Attenti a quei tre. Il gruppo misto sembra non essere più benvoluto dalla maggioranza

L’ aver messo le dita nella piaga e criticare le scelte scellerate della maggioranza non è andato giù alla maggioranza, i più arrabbiati sono il Consigliere Versace e gli assessori indignati per i continui post e le dichiarazioni ai giornali contro il sindaco

Il gruppo misto non è più considerato in maggioranza e i tre rappresentanti del gruppo verranno giudicati  in base ai loro comportamenti

Questo diatribe potrebbe creare qualche problema alla Giunta. In teoria se tutti e tre i  membri del gruppo misto votassero contro, la maggioranza sarebbe risicata, d’accordo che il Pd  nelle decisioni più importanti fa da stampella, ma la Giunta dovrebbe sperare che nessuno dei consiglieri della maggioranza abbia la febbre o il mal di testa.

Il fatto scandaloso c’è stato ieri. La convocazione di una capigriuppo, non per parlare delle scuole o dei problemi di Savona, ma per parlare del gruppo misto.

Un‘ indignata Simona Saccone ha emanato un comunicato stampa sulla riunione  di ieri:

Vengo a conoscenza di una riunione capigruppo fatta ieri nella quale, per mio rammarico invece di parlare delle criticità della città  di Savona l’argomento principale della convocazione è stato il gruppo misto e le esternazioni da me fatte, chiaramente pubblicamente contro il nono assessore che risottolineo viste le criticità della città e il comune in predissesto  non era necessario, soprattutto  non era necessario spendere soldi pubblici invece che per le scuole, i disabili e tanto altro per un assessore in più in una città di non grandi dimensioni come Savona.

Ribadisco ancora maggiormente il modus operandi sbagliato riguardo la lapide e il corteo.

Ribadisco l’importanza del sociale, dell’economia, della pulizia e delle scuole e tanto alto e penso che questa amministrazione debba concentrarsi su quello per il bene dei savonesi e della città.

Viene evidenziata in questa capigruppo che il misto non farà più parte della maggioranza e che i singoli componenti verranno giudicati in base ai comportamenti e affermazioni dentro e fuori dal comune.

Bene io non sono a scuola o a lezione io sono stata eletta dai cittadini e penso che gli unici che debbano avere il diritto di giudicare siano gli stessi cittadini che ricordo essere coloro che con le loro tasse pagano gli stipendi al sindaco e ai membri della giunta.

Detto questo io continuerò prendere le parti dei cittadini onesti e per bene, votando secondo coscienza e cuore come ho sempre fatto.

Cordiali saluti

Simona Saccone Tinelli

Condividi:
0

Lascia un commento