VERO, OPPURE NO....

Come dice la canzoncina, il più amato quotidiano dei savonesi la racconta in prima pagina locale, senza farne cenno nella locandina, il che induce subito i maliziosi lettori in acuto sospetto! Comunque il paginone ci manda delle belle foto, nelle quali il "cassone" viene ritratto in diverse pose, e i tecnici non lesinano particolari sulle dimensioni, sul numero, sulla cubatura,ecc…leggi. Quando poi il cittadino, essendo iscritto alla confraternita degli "apoti"(ovvero di quelli che non la bevono) si trovasse tra il lusco ed il brusco, a fare un giretto sull'altra sponda del belpaese, incontrerebbe un breve trafiletto "padano"

nel quale si notizia che Maersk, Ferrovie ed Unicredit stanno lavorando alla costituzione di una "Newco"(nuova compagnia) che dovrebbe gestire la piattaforma adriatica e che i lavori sarebbero quasi al punto…leggi…prodigi di internet e della sincronia informativa!!! Oggi più di ieri, le bugie hanno le gambe corte e chi fa solo "scena" e' presto smascherato dalla potenza del web!!!! 
 
 
Festa di halloween Stampa E-mail
Lunedì 25 Ottobre 2010 07:34
Festa di halloween non solo una festa satanica
 un insegnamento all'illegalità
 Sono una commerciante della provincia di Savona, vorrei segnalare alcuni avvenimenti avvenuti nel mio negozio il giorno 31 ottobre 2009, festa di halloween. Ho un negozio di bigiotteria, al mattino avevo fatto la mia vetrina con molta precisione e cura e avevo disposto tutte le cose, avevo lavato e lustrato i vetri e acceso le luci. Mi ero preparata alcuni oggettini da consegnare ai bambini che si sarebbero presentati
Anche se non sono mai stata molto favorevole a questa festa così lugubre, non mi sono mai sottratta agli avvenimenti della città, e ho deciso che non lo avrei fatto neanche questa volta, anche se la ricorrenza non attrae la mia simpatia.
Insomma è successo che per tutta la giornata si sono presentati da me orde di ragazzini, con il volto mascherato e quindi irriconoscibili, che hanno preteso da me le cose della vetrina minacciandomi di farmela pagare se non li avessi accontentati. Arrivavano in 6 o 7 armati di scure giocattolo dicendomi che mi avrebbero “risparmiata” se li avessi accontentati.
Finiti i miei ingenui regalini e non avendo altro da dare, ho subìto la concia della vetrina con la gettata di borotalco su tutta la mia roba e sui vetri. Alle orde successive mi sono ribellata dicendo che li avevo riconosciuti da sotto le maschere e che sapevo che si stavano ripetendo per avere altri regali, ma niente, mi hanno ricoperta di borotalco.
Alle successive orde pregavo pietà e supplicavo di non poter fare niente, allora ho ottenuto la grazia di una uscita in cambio di 20 centesimi. Mi hanno compatita e hanno deliberato tra loro che in fondo io ho fatto quello che potevo, e quindi dovevo essere risparmiata dal trattamento del borotalco (processo sommario), ma il capo (voltandosi verso gli altri) ha brontolato “ma perchè non ci danno mai niente che si possa dividere?”.
Ho subito un taglieggiamento! Erano tutti bambini dai tre anni ai 14! Adulti! Vi sembra una festa educativa?
 
25
Ott
Dalle ceneri di ALTRA SAVONA Stampa E-mail
Scritto da Gastaldi   
Dalle ceneri di ALTRA SAVONA - ALTRA PROVINCIA
 potrebbe svilupparsi un grande fuoco
 Quello di Altra Savona – Altra Provincia fu un ottimo progetto, unire un gruppo di persone aldilà del credo politico di ognuno con un unico obiettivo, il fare.
Un’ideale nobile che avrebbe senza dubbio dato i suoi frutti se limitato alle prossime elezioni comunali di Savona, per quanto riguarda le elezioni al consiglio provinciale di Savona avrebbe avuto senso se come lista d’appoggio ad uno dei candidati presidente.
Certo che Altra Provincia è partita sull’entusiasmo di tanti ma con il lavoro di pochi, il Senatore Cappelli già sottosegretario, molto impegnato all’estero con proprie attività ha dedicato quanto tempo poteva alla realizzazione della lista, forse non curandosi di fare un’adeguata campagna riproponendo la propria persona, oppure pensava che l’onda del successo personale, ci fosse ancora ed invece anche Lui era tra i ricordi di pochi.
Lo stesso movimento era riuscito ad reclutare Marino Meistro personaggio noto in Valle Bormida di grandi capacità il quale in poco tempo è riuscito a mettere in piedi nella nostra Valle una macchina organizzativa che sui quattro collegi valbormidesi ha raccolto circa mille voti.
Si dice che il Meistro avesse accettato la candidatura causa errore del Popolo della Libertà, infatti lo stesso, persona da sempre di centro destra era stato contattato per essere inserito il lista d’appoggio Vaccarezza sotto la bandiera U.D.E.U.R. che dopo i fatti che tutti conosciamo certamente era una candidatura da evitare.
Un altro uomo di spicco Vinicio Borsi ex Forza Italia grande esperto di campagne elettorali che probabilmente ha dedicato molto tempo al movimento senza mirare in quei particolari dove egli è molto preparato.
… e tanti altri, un bel gruppo di persone che potevano dare tanto alla provincia di Savona e forse potrebbero ancora dare basterebbe solo che qualcuno vada a raccogliere le ceneri, perché dalla cenere a volte può svilupparsi un fuoco ancora migliore.
 
23
Ott
QUEL CHE CANAVESE NON DICE... Stampa E-mail
Scritto da uominiliberi   
QUEL CHE CANAVESE NON DICE...
Unicredit Logistic, il cui vice presidente e' il prof. Maurizio Maresca (foto), consigliere economico della sindaca di Genova prospetta una partecipazione della banca Unicredito al progetto della "Piastra Adriatico" di 1 miliardo di euro. Perché, molti si chiedono, non e' stato coinvolto il porto di Genova e quindi il sistema dell'alto Tirreno,che tuttora detiene il record dei contenitori sbarcati? Per la verità tale offerta fu rivolta alle autorità liguri tramite il cosiddetto "bruco" che prevedeva una galleria ferroviaria di oltre 20 km da Voltri a Ovada.Le reazioni delle autorità e dell'opinione pubblica genovese furono assolutamente negative.
Per la serie documenti ufficiali, alleghiamo la relazione sul progetto della "piastra" friulana elaborato dalla banca finanziatrice...leggi
 
<< Inizio < Prec. 1111 1112 1113 1114 1115 1116 1117 1118 1119 1120 Succ. > Fine >>

Pagina 1115 di 1195
 















Login

Registrati per poter commentare gli articoli



Newsletter

Per essere informato sugli aggiornamenti del sito iscriviti alla Newsletter
Banner
   

visite dal 13 - 01 - 2003
Gli autori dei testi sono responsabili dei dati, delle analisi e delle opinioni in essi contenuti
Il sito non è una testata giornalistica, si basa su attività di volontariato e non viene aggiornato con cadenze fisse.
Copyright © 2010 uominiliberi. All rights reserved.

Designed by Massa

 

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information