Il Complesso di San Giacomo parteciperà al bando istituito dalla Fondazione San Paolo di Torino

Complesso di San Giacomo: “Il lavoro svolto in collaborazione tra il Comune di Savona e l’Associazione Amici del San Giacomo consentirà di al bando istituito dalla Fondazione San Paolo di Torino

In occasione dell’ultima, recente, giunta comunale è stato espresso parere favorevole al progetto per il recupero parziale di una porzione importante del Complesso del San Giacomo. Proposta presentata dall’Associazione “Amici del San Giacomo”, con il sostegno ed il coordinamento del Comune di Savona, destinata a concorrere ad un importante bando di finanziamento.

Da parte dell’amministrazione civica, il lavoro è stato coordinato dal Vice Sindaco Arecco e gestito dal Dirigente dell’ufficio lavori pubblici dott. ing. Delfino.

Quello autorizzato in data odierna è il secondo progetto predisposto per il recupero del complesso che vede la  luce nel 2020, sempre sotto l’egida degli stessi promotori.

Il primo di essi ha riguardato il recupero funzionale del sagrato, ed attualmente è corso di valutazione per il suo eventuale finanziamento da parte della Fondazione De Mari.

Questa seconda proposta, che verrà presentata con richiesta di finanziamento alla Compagnia di San Paolo entro la fine del corrente mese, è ancora più ambiziosa rispetto alla precedente: “essa è incentrata sul ripristino dell’accesso all’abside  della chiesa, allo scopo di consentire ai savonesi di godere nuovamente degli affreschi risalenti a 1550, il cui autore è Ottavio Semino, dei quali era preclusa al pubblico la vista da vari decenni.

E’ altresì previsto il recupero dei 160 mq del refettorio, che potrebbero essere utilizzati come sala mostre, convegni, multimedialità, centro di aggregamento sociale“.

Dalla collaborazione tra l’Amministrazione pubblica e “l’Associazione Amici del San Giacomo” ha finalmente preso l’avvio un percorso virtuoso che, nell’auspicio dei savonesi, dovrà condurre alla rinascita di uno dei principali simboli culturali ed architettonici della città.

Condividi:
0

Lascia un commento