ELISOCCORSO, MELIS (M5S) REPLICA ALLA LEGA

ELISOCCORSO, MELIS (M5S) REPLICA ALLA LEGA: “L’ITER PER PRIVATIZZARE IL SERVIZIO È FRUTTO DI DECISIONI TARGATE LEGA E SALVINI”

 Genova, 21 maggio 2020 – “Sulla dismissione del servizio di elisoccorso in Liguria, è doveroso fare chiarezza. Lo facciamo chiamando in causa tre considerazioni che di fatto smentiscono quanto dichiarato nei giorni scorsi dagli esponenti della Lega. Uno: la famosa lettera, cui fa riferimento il consigliere e nella quale il dipartimento dei Vigili del fuoco ventilava l’ipotesi di rescindere dalla convenzione elisoccorso integrato tecnico-sanitario, risale all’epoca in cui alla guida del Ministero degli Interni c’era Salvini. Due: sulla questione si era dibattuto a lungo già nel 2016, allorché in un suo comunicato l’assessore competente Viale ventilava l’ipotesi di cercare soggetti privati cui affidare il servizio, che guarda caso vennero individuati in area lombarda. Tre: sappiamo che in questo momento è in essere la discussione della convenzione con i Vvf per la parte che non sarà affidata ai privati. Su questo particolare aspetto, stiamo ancora analizzando i dettagli: di certo vi è che, di fronte a un’eventuale sovrapposizione degli attori chiamati in causa per il servizio elisoccorso in Liguria, sorgono notevoli dubbi sulla correttezza amministrativa e sul perimetro dell’attività che a questo punto verrebbe affidata ai privati”. È quanto dichiara il consigliere regionale Andrea Melis commentando la recente nota stampa della Lega.

Che poi aggiunge, entrando nel dettaglio: “Su quest’ultimo aspetto, cioè sulla convenzione Vvf, vale la pena sottolineare che emerge chiaramente che il Servizio SAR (Search and rescue), il solo a rimanere in capo ai Vvf mentre il servizio primario HEMS e il servizio secondario sarà a carico di Airgreen, è stato pensato in modo che i Vvf possano garantirlo solo nei giorni festivi e prefestivi. Nei feriali, invece, il servizio primario SAR sarebbe garantito solo “qualora sia disponibile all’impiego l’elicottero VF con relativo equipaggio, con un preavviso di 24 ore al Servizio Regionale di emergenza sanitaria “118” e di Protezione Civile.”  Ogni volta che sarà impossibile dare un prevviso di 24 ore (cosa che sembra scontata dal momento che parliamo di interventi che richiedono un soccorso sanitario immediato e urgente al fine di salvare vite umane) si apre uno spazio favorevole al privato, così come lascia presagire il punto 5.2 del Capitolato tecnico della gara aggiudicata ad Airgreen. In esso si afferma che “saranno definite procedure che di norma prevedranno l’intervento dell’elicottero in convenzione con i VVF per i servizi SAR e di emergenza sanitaria”. La locuzione “di norma” letta in combinato con il preavviso di 24 ore, lascia intendere che nei feriali il privato avrà modo si sostituirsi ai Vvf nell’erogazione del servizio primario SAR”.

“Ricordiamo bene quanto dichiarato da Viale nel maggio del 2016 – conclude Melis -, quando agli organi di stampa fece sapere: “Grazie all’accordo di collaborazione con la Lombardia, metteremo in condivisione il servizio di elisoccorso. Noi forniremo il mezzo, Regione Lombardia i piloti. Questo ci permetterà di garantire un servizio dedicato al soccorso e non misto, come quello preziosissimo, ma pur sempre non esclusivo, garantito finora dai Vvf, con cui la collaborazione non finirà”. Parole che indicano chiaramente come questa Giunta avesse, fin dalla prima ora, deciso di intraprendere questo percorso. Rileggendo il passato e confrontandolo con il presente, sembra che la Giunta ligure abbia voluto “opporre” una resistenza passiva, ottenendo però il risultato cui ambiva”.

MoVimento 5 Stelle Liguria

Condividi:
0

Lascia un commento