Celle Ligure, Campane a stormo. I primi, scampanellamenti ancora nel ‘segno di Z’

Ai tempi dei ‘campanili’ erano le campane che comunicavano per radunare le genti: ‘a festa’ per eventi di tripudio, ‘a morto’ per chi era passato a miglior vita, ‘a stormo’ o ‘a martello’ per riunirsi a far fronte ad incombente pericolo.

Ecco, siamo ai terzi rintocchi, chiamando a raccolta persone di buona volontà e di attaccamento alla località e comunità.

Questo, avendo sentito già recenti, i primi, scampanellamenti ancora nel ‘segno di Z’ (Zunino): lo ‘Z’ bis, l’unus non essendo riuscito a perpetuarsi.

Parliamo, anche se parrebbe per enigmi o rebus, delle prossime elezioni e della lista elettorale ‘Uniti per Celle’ i quali, evidentemente (disuniti sino ad oggi…?), si sono trovati (o ritrovati…?) con qualche riconversione a dir poco urticante, qualche tempo fa…, sentita tra spifferi trasversali, su improbabili ‘vie di Damasco’… Quando apparirà la lista ne potremo dire di più.

Di altro non sappiamo, liste intendiamo, segno che l’Ossitocina continua i suoi effetti. Non ai piani alti, e non a Celle, dove gli ordini hanno bloccato il passaggio del testimone che avevamo ipotizzato, con riserva.  Altro segno, che i ‘giochi’ di Celle non si fanno a Celle!

Dove quelli che parrebbero contare,  e qui contano  e  hanno contato,  lo fanno  per designazione  ricevuta, e dunque non per amore  del Paese  – avranno  e  sentiranno anche quello, per carità! – ma in funzione di qualche retro e superiore potere, o visioni o interessi di più ampio raggio, gettate alle spalle le ideologie che tanto hanno animato, cadute  o crollate  e già tramontate nel secolo scorso.

E non sappiamo, cercheremo di saperlo, come l’abbia presa la ‘designata’, Assessora (Boldrini docet) ai Lavori Pubblici e Vice- sindaco, alquanto apprezzata per entrambe le funzioni.

E pure, smaltita l’OXT, se si sta muovendo qualcuno o qualcosa su altri versanti.

Pierinratto A Civetta

Condividi:
0

Lascia un commento