Autoritá portuale padrona di Savona

Dopo la manifestazioni dei disabili e l’approvazione del protocollo d’ intesa  tra il Comune e l’Autoritá portuale lo scaletto senza scalini, in molto ritardo, potrá riaprire. Paolo Canavese, fratello del più famoso Rino, in qualità di dirigente  dell’ Autorità portuale aveva espresso la volontà di spostare lo Scaletto senza scalini (un fiore all’occhiello di Savona) in altra zona a causa di fantomatici problemi sanitari. Non contento di questa trovata, senza vergogna, aveva tirato fuori, dopo 11 anni, un tributo da pagare di 400 euro. Tributo che verrà pagato dal Comune. Ora tutto é risolto, ma siamo certi che l’Autoritá portuale tornerà alla carica per togliersi dai piedi quel “fastidioso” fardello

Lascia un commento