Continua l’attacco al territorio di Vado Ligure

Non c’è pace per il territorio di Vado Ligure, oltre alla devastazione creata dalla Piattaforma e alla mancanza di infrastrutture, ogni tanto spuntano nuovi progetti che mettono in allarme la popolazione.

Tempo fa il deposito di bitume, poi il deposito petrolchimico, il biodigestore ed ora un rigassificatore nell’ex carbonile della Tirreno Power.

Naturalmente anche su questo possibile impianto sono arrivate le smentite, ma intanto chi è interessato butta lì la notizia per vedere la reazione.

A nulla valgono le smentite della Sindaco che, dopo aver accettato in questi anni ogni proposta dell’Autorità Portuale senza battere ciglio, ora pretenderebbe di essere credibile nelle sue sdegnose proteste.

Del resto come ha dichiarato un politico locale che dovrebbe difendere il nostro territorio …Si chiama Porto Vado non Vado Beach…

Condividi:
0

Lascia un commento