Celle Ligure. Precisazione dell’assessore Giorgio Siri

Da “Civettaro” o “Civettuolo” ad Amministratore del Comune.

Lo devo anche alla Civetta, senz’altro, di cui sono stato tra i fondatori e con la quale ho sempre collaborato, prima, negli anni 1980, e dopo, quando abbiamo ripreso le pubblicazioni, dopo un sonno di qualche anno.  Aver seguito le vicende di Celle, aver fatto parte di un’opposizione che, con una critica se possibile propositiva, è stata partecipe di tutti i fatti salienti che hanno riguardato la comunità locale, in questi anni, cercando di analizzarli con lucidità, aver costantemente operato per formare le possibilità di un’alternativa, ritengo abbia contribuito ad inviarmi, con il voto dei concittadini, tra i banchi del Consiglio comunale ed intorno al tavolo della Giunta. Detto ciò il mio ruolo cambia; la mia collaborazione con la Civetta prosegue ma non mi occuperò più di politica locale per non assumere alcuna parvenza di incompatibilità,  per  quanto concerne lo svolgimento delle mie funzioni in Comune, di  “conflitto di  interesse”,  o  di  posizione di vantaggio; per non essere controllato e controllore, per non agire e criticare insieme; mi  occuperò di altri argomenti, cercherò di contribuire agli approfondimenti culturali, ad attualità varie e di politica generale, non locale. In Consiglio comunale era emerso il problema ed il capogruppo della Minoranza ha chiesto se la Civetta, in qualche modo, sia legata all’attuale Maggioranza; e non è così, infatti; la Civetta, legittimamente, ha sostenuto la lista “Aria nuova” ma sicuramente non ne è, ora, l’organo di stampa, anzi, per come conosco il mio collega e caporedattore, Pierino Ratto, non è escluso che ci dovremo attendere “beccate” anche noi, secondo come si svolgerà la nostra azione!

Anch’io, redattore, ne potrei diventare oggetto, ben lungi dal potermi valere della testata come “arma di difesa”!  Altro sarà poter essere eventualmente ospitati per dire la nostra e se ne saremo richiesti.

 Da A Civetta

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Condividi:
0

Lascia un commento