•    

25
Lug
Gente Comune di Varazze Stampa E-mail
Scritto da Gente comune   

"Gente Comune Varazze" presenta :

 AD UN ANNO DI DISTANZA

Ogni tanto ci piace controllare, come comuni cittadini, a che punto siano gli impegni assunti un anno fa da chi ha conseguito la vittoria elettorale.

Questo è uno dei compiti che ci siamo sempre prefissati: non permettere che, come è sempre avvenuto, tutto cada nel dimenticatoio e ricordare a tutti che gli impegni presi sono cosa seria e non semplici “parole” da chiudere in un cassetto.

Ad un anno di distanza dalla vittoria elettorale del Pdl nella nostra cittadina...

Leggi tutto...
 
23
Lug
da ORCO FEGLINO Stampa E-mail
Scritto da Stefania Recagno, Giorgio Gambaro, Alberto Craviotto, Luca Burnengo   
A ORCO FEGLINO PIACE VINCERE FACILE
 MA LA COERENZA E' UN VALORE
Con riferimento all’articolo apparso sul Secolo XIX del 5 luglio scorso a firma Patrizia Albanese e dal titolo “Cuore e politica - due Sindaci un solo amore”, il Gruppo di opposizione “Una Speranza per Orco Feglino” fa pubblicamente i più cordiali e sinceri auguri ai futuri sposi, Milena Scosseria e Alessandro Revello.
Per quanto riguarda invece il contenuto più politico, in ordine ai risultati elettorali ottenuti nel 2009 dal Sindaco Milena Scosseria (“un autentico plebiscito”, come si legge nell’articolo) ed alla conseguente possibilità di un riconoscimento da parte del suo partito, il PDL, che potrebbe addirittura concretizzarsi nella presenza del Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi nel nostro Comune, vorremmo fare alcune brevi considerazioni.
La lista capitanata da Milena Scosseria è uscita...
Leggi tutto...
 
23
Lug
Di Tullio una ne fa cento ne pensa Stampa E-mail
Scritto da uominiliberi   
LA DEMOCRAZIA SECONDO CROZZA!!!
Caro, impagabile Crozza, una ne fa e cento ne pensa. Sapete quale sarà il tema della festa del Partito Democratico per sabato 24 luglio? La legalità e lo sviluppo compatibile nella provincia di Savona!...leggi...immaginate il nostro pugile che da par suo si dimena sul ring del Prolungamento e stende a cazzotti lo sventurato che osa fargli questa domandina facile, facile: a proposito di legalità, ovvero di rispetto per lo statuto, perché stai cercando di rifarti nominare assessore all'urbanistica, ben sapendo che esiste una incompatibilità grande come la tua capoccia? Forse stai meditando di dimetterti da segretario provinciale, dopo qualche settimana di gestione?

Poi il nostro, con un uppercut micidiale mette k.o. un altro tapino che ha avuto la peregrina idea di chiedere: giusto per lo sviluppo compatibile, alcuni compagni non capiscono il tuo incondizionato sostegno alla Piattaforma di Vado Ligure e chiedono se non sia il caso di raccogliere adesioni per una "class action" per risarcire gli abitanti di Porto Vado!

Sei d'accordo o no che non e' possibile accettare un progetto che distrugge un intero quartiere, ovvero ritieni di poter recuperare il consenso dei cittadini con la politica dei risarcimenti e delle "mitigazioni" del danno?

 
Di Tullio - Berruti Stampa E-mail
Venerdì 23 Luglio 2010 05:37
SIAMO LA COPPIA PIU' BELLA DEL MONDO NIENTE E NESSUNO CI DIVIDERA'
Il nostro sito per primo su tutti i media savonesi, settimane fa sottolineava che le dimissioni di Di Tullio da assessore erano una velina di regime (Di Tullio assessore fantasma), buona per rispettare solo nella forma lo statuto del PD, che giustamente vieta il sovrapporsi di ruoli di partito con ruoli di amministratore della cosa pubblica

Oggi le dichiarazioni, sorprendenti, da cui risulterebbe che Di Tullio e il sindaco Berruti hanno “scherzato”, fingendo dimissioni che non ci sono mai state.

Se il Comune è più importante del PD, è bene che Di Tullio si dimetta al più presto e lasci lavorare chi rispetta le regole e i ruoli; sarebbe bene che anche il sindaco “scherzasse” un po’ meno con deleghe e finte dimissioni, perché questi balletti non dimostrano grande rispetto per le istituzioni, proprio alla vigilia delle elezioni

 
22
Lug
ALBISSOLA MARINA Stampa E-mail
Scritto da Luigi Silvestro   

Dopo i pali pericolanti segnalati nove mesi fa, Silvestro segnala che da una decina di giorni in viale Faraggiana vi e' un altro rischio per la pubblica incolumità a causa di un ulteriore punto luce fortemente inclinato. 

Perche' la giunta Vicenzi non sembra capace di ottenere dalla ditta manutentrice degli impianti di illuminazione pubblica, interventi urgenti di messa in sicurezza e manutenzione nel rispetto della vigente convenzione per dette prestazioni?

Leggi tutto...
 
22
Lug
Il lupo Manzi Stampa E-mail
Scritto da uominiliberi   

IL LUPO PERDE IL PELO MA NON IL VIZIO.

Dopo aver avvallato, da vice sindaco nella passata giunta, il pasticcio del rilevato ferroviario, il Cristiano (?) Popolare Michele Manzi, candidato senza successo dall’ "opposizione" nelle scorse elezioni, appoggia la Ristrutturazione delle ex Colonia Milanese d’accordo con la Giunta del suo eterno amico Renato Zunino...LEGGI

 
Ipercoop Stampa E-mail
Giovedì 22 Luglio 2010 05:34

LA COOP SEI TU E DEVI DARE DI PIU'

Tempi di crisi, ma ho notato che l'ipercoop di Savona sta un po’ esagerando con i prezzi di moltissime cibarie, forse forte del monopolio in provincia, e dire che dovrebbe diminuirli visto che stanno risparmiando sul personale con le casse automatiche che toglieranno moltissimi posti di lavoro alle cassiere.

Da qualche tempo a questa parte i prezzi dell'ipercoop di Savona sono veramente scioccanti rispetto alle ipercoop di altre città, ora come esempio porto una prelibatezza non di certo economica, su cui però mi è caduto l'occhio, potrebbe essere molto divertente paragonare poi i prezzi di molti altri prodotti.

Guardate lo stesso sushi, la scorsa settimana, alla coop di Savona costava 3,95 euro in più che a Varazze, siamo a circa il 40 % in più!!!

Ma come? Fanno lo sconto ai varazzini che hanno votato PDL, mentre i savonesi che sono molto più di sinistra vengono duramente puniti!!!

 
21
Lug
Livio Di tullio Stampa E-mail
Scritto da uominiliberi   
SCHERZI DA  CROZZA!!!!
Quindi chi pensava che il neosegretario provinciale del PD non avesse la minima intenzione di lasciare la carica di assessore comunale all'urbanistica aveva la vista lunga…leggi...addirittura ci raccontano che lo stesso sindaco Berruti avrebbe pregato in ginocchio il nostro di non lasciarlo solo, soletto, a pochi mesi dalle elezioni. Altrimenti, il buon Crozza, in virtù della carica politica, potrebbe addirittura non ripresentarlo alle elezioni se e' vero, come e' vero, che un siffatto boss e' capace di tutto, anche di eliminare compagni di strada ormai inutili alla sua carriera.
Qualcuno dirà: se il PD savonese e' arrivato a questi punti, affari suoi, forse siamo "alla frutta".
In realtà il discorso coinvolge tutto il sistema dei partiti, almeno di quelli che rifiutano il concetto di "partito di proprietà" costruito e pagato dal principe.
Sì, perché uno dei capisaldi della riforma dei partiti, sia a destra che a sinistra, era, sino a qualche tempo fa, il principio della "incompatibilità" tra cariche partitiche e incarichi pubblici,giusto per impedire che il "crozza" assessore sia tentato di usare il suo potere amministrativo a vantaggio del "crozza" segretario politico. Oggi,prendiamo atto,che nel PD non esistono problemi di questo tipo,forse perché hanno trovato il modo di stipendiare, in maniera trasparente,i loro dirigenti che vivono comunque del loro lavoro. Peccato che la nuova nomenklatura appaia incerta nell'affrontare un problema sul quale lo statuto dovrebbe essere sufficientemente chiaro!!
 
21
Lug
La Chiesa Stampa E-mail
Scritto da Falco Savonese   

La chiesa, le case e il messaggio cristiano

Un recente sondaggio lanciato su Uomini Liberi chiede ai lettori di pronunciarsi sulle operazioni immobiliari della chiesa savonese, se siano o non siano rispettose del messaggio evangelico. Penso, con tutto il rispetto per la redazione, sia sbagliato di fondo. La parola di Cristo (“Lascia tutto quello che possiedi ai poveri e seguimi”) non ha mai indicato una chiesa in possesso di beni terreni, figuriamoci se poteva avallare vendite ed eventuali speculazioni varie...

Leggi tutto...
 
21
Lug
Regione Stampa E-mail
Scritto da uominiliberi   
GOVERNATORE DI CALABRIA?
Frenetico l'attivismo del confermato presidente della Regione Liguria riguardo alle cosche ed alla loro pericolosa presenza negli appalti pubblici.Non passa giorno che non registri una dichiarazione di intenti, un nobile proposito di pulizia, una intemerata che guarda dritto il problema..leggi

Eppure, ad urne aperte, non abbiamo registrato nulla di simile anche perché alcuni straripanti candidati provenivano da quelle contrade e sarebbe stato poco elegante formulare troppi quesiti. In conclusione, Burlando prevale sull'avversario per 34.912 voti…leggi…che,sommando i consensi dell'UDC e dei Pensionati(35 mila e rotti),a lla luce delle intercettazioni telefoniche rese note, ci riempiono la testa di pensieri: vuoi vedere che "qualcuno" e' stato più che mai determinante nel dirimere la contesa elettorale! Questo "qualcuno" si potrebbe identificare, con una paziente analisi del voto,collegio per collegio? No, non possiamo permettere che questi dubbi alberghino nelle pieghe più recondite del centro-sinistra: ci consoliamo, pensando che anche l'altro schieramento abbia fruito di appoggi, diciamo, "non troppo raccomandabili". Ammesso e non concesso, la cosa ci riempie di tristezza!!!

 
20
Lug
Alassio Stampa E-mail
Scritto da Roberto Avogadro   
ALASSIO: gli affari prima di tutto e l’edilizia sopra tutto
La vergognosa situazione che si sta verificando ad Alassio con i lavori di demolizione dell’ex hotel Rex, in via San Vincenzo Ferreri, lavori iniziati assai inopportunamente a fine Giugno, cioè in piena stagione turistica, sono lo specchio della situazione amministrativa che Alassio sta attraversando da diversi anni, sintetizzabile in un solo pensiero: gli affari prima di tutto e l’edilizia sopra tutto!
Quelli dell’ex hotel Rex sono lavori che nessuna amministrazione, specialmente di un paese turistico, avrebbe mai autorizzato. Due strade, Via San Vincenzo Ferreri e via Piani Romani, decine di condomini, centinaia di persone ostaggi, ormai quasi da un mese, di un cantiere fatiscente dove tutte le norme di sicurezza, attiva e passiva, sono disattese. Via San Vincenzo Ferreri, non si sa per quale diritto trasformata in una strada di cantiere con grossi camion che si muovono avanti e indietro per essere caricati di detriti. Rumore, polvere, anche crolli, una recinzione del cantiere costituita da semplici transenne... e nessuno di quelli che dovrebbero intervenire per tutelare sicurezza e salute dei cittadini ha ancora mosso un dito per fermare questa autentica barbarie.

Lavori fatti in questo modo forse non è più dato di vederne neanche in Albania o Romania, forse solo nel terzo mondo più arretrato, eppure ad Alassio questo è successo e continua a succedere impunemente, in piena stagione turistica. E il bello dovrà ancora venire quando, dopo aver fatto scempio a livello fuori terra, questi fenomeni dell’edilizia creativa affronteranno i lavori a livello interrato. Se tanto mi da tanto ne vedremo delle belle e non vorrei trovarmi nei panni degli sfortunati frontisti dei palazzi circostanti, che tutti, a cominciare dall’amministrazione comunale hanno lasciato in balia degli eventi. Senza la minima tutela dei loro più elementari diritti.

Uno scandalo in piena regola perpetrato in nome del business edilizio, sicuramente uno dei tanti qui ad Alassio, ma questo certamente il più clamoroso perché fatto in maniera assolutamente spregiudicata e contro qualsiasi norma e regola.   A come Alassio – Lista Avogadro

 
20
Lug
dalla Quarta circoscrizione Stampa E-mail
Scritto da Francesco Murialdo   
Nuovo stadio a Legino
 In queste ultime settimane si susseguono, sulla stampa locale, dichiarazioni circa la realizzazione del nuovo stadio a Legino in sostituzione del “vecchio” Bacigalupo che parrebbe potersi concretizzare in tempi brevissimi, salvo freni al progetto per “mal di pancia leginesi” o “impacci burocratici”.
Mi pare si stia correndo un po' troppo e bisogna che qualcuno dica ai savonesi (e al Savona FBC) che quei presunti e temuti “freni” non sono solo pastoie formali ma derivano da reali problemi di sicurezza e di equilibrata programmazione urbanistica.
Tralasciando...
Leggi tutto...
 
20
Lug
La nuova Margonara Stampa E-mail
Scritto da Marco Preve   

Salvo lo scoglio della Madonetta così nasce la rivoluzione dopo Fuksas
Nel progetto tagliati drasticamente cemento e posti barca

La nuova Margonara

Sparito il grattacielo di undici metri, cancellati anche dodicimila metri quadrati di posti auto. Intatti i volumi complessivi  da La Repubblica Marco Preve
Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1101 1102 1103 1104 1105 1106 1107 1108 1109 1110 Succ. > Fine >>

Pagina 1102 di 1155
 















Login

Registrati per poter commentare gli articoli



Newsletter

Per essere informato sugli aggiornamenti del sito iscriviti alla Newsletter
Banner
   

visite dal 13 - 01 - 2003
Gli autori dei testi sono responsabili dei dati, delle analisi e delle opinioni in essi contenuti
Il sito non è una testata giornalistica, si basa su attività di volontariato e non viene aggiornato con cadenze fisse.
Copyright © 2010 uominiliberi. All rights reserved.

Designed by Massa

 

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information