Nome: Alessandro

Cognome: Chirivì

Età: 32 anni, avvocato

Tendenza politica: centrodestra, area cattolica del PDL

Sei Favorevole all'ampliamento, attraverso il carbone, della centrale di Vado? L'ampliamento della centrale di Vado è un argomento complesso, che non può essere affrontato con posizioni aprioristiche e preconcette; premesso che la centrale a carbone rappresenta una tipologia di produzione di energia elettrica ormai superata e che ritengo sarebbe meglio incentivare la diffusione delle tecnologie perla produzione di energia "pulita" (fotovoltaico, geotermico, eolico...), non sono contrario all'ampliamento della centrale, purchè detto ampliamento generi positive ricadute occupazionali sul territorio della provincia ma soprattutto a condizione che sia effettivamente garantito che l'ampliamento non comporterà l'aumento delle immissioni nell'atmosfera, per la tutela della salute delle persone e dell'ambiente.

Sei Favorevole alla Margonara? Sono assolutamente contrario alla realizzazione della torre di Fucksas, che avrebbe un impatto ambientale devastante, un vero e proprio sfregio alla costa, mentre sono favorevole alla realizzazione di un approdo turistico, sempre che sia contenuto nelle dimensioni e che venga inserito in maniera armoniosa nel contesto naturale circostante.

Pensi che la costa sia troppo cementificata? Si, la costa non dovrebbe più essere oggetto di speculazioni edilizie selvagge, gli unici interventi consentiti per il futuro dovrebbero essere quelli mirati ad un'effettiva riqualificazione di tratti di costa degradati ovvero all'incremento degli insediamenti alberghieri e qualche piccolo intervento di realizzazione di approdi turistici, sempre e comunque di minimo impatto e modesta dimensione.

Cosa pensi dei dirigenti della tua parte politica? Ritengo che rappresentino quanto di meglio offre attualmente il panorama politico. Dal livello provinciale passando per il livello regionale fino a quello nazionale i vari Biasotti, Montaldo, Orsi, Scandroglio, Vaccarezza (citati in rigoroso ordine alfabetico) sono i punti di riferimento di chi inizia ad occuparsi di politica, e il Ministro Scajola, per capacità, competenze e prestigio non può che esserne il leader naturale.

Secondo te, i giovani nei partiti politici savonesi, meriterebbero più spazio? Non credo che i giovani debbano avere più spazio nei partiti solamente in ragione del dato anagrafico, sono contrario alle "quote verdi" così come alle "quote rosa". Sono convinto che il criterio di selezione delle classi dirigenti dovrebbe essere quello meritocratico; i giovani devono conquistare gli spazi con le loro capacità personali e professionali, prima di chiedere o pretendere posti ed incarichi devono dimostrare nel lavoro e nelle professioni quello che valgono e che sono capaci di realizzare.

 

VOTAMI