www.truciolisavonesi.it spazio di riflessione per Savona e dintorni se vuoi leggere notizie che non si trovano sui giornali e su altri blog



IL BLOG di
MARCO PREVE
martedi 1 dicembre VILLA PIANA parliamo di noi della "CIANNA"
MARGONARA - Mandiamo una email  all'Autorità portuale per chiedere che la seduta del 16 dicembre della conferenza dei servizi venga aperta al pubblico, appoggiando incondizionatamente la richiesta di Italia Nostra.... SCRIVI
30 novembre
 
 

ESPOSTO ANONIMO CIRCA I CONCORSI A TEMPO INDETERMINATO NEL COMUNE DI ALASSIO.
IL SINDACO MELGRATI DENUNCIA.

 

                                 La serata di Roberta Gasco a Cengio

                        si conclude con lo "sfratto" di Elio Mastella

Cengio - Un brutto incidente diplomatico sta turbando Cengio, il paese più descritto della Valbormida per la quarantennale Acna story e forse questo primato pochi lo conoscono.

Ma Cengio potrebbe ora  fregiarsi e non sta a noi dire se in positivo o negativo, di un altro primato. Al "grido" : <Siamo tutta gente perbene e certi personaggi qui non sono graditi...> è stato "sfrattato" da un incontro popolare Elio Mastella, il secondogenito dell'ex ministro Clemente e soprattutto della più discussa "lady" Sandra Lonardo.

Moglie affettuosa e potente presidente del Consiglio regionale della Campania. Non ci interessano le disgrazie giudiziarie perchè, a nostro avviso, siamo "tutti innocenti" e "perseguitati" dalla Giustizia.

 Stando ai racconti dei presenti, intorno alle 23,30, nella sala paesana, c'era un appuntamento destinato a bambini, con Roberta Gasco, consigliere regionale Udeur, figlia unica di un ex segretario provinciale Dc ai tempi gloriosi di Taviani-Olimpio. Con lei la commercialista pietrese Teresa Bergamaschi, di fresca nomina provinciale alla presidenza Tecnocivis e relativi accompagnatori.

Sarebbe stato un esponente del Pd a riconoscere Elio, spesso ospite della fidanzata in quel di Loano, da sempre definito il più giudizioso della famiglia, fratello di Pellegrino (estroso ed appassionato di auto sportive) e di Sasha, ultimogenita. Qulcuno ha avvicinato la Gasco, con richiesta di conferma sull'identità dell'ospite. <Certo che è lui, che problema c'è?>.

Scatta la richiesta più o meno perentoria: <Fuori...>. E lei: <Come...cosaaa?. Roba da pazzi...>. Finale non proprio a sorpresa. La piccola comitiva, compresa la segretaria del consigliere regionale, tolgono il disturbo. Indispettite. Contrariate. La pluridecorata Cengio questo affronto non doveva farlo. Elio e c. non lo meritavano? Ma del resto "paese che vai, usanza che trovi". 

 
                     PERCHE' DA NOI, NO???
Belle notizie per la città di Genova ed il suo porto. Firmato oggi un accordo tra A.P.E. compagnia crocieristica MSC che prevede  l'uso del combustibile a moderato tasso di zolfo per le navi alla fonda, primo  deciso passo per diminuire il tasso di inquinamento da fumaiolo…leggi…la compagnia, che effettua oltre 150 scali l'anno, manifesta,con questa scelta, un atteggiamento di grande rispetto verso la città che la ospita.

Tutto il contrario di quanto accade a Savona, con la premiata ditta Costa, che non ci risulta abbia mai prospettato accorgimenti simili, pur occupando la nostra rada per oltre 200 giorni all'anno ed avendo richiesto ed ottenuto un terzo accosto.

Certo,fino a che avremo, da parte delle Autorità Portuali e comunali, un atteggiamento servile e succube verso il colosso multinazionale, non riusciremo a cavare,il classico "ragno dal buco". Autorità codarde, sempre timorose di disturbare il manovratore, per paura di essere scaricate, non producono nulla di buono per la nostra città sia sul piano economico che su quello ambientale: ed in ciò, purtroppo, sono suffragate da una stampa talmente pusillanime che, nel terrore di perdere un rigo di pubblicità, e' pronta a giurare non solo che il problema non esiste, ma che, da quei camini esce solamente una fragranza all'acqua di rose.

 

Loano e dintorni (11) - <Cosa va e non va >

Loano: promosso un questionario
dopo un referendum voluto da CENERE negli anni ‘90
Indagine d’opinione sul traffico e la sicurezza

di Gilberto Costanza

29 novembre

UNA NOSTRA LETTRICE CI SCRIVE SU MARCO TRAVAGLIO

Sno d'accordo con quanto avete scritto, vorrei aggiungere pero' una cosa che mi ha colpito fra le cose che ha detto.

Premetto che da anni seguo quello che scrive e lo stimo molto,  è l'unico giornale cartaceo che leggo, insieme ai suoi libri e' "Il Fatto Quotidiano". Mi ha lasciata di stucco il panegirico che ha fatto nei confronti de "Il Secolo XIX" , non capisco come faccia a giudicarlo a priori obiettivo, solo per il fatto che l'editore fa solo l'editore, forse non lo legge conoscendo la situazione savonese.

Mi farebbe piacere sapere cosa ne pensate. Grazie

 

                Cimici vere e cimici "presunte"

Insomma, si tratta di parassiti veri oppure "presunti", come sembra adombrare il magistrato,che non ci sembra abbia voglia di scherzare, a sentire il tono del suo comunicato? ...leggi...Se sono "veraci", gli schifosi insetti sono stati certo collocati da qualche manina, ed e' giusto che il loquace presidente della provincia chieda che si faccia luce.

Ma se si tratta di una montatura, magari per una captatio benevolentia atta a guadagnare consensi presso la pubblica opinione, allora il discorso cambia ed e' inderogabile l'accertamento delle responsabilità. La cosa peggiore sarebbe lasciare tutta la questione nel vago e nell'indeterminato, come se tutti avessero ragione (o torto) e la verità un optional a gentile richiesta.
 
            Il crocefisso e un povero Cristo macellato dal potere
La questione del crocefisso è diventata un’intollerabile sequenza di demagogiche prese di posizione e di mistificazioni spese a piene mani. Non è possibile continuare a seguire nel silenzio una simile situazione per chi nei valori del cristianesimo, cosa diversa dal cattolicesimo, crede ancora.
 Inaccettabile che forze politiche impegnate nella riuscita missione di diffondere odio razziale e xenofobia sfruttando la crisi economica e la paura del diverso (che qualsiasi testo di Psicologia Sociale indica come uno dei più incisivi punti di presa delle masse) si approprino di un simbolo  come fossero antichi Templari.
Arrivando a distribuirlo sulle piazze come un santino elettorale. Inaccettabile che altre forze politiche portatrici dei dogmi del classismo e  del capitalismo sbandierino l’ultimo domicilio di Cristo come proprio segno distintivo.
 Inaccettabile che la chiesa...CONTINUA .....Falco savonese

28 novembre
                                         COSA DIRE A TRAVAGLIO...

Ancora una volta, ha fatto il pieno (circa 600 persone hanno affollato l'aula magna del campus di Legino)… leggi… ma purtroppo le due domandine facili facili, nessuno degli astanti e' riuscito a formularle.

La prima: "purtroppo lei  non sa che un corso di laurea del  Campus e' finanziato da una potente industria termoelettrica  le cui ciminiere fanno  capolino dietro le snelle architetture del sito. Ora, detta centrale, del gruppo DeBenedetti, sta spendendo centinaia di migliaia di euro in pubblicità, per convincere i cittadini del comprensorio savonese ad accettare il potenziamento a carbone dell'impianto, giurando e spergiurando che conosce la tecnologia del "carbone pulito". Noi che abbiamo apprezzato, come sempre, la sua verve dialettica, vorremmo che i docenti del nostro corso, mettendo in pratica le sue indicazioni, ci facessero  lavorare su  certi temi, invece che disperderci  in un pulviscolo di argomenti generici, e magari portassero il problema anche a livello televisivo.

Il secondo quesito concerne il "cemento" ed i suoi sponsor. Lei certo non sa (a che pro informarla?)  Che gli amministratori di questo campus , quando si tratta di  progetti e di edilizia si regolano come se le leggi non esistessero: sempre gli stessi professionisti, da anni, gestiscono gli ampliamenti delle strutture, senza alcuna gara di evidenza pubblica. La ristrutturazione  che  certamente ha intravisto (sono alloggi per studenti) e' avvenuta con i fondi destinati, a suo tempo, al recupero di un convento del 1600 (nella piazza di Legino) che la provincia sta lasciando andare in rovina, dopo averlo comprato, a caro prezzo. Anche su questi temi, ci piacerebbe che i direttori del corso ci impegnassero  con assiduità, essendo un  problema gravissimo per Savona, la cui giunta continua ad autorizzare cubature,l asciando nel degrado e nella decadenza i principali contenitori storici della città.

Purtroppo non abbiamo avuto il tempo materiale per porle questi ed altri quesiti: vorremmo tanto che i nostri docenti  ci facessero lavorare su un canovaccio che potrebbe intitolarsi:

"quello che  Marco Travaglio avrebbe  dovuto sapere....."   Foto by A.Gianetto

 
File:Urbe-Stemma.png

                          DA URBE

Il Dott. Aldo Bolla Assessore al bilancio e servizi sociali del Comune di Urbe, nella giornata di ieri 26.11.09 è stato eletto Presidente della Comunità Montana del Giovo, è motivo di grande soddisfazione per il ns. Comune ed è un giusto riconoscimento per la persona. 

    Il V.Sindaco del Comune di Urbe Lorenzo Zunino


27 novembre

Scajola sulla sedia davanti al bar Reposi?

Gesto di solidarietà ai cassaintegrati fattorini de Il Secolo XIX

Savona - Potrebbe essere un pesce d'aprile. "Radio Santi", voce della "folla al Santuario", ha diffuso: <Il ministro Scajola ha sostato e svolto il ruolo di "tribuno", in piedi su una sedia davanti al bar Reposi di via Paleocapa, in occasione dell'inaugurazione della nuova sede del Pdl, scortato da Roberta Gasco, anche spinto da una missione di umana solidarietà >.

E in molti, tra i fedeli seguaci del Santi a chiedersi e lui a bisbigliare: <Lo sapete che Claudio si è voluto fermare di fronte alla sede del Decimonono dopo aver appreso che i tre "fattorini" dovranno far fronte alla Cassa Integrazione per crisi aziendale. Quando noi, popolo di opere buone, siamo stati informati che Flora, la veterana, l'atletico Sergio e la gioviale Monica, non avrebbero più fatto servizio al mattino, ma di pomeriggio, alternandosi, nell'ambito di un piano di risparmi, non potevamo restare insensibili. Proprio noi che, unici in provincia di Savona, siamo in grado di organizzare nella Locanda del Santuario, pranzi da guinness, per 600 persone. E l'amatissimo e generosissimo Claudio, a suo modo, senza rumore, dallo scranno davanti al Reposi, ha manifestato umana vicinanza ai primi cassaintegrati nella storia della redazione savonese>.

Per evitare che il tutto restasse avvolto dal silenzio, ai redattori impegnati nel tuttofare, come ai vecchi tempi (nelle sedi di Piazza Mameli, via Luigi Corsi, via Garassini, Corso Italia,) il ministro ha esteso la solidarietà e la comprensione per essere chiamati a tanto sacrificio. Contratto sindacale a parte.
 

                             SAGGIA DECISIONE!!!

Con non poca  fatica, ma quel che conta e' il risultato! Parliamo del controverso circolo culturale "Guido Trucco", lanciato da alcuni esponenti del  PDL è diventato, dopo le proteste dei congiunti e degli amici di Guido, che hanno sollevato la questione sul piano morale, piu' che su quello politico, un normale circolo denominato "c.i.p"ovvero "centro di iniziativa politica."… leggi...il buon senso, quindi, ha prevalso e di questo prendiamo atto con soddisfazione (l'indirizzo email è rimasto, però, quello del circolo Trucco), convinti che l'onestà ed il rispetto siano valori da condividere, al di là delle diversità degli schieramenti. Di questa partecipazione, oggi vi e' un grande bisogno, per recuperare quel senso "alto" della politica che ha informato l'agire di tanti umili artefici  della nostra democrazia repubblicana. 

 

L'ASSESSORE BRACCO VUOLE SANTIFICARE I CACCIATORI A NOSTRE SPESE

Dopo la messa per i cacciatori sponsorizzata dalla provincia di Savona...LEGGI... ecco il santino dei cacciatori che la stessa Provincia di Savona, Assessorato Caccia e Pesca a proprie spese (dei contribuenti) ha stampato! 

Adesso i cacciatori sono realmente protetti. E così salveranno la Provincia dal bracconaggio? Dalla commercializzazione illegittima della carne di cinghiale e capriolo?   

A quando il santino per i cementificatori (Assessorato Urbanistica)? Ma loro non ne hanno bisogno, di santi protettori e concessori ne hanno tanti!

 

                                          REPETITA NON IUVANT!!!!

continua la squallida strumentalizzazione del nome di Guido Trucco da parte di esponenti del cosiddetto "partito della libertà"...LEGGI... e,ovviamente, permane …la smentita… dei familiari a fronte di una iniziativa che definire inqualificabile e' un complimento!!!!!

 
           ALBISOLA SUPERIORE
          Aggiornamento sul Balbi

"L'alta velocità non è solo un prerogativa delle ferrovie.Il GIS, gruppo di imprese a cui è affidata la demolizione dell'Asilo Balbi e la costruzione del complesso Balbi,  in meno di una settimana ha abbattuto il muro laterale del giardino, raso al suolo i vecchi alberi, sradicati i giochi dei bambini, e sta apprestando il terreno ad ospitare i 60 box sotterranei. Rigorosamente su falda. Le proteste dei cittadini che reclamano una visione condivisa della gestione del territorio, sono cadute nel vuoto. La generosità del il Marchese Tomaso Balbi, che fece dono ad Albisola di questo palazzo con 1000 mq di giardino, è crollata miseramente sotto la logica di mercato.
 Il fatto che il piano terreno venga destinato a ludoteca, non colma la sproporzione con quello che Albisola perderà per sempre.

Uno spazio che, con la volontà di tutti, poteva essere destinato interamente ai bambini e alle famiglie.
Regaliamo uno ultimo scorcio dell'Asilo  da Via S. Pietro.Questo palazzo dei primi del '900 sarà ridotto in polvere. Invece, ironia della sorte, il garage trasformato in salotto urbano a  20 metri dall'asilo  gode e godrà di ottima salute. E ne gusteremo a lungo la visione....

P.S. Le foto sono state scattate lo scorso settembre 2009. L'acqua con la schiuma è un fenomeno che "appare" quando i proprietari lavano il  pavimento sotto la tettoia

26 novembre
                 MOZIONE CONSIGLIO COMUNALE ALBISOLESE
Mozione ai sensi del vigente regolamento comunale – intitolazione piazza o via a Maresciallo di Albisola Andrea Barbagallo, messo alla gogna, linciato e trucidato nella pubblica piazza...LEGGI
25 novembre

      Stanco di vedere"porre ai margini"dei poveri cristi:

        il vostro comportamento significa negare i diritti civili.

L' emarginazione individuale è una  di disagio psichico sociale dell'individuo caratterizzata da un non volontario isolamento individuale, ed è molto relazionata all'elemento del carattere psichico che è la introversione, ed alla discriminazione. La conseguenza è l'emarginazione sociale ove una situazione di disagio materiale e sociale diviene sicura caratteristica di esclusione sociale, povertà e discriminazione. Le cause della emarginazione ...CONTINUA di Sergio Cosimi

 
        Facebook: gli anti-Avogadro doppiano Avogadro!!!
Su facebook il gruppo Lista Avogadro ha raggiunto 141 membri mentre la Lista anti-avogadro ha più che doppiato l'ex senatore con 316 adesioni!..guarda
Essendo gli anti-Avogadro in preponderante numero di sinistra, sfuma il sogno dell'ex senatore leghista di capitanare l'opposizione alassina - sinistra compresa - contro Melgrati.
 E siccome la sezione leghista alassina, presieduta dal Cav. Corrado Barbero, non ne può più dell'ingombrante filosofo del "sano egoismo" (gli ha offerto un posto in lista alle regionali per cercare di disfarsene...), per l'ambizioso Avogadro, in costante rotta di collisione con il PDL alassino che in questo caso è unitissimo, non rimane che il ritorno in terra toscana a gestire il suo albergo senese. Gruppo anti-Avogadro
 
                     OH, CHE BEL PROGETTO!!!!!
Cittadini zinolesi, spalancate le braccia ed applaudite con fervore dinanzi la bellezza e l'armonia del "fronte mare" che la giunta Berruti ha preparato per voi!

 Col solito metodo, a "spizzichi e mozzichi", vi fanno vedere solo un centesimo del totale sperando che vi dimentichiate del resto …leggi...e di essere il quartiere più avvelenato dai veicoli e con rumorosità che ha pochi eguali nel contesto savonese nel frattempo, godetevi il disegno e notate come sia parziale e riguardi, più che il fronte mare, il fronte "monte" perche' non fa capire il contesto completo che comprende la cosa più importante, cioè lo sfondo della baia di Vado Ligure, che secondo i vostri sagaci amministratori ed il signore che siede (ancora per poco) in via Gramsci, dovrebbe essere così, cioè ingombrato da una bazzecola di cemento grande come 24 campi di calcio, chiamata anche piattaforma "multipurpose"…guarda…qui sta il trucco che hanno preparato i nostri astuti navigatori, che, procedendo per ritagli e scampoli, fanno passare tutte le schifezze che i loro committenti hanno in animo per "rinnovare e riqualificare" tutto il cementabile: e ne vorrebbero ancora!!!!

 
            Scontro finale ad Alassio. Aicardi contro Preve
Con il Sindaco Marco Melgrati ormai distratto dalle regionali 2010 (sarà uno dei candidati del PDL), ad Alassio ormai è guerra per la sua successione nel centrodestra. Nel PDL si contendono la candidatura a Sindaco la coordinatrice cittadina del Partito Emanuela Preve ed il Vice Sindaco Gianni Aicardi.

Il Ministro Scajola, al momento concentrato sulla sfida per le regionali e sulle comunali ingaune, per ora non si pronuncia sullo scenario alassino, ma dal suo entourage trapela irritazione per lo scontro in atto tra le correnti del Partito che potrebbe portare ad un commissariamento a breve (come già avvenuto ad Albenga). Melgrati, dal canto suo teme che le frizioni interne possano incidere sul suo risultato alle regionali e invita a raffreddare "i bollenti spiriti". Una cosa è certa: qualora Melgrati in questa fase sponsorizzasse apertamente uno dei contendenti una parte del partito gli si rivolterebbe contro con pesanti ricadute sulla sua amministrazione. La Lega frattanto ha proposto ad Avogadro di correre per le regionali, ricevendo un garbato no grazie. Contarsi prima delle comunali potrebbe essere un autorete per l'ambizioso Ex senatore Leghista che sta già scaldando i motori per le comunali del 2011...

 
                  Dalle Feste dell'Unità al Partito Unico di Potere
Una data precisa segna l’avvio del percorso del vecchio PCI da schieramento politico popolare a forza inglobata dal potere un tempo feroce avversario. Non quella legata al crollo del Muro di Berlino, ma una poco ricordata della quale in questi giorni ricorre il quarantesimo anniversario. Era il novembre 1969, a Botteghe Oscure la direzione centrale comunista si riunisce e decreta la messa al bando di una rivista e dei suoi ideatori e redattori
Aldo Natoli, Rossana Rossanda e Luigi Pintor.

L’accusa, una dichiarata e pericolosa critica di sinistra a quello che potremmo definire “capitalismo sociale” e del socialismo, lanciata dalle pagine del giornale non ancora quotidiano. Una rivendicazione della dottrina comunista ideologica, sempre meno sbandierata dai leader Amendola, Ingrao e Longo, che stava facendo presa e proselitismi nel mondo operaio di allora rischiando di provocare una seria frattura nell’elettorato del PCI. Da allora il percorso della principale forza di sinistra imboccherà sempre più una deriva a destra che lo allontanerà definitivamente dal suo ruolo di tutela delle minoranze più deboli. Quel novembre 1969 segna il distacco del PCI dalle rivendicazioni delle masse ma anche il consequenziale preoccupante diffondersi del radicalismo di sinistra che porterà agli anni di piombo. Quella decisione di emarginare la voce critica della sinistra è  l’inizio della disgregazione sociale e dell’appartenenza “di gruppo”, l'avvio dell’individualismo e della diffidenza verso il diverso che porterà pochi anni dopo al successo elettorale della Lega Nord. Se oggi un esponente parlamentare padano come Matteo Salvini può dichiarare impunemente che “…è più difficile sterminare gli zingari che i topi…” in pieno restauro della logica nazista, la cosa viene resa possibile dalla scomparsa di qualsiasi riferimento di sinistra. Quel novembre 1969 è l’inizio di una penetrazione del PCI nel mondo degli affari, cosa che consegna a tanti faccendieri poco raccomandabili una possibile sponda politica diversa dalla DC. A Savona il caso Teardo e le presunte infiltrazioni massoniche  nella gestione pubblica esplose in quegli anni sono emblematiche in tal senso. La frana non si è più fermata, oggi il percorso del vecchio PCI si è completato con la fusione in un Partito Unico di Potere che raggruppa l’arco costituzionale e consegnerà al nostro Paese mutamenti radicali grazie a maggioranze parlamentari oceaniche. Il progetto è chiaro: portare la magistratura sotto la stretta tutela della politica consegnando a quest’ultima un’impunità globale, isolare qualsiasi voce non allineata, arruolare eserciti di yes men per la gestione politica delle periferie e procurare ai cittadini una lobotomia indotta a livello mediatico. Lobotomia capace di far passare come innocui passatempi i bisogni satrapici di un premier quasi ottuagenario con una ventina di fanciulle schierate a Palazzo Grazioli e oggi conosciute come escort (nel 1969 pochi conoscevano l’inglese e venivano chiamate in altro modo..). Il “povero” Marrazzo, disintegrato politicamente (cosa giustissima) e umanamente, in fondo era dedito a divertimenti quasi dello stesso tipo, cocaina esclusa…

Falco Savonese


24 novembre
IN MEMORIA DELL’INUTILE UCCISIONE DI 1.000 COLOMBI SAVONESI
(clicca sull'immagine per leggere)
 

Circoscrizioni: illegittimo il documento di proposta dei Presidenti Circoscrizione sul dopo....

Il sottoscritto Franco Costantino in qualità di Capogruppo del Partito Socialista Italiano presso la III° Circoscrizione del Comune di Savona in relazione a quanto indicato in oggetto,

Visto ,considerato e constatato l'art.25 del Regolamento sul decentramento ove in modo chiaro e netto si definiscono i compiti della Conferenza dei Presidenti di Circoscrizione ; Visto e constatato che è...CONTINUA

 

Albissola Marina, 24 novembre 2009

Mozione ad oggetto la richiesta di convocazione urgente e straordinaria per trattare delle seguenti proposte di Ordini del giorno:

 1) Aggiornamento sulle determinazioni della Conferenza dei Servizi su Preliminare Porto Turistico.

2) Proposta di OdG su il Diritto all'Acqua e Definizione del servizio Idrico Integrato come Privo di Rilevanza Economica.

3) Proposta di OdG Avverso la Costruzione ed esercizio di una Nuova Unità a carbone nella Centrale Termoelettrica di Vado Ligure-Quiliano....LEGGI

 
RIFIUTIAMO LE ILLUMINAZIONI NATALIZIE 
 OFFERTE DA TIRRENO POWER

La Tirreno Power non si accontenta di pubblicare annunci pubblicitari sui quotidiani locali e nei manifesti lungo le strade. Sta proponendo ai Comuni di finanziare le illuminazioni natalizie. Alcune Giunte hanno già accettato (Albisola). Protestiamo con i Sindaci perché non accettino regali (disinteressati?) da chi ci avvelena

 

                   Federico scopre l'acqua!!!

clamorose dichiarazioni del sindaco di Savona sul problema dell'acqua: dopo aver dimostrato, senza tema di smentite, che essa e' un composto formato da idrogeno(11,19%) e ossigeno(88,81%),con formula H2O, si e' lanciato un una ardita previsione…leggi…dalla quale si evince che la sua giunta non solo e' pronta, ma addirittura prontissima, a cedere parte delle azioni pubbliche, oggi detenute dagli enti locali, alla Iride s.p.a (anch'essa pubblica, perche' il c.d.a. e' nominato dalle giunte comunali di Genova e Torino).

Se la fusione della municipalizzate dovesse continuare, tra poco entrerà anche Enia, controllata dagli enti locali dell'Emilia Romagna.

Come vedete, nulla quaestio: l'acqua ed il suo ciclo di depurazione continueranno ad essere gestiti da caudatari del partito democratico, alla faccia del povero Vaccarezza cui forse avevano messo in testa le multinazionali...

 

       FRANCO ZUNINO RISPONDE A ROBERTO CUNEO

Suvvia collega ing. Cuneo. non sarò un ingegnere così versatile come Lei (dalla Sanità all'Urbanistica) ma come ben sa qualcosa la facoltà di Ingegneria di Genova insegna ed errori così grossolani, come quelli che mi vengono attribuiti...LEGGI... non li commetterebbe neppure il più testone degli studenti del secondo anno di corso. Bastava essere presenti sabato a Montenotte (mi spiace non averLa avuta con noi) per sapere che le affermazioni riportate dalla giornalista non sono state da me pronunciate (purtroppo a volte può accadere e singolarmente ho visto che quanto invece è stato detto da me è stato attribuito ad altri). Se non ci crede basta che lo chieda a chi era presente (fortunatamente in molti). Non nasconda ingegnere la contrarietà all'eolico (naturalmente legittimo ed in alcuni casi anche comprensibile) con strumentalizzazioni che rischiano di essere  ridicole. 

Cordiali saluti, Franco Zunino

 

Savona & provincia (12) - Fatti & notizie

A Savona, premiate due allieve dell’Accademia
In Valbormida, donati 4 lettori dvd a case di riposo
Su iniziativa dei Lions Club: Savona Host e Valbormida

di Gilberto Costanza

 

Progetto retroporto a Varazze- il WWF contesta

la mancanza di veri spazi verdi.

Il WWF Sezione Liguria in merito al progetto di riqualificazione del retroporto a Varazze,ritiene portare a conoscenza le osservazioni e le criticità rilevate e formulate dalla scrivente Associazione inviate a Maggio 2009 a Comune di Varazze, Regione Liguria, Provincia di Savona e Soprintendenza ai Beni ambientali...LEGGI

 
ORDINE GEOLOGI

CONFERENZA DEI PRESIDENTI DEGLI ORDINI REGIONALI DEI GEOLOGI

I Presidenti degli Ordini Regionali dei Geologi di Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige, Liguria, Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Marche, Lazio, Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Sardegna, riuniti a Scaletta Zanclea (Me), mentre...CONTINUA 


23 novembre

Nasce il Circolo Federativo dei Giovani Democratici delle Albisole.

L’attuale contesto politico e sociale è un’inequivocabile testimonianza di un costante declino morale e culturale che, tra le altre questioni, spesso investe violentemente una classe dirigente artefice di un dialogo politico lontano, distaccato dalle reali problematiche del territorio e da questa società moderna. Per questo....CONTINUA


22 novembre
Un uomo politico, un medico, Giovanni Baglietto, che ha le idee chiare e dice tutta la verità sulla vicenda sciagurata del carbone a Savona.

Non basta far luccicare le armi …

Manifestiamo la nostra sorpresa per il gran “luccicare di baionette” da parte del PD. Ci riferiamo ovviamente alla vicenda della raccolta delle firme contro l’ampliamento della centrale a carbone. Sia chiaro, meglio tardi che mai, meglio certamente che il più grande partito di opposizione provi almeno ad impegnarsi in una battaglia di cui, sia chiaro, oggi non può più rivendicare la paternità.

Perché allora questo cambio di rotta ci sorprende così tanto ?

Molto semplice...CONTINUA

 
Eolico e Zunino: pessimo ingegnere o pessimo politico

All'inaugurazione dell'impianto eolico di Cairo (4,8 MW), l'Ing. Franco Zunino, Assessore Regionale all'ambiente ha detto:"In Liguria prevediamo di arrivare a 150MW di energie alternative, tanto quanto produce una unità a carbone della centrale termoelettrica Tirreno Power".

L'assessore confonde i concetti di potenza e di energia: l'energia è il prodotto della potenza per il tempo di funzionamento

La realtà è che le unità a carbone di Vado sono da 320 MW, hanno ormai 50 anni, sono a bassissima efficienza e devono essere sostituite. Però lavorano per 8000 ore all'anno mentre un impianto eolico lavora per 1600 ore annue (media italiana. ben inferiore a quella di 2200 ore fatta credere al sindaco di Cairo). Per cui se il programma eolico della Regione venisse realizzato non farebbe quanto una unità a carbone di Vado, ma farebbe solo un decimo e quindi Zunino ha sbagliato da 10 a 1.

Ora l'alternativa è: o Zunino è un pessimo ingegnere che scambia la potenza con l'energia (e nel campo delle rinnovabili è un errore madornale) o è un pessimo politico che di fronte ad una dichiarazione sbagliata che però piace ai suoi elettori, non resiste e la fa lo stesso anche se è fuorviante, ed allora è un pessimo politico.

Ben venga l'energia eolica ma non chiediamole quello che non può dare e cerchiamo di ricordarci che gli unici che ci guadagnano veramente sono quelli che producono le pale eoliche. Roberto Cuneo

 

Passeggiata Albissola Superiore, divieti e multe di Marco Valente

Per quanto concerne alle multe inflitte a chi passeggia in bicicletta sulla passeggiata ad Albissola Superiore spero davvero che i Vigili Urbani usino il buon senso e applichino le sanzioni solo ai ciclisti spericolati che mettono a repentaglio l'incolumità altrui e che lascino intonso il piacere a famiglie e persone che hanno piena facoltà di godere del diritto di farsi un giro in bici.

Il Comune, prima di imporre divieti assurdi come questo, crei una pista ciclabile valida (per intenderci non ridicola come quella di Celle Ligure, ma magari prenda esempio da quella che collega San Remo ad Arma di Taggia, ndr); con questa triste iniziativa persone e bambini devono pedalare sull'Aurelia dove passano giusto giusto due auto che circolano in senso opposto e dove quando si incontrano due corriere il traffico si blocca? Oppure è meglio pedalare sul marciapiede sperando di non incontrare persone anziane o ancora peggio un Vigile?
Per concludere, un altro grande passo verso un'accoglienza turistica a 5 stelle!
Vi prego, Signori Vigili, col Vostro buon senso rimediate all'ignoranza altrui.
 
                                   GUIDO TRUCCO
Per quasi trent’anni, quando ero militante e responsabile delle ACLI savonesi, ho avuto contatti sistematici con Guido Trucco. Ho apprezzato la sua onestà, il suo rigore, la sua competenza, la sua coerenza. Ne ho ammirato le qualità di amministratore, la lucidità delle analisi, l’umanità, la profonda testimonianza di vita cristiana, l’attività politica limpida ed efficace, al servizio della comunità savonese e della più ampia comunità ligure.

Non posso oggi accettare che ne strumentalizzino il nome ed il ricordo personaggi che con Guido nulla hanno a che spartire, figure che di fronte a lui scompaiono e che, ai suoi tempi, ne furono decisamente l’antitesi, ragazzotti vuoti che neppure lo conobbero,  arrampicatori sociali che i suoi valori sistematicamente sviliscono e calpestano.

Si guadagnino da soli, se ancora ne sono in grado, una patente di vera credibilità ed autenticità, senza nascondere dietro la nobile figura di Guido Trucco le loro meschine ambizioni, senza strumentalizzarla per avere, agli occhi della gente, un abusato avvallo alla loro mediocrità ed alla loro equivocità. Mimmo Filippi  


21 novembre

              Un successo al di sopra di ogni aspettativa

 Si è svolto a Cengio come programmato lo spettacolo ”Dallo sport un futuro migliore per i bambini” spettacolo per famiglie organizzato da Marino Meistro, la serata condotta da Sonia De Castelli, Pino Millern e Ilaria Salzotto è risultata un successo al di sopra di ogni aspettativa.

Oltre a riempire la sala, moltissime persone hanno dovuto assistere allo spettacolo in piedi ed alcune per la gran folla che era presente sono dovute ritornare alle proprie abitazioni.

Ancora una volta Marino Meistro ha dimostrato capacità organizzative non indifferenti ma soprattutto i cittadini di Cengio e dei paesi limitrofi hanno risposto all’appello presentandosi numerosi ad applaudire non solo i personaggi sul palco ma anche il Meistro stesso.

Con questo seguito di persone, chi appoggerà Marino Meistro alle prossime elezioni regionali? 

 

                   SEDICENTI E SPUDORATI!!!!

Visto che la diffida non e' bastata, ogni volta che apparirà su qualsivoglia organi di informazione, la notizia che il sedicente circolo culturale "Guido Trucco" avrebbe organizzato alcunche'…leggi… pubblicheremo la smentita dei familiare…leggi…questo perche' non e' possibile tollerare una mistificazione elettoralistica tesa ad ingannare gli elettori, i quali devono sapere che i sigg.Bellasio ed Orsi, gia' militanti  nel partito di Guido Trucco, oggi portano acqua al PDL, movimento che e' lontanissimo, per idee e metodi, dalla prassi politica del compianto politico savonese.

 
  Caos Albenga: Il PDL si affida a Super Rosi...

Per la seconda volta consecutiva Il PDL ad Albenga viene commissariato pochi mesi prima delle comunali (al capezzale del partito agonizzante è tornato il braccio destro di Scajola, Montaldo). Sono passati alcuni anni, ma non è cambiato nulla anche con l'interregno dell'ex coordinatore cittadino B. Defilippis.

 Le correnti guidate dal Consigliere regionale Barbero e dal consigliere comunale Scneck continuano la loro guerra sotterranea che è già costata il crollo della Giunta di centrodestra diretta da Zunino (che ebbe il merito di strappare la Città alla sinistra, nel frattempo passato nel campo avverso. Barbero e Scneck sono anche indagati per il pasticcio firme che verosimilmente farà saltare l'amministrazione provinciale. Scneck era stato a suo tempo deferito al collegio dei probi viri di FI  per le sue "intemperanze"ma venne poi riabilitato. Barbero addirittura sarà ricandidato alle regionali assieme a Melgrati, Oliva, Fabio Orsi e alla Gasco. Intanto il Partito affronta le comunali ingaune affidandosi  (non è ancora ufficiale ma è ormai quasi sicuro) alla agguerrita Leghista Rosi Guarnieri. Candidatura (che sembra piu' un modo per mascherare le magagne interne che una scelta per vincere le

elezioni...) frutto di un accordo su scala provinciale in via di definizione.

La Lega  chiede oltre la candidatura a Sindaco per Rosi Guarnieri quella di Avogadro per Alassio. IL PDL secondo questo schema dovrebbe avere invece diritto di esprimere il Candidato Sindaco a Loano (probabile G. B. Cepollina o lo stesso Pietro Oliva se non riuscirà a farsi eleggere in regione)e a Savona (qui il candidato potrebbe essere il capogruppo comunale "azzurro" Federico Delfino se, come sembra, Paolo Marson prenderà il posto di Canavese all'Ente Porto)

 
UNA PRECISAZIONE PER UOMINILIBERI E UNA RISPOSTA ALLA DIMISSIONARIA ANGELA VITOLA DI DIEGO GAMBARETTO
 
                      VIABILITA' A VILLAPIANA
Il giorno 18 Novembre presso la Regione era stata convocata una riunione sulle modifiche della viabilità nel quartiere di Villapiana e piazza Saffi, dal Ministero delle infrastrutture e Trasporti.
A tale incontro sono stati invitati: Polizia Municipale, il Comune di Savona e il comitato per la viabilità di Piazza Saffi e Villapiana, il sindaco Berruti ha pensato di non mandare nessun rappresentante e il fantomatico fax annunciato dal vice sindaco Caviglia si è misteriosamente dissolto.
Questo ha fatto ...CONTINUA
 

Il Gruppo Carcare Futuro non parteciperà al prossimo Consiglio Comunale se l’Amministrazione Comunale non indicherà con chiarezza sui documenti di convocazione gli argomento delle interrogazioni.

Si porta ad esempio la recente convocazione per il Consiglio Comunale del 24 Novembre p.v. in cui nelle interrogazioni non...CONTINUA


20 novembre

Ecco i "santini" del candidato Pdl alle Regionali 2010

Chi sta nell'anticamera e chi ha già il "posto sicuro" 

Uomini Liberi è in possesso della rosa dei candidati che correranno per la "Casa della LIbertà" alle prossime regionali. Il documento "riservato", lo vogliamo tenere tale nel "rispetto" di chi non ha ancora fatto il suo "annuncio ufficiale" anche se ha già preparato ed affittato "point" in alcune località.

Pubblichiamo il primo "santino" in assoluto, distribuito agli "amici" dal genovese Matteo Rosso che "investito" della sua missione non poteva perdere tempo prezioso. Nella certezza di "non ledere" l'imprimatur ufficiale del "gran ministro".

Per la Provincia di Savona restano ufficiose, ma da totovincita in caso di scommessa, le candidature di Matteo Marcenaro, Pietro Oliva, Fabio Orsi, Rosavio Bellasio, Marco Melgrati, Angelo Barbero. Un "borsino-bis" non si nega a Roberta Gasco.

Con l'interrogativo da ultimo minuti per Filippo Marino. Prestissimo nuove notizie davvero interessanti.

 

       DATE A GAMBARETTO QUELLO CHE E’ DI GAMBARETTO

Oggi su La stampa  questa proposta «Il casello di Albamare da discutere in Regione» viene attribuita al Sindaco di Albisola Franco Orsi...leggi... ma la verità è un’altra.

 Il merito di questa iniziativa è  tutto del consigliere comunale  Diego Gambaretto che si  è recato più volte  in Regione per farsi ascoltare dai Consiglieri regionali del PDL,  tutti restii a presentare una mozione sulla faccenda.

Prova ne è che Gambaretto nei giorni scorsi su Facebook aveva pubblicato un annuncio ironico rivolto ai consiglieri regionali cagasotto…leggi.

  All'inizio della settimana Gambaretto si è incontrato  col Consigliere regionale Saldo  che ha accettato di presentare la mozione e  fare una conferenza stampa ad Albisola sulla questione Albamare.

SAVONA: PROGETTO CASELLO ALBAMARE: SALDO, MARCENARO E FALCIANI (PDL)  RACCOLGONO L’APPELLO DEL SINDACO ORSI  E DEL CONSIGLERE COMUNALE GAMBARETTO, ANNUNCIANO DI AVER PRESENTATO UNA MOZIONE IN REGIONE 
 

L'opus dei che governa Borghetto Santo Spirito

con Placanica accusato di violenza sessuale 

Borghetto S. Spirito-  Non ci vogliamo credere, non può essere vero! La giunta comunale di Borghetto, la sua maggioranza (forse extraparlamentari di sinistra?) hanno chiesto e ribadito in tutte le salse, vedi articoli di Secolo XIX, Stampa e giornali on line, che l'ex carabiniere Mario Placanica, coinvolto nella morte violenta (sparato) di Carlo Giuliani, durante il G 8 di Genova, deve essere riabilitato. Per non aver ucciso, nè sparato.

Il governo della città di Borghetto ha sollecitato la piena riabilitazione dell'eroe Placanica a tutte le istituzioni italiane, dal Parlamento in su. Con tanto di ordine del giorno e seduta consiliare. Con le proteste della minoranza.

Ma questa sera l'istituzionale TG1 Rai ha dato una notizia terribile. Mario Placanica, ha letto la giornalista, ex carabiniere, è accusato dalla Procura di Catanzaro di violenza sessuale e maltrattamenti a danni di minore. Il fatto sarebbe accaduto due anni fa. Tutto presunto  a nostro avviso e diciamo "tutto falso". Invenzioni dei nemici del popolo sovrano. Ci schieriamo con l'opus dei che governa Borghetto. Meritano una medaglia alla coerenza e alla tempestività conquistata sul campo.

Tra i primi in Italia a complimentarsi per la "bella notizia" non poteva mancare il sommo capo della Provincia di Savona, ovvero il "re parolaio" e "barzellettiere".

Una medaglia al merito e alla chiaroveggenza sarà consegnata al governo di "sinistra" di Borghetto. O forse ci sbagliamo, scusate, potrebbe anche essere di centro-destra, ma quale?  Chi è il sindaco? Che incarichi ricopre nella Casa della Libertà? Tesoriere? Vice di Robertina Gasco? Che bella confraternita!  

 
                    CHI  MAI  VI HA AUTORIZZATO?
Leggiamo su un assai informato giornale on-line che un sedicente circolo culturale intitolato al compianto GuidoTrucco, già Presidente della Acli savonesi, assessore comunale negli anni '60, consigliere regionale per 2 legislature negli anni '70, scomparso nel marzo 2007, da sempre appartenente alla sinistra democristiana,corrente di forze nuove, avrebbe organizzato un convegno al teatro Sacco…leggi…curato da alcuni esponenti del PDL.

 I famigliari dello stimato esponente della politica savonese, sorpresi ed amareggiati per la strumentalizzazione in atto, smentiscono di aver mai autorizzato l'uso del nome per detto circolo culturale, e diffidano formalmente i responsabili a smentire pubblicamente la intestazione di detta associazione, che agis ce in un'area  lontanissima dalle idee e dalla prassi che hanno informato la  coerente azione  politica del loro caro congiunto.

Per i familiari: Laura Fassone, vedova Trucco.

 
                      LA GIUNTA DELLE "MERAVIGLIE"!!!
Dopo aver tollerato, per meri motivi di propaganda, che venisse inaugurato il nuovo look della stazione ferroviaria, senza  rispettare le norme di legge per  l'accesso ai disabili ecco un altro record della giunta Berruti: anche i pompieri, trasferiti in via Bonini "provvisoriamente" rischiano di rimanere in ballo, per molti anni, causa non meglio identificate difficoltà burocratico - urbanistiche…leggi

In attesa che l'assessore competente ci illumini sul fatto, annoveriamo anche questo gravissimo ritardo, e lo ascriviamo  a chi amministra. Savona detiene diversi record, nell'era della nuova cementificazione: non e' riuscita a trovare un'area decente per  un carcere degno  della dignità della persona; lascia i palazzi più pregiati al decadimento (palazzo Santa Chiara, l'ex ospedale San Paolo, ecc) quando non li mette in vendita (palazzo Pozzobonello); la biblioteca e' inaccessibile agli anziani; l'edificio della Banca d'Italia, sta deteriorandosi

nell'indifferenza  assoluta: insomma mentre le  cubature  private fioriscono, dal porto alle colline, tutto quanto e' pubblico marcisce nel degrado: ed i nostri eroi continuano a lavorare per Orsero e Dellepiane oggi, domani per Bagnasco e Gambardella, i cui mattoni   volano nei rispettivi cantieri.

Quello che non prende mai respiro, combinazione, sono le opere pubbliche, ed il caso della caserma dei pompieri, come quello del carcere sono lì a testimoniare l'insipienza  di un ceto politico prigioniero delle sua meschina "statura". 

 
            Il partito caserma e l'amnesia di Nan
Il PDL non brilla per democrazia interna. Questo è un dato acclarato. La nomina a Coordinatrice di Roberta Gasco è solo l'ennesima triste conferma di ciò. Per non parlare della genesi delle candidature per le regionali,su cui davvero conviene stendere un velo pietoso...(Possibile che le condanne, i procedimenti giudiziari in corso, le Segnalazioni eccellenti siano requisiti essenziali per essere classe dirigente?

 Possibile che gli iscritti non possano mai dire la loro su chi candidare e si debbano sciroppare sempre i Soliti Noti?) Ma giova ricordare che ai tempi della gestione di Enrico NAN (che qualcuno sorprendentemente rimpiange) le cose non erano molto diverse. Anzi. Ve li ricordate i risibili "congressi" con un unico candidato alla segreteria provinciale?Le decisioni costantemente imposte dall'alto, senza possibilità per la base non dico di interloquire, ma almeno di fiatare? Oggi Nan, ancora furente per la mancata candidatura (sarebbe stata la quinta) per il Parlamento, (Nan, lo ricordiamo, ha però avuto la poltrona di Vicepresidente Carisa come "premio di consolazione") protesta per la scarsa (meglio dire assente) democrazia interna del Partito. Bene, Bravo, Bis. Peccato dimentichi l'insignificante dettaglio che con lui, andava esattamente così. Tipico caso di memoria selettiva...

 

DIMISSIONI DI ANGELA VITTOLA DAL COORDINAMENTO FI-PDL

DI ALBISOLA SUPERIORE

Come responsabile donne azzurre di Albisola Superiore, regolarmente eletta nel Direttivo presieduto dal Coordinatore Diego Gambaretto...CONTINUA


19 ottobre
                        Il Partito Unico e le sue pedine
Savona e la Liguria, vampirizzate da lobby cementifere, associazioni coperte trasversali e dalla santa alleanza Burlando-Scajola corrono il serio pericolo di trasformarsi in una specie di feudo di medievale memoria  ad uso e consumo di pochi intimi. Le prime indiscrezioni sui candidati regionali PDL non fanno che confermare questa triste supposizione.

 Sia chiaro, sono fermamente convinto in un Paese civile tutti siano innocenti fino al terzo grado di giudizio. Personalmente ne inserirei un quarto su richiesta della difesa, ovviamente velocizzando tutte le procedure. Quindi Melgrati e Barbero hanno ogni diritto alla candidatura. Così come gli altri non coinvolti in grane giudiziarie, anche se verso  Fabio Orsi e la Gasco un leggero sospetto di nepotismo insorge...In discussione è il sistema utilizzato dai partiti, privo di qualsiasi percorso democratico e affidato nella designazione alla potenza dei “padrini” propositori. Non da oggi, quando FI a Savona era dominio di Nan si assisteva alle stesse situazioni. Prosegue anche la colonizzazione della Lega Nord, dove sono ormai scomparsi tutti i riferimenti a movimento di protesta e resta solo un “discutibile” accento xenofobo acchiappa voti. Che sta fortunatamente esaurendo il carburante.  Non meglio dalla parte opposta-speculare del PD, le primarie sono solo uno strumento di propaganda dove per candidarsi occorre essere accettati dalla dirigenza. Beppe Grillo mancato concorrente alla segreteria del maggior partito di opposizione ne è un chiaro esempio. Non esiste spazio per il nuovo, ogni pertugio è accuratamente sigillato e anche chi ottiene consensi personali di ottima levatura (leggi Gambaretto) non trova sponde. I cittadini assistono a voltafaccia apparentemente pazzeschi tipo Gasco, transitata tranquillamente da fan di Burlando a coordinatrice PDL e candidata alla corte Biasotti o Marson, assessore provinciale con Vaccarezza e prossimo sindaco savonese PDL dopo anni di intensa collaborazione con l’altra sponda politica. Ci vuol tanto a capire che siamo davanti ad un Partito Unico che sposta le sue pedine nei vari centri di potere confidando nella silente rassegnazione dei cittadini? Pensiamo un attimo a quanti consensi sarebbero rimasti ad un Bruno Marengo candidato democristiano o ad un Giancarlo Ruffino passato al PCI…

 Falco Savonese

 

Nepotismo, indagati e condannati. La lista PDL

Si avvicina la data delle regionali e  i primi nomi che si fanno per le candidature non sono certo all'insegna del nuovo che avanza...Altro che rinnovamento generazionale, altro che golden Boys del partito in lista,altro che Elena Pappalardo e  Diego Gambaretto ... .Per ora i nomi dei papabili sono i soliti di sempre: Angelo Barbero  consigliere regionale indagato per il pasticcio firme false che rischia di riportarci tutti alle urne per le provinciali, Marco Melgrati, condannato in primo grado per la Vicenda del residence San Rocco di Alassio e indagato per la Vicenda Grand Hotel e Fabio Orsi fratello del piu' noto Franco oggi in Senato che evidentemente tiene ad avere un parente a Genova...La lista prosegue con Roberta Gasco, fidanzata con Elio Mastella figlio dell'EX Ministro Clemente, alle ultime regionali nel listino di Burlando in quota UDeur.


18 novembre
                        MARGONARA - FUMATA GRIGIA
Non hanno avuto il coraggio di decidere!...leggi... La posta e' assai grossa ed i nostri eroi del p.d.c.(partito del cemento) , forse, sospettano la trappola che è stata tesa dal committente, il quale non rinuncerà facilmente alle promesse della prima ora. Vi e' poi da valutare il periodo elettorale che prevede, per Burlando e  soci, una grande alleanza con  partiti alla sua sinistra ed anche alla sua destra! Su questo programma solo l'assessore “Crozza” non si smentisce mai e sarebbe stato altamente godibile vederlo difendere Spada e Gambardella, un ruolo che per ora e' stato svolto (con molta discrezione) anche  da altri.

Il sito raccoglie adesioni affinchè la seduta del 16 dicembre della conferenza dei servizi venga aperta al pubblico, appoggiando incondizionatamente la richiesta di Italia Nostra.

 

    Cari "Uomini liberi",

oggi pubblicate un ritaglio di giornale del 1995 che mi riguarda...LEGGI... Forse qualcuno si chiederà: ma sono passati 14 anni! Cosa ne è stato di quella vicenda?

naturalmente la risposta non viene data; non essendoci, dando solo la prima parte di notizia, si lascia sapientemente insinuare il sospetto: Becce sarà stato condannato? O sarà stato prescritto?

Certo è singolare andare a trovare un articolo del 1995 che informa che tizio, in questo caso Becce, è stato inquisito e non avere nemmeno la curiosità di sapere come da quell'inchiesta lo stesso ne sia uscito. Misteri.

Non voglio pensare che ciò dipenda dal fatto che la risposta smonta il teorema. Piuttosto sono stupito che un sito così rigoroso e così orientato al rispetto delle persone non lo abbia fatto da solo. Non voglio però turbare il trilling dando da solo la risposta. Andatevela a cercare, non voglio levarvi il gusto della scoperta.

Mi limito qui a dare una informazione, verificabile, che mi riguarda e che attesta il mio modo di affrontare situazioni difficili di questa natura: al tempo ero assessore nel Comune di Albisola Superiore. Quando la prima notizia di una inchiesta che mi coinvolgeva mi fu nota(Italgas), volli informare personalmente il consiglio comunale, mi pare fosse la fine di dicembre del 1994; misi a disposizione del Sindaco e della maggioranza il mio mandato. Sia la maggioranza che l'opposizione mi chiesero di restare. Nel 1995 chiesi di non essere ricandidato e di non avere alcun impegno politico o istituzionale sino alla fine positiva di tutte le vicende.

Intanto, a proposito delle porzioni di notizia utili ai teoremi, attendo sempre che "uomini liberi" ammetta di avere preso una cantonata sulla vendita di Acts a Transdev.

Aspettando Godot? Luca Becce   Chiedo la pubblicazione integrale. Grazie.

 
                                        Disabili al casino'
Nell'enfatica ricerca di trasformare una pietosa vicenda di ritardi in un trionfo per la giunta Berruti, il quotidiano più amato dai savonesi, dedica ben 3 pagine (tre) alla inaugurazione della "nuova "stazione di Savona, il cui  look e' durato  la  bellezza di 5 anni!!!..leggi…il manipolo di addetti alla nomenklatura che si e' dato  appuntamento per festeggiare, con l'occhio alle prossime elezioni, il lieto evento, costato così caro in termini di tempo e denaro,

non ha potuto fare a meno di notare che non esistono,allo stato, le strutture previste dalla legge per i disabili, i quali hanno protestato vivacemente alla sfilata degli oligarchi e forse adiranno a vie legali verso i responsabili di questa clamorosa omissione, che la dice lunga sullo spirito che ha guidato i gestori del progetto "Centostazioni" e del Comune di Savona, il quale in materia, sembrava avere qualche competenza (e non solo di controllo dei lavori).

Quello che non e' sfuggito ai (pochi) intervenuti spontaneamente al rito, e' stata la visione della colossale "sala giochi" che svetta per  suoni e luci sul contesto e che facilmente diverrà luogo di convegno giornaliero per ragazzi ed adulti. Questa struttura, presente anche nelle altre 99 stazioni omaggiate dall'intervento, verrà gestita dalla s.p.a Lottomatica, primaria società nel gioco d'azzardo per i poveri. Una piccola chance in attesa che il PDL faccia passare la legge che consente a tutti gli alberghi a 5 stelle e superiori, di dotarsi di un autonomo casinò,per riportare il sorriso in tanti  appassionati, oggi costretti ad emigrare, per soddisfare  la loro indomabile sete di emozioni!!!

 
                   IL CONSESSO DEGLI OLIGARCHI!!!
Ma esiste davvero la democrazia a livello centrale ed anche locale nel nostro paese? E' possibile che un sinedrio nel quale prevalgono presidenti e sindaci, eletti a suffragio universale, si riunisca "in segreto"  per decidere se consegnare o meno a "privati" il  demanio pubblico, visto che si tratta di cementificare una parte  della costa, che, sino a prova contraria, appartiene solo ai cittadini?...leggi…correttamente, Italia Nostra, aveva chiesto di assistere alla riunione, ovviamente senza diritto di parola, nella quale, alcuni personaggi, per di piu' di centro-sinistra e di centro-destra,si arrogano il diritto di decidere sul futuro del nostro patrimonio naturale, senza chiedere ad alcuno cosa ne pensi in proposito.

La risposta e' stata seccamente negativa, non si sa in base a quale norma, visto che i consigli comunali prevedono la presenza del pubblico. Siamo contigui all'abuso d'ufficio ovvero dobbiamo subire la tracotanza di oligarchi che pensano di vivere sciolti da ogni legge? Ebbene, se e' apparso grave,come certamente  e' grave, imitare firme in calce a liste elettorali, come si può valutare il decidere a porte sbarrate e senza testimoni su una vicenda che attiene ai diritti costituzionali dell'informazione, che dovrebbe essere piena e trasparente????

 

                     CRISTIANI UNITI

Il giorno 16 novembre ’09 alle ore 21  presso hotel Riviera Suisse il commissario regionale Fiorenzo Timori  ha ufficializzato la nomina del segretario provinciale Marco Rossello (d’intesa con il commissario regionale si occuperà del rapporto con i partiti,le istituzioni,gli enti locali etc.);

del vice segretario Sebastiano Cuvato  (con delega a seguire i rapporti con le imprese); Monica Durante (pari opportunità; coordinamento donne; molestie sessuali etc); Pollero Franco (dirigente sindacale provinciale; mondo del sindacato e del lavoro); Vallerga Alessandro (laureato; mondo dei giovani e della scuola; aree deboli della società civile)...CONTINUA

 
CONTINUA LA POLEMICA TRA CHI DIFENDE LA RACCOLTA FIRME DEL PD CONTRO L’AMPLIAMENTO DELLA CENTRALE TIRRENO POWER E CHI LA CONSIDERA SONO UN’ OPERAZIONE DI FACCIATA

Disinformazione o malafede?

La campagna di disinformazione a Vado procede spedita e chiunque la pensi diversamente diventa un malpensante, una persona in malafede: metodi d’altri tempi, o forse anche qui si vede il segno di questi tempi strillati, in cui qualcuno crede di avere il monopolio della verità e della purezza (chissà perché?)

Chissà perché le iniziative di Caviglia o dell’Italia dei valori siano “per forza” eroiche e corrette e tutte quelle di chi la pensi diversamente siano in “malafede”!

Evidentemente i commenti alla “tenerezza” della giunta Caviglia sulla posizione di Tirreno Power devono avere colto nel segno per meritare tanta agitazione

Io e tante persone come me riteniamo che i cittadini che firmano contro l’ampliamento della centrale hano veramente a cuore la salute e l’ambiente, perché non firmate anche voi invece di parlare tanto e concludere poco?

Il Partito democratico ribadisce la sua opposizione all’ampliamento a carbone della centrale Tirreno Power. Il Pd prepara 800 manifesti e 30mila volantini.

 Continua fino al 30 novembre la raccolta firme LEGGI...da LA STAMPA   

MA SONO CREDIBILI?

Un nostro lettore ci invia questo ritaglio di giornale del 1995 si parla di tangenti ENEL al PCI -PDS camuffati da acquisto di spazi pubblicitari, coinvolti alcuni funzionari di partito qualcuno di loro è ancora in auge...LEGGI           Più in basso altri interventi


17 novembre
        No dall'Autorità Portuale alla trasparenza
Italia Nostra ha richiesto di assistere alla Conferenza dei Servizi indetta per il 18 novembre dall'Autorità Portuale per decidere il futuro del Porto della Margonara.

L'Autorità Portuale ha rifiutato dimenticando di essere un ente pubblico e dimenticando che Italia Nostra è un'associazione di rilievo nazionale che in Liguria è presente con propri rappresentanti nelle commissioni regionali sui beni paesaggistici e per la valutazione degli investimenti. AP si è dichiarata disponibile a dare tutte le informazioni ma IN ha interesse a conoscere il processo di formazione delle decisioni e conoscere come i responsabili del territorio (sindaci) affrontino i rilevanti problemi urbanistici connessi con le decisioni dell'Autorità Portuale. 

A Savona la trasparenza non è più un'opzione ma un nemico. 

Roberto Cuneo

 
           Quando a Savona c'erano i cammalli
Qualcosa non va. Questo lo sappiamo tutti. La melassa dorata che avvolge i finti competitori politici PD e PDL+ vassalli della Lega Nord, pronti a dividersi i voti dei liguri per poi spenderli per il bene comune (il loro), è ormai tangibile obbrobrio. Come possa una calamita con due poli negativi continuare a funzionare attraendo consensi è mistero insondabile della psiche umana. Ma quello che più sconcerta è l’assoluta mancanza di contradditorio politico da parte della Sinistra Radicale, che pure da qualche parte esiste.

 Ad esclusione del PCL di Ferrando e del responsabile savonese Anselmo, soli a dire qualcosa di “comunista”, nulla muove. Tornando ad alcuni mesi fa, riguardo alla lista di Rifondazione a Vado Ligure con capolista Barisone, “sembra” prendere sempre più consistenza l’ipotesi che fu formata per dare soccorso “rosso” al PD+PDL in funzione anti Caviglia e quindi pro Maersk. Lista giustiziata dai vadesi che da sempre di sinistra sono davvero. Ma da qui possiamo partire per comprendere come sia fattibile l’ipotesi di una futura alleanza di Rifondazione con il PD già alle elezioni regionali, la vittoria di Bersani alla segreteria PD altro non è se non il tentativo di riproporre l’Ulivo prodiano con Rutelli fuori a cercare il rastrellamento dei voti di chi vedrebbe male un ingresso in coalizione dei “comunisti”. Il proseguimento della solita finta politica anti Berlusconi portata avanti da chi invece al Buon Cavaliere consegnerebbe il premierato per mille anni. Quale miglior avversario di uno politicamente ricattabile in tutte le salse? Da destra la solita manfrina sui criminali comunisti e sui giudici-brutti-e-cattivi-perché-fanno-il-loro-mestiere garantisce un perfetto equilibrio bipolare. Due grandi uomini di sinistra autentica come Pasolini e Gaber avevano profetizzato la scomparsa di una forza sociale a difesa dei deboli, non tanto perché sconfitta dall’evolversi della società ma perché incancrenita dal potere e inglobata in esso. E’ successo, sta succedendo. I media non danno alcuna notizia di vere e proprie purghe etniche in atto in altre zone del nostro Paese dove il partito unico è già una realtà, chi ha tempo e voglia si informi dal sito di Everyone. E basta poco per verificare come le indagini di molti magistrati siano a 360° e spesso colgano con le mani nella marmellata esponenti bipolari in perfetta sincronia.

Noi viviamo in una città che di comunismo vero era permeata, mai sono state ritrovate ossa di bambini divorati. I “cammalli” del porto magari ti giravano uno sganassone se ti vedevano in camicia nera ma avevano altre abitudini alimentari. Ma forse i loro sganassoni sarebbero stati più produttivi se indirizzati a chi si ergeva a loro rappresentanti politici, creando anticorpi verso uomini di “sinistra” che più passava il tempo più indossavano giacche firmate e rastrellavano lucrosi affari.. Sembrava un progresso della sinistra, era l’anticamera della sua morte.  Falco Savonese

 

                 A PROPOSITO DI TIRRENO POWER

In riferimento a quanto dichiarato dal lettore sulla posizione della giunta di

Vado Ligure, vorremmo aggiungere due ulteriori spunti di riflessione.

Partendo dal presupposto che ci risulta una chiara e netta posizione contraria

non solo del Sindaco ma dell'intera Giunta vadese sulla questione Tirreno

Power, vorremmo concentrare l'attenzione dei cittadini dell'intera provincia

sulla raccolta firme lanciata dal PD locale. Aldilà dell'operazione di facciata, non ci risulta in alcun modo che il PD...CONTINUA


16 novembre
         GIUSTO IL NO ALLA PIATTAFORMA  MA  LA TIRRENO POWER?
Molti cittadini vadesi si chiedono perché la battaglia contro la piattaforma è cosa buona e giusta, mentre la battaglia contro Tirreno power è superflua, inutile: forse la centrale a carbone in un’area di alta densità di popolazione fa bene alla salute, all’ambiente?

Forse chi scrive ringraziando la giunta Caviglia per non avere il coraggio di alzare la voce contro la centrale sarà contento di viverci sotto e di respirare tutti i giorni l’aria pura che esce dalle ciminiere

Ma perché non lo va a dire a chi abita davanti ai depositi a carbone a cielo aperto? Tutti i giorni il pulviscolo entra nelle loro case e anche nei loro polmoni

Tante battaglie contro la piattaforma (forse perché tanto si sa che è troppo tardi per farle), ma perché Caviglia non alza la voce contro lo strapotere di Tirreno Power? In cosa si distingue da Vaccarezza?

                                         Sprovveduto o in malafede?

Il signore che accusa la giunta Caviglia di Vado Ligure di essere troppo tenera con la Tirrenopower e' probabilmente sia l'una che l'altra cosa! Se, infatti non fosse uno sprovveduto saprebbe che la giunta caviglia  ha appena depositato un ricorso al TARcontro l'ampliamento a carbone dell'impianto. Non risulta che il partito di Lunardon, nei 60 anni in cui ha governato Vado Ligure, abbia  mai preso provvedimenti così chiari e netti. Quanto alla malafede che il citato scrivente manifesta, non e' il caso di insistere: le 10 mila firma il pci-pds- doveva raccoglierle quando era al potere: troppo comodo farlo ora sperando di rifarsi una verginità ambientale approfittando dell'insipienza e della faciloneria del Presidente della Provincia, ente che avete regalato alla destra e che vi fa tanto gioco!!!!!

 
                        IL P.D.B. GETTA LA MASCHERA!!!!!
Finalmente il partito del business (guidato da Vaccarezza, Burlando, e, ovviamente, Canavese) getta la maschera ed annuncia controricorsi avverso la giunta da Vado Ligure,"colpevole" di voler rispettare gli impegni con gli elettori…leggi…quindi la piattaforma e' un piatto così ricco che impone ai 2 finti avversari di allearsi contro l'inaudito coraggio di un  piccolo comune che cerca di difendere con le  unghie ed i denti il proprio affaccio al mare.

 Per questo, come cittadini vadesi, dobbiamo ringraziare la giunta Caviglia, che per prima ha avuto il coraggio di contrastate il partito "degli affari" nella sua totalità. Volete isolare un esecutivo di persone oneste che si rifiutano di piegarsi ai vostri opachi interessi? Bene e un grazie da  parte dei cittadini che hanno avuto la prova della misura in cui tenete conto del  voto ed anche delle  firme. In particolare, per favore, evitate che il  sedicente PD savonese  organizzi sceneggiate come la raccolta di autografi contro la centrale, visto quanto rispetta i responsi popolari: tutti, anche i più ottusi, hanno capito, che tra loro ed il cosiddetto partito della Libertà proprio non  vi e' differenza alcuna!!!!

 

                     La sicurezza stradale di Emilio Barlocco

Si promette tolleranza zero in Provincia di Savona, per la velocità dei veicoli.  Ancora una volta bisogna registrare che, nell’affrontare il problema, s’imbocca la strada più facile e lucrosa per le casse della Pubblica Amministrazione, ingannando la gente con luoghi comuni facili, quanto sbagliati nella sostanza e soprattutto diseducativi.

L’inganno o, se si vuole essere gentili, l’equivoco, sta nel...CONTINUA

 

  Lettera aperta all' ON. Sandro Biasotti

 di Giancarlo Bertolazzi

Centrale Tirreno Power di Quiliano/Vado Ligure. Prodi, D'Alema, Bersani- "Lenzuolate" GenCo ENELe De Benedetti Carlo Ingegnere di San Moritz - Energia Italiana SpA e Super Utility SpA Molti di noi, militanti della Lega Nord e/o ex Enel di Vado Ligure Quiliano Savona, che indaghiamo sugli autori della compravendita delle GenCo ENEL a seguito della parziale privatizzazione ma specificatamente della GenCo 3 INTERPOWER di Vado Ligure Quiliano, abbiamo sempre sostenuto che queste sia state costituite...CONTINUA 

 

       Union Savonese: Corso Mazzini un pericolo per i poveri pedoni

All'altezza dei civici 26 e 28 di corso Mazzini da più di un anno si forma

una specie di laghetto abbastanza profondo per costringere i passanti a

sconfinare nella corsia di scorrimento dei mezzi di trasporto.

Il problema e complesso perchè...CONTINUA

 

Savona e provincia (r1) – Fatti & notizie

Il sindaco Livio Gandoglia ha chiesto di chiarire.
Ecco la nostra risposta

di Gilberto Costanza

CHIARIMENTI IN MERITO ALLA RISPOSTA DEL SIG. GILBERTO COSTANZA

 Non voglio continuare una sterile polemica. Vorrei solo invitare il signor Costanza ad informarsi sulla difficoltà dei piccoli Comuni: certo il nostro sito è un po’ “démodé “ ma abbiamo utilizzato per le pubblicazioni ciò che avevamo a disposizione (sono molti i piccoli Comuni, anche  della provincia di Savona che non hanno nemmeno un sito internet  e non certo per cattiva volontà).

Le segnalo, solo per notizia, che le pubblicazioni sul sito comunale sono possibili grazie alla buona volontà di un nostro consigliere comunale che, nel tempo libero, se ne occupa perché, viceversa, non avremmo le disponibilità economiche per fare diversamente.

Per notizia Le segnalo anche che tutti  Consiglieri comunali di Mioglia, sia di maggioranza che di minoranza,  hanno rinunciato a percepire il gettone di presenza per le sedute del Consiglio Comunale così come hanno rinunciato a percepire le indennità di carica previste dalla legge gli assessori ed anche il sottoscritto.
Vede Sig. Costanza, Lei pensa modestamente, di aver fatto il suo dovere di piccolo cronista ( sono parole sue), io, dal canto mio, sono certo di fare il mio dovere di piccolo Sindaco nel preoccuparmi maggiormente del benessere dei miei concittadini piuttosto che nel dare il nome più esatto a una parte del sito informatico.

La invito comunque a venirci a trovare nel nostro Comune dove, tra tante difficoltà, cerchiamo di gestire al meglio la “res pubblica”. Grazie . Distinti saluti Il  sindaco Livio Gandoglia.

 
A.A.A. CERCASI CONSIGLIERE REGIONALE DEL PDL, NON CAGASOTTO, PER PRESENTARE INTERROGAZIONE, A NOME DI CITTADINI DI ALBISOLA E ZONE LIMITROFE, E FAR FARE UNA FIGURACCIA A BURLANDO ASTENERSI PERDITEMPO  Rivolgersi a Diego Gambaretto consigliere comunale di Albisola superiore
 

"ALTRA SAVONA" UN SILENZIO INCOMPRENSIBILE 

"Speriamo ce non sia il solito temporale in un catino

d'acqua": l'avevamo scritto a proposito di "Altra Savona" il movimento scaturito dalla fantasia-volontà  dell'ing.

Sergio Cappelli, già Senatore a suo tempo e politico certamente non sprovveduto.

Un movimento che, nel presentarsi alla cittadinanza savonese, aveva suscitato discreto interesse, consensi ed adesioni: con una formula critica e di equidistanza dai due poli, con una sola voce megafono d'incontro e dialogo con i cittadini.

Con partecipate assemblee pubbliche a villa Cambiaso e un blog internet di sostegno moderno ed efficace, seguito ed apprezzato.

Un movimento politico "apartitico" per propria definizione, con un progetto a medio termine, le prossime elezioni comunali, con il candidato sindaco in pectore dello stesso Sergio Cappelli.

Poi l'accelerazione, tanto ambiziosa quanto imprudente, di partecipare in solitudine alle elezioni provinciali, con il simbolo di "Savona altra Provincia": defezioni, liti e quant'altro, come noto, hanno hanno poi concorso alla candidatura forzata, "a Suo dispetto e malgrado" dello stesso Cappelli con un risultato deludente se riferito alle aspettative, ma dignitoso nel complesso considerando obiettivamente le oltre 2.700 preferenze.

Chi si attendeva che da questa prima esperienza, a seguito e nell'immediato divenire, "Altra Savona" prendesse rinnovato sospiro e slancio per riordinare idee, strategie, programmi futuri, è rimasto fortemente perplesso da questo incomprensibile silenzio oltre che deluso.

Da quest'estate, a termine delle elezioni provinciali, "Altra Savona" si è letteralmente eclissata: nessun comunicato di spiegazione ai propri iscritti e simpatizzanti, il blog bloccato ad una notiziola di fine giugno (polemica De Cia/Caviglia).

A questo punto crediamo sia urgente, oltre che doveroso se non fosse altro per il rispetto dovuto verso coloro che hanno espresso fiducia con il voto, che i responsabili di "Altra Savona" spieghino chiaramente quali siano le loro intenzioni, se intenzioni ci sono, per l'immediato futuro: in sintesi se tutto è terminato e annullato con le precedenti elezioni provinciali, oppure c'è la la volontà di nuovamente impegnarsi per riprendere con rinnovato entusiasmo e ritrovato coraggio il cammino al momento bruscamente interrotto.  

Gianni Gigliotti, Ilaria Barberini.www.azioneriformista.it

 
                          Passaggi pedonali
Arrivando a piedi al Centro Commerciale da centro città si deve attraversare un'ampia strada con aiuola spartitraffico centrale. I progettisti - che credo non vadano mai a piedi - avevano previsto strisce pedonali che  finivano sul marciapiede attorno all'aiuola e riprendevano, oltre quella, esattamente davanti a dove erano arrivate. Fin da subito i pedoni si sono rifiutati di fare quel giro inutile e attraversavano diritti creando nell'aiuola un antiestetico, disagevole, fangoso passaggio di fatto. Alla fine chi di dovere si è arreso alla volontà popolare ed il passaggio di fatto è diventato un agevole pavimentato passaggio di diritto.

Ogni volta che penso alla democrazia penso a quel paio di metri di marciapiede, ogni volta che passo su quel brevissimo sentiero penso alla democrazia, al popolo sovrano.
Analogo disagio trova il pedone che percorrendo la bella passeggiata ai piedi del Priamar arriva alla rotonda e vuole proseguire verso la Torretta: non sa proprio cosa deve fare; il marciapiede finisce e riprende molti metri più avanti, all'inizio della discesa. Io spero sempre che a furor di popolo l'amministrazione provveda ad adeguarsi alle esigenze dei cittadini, come è stato fatto in quell'aiuola davanti al Centro Commerciale, ma temo che questo non succederà:  turisti e savonesi che passano di là non saranno mai tanti quanti quelli che vanno a fare spese (si deve dire shopping?) in via Ricci e inoltre non devono calpestare nessuna aiuola lasciandovi il segno del loro passaggio. M.P.


15 novembre
                        RARI NANTES IN GURGITE VASTO!!!
"Pochi nuotano nel vasto vortice" ci dice il buon Virgilio nel primo libro dell'Eneide, quando  i pochi superstiti della flotta di Enea tentano un disperato approdo. Così,chi vuol "costruire" in difficili contesti, dove nessuno e' mai riuscito a battere chiodo, dovrà, in primo luogo,farsi amica la stampa…leggi…e promettere grandi cose per lo sport locale, segnatamente, per quella squadra che, da anni, fa parlare di sè in tutt'Italia.

Certo, le difficoltà non mancheranno ne' il rischio di precipitare nelle spire della burocrazia: altri, volendo fare il passo più lungo della gamba hanno assunto impegni che non sono stati in grado di onorare, finendo nella morta gora del fallimento. Quindi, cari amministratori, e' d'obbligo la prudenza e una grande dose di equilibrio, per non ingenerare attese che non possono essere rispettate. Silentium ed opus: un motto che oggi appare grandemente attuale, nell'epoca della politica urlata a squarciagola.


14 novembre

     La Liguria e in particolare Savona sarà invasa dagli Orsi

Entro fine mese il PDL deciderà i candidati alle prossime elezioni Regionali; la dirigenza del partito vuole su Savona un candidato forte. Bellasio non convince (e poi è di Pietra Ligure),  Marino troppo debole, ci vuole un uomo che possa attirare anche i giovani.

Dapprima si era parlato di Alessandro Parino ma ora, secondo le ultime voci, in pol-position sembra esserci Fabio Orsi consigliere comunale a Savona e fratello del Senatore Franco.

Fabio Orsi ha tutte le caratteristiche per essere eletto, 30 anni, avvocato, su di lui pioverebbero i voti di suo fratello e non avrebbe nemmeno problemi per finanziarsi la campagna elettorale (si parla di un minimo di 50.000 euro).

 
            IL DOPPIOPESISMO DEL "PAROLAIO"
Sapete qual'e' la vera ragione per la quale il ciarlero F.F. di Presidente della Provincia non vuole che nella gestione dell'acqua dell'Ato savonese intervenga la società pubblica "Iride", frutto della fusione dell'A.m.g.a genovese con la analoga municipalizzata di Torino? …leggi…certo, risponderà il cittadino in buona fede (ma disinformato): per fare gli interessi dei suoi amministrati, anche perchè l'esperienza insegna che, in Liguria

(ma non a Savona) quando è subentrata una s.p.a. le tariffe  del'acqua hanno subito una impennata tanto improvvisa quanto ingiusticata, (vedasi i casi di Genova, del Tigullio, di La Spezia ed Imperia,) dove gli aumenti hanno suscitato e continuano a provocare vibrate proteste da parte dei consumatori che hanno registrato aumenti della bolletta di centinaia di punti in percentuale.!!!!

Purtroppo non e' così, non e' per la difesa dell'acqua come bene pubblico che il nostro si agita in modo così' sconclusionato. La vera ragione del suo dimenarsi sul problema e' molto più  semplice: basterebbe che il c.d.a. di Iride fosse nominato dai suoi sodali del PDL. ed allora diverrebbe mite come un agnello verso le supermuncipalizzate, attualmente governate dal PD, così come appare mansueto nei confronti delle altre  megaimprese. Purtroppo, per governare Iride, il polo dovrebbe conquistare i comuni di Genova e  Torino, missione ormai, impossibile visti i tempi che corrono, difficile come riconquistare la Liguria, dove per  sua insipienza il PDL perderà, ancora una volta, l'occasione storica di mandare a casa, Burlando ed il suo "maestrale". 

 
Nuova iniziativa di protesta contro il potenziamento della centrale termoelettrica di Vado Ligure. Un nuovo striscione firmato da "Donne Illuminate" è stato affisso al ponte della ferrovia in via Ferraris a Vado Ligure.
 

                                UNITI PER LA SALUTE 

In seguito a recenti dichiarazioni che abbiamo letto sugli organi di informazione, riteniamo utile inviare alcune parti del documenti IST (in ordine numerico) sul progetto di ampliamento della centrale termoelettrica.
Come nostro costume si tratta di documentazione ufficiale. A noi pare INDISPENSABILE che i cittadini sappiano e conoscano le osservazioni che un istituto prestigioso e super partes come l' IST ha evidenziato circa il progetto di ampliamento della centrale.
...LEGGI

 

                Lettera aperta al Consigliere di minoranza Fui.

Caro Daniele, ho scelto questa maniera pubblica per manifestarti la mia vicinanza, all’indomani della Tua condanna definitiva in terzo grado di giudizio, perché credo fermamente nella tua buona fede e nella tua onestà, morale e materiale.

Quando si opera nel campo della politica amministrativa e nella professione, qualunque essa sia, può capitare di commettere degli errori; questi errori, quando non portano arricchimento e interesse personale...CONTINUA

        ....Io non sono d'accordo di Roberto Socco

Una cosa è essere inquisiti e/o condannati in primo grado per situazioni opinabili come quelle occorse a Marco per fatti assolutamente privati...LEGGI

 

          B E R L U S C O N I  come  B E L Z E B U' ?  

Che Berlusconi, o Belzebù, governi come può e finchè può, è probabilmente il danno minore per un'Italia in forte "stravaganza" morale, culturale, sociale, politica. 

E' questo il motivo e il paradosso, nei fatti, del consenso che il nostro Premier riesce a capitalizzare tra il popolo distratto degli elettori.

Che francamente questi elettori, cittadini occasionalmente anche italiani nel momento della chiamata alle urne, non ne possono più d'essere presi per i fondelli dai padroni politici di destra, di sinistra, "di altre e più oscene posizioni", ben consci, e purtroppo anche rassegnati, che come nel passato, nel presente ed ipotetico futuro, nulla cambierà in quella che da molto, troppo tempo ormai, si manifesta come una dolorosa Via Crucis: un passato con ferite ancora aperte e dolorose, un presente canagliesco e drogato, un futuro con lo stesso credito di una cortigiana menzoniera. Gianni Gigliotti/Ilaria Barberini www.azioneriformista.it

 

IL MODA CONTESTA IL CANDIDATO REGIONALE BIASOTTI FAVOREVOLE ALL’AMPLIAMENTO A CARBONE DELLA CENTRALE TIRRENO POWER DI VADO E CHIEDE AGLI ENTI LOCALI LA CHIUSURA IMMEDIATA DEI DUE GRUPPI A CARBONE "FUORILEGGE" PER L’UNIONE EUROPEA DA ALMENO 10 ANNI

Il candidato alla Regione Sandro Biasotti su La Stampa di Savona del 13/11/2009, ribadendo di fatto le motivazioni esposte nella gigantesca pubblicità di Tirreno Power sullo stesso quotidiano, dichiara che l’ampliamento a carbone della centrale di Tirreno Power Vado porterà a "emissioni inquinanti complessivamente inferiori a quelle attuali" con nuovi posti di lavoro, affermando inoltre che "non è possibile perdere un’occasione storica per un territorio come quello di Vado, Quiliano e Savona, che necessita di sviluppo"...CONTINUA

 

                 CI HA SCRITTO IL SINDACO DI MIOGLIA

Chiedo la pubblicazione del seguente chiarimento  relativo all'articolo apparso sul vostro sito a firma del signor Gilberto Costanza ...Leggi sull'argomento delle inadempienze di alcuni Comuni sull'operazione trasparenza. Volevo  segnalare che il Comune di Mioglia (SV) già dallo scorso anno  ha pubblicato sul proprio sito i dati degli incarichi di collaborazione e consulenza affidati a soggetti esterni...leggi... e dal mese di luglio 2009 ... leggi...anche i dati relativi al personale, comprese le assenze mensili, come richiesto dalle vigenti normative.

Raccomanderei all'autore dell'articolo una maggiore attenzione nelle segnalazioni.

Il fatto che sul sito del Ministero il Comune risulti inadempiente per l'anagrafe delle prestazioni è dovuto ad un errore di comunicazione, già peraltro segnalato al competente Ministero.

Tutta la documentazione è comunque disponibile presso gli uffici comunali.

 Distinti saluti. Il Sindaco Livio Gandoglia

 

              Al Sindaco di Albissola Marina Nicolò Vicenzi 

Come immagino saprà, è stato presentato in Regione il progetto “Doccia Light” che consiste nella facile installazione di un erogatore per doccia a basso flusso (Ebf) distribuito gratuitamente, spedizione compresa, dall’azienda toscana Gesco. Il progetto è ...CONTINUA...Il Consigliere Comunale Fabio Lenzi
 

PRIVATIZZAZIONE DELL’ACQUA: CHE FARANNO I COMUNI ?

Molti cittadini probabilmente non lo sanno, e purtroppo l’ignoranza avvolge

come un cupa nebbia anche gli occhi di molti amministratori pubblici, ma è in

corso in tutta Italia, e quindi anche nella nostra provincia, la battaglia in difesa

dell’acqua pubblica, contro la sua privatizzazione.

È una strana battaglia...CONTINUA


13 novembre
                                    La carta vincente!!!!
La rocca di "Solimano il magnifico", ex cantiere navale di via Nizza, oggetto del desiderio di costruttori rimasto inevaso per decenni,sta per essere espugnata da uno scattante imprenditore di Ceriale che, dopo aver toppato alcuni passaggi con l'assessore "Crozza", presentando un progetto forse troppo invasivo, sembra ora aver trovato la via maestra che, a Savona, apre molti cuori, anche  i più duri, a Palazzo Sisto:

quella del patrocinio dello sport, della Rari Nantes, in particolare!..leggi...ricordate la vicenda di costruttori locali e non che, per propiziarsi appalti prestigiosi hanno assunto la presidenza di club sportivi, (dal calcio alla pallanuoto) promettendo"a babbo morto" grandi risultati per i rispettivi sodalizi? Certo, gli ultimi esempi, non sono molto confortanti: di questo,vedremo! Il tifoso si aspetta che il neopresidente investa nella squadra ma siccome e' anche cittadino di una Savona sempre più sconciata dal cemento, in ogni sua parte, teme  molto che i big politici locali, notoriamente amanti della disciplina,facendosi forti del fatto che il comune e'azionista del club biancorosso, dimentichino quelle regole auree di imparzialità e equidistanza che, troppo spesso, in altri casi, hanno dimostrato di praticare scarsamente!!!

Felici e arcicontenti se, in questo caso, verremo smentiti!!! 

 
                           TANTO E' ACERBA!!!!
I responsabili della multinazionale danese che aspira alla gestione della piattaforma in quel di Vado Ligure, ogni tanto fanno capolino sulla stampa locale per rassicurarci che, qualunque cosa accada, essi non rinunceranno mai al progetto; anzi, dopo aver aperto un ufficio assai poco frequentato in quel di Bossarino, ospiti di Bagnasco, e che a suo tempo venne inaugurato in pompa magna dal Presidente della regione Burlando, circondato dalla crema della nomenklatura bipartisan, ci fanno sapere che, nonostante  il bilancio della conglomerata, dei primi 9 mesi 2009 sia, a dir poco, disastroso...leggi..restano a pie' fermo in attesa della concessione cinquantennale, pronti a sborsare le quisquilie pattuite.

 I contribuenti italiani dovrebbero nel frattempo, provvedere  alla bazzecola di 400 milioni di euro per costruire il manufatto, che poi sarebbe gentilmente concesso alla multinazionale danese, che, con modesto esborso, farebbe la felicità sua e di pochi intimi, brutalizzando Porto Vado e rendendo tristi le spiagge del savonese e i centri urbani confinanti. Noi crediamo che, alla  fine, dovranno rassegnarsi loro malgrado e nonostante gli appoggi autorevoli: il "grande coltello" della crisi mondiale divide il grano dall’olio e smaschera senza pieta' i progetti sorretti solo dal lucro privato che sono inimicissimi dell'interesse generale, come quello di Canavese, che verrà stoppato alla faccia dei politici ipocriti e dei loro reggicoda!!!

 
Difesa proprietà pubblica dell'acqua    di Roberto Decia
Il Consiglio Comunale di Savona prendendo atto
che con il DL 135/09 recante il titolo “ Disposizioni urgenti per l'attuazione di obblighi comunitari per l'esecuzione di sentenze della Corte di Giustizia Europea, Il Governo ha inteso modificare le linee amministrative e gli assetti delle partecipazioni pubbliche in diversi servizi pubblici a rilevanza economica; ritenendo che... CONTINUA
 

Assemblea straordinaria del Gruppo delle Benemerite dell’Associazione NazionaleCarabinieri.

In data 11 novembre 2009, si è tenuta a Savona l’Assemblea straordinaria delle Benemerite dell’Associazione Nazionale Carabinieri, finalizzata alla riorganizzazione del Gruppo ed alla programmazione degli impegni futuri.

Le “Benemerite” sono...CONTINUA


12 novembre

 Quale sarà il motivo del mal di pancia  dell' IDV procurato da un'eventuale candidatura di  Rosavio Tuve' alle regionali?

Dal SECOLOXIX....Lo stesso Tuvé aveva dato la propria disponibilità a candidarsi, «per portare acqua al mulino» ammette lui, ma l’ipotesi sarebbe poi tramontata non senza qualche mal di pancia interno al partito. «È tutto a posto tagli corto Tuvé noi vogliamo ottenere il risultato di un consigliere regionale dell’Idv di Savona e stiamo tutti remando in questa direzione. Tutte le altre sono questioni di partito che vanno affrontate nel partito. Non è ancora detto che non mi candidi»

Sarà, forse, per questo fatto, riportato da "IL PARTITO DEL CEMENTO" di Preve e Sansa

Dicembre 2006 ….Tuvè  pagherà qualche mese dopo  l’oblazione di 600 euro  per estinguere il reato di aver falsamente certificato una firma per la presentazione delle liste amministrative del 2005 ...il motivo di tutta questa fermentazione intestinale

 
Consulta Culturale Savonese

                                 Discoteca sul Priamàr

Il Consiglio Direttivo della Consulta Culturale Savonese (organizzazione di coordinamento e di comune politica culturale delle associazioni savonesi “A Campanassa”, Istituto Internazionale di Studi Liguri-Sezione Sabazia, Italia Nostra-Sezione di Savona e Società Savonese di Storia Patria) ha dedicato un’intera riunione all’esame della notizia (riportata più volte in questo mese sugli organi d’informazione) dell’iniziativa di alcuni imprenditori privati intenzionati a realizzare una discoteca sul Priamàr e della grande attenzione che l’Amministrazione comunale pare dedicare a questa proposta.

Il Priamàr costituisce...CONTINUA

Pubblichiamo  il regolamento dell'organo tecnico comunale denominato "Consulta Comunale per il Priamàr", tratto dal sito Internet del Comune. Per ricordare  all'Amministrazione Comunale un "suo" regolamento che non viene MAI rispettato (nè lo è stato negli otto anni in cui abbiamo avuto la "fortuna" di avere il sindaco Ruggeri)...LEGGI

 

             Precisazione su articolo “Situazione politica di Alassio”. 

In merito al neonato sodalizio culturale alassino “Anche Noi” sono a precisare che si tratta, come riferito dal Vostro sito “gemello” Trucioli savonesi, esclusivamente di un’Associazione di liberi pensatori impegnati nel realizzare momenti di aggregazione in favore della città. “Anche noi” non ha alcun legame partitico con il centrosinistra, con il centrodestra o con altre fazioni.

Escludo, pertanto, qualsiasi mio coinvolgimento in candidature a sindaco o altri incarichi. Faccio il giornalista da quasi quarant’anni e per amore della verità, anche per evitare spiacevoli incomprensioni, Vi chiedo spazio per questa mia precisazione. Oggi sono unicamente impegnato, oltre che nella professione, a organizzare momenti culturali che possano aprire ulteriormente all’aggregazione tra i cittadini alassini di buona volontà.

Ringrazio e saluto cordialmente. Daniele La Corte

p.s Intanto informo che Venerdì 20 novembre, alle ore 21,15 nel salone della Società di Mutuo Soccorso di Alassio, “Anche Noi” parlerà di salute con il medico-giornalista del Secolo XIX, Federico Mereta. Il tema è: “Nuova influenza, le tante verità”


11 novembre

                          ALASSIO - LISTA AVOGADRO

A conferma che ad Alassio Roberto Avogadro intenda correre da solo alla poltrona di Sindaco su Facebook, il famoso social-network, si può già trovare un gruppo denominato Lista Avogadro che in una pagina propone questo programma...LEGGI

Nel social network Facebook, oltre alla Lista Avogadro (attualmente 107 adesioni) esiste anche la Lista Anti Avogadro (attualmente 116 adesioni). Più gli ANTI che i PRO! Questo la dice lunga sulla scarsa popolarità dell'ex sindaco e senatore leghista. Interessante leggere nella parte riservate alle discussioni sul programma della Lista Avogadro le clamorose considerazioni sul segretario della Lega Nord Alassio cav. Corrado Barbero: Avogadro, in caso di affermazione elettorale, ne prevede il defenestramento da presidente della società comunale alassina GESCOMARE...LEGGI

LISTA ANTIAVOGADRO 

NO al novello Ceasescu alassino! Se ne torni a Montalcino!

 

LO SPILLO SATIRICO/ Scoop di “Uomini Liberi”? Spettegolezzi&corna

Quando a Savona andava di moda:
gossip di marito e moglie escort

La mia Liguria/La nostra Liguria/La vostra Liguria

 

Savona & provincia (11) – Fatti & notizie

Loano e 33 comuni del savonese a rischio ispezione della Corte dei Conti

Non hanno ottemperato a obblighi di legge previsti da Operazione Trasparenza caldeggiata dal Ministro Brunetta

di Gilberto Costanza


10 novembre
                   OPPORTUNITA' O BIDONE???
Qualcuno non dice la verità sull'affaire delle aree ex IP di Valleggia, destinate dall'ente porto a magazzino di rifornimento dei centri commerciali "Conad"...leggi..la ditta, parola del sindaco di Cairo Montenotte, noto e stimato avvocato, avrebbe trattato per 1 anno col comune, nell'ipotesi di insediarsi nei vasti lotti lasciati liberi da Ferrania, ed ora ben collegati con l'autostrada dal passante di Vispa.

All'improvviso l'Ente Porto compra da Eni l'area quilianese e dichiara che non e' affar suo farsi carico della crisi valbormidese quasi fosse suo compito, promuovere un'area "bidone", pagandola non si sa quanto, pur di fare un favore alle coop, avendo firmato, a tutti i tavoli del mondo, i più svariati progetti per tamponare la crisi occupazionale di Ferrania. Diciamo apertamente che la  zona in oggetto, del cui  risanamento vi e' da dubitare assai, avrebbe bisogno di ulteriori indagini nel sottosuolo, da parte di qualche autorità volenterosa.

Essendo poi una zona esondabile, parola del piano di bacino della provincia, costellata di pozzi di acqua potabile…guarda…non vi e' dubbio che, per collegarla con le reti viarie, abbisogni di massicci interventi di  cementificazione, non sappiamo sino a che punto compatibili con la messa in sicurezza del sito.

A parte queste "bazzecole", il bilancio occupazionale, tutto teorico, dovrà assorbire gli esuberi di Villanova di Albenga e di Vercelli, che il centro e' destinato a sostituire.

Quanto al traffico pesante indotto dall'autoparco, vorremmo che, cortesemente, Nordiconad ci indicasse la media giornaliera dei camion in entrata ed in uscita, anche perche' non ci sembra che il distripark si insedi in una zona poco abitata, ma  in un fitto tessuto  che risponde ai nomi di Zinola, Valleggia e Murate (Vado Ligure). Queste domande, ingenue e tipiche dell'uomo della strada,per temperare le indebite euforie che abbiamo letto sui giornali locali. 

 
          La situazione politica di alassio: Giraldi nell'UDC

Una nuova Associazione Politica entra in scena ad Alassio: "ANCHE NOI" il suo nome (promotori il possibile candidato Sindaco del Centrosinistra Daniele La Corte, il tenore Alassino Andrea Elena e l'Imprenditrice Chicca Ienca).

Frattanto nel PDL infuria la guerra tra le correnti per la successione a Marco

Melgrati: da una parte i fedelissimi di Emanuela Preve dall'altra quelli di Gianni Aicardi che adesso gode pure dell'appoggio degli Assessori Zavaroni ed Invernizzi e viene dato per favorito per la nomination.

Nell'UDC del possibile candidato Sindaco Angelo Galteri sono entrati Mimmo Giraldi (ex DESTRA) e Daniele Fui (ex PD). Presto potrebbe entrare pure Agostino Testa. La Lega di Avogadro in rotta con Melgrati minaccia di andare sola al voto nel 2011.
Intanto si vanno definendo le liste per le regionali. Nel PDL sicure le candidature di Pietro Oliva , Marco Melgrati e Angelo Barbero.  Nella lista UDC, se correrà sola (sembra abbia chiesto 2 assessorati e la Presidenza del Consiglio Regionale in cambio di un eventuale accordo elettorale) ci saranno sicuramente  L'ex presidente della  Provincia Alessandro Garassini,  ed il Presidente dell'AVA Pietro Balestra.
 

LA LIGURIA AI LIGURI

Apprendiamo con piacere che il comune di Vado ha presentato il suo

ricorso al TAR con l’ampliamento della centrale Tirreno Power.

È un “atto dovuto” da parte di una amministrazione che ha fatto delle

questioni ambientali il proprio motivo stesso di esistenza...CONTINUA... Giovanni Baglietto Presidente Coord. Prov. IDV Marco Caviglione Cons. Provinciale IDV

 

      GRANDE SUCCESSO DELL’ASSEMBLEA REGIONALE

                      DEI CIRCOLI DI LEGAMBIENTE

Sabato 7 Novembre, si è riunita a Finale Ligure, nell’affascinante cornice del complesso di Santa Caterina, l’Assemblea Regionale dei Circoli di Legambiente. Secondo Stefano Sarti, Presidente Regionale, la manifestazione è stata un grande successo di partecipazione con la presenza di più di 50 rappresentanti, provenienti dai 16 Circoli Liguri.

Abbiamo avuto ...CONTINUA

 
              Ricorso di Union Savonese alla Corte di Strasburgo
Nel Decreto Legge 267 del 18 agosto 2.000, articolo 8 del Testo Unico Enti Locali, sono stati introdotti i Referendum abrogativi o consultivi sulle Delibere degli Enti locali, sia delle Province che dei Comuni. Sarebbe quindi possibile a livello legislativo promuovere azioni capaci di cancellare norme stabilite da Comuni e Province non condivise dagli abitanti e chiedere interventi pubblici ignorati dalle amministrazioni. Questi referendum ...CONTINUA
 

Albissola Marina, Albisola Superiore, Celle Ligure e Varazze

Cemento sì,  itinerari ciclabili chissà?

Si erano visti i primi di luglio le amministrazioni di Albissola Marina, Albisola Superiore, Celle Ligure e Varazze con lo scopo di discutere un progetto per la realizzazione di itinerari ciclabili che dovrebbero collegare i 4 comuni con percorsi alternativi.

Ciascuna  Amministrazione Comunale  avrebbe dovuto indicare i percorsi ciclabili possibili per collegare costa ed entroterra.

La  Facoltà di Ingegneria dell’ Università di Genova si era detta disponibile a studiare un piano per realizzare la fattibilità e il collegamento tra i suddetti itinerari.

Costo della ricerca universitaria circa 15.000 euro all’anno per tre anni da dividere tra i 4 comuni e l’Amministrazione Provinciale

Un progetto ambizioso che porterebbe vantaggi alle singole località a livello turistico e benefici alla salute dei cittadini.

 Che fine ha fatto il progetto?

Sarà realizzato, visto che aveva una scadenza (luglio2009)?


9 novembre
                                         V.I.A. COL VENTO!!!!
Il "vento" del TAR Lazio, ha spazzato, con una raffica di sentenze,  la nuova commissione  V.I.A. del Ministero dell'Ambiente che aveva il compito, secondo il ministro Prestigiacomo, di accelerare le autorizzazioni per le grandi centrali termoelettriche, limitandosi a copiare le relazioni presentate dalle aziende richiedenti.

 Questo famigerato sinedrio  formato da 50 "esperti" tra cui una miriade di ingegneri, avvocati, architetti ecc. e neanche l'ombra di un medico…leggi… nominato nel giugno 2008, in questi mesi ha adempiuto il proprio "sporco" lavoro, autorizzando, tra l 'altro ,anche  l'ampliamento a carbone della centrale TirrenoPower di Vado-Quiliano, col plauso del neo-presidente della provincia e la dura contrarietà dei comuni, della regione e dei comitati.

Recentemente,il facondo leader della provincia, ha avuto il coraggio di chiedere ai due comuni la delega  esclusiva per trattare col gigante elettrico, la quale delega gli e' stata giustamente negata dai sindaci,che non si fidano del fervore trattativistico del nostro, che finge di non aver capito che la partita e' del tutto aperta e quindi ben lontana dalla svendita che lui propugna.

Adesso sopravviene la notizia che il TAR del Lazio ha annullato  le nomine della Prestigiacomo (ed  anche i pareri provenienti da un organo illegittimo)…leggi…e quindi la questione rimbalza al Consiglio di Stato; in attesa di detta pronuncia tutto rimane sospeso: gli annunciati ricorsi degli enti locali, della regione e delle associazioni si caricano di nuovo vigore, mentre il "tavolo" del  logorroico Presidente della Provincia appare sempre più malfermo e traballante!!!

 
VIDEO INTERESSANTE  Un video un po datato ma interessante
"LIGURIA RIVIERA DEL CEMENTO"
 

               Albissola Marina, 10 Novembre 2009 

 Pubblicazione delle delibere del Consiglio Comunale e di Giunta sul sito del Comune.

Egregio Signor Sindaco,

spiace rilevare che, per molti Albissolesi quali il sottoscritto, impegnati per studio o lavoro in trasferta, o per altri Albissolesi più oziosi o cybernauti, sia impossibile ad oggi potere documentarsi presso il sito istituzionale del nostro comune...LEGGI  di Diego Zunino

 
UIL-CPO

Francesco BERTOLO eletto nuovoSegretario Provinciale della UIL-CPO

 
                            LA GIUNTA DEI MAGLIARI!!!
Su questo argomento, non avremmo voluto ritornarci, anche perche' abbiamo nutrito la speranza che prevalesse, in questi sedicenti "amministratori", un moto di pudore, un attacco di "vergogna" che impedisse loro di continuare a dissipare un patrimonio storico di inestimabile valore.

 Neanche per sogno: ritorna la sceneggiata della vendita, da parte del comune, di un palazzo storico…leggi…messo all'asta già  più volte e raccomandato agli eventuali immobiliaristi, con  nebulose promesse di ricche cubature. La sfrontatezza dell'assessore,  il cui cognome non merita di essere citato, se non in tribunale, e' arrivata al punto di proporre di trasferire l'archivio di stato in questo squallido e periferico edificio.. guarda... sino al punto di farsi "mediatore"  tra  la soprintendenza e il proprietario!

Ora, considerare il patrimonio archivistico di una città alla stregua di una partita di frutta e verdura, può essere anche compatibile col livello culturale del soggetto. Quello che appare meno plausibile e' il fatto che il nostro sia stato nominato "assessore", forse per rimediare, una testa di turco, oggetto di tutte le brutte figure che i suoi colleghi riescono, astutamente, a deviare sulla sua "ingenua" poltrona!!

 

SPECULAZIONE EDILIZIA ALL' ASILO BALBI

Pubblichiamo una parte del documento con cui il cui proprietario, il marchese Tomaso Balbi, aveva destinato l' asilo Balbi, con una specifica clausola, all’istruzione professionale della gioventù (atto Oxilia 5 maggio 1924)...leggi (pag 8-9)

 

Passeggiata degli Artisti  di   Mauro Baracco

Nello scorso mese di ottobre sono apparsi alcuni articoli di stampa inerenti lo stato in cui (non da oggi) versa la Passeggiata degli Artisti di Albissola Marina; il tempo di qualche polemichetta di prammatica e poi il silenzio sull'argomento è tornato, in attesa della prossima puntata.

Siccome sono personalmente convinto sarebbe saggio non calare mai l'attenzione collettiva su questioni che attengono il patrimonio culturale, mi permetto di fare alcune considerazioni ed avanzare  una proposta operativa, sperando siano considerate utili...CONTINUA

 
Gente Comune giornata contro la privatizzazione dell'acqua a Varazze
VARAZZE - nonostante la giornata uggiosa i volontari del gruppo GENTE COMUNE hanno girato in bicicletta, nel pomeriggio di sabato 7 novembre, per le vie della città consegnando ai varazzini volantini informativi e parlando con le persone, dando informazioni sulla prossima legge che privatizza la gestione dei servizi idrici.

Più di 200 firme sono state raccolte in circa tre ore nelle vie di Varazze.

I Varazzini si sono  scoperti disinformati come la maggior parte degli Italiani, ma interessati all'argomento e hanno reagito in modo propositivo alle notizie. 

GENTE COMUNE

 Dott.ssa Erika Conti Addetta alle relazioni con il Pubblico e la Stampa

 

                             comunicato stampa

           del movimento civico Nuovi Orizzonti per Garlenda

E’ sconcertante sentire le affermazioni del Sindaco di Garlenda in merito alla costituzione dell’ATO idrico e sul Depuratore Ingauno.

Sulla costituzione dell’ATO Miele dimostra la solita superficialità perché se fosse un attento amministratore pubblico interessato alle sorti dei suoi concittadini (non quelli di Savona dove abita) quando ha votato in Consiglio Comunale, lui, e la sua maggioranza dovevano votare contro l’adesione del comune di Garlenda all’ATO.
Così non è stato.....CONTINUA
 

           I Socialisti Liberali del Nuovo PSI del Savonese

 hanno  commemorato una delle figure più significative del panorama politico savonese:Osvaldo Chebello...LEGGI


8 novembre
Maria Teresa Verda insegnerà "Cultura ed economia
nel ponente ligure"

L´importanza di chiamarsi Scajola moglie e fratello docenti a contratto Perplessità negli ambienti dell´Ateneo, ma il preside di Economia respinge le illazioni: entrambi hanno esperienze e competenze rilevanti
MARCO PREVE
 da la Repubblica


7 ottobre
 
Appalti al discount.
Maretta nel Pdl: Morgillo vs Vaccarezza
 
da La Repubblica

Vaccarezza va al discount, a Loano un puc superscontato e la procedura per ribassi anomali 
La gara per il Puc alla Dodi Moss che schiera l´architetto Gasparini.

 A Loano un altro caso Galliera appalto vinto col 70% di ribasso

 

                              Commissione di VIA e TAR

E' passata tutto sommato abbastanza inosservata, o almeno, a quanto mi risulta, non se ne e' parlato abbastanza. 

Mi chiedo: si ripercuoterà questa bocciatura del TAR sulle decisioni prese nel frattempo dalla commissione non del tutto legittimata a deliberare? 

Sto, pensando, ovvio, a quelle che ci riguardano da vicino in quanto savonesi. Soprattutto un certo ampliamento a carbone...LEGGI
 

                IDV IN DIFESA DELL’ACQUA PUBBLICA

Idv savonese aderisce alla raccolta di firme promossa a Varazze dalla lista

“Gente Comune” in difesa dell’acqua come bene pubblico e contro la sua

prospettata privatizzazione. La difesa dell’acqua pubblica è...CONTINUA


6 novembre

Brunetta o Topo Gigio?

L’attualissimo dilemma di un docente combattuto 

Illustrissimo Ministro Brunetta,

sono un insegnante immesso in ruolo da poco più di due anni, dopo quasi un ventennio di precariato che ha comportato lunghi periodi di sacrifici, di rinunce e di ansie per il domani. Ho sempre considerato il mio lavoro come un grande onore, una meravigliosa opportunità per imparare e per trasmettere valori educativi importanti, imprescindibilmente associati a conoscenze indispensabili per ragazzi che intendano crescere e diventare adulti onesti, liberi e indipendenti. Ho lottato con i denti ...CONTINUA...
 di
Pietro Ratto (Docente di Filosofia e Storia presso il Liceo Baldessano Roccati di Carmagnola)
 

Ad Albissola Marina, la maggioranza Vicenzi del PD, ha approvato la costituzione del Consorzio denominato ATO voluto anche dal PDL in Provincia.

Ora Il Servizio Idrico e l'Acqua Potabile rischiano di cadere nelle sole mani delle Multinazionali,  mentre ai cittadini resteranno solo gli AUMENTI DELLE BOLLETTE...LEGGI

 
UNITI PER
LA SALUTE

        Sette domande al Presidente della Provincia di Savona

Come è ben noto a tutti, uno dei caratteri più significativi della nostra associazione è quello di non avere appartenenze partitiche, né di fiancheggiare chicchessia: unico nostro scopo è attivarci ed attivare i cittadini verso una sempre maggiore tutela della salute: e - come diciamo spesso - la salute non ha colore politico. Con questo spirito, abbiamo avuto colloqui con molti amministratori di ogni partito e schieramento: al presidente Vaccarezza abbiamo portato e istanze e perplessità poco più di un mese fa, accolti con un atteggiamento di attenzione che ci ha favorevolmente colpito...CONTINUA

 

RINNOVIAMO LA POLITICA Diamo spazio ai giovani nei partiti CHIUSO IL SONDAGGIO

Finisce il nostro sondaggio sui giovani in politica. Ricordando che il sondaggio  non ha nessun valore scientifico si può dire, però, che qualche segnale positivo di rinnovamento lo lancia. Siamo scettici sul fatto che i loro partiti ne terranno conto.

In testa finiscono a pari merito due esponenti del PDL...  GUARDA I RISULTATI


5 novembre

                  ALBISOLA SUPERIORE - ALBERI  FASTIDIOSI

Giungono voci su un previsto taglio dei grossi  pini di alto fusto domestici in via Vittorio Veneto ad Albisola Superiore...GUARDA... da parte del Comune. Qualcuno sa dare notizie in merito? A chi possono dare fastidio quelle bellissime piante? Vi è mica un parente di qualche politico comunale che lì dimora e che avrebbe fatto pressioni?  

Quei pochi polmoni verdi cittadini stanno scomparendo sotto i colpi di persone insensibili e capaci solo di cementificare il territorio.

 
foto: Il consigliere Cristina Morelli foto: Il consigliere Carlo Vasconi

                           La legge sul verde dimenticata dai verdi

Che fine ha fatto la famosa proposta di ...legge regionale... presentata dai Consiglieri Vasconi Carlo e Cristina Morelli ?

 
                                        CHI ATTACCA LA SPINA?
In tempi non sospetti (da qualche anno) siamo l'unico media che ha sollevato il problema del'inquinamento  causato dalle navi alla fonda nel porto Savona-Vado, segnatamente da parte delle mega navicrociere targate Costa che ci fanno l'onore di attraccare alla nostra  darsena per più di 200 giorni all'anno, causando emissioni la cui quantità nessuno ha misurato, durante la loro permanenza a motori accesi.

Ovviamente il Presidente del porto, uso a prosternarsi dianzi i dirigenti della potente ditta, non osa chiedere alcunchè in termini di miglioramento ambientale; anzi, se potesse, autorizzerebbe, non solo il 3  accosto, già  problematico e non privo di rischi, ma farebbe tappeto di tutta la città, noncurante dei danni che procura l'eccessiva densità degli scali di questi giganti. Sul tema dei combustibili..leggi…pare sia riuscito ad ottenere che i traghetti della "Corsica" si attacchino alla spina elettrica per evitare di bruciare nafte e fare scorta di corrente.

Perchè lo stesso non potrebbe avvenire per la "Costa"?

Perchè, dice, avrebbe un onere eccessivo per la compagnia, richiedendo generatori molto più potenti e costosi!

Quindi, non se ne parla: la  coreografica nave continuerà a far da fondale  alla fine di via Paleocapa (che bello, ricordate il film "Marnie" di Hictcock?), ma dai camini uscirà sempre quel bel "fil di fumo" ottenuto bruciando la roba più pestilenziale che esista e noi ci consoleremo con le foto da cartolina che  possiamo scattare nell'occasione. E perchè questo? Perchè  la legge non e' uguale per tutti ed il nostro megapresidente  famoso per essere "forte coi deboli" e "debole coi forti". Quindi, nella fattispecie, l'aureo principio del diritto comunitario che "chi inquina, paga", a Savona e dintorni, non ha vigore!!!

 

MODA Savona

Dr. Virginio Fadda

Dr Agostino Torcello

     PERCHE’ NON SONO ANCORA STATI CHIUSI I GRUPPI "FUORILEGGE" 3 E 4 A CARBONE DELLA CENTRALE T. POWER?

 RESPONSABILITA’ "STORICHE" DEGLI ENTI LOCALI E DEI GOVERNI

Il MODA ribadisce la grave negligenza degli Enti locali savonesi rispetto al problema dell’inquinamento prodotto dalla centrale ex Enel oggi Tirreno Power Vado in più di 30 anni di combustione ininterrotta a carbone.

 Quando l’Assessore Zunino dichiara che "la competenza è del Ministero dell’Ambiente" riguardo alla eventuale chiusura degli inquinanti gruppi 3 e 4 a carbone che non rispettano la normativa UE IPPC 96/61/CE e 2008/1/CE, noi rispondiamo con alcune considerazioni:

La Legge Regionale...CONTINUA


4 novembre

 Referendum,  preferenze... Gambaretto deve smetterla....

Il popolo, non solo non decide, ma quando lo fa, crea problemi

Ho visto i voti che ha preso Gambaretto nel vostro sondaggio ma non sono d’accordo sul vostro commento. Gambaretto ha votato contro la sua maggioranza per cui  si evince, ormai da tempo, che è più portato a dare contro chi  l’ha candidato, permettendogli di avere i fatidici 207 voti + 1 (il suo), che a lavorare, come sarebbe suo dovere, contro l'opposizione.

 Perché non passa dall'altra parte, sempre che lo vogliano.

Quanto alla Margonara, a livello di chiacchiere e di democrazia teorica è giusto essere contro ma ogni volta che si fa un referendum  il popolo, non solo non decide, ma quando lo fa, crea problemi perchè i quesiti son posti in  maniera strumentale.

Se ha qualcosa da dire ai dirigenti politici del PDL che se l'intendono con le fazioni avverse è giunta l'ora di dire le cose chiaramente, basta ai beceri pettegolezzi da “bar dello sport”,  se ha le  prove parli e le fornisca, altrimenti impieghi meglio il suo tempo.

Come in tutti i lavori, si deve fare la gavetta anche in politica, studiare e seguire i consigli di chi ha più esperienza. L'umiltà è una virtù che non si impara facendo sempre di testa propria, per poi cospargersi il capo di cenere e "andare a Canossa". Gambaretto  deve imparare l'arte del silenzio, le verrà utile quando maturerà. Deve smetterla di farsi forte delle preferenze, il popolo, come lo chiama lui, non solo non "insorge", ma ha altro a cui pensare, passate le elezioni la vita va avanti. Deve smetterla di piangersi addosso!!!  Deve dimostrare di  lavorare in gruppo,  basta essere contro a priori !!!   Una simpatizzante del PDL

 
                        HANNO DETTO... 

 LIVIO BRACCO «...i cacciatori sono i “tutor” dei boschi ed i primi a tutelare la natura contro gli incendi, l’incuria, lo sporco. Sono i primi ambientalisti...»

 ANGELO VACCAREZZA«...Sono gli unici veri difensori dell’ambiente...»

 

Variante al Piano Paesistico

La Com. Consiliare boccia tutte le osservazioni di Italia Nostra

  Italia Nostra aveva presentato  osservazioni  (sostenute anche dalla Consulta Culturale Savonese) al Piano Paesistico regionale che riguardavano i 5 grandi progetti che avanzano sui 7 chilometri di fronte mare savonese (Margonara, riempimento della darsena delle Funivie, edificazioni intorno al Priamar fino a metà altezza della rocca, costruzioni sulla spiaggia dei Solimano, Liedl e Famila e piattaforma di Vado)

Lo spirito delle osservazioni era quello di orientare i progetti ad un minore impatto sul territorio. Un’osservazione riguardava anche la salvaguardia del vecchio tracciato ferroviario, come già previsto dalla Regione ma solo per il tratto Andora Finale. 

L’assessore Di Tullio le ha presentate come espressione di quelli che vogliono conservare, contro le opportunità di lavoro e rilancio della città. 

I consiglieri intervenuti hanno bocciato le osservazioni (a favore la maggioranza, contraria  l’opposizione astenuti Aschero, Casalinuovo e La Rosa); Giraudo e Ferrero, con una inaspettata lezione di politichese hanno bocciato la lettera delle osservazioni ma hanno affermato di approvarne lo spirito.

 Ma se lo spirito è giusto perché non approfondire e correggere in modo condivisibile le osservazioni per un progresso che tenga conto di tutti e non solo degli obiettivi di chi guadagna con il cemento? 

Il testo passa intatto al prossimo consiglio comunale, senza miglioramenti; le betoniere hanno cominciato a festeggiare.                                                                       

Roberto Cuneo Presidente di Italia Nostra Sezione di Savona

 
                Una precisazione di Guglielmo Giusti
Oggi sul Secolo XIX è apparso un articolo dove l’assessore varazzino Giacomo Rolletti sembra chiamare in causa me per alcuni attacchi a suo dire portati alle ronde. Sono infatti io l’unico “esponente che ha lasciato recentemente la Lega Nord”. Precisando che dalla Lega Nord mi sono autosospeso, cosa ben diversa da lasciare (saranno eventualmente i dirigenti leghisti ad espellermi per lesa maestà) per altri  motivi ben più seri e vorrei dire molto chiaramente che non ho mai detto nulla contro le ronde varazzine proprio perché esercitate da militari in congedo autorizzati dal Prefetto, quindi il massimo della garanzie specie in una cittadina  tranquilla come Varazze.

Cosa ben diversa sarebbero ronde e presidi che in altre zone del  Paese stanno martirizzando poveracci senza futuro a puro scopo di bieco interesse elettorale. A questo punto visto che la chiarezza è sempre stata una delle mie poche doti, credo l’acrimonia di Rolletti verso di me portata avanti al punto da farmi diventare un  suo demone privato e dimostrata in tante occasioni, sia legata a questioni non politiche ma personali. E allora sono fatti suoi, da parte mia è solo un occasionale conoscente. Aggiungo che se invece le dichiarazioni sul razzismo apparse sempre sul Secolo XIX e a lui attribuite fossero vere, allora proverei un senso di repulsione e disgusto.  Parlare di etnie e differenze è accettabile anzi doveroso sul piano culturale e delle tradizioni. Diventa razzismo della peggior specie se si parla di superiorità di un colore, provenienza o religione. Concetti simili sono i padri dei momenti peggiori della storia umana, da isolare immediatamente. Mi auguro un pronto intervento della politica se esiste ancora. Guglielmo Giusti

 

           PDL quando coordinare vuol dire pensare all’elettorato 

Continua il percorso iniziato ormai da tempo da Roberta Gasco e Marino Meistro nell’organizzazione della Festa per i Bambini.

Infatti il Consigliere della Regione Liguria Roberta Gasco oltre interessarsi ai problemi legati alla nostra Regione, in collaborazione con Marino Meistro tutti gli anni il 20 Novembre in occasione della giornata dedicata all’U.N.I.C.E.F. propone una festa per famiglie dove i bambini ne diventano i maggiori interpreti.

Queste kermesse hanno avuto anche quale scopo la raccolta di fondi, che nel passato sono stati inviati nel Terzo Mondo, mentre quest’anno le offerte della serata verranno devolute alla C.R.I. di Cengio. Quindi un grande appuntamento a Cengio per Venerdì 20 Novembre alle ore 20,30 presso il Cinema-Teatro “Jolly” dove Sonia De Castelli, Pino Miller e Ilaria Salzotto personaggi di Telecupole allieteranno la serata lasciando anche spazio ai piccoli cantori “Le voci nell’Arcobaleno“ e ai mini- ballerini di Hip Hop.

Il modo giusto di fare politica della giovane consigliera che oltre a lavorare tra i banchi della Regione, non appena gli impegni lo permettono scende tra la gente e per la gente si adopera


3 novembre
                                  SHOPPING, SOTTO IL VULCANO!!!
In 7 km ben 3 centri commerciali tra Savona e Vado Ligure, constata un diffuso giornale piemontese, quasi che il nostro comprensorio volesse fare la gara con gli outlet di Mondovicino o di Serravalle Scrivia!...leggi…Il bello dei nostri superstore consiste nel fatto che almeno due sorgono vicino a industrie classificate, secondo le direttive"Seveso", ad alto rischio di incidente rilevante, e che, quindi, sono sottoposte ad obblighi di piani di emergenza, sulla carta, di stringente rigore...leggi

Recentemente il ministero dell'ambiente ha emanato un  regolamento sulla informazione dei cittadini, nel quale si dettano norme inderogabili, delle quali vorremmo sapere dai nostri sindaci, qualche particolare in più. Segnatamente dall'assessore "Crozza", che ha autorizzato il centro commerciale "ex Metalmetron" diviso da un lancio di fionda da... serbatoi  di gasolio e di benzina... quali iniziative intenda assumere ad informazione e tutela  degli abitanti del quartiere e dei futuri addetti al centro, anche perchè le direttive citate non contemplano, di norma, che si possano autorizzare  centri con grandi flussi di persone a rischio (teorico) di incidenti alla "Carmagnani": sarebbe come permettere fuochi d'artificio in una polveriera!!!

 

                                                      Eppur si muove 

Qualcosa si sta muovendo... incontro MES (Movimento Etico Solidale) ad Alcatraz (Jacopo Fo) il 15 ottobre 2009. E A SAVONA????Tutto tace (as usual)??

 

                               Ciangherotti "sposa" Tabbò

Albenga. Eraldo Ciangherotti (UDC) ha raggiunto un clamoroso accordo con il Sindaco Tabbò. L'UDC appoggerà il ricandidato Sindaco del centrosinistra (appoggiato anche dalla sinistra radicale) in cambio dell'assessorato per Ciangherotti.

La notizia sorprende visto che Ciangherotti ha sempre professato anticomunismo viscerale, ma come si sa le vie del Signore sono infinite...e di fronte alla promessa di poltrone si puo' tranquillamente rinnegare il proprio passato...Ciangherotti non ha mai fatto mistero di non gradire l'amministrazione Tabbò (celebri i suoi attacchi al Sindaco e all'assessore Salata che gli erano valsi i complimenti di Scajola), tanto che si era parlato di una sua discesa in campo per il Centrodestra, ma negli ultimi tempi aveva per una simpatica coincidenza smesso di attaccare la giunta in carica...Adesso si capisce perchè...
 

LAVORO E INQUINAMENTO IN VALBORMIDA –

Un problema urgente da risolvere 

In Valle Bormida nei primi anni ‘30 del secolo scorso sono state insediate diverse grandi aziende, in prevalenza del settore chimico (ACNA – FERRANIA –MONTECATINI), la COKITALIA (ora Italiana Coke) e le FUNIVIE SAVONA-S.GIUSEPPE. 

La loro presenza ha certamente contribuito a creare una ricchezza diffusa e non trascurabile per il  benessere materiale delle popolazioni locali, del savonese e del basso Piemonte raggiungendo, nei tempi d’oro, un’occupazione diretta e indotta valutabile in circa 10.000 unità...CONTINUA  di Alfio Minetti

 

                                  Etnie, integrazione e luoghi comuni

Spero che il Secolo XIX voglia cogliere queste mie riflessioni scritte dopo aver letto l’analisi di Dario Freccero in merito all’integrazione dei migranti, ed in particolar modo dei cittadini provenienti dall’Albania.

Il tema dell’immigrazione e dell’integrazione è assunto pubblicamente ogniqualvolta accade un fatto di cronaca, ciò è comprensibile sul piano giornalistico, ma oggettivamente poco corretto sul piano sociologico.

Sarebbe...CONTINUA ...di Giovanni Durante, presidente provinciale ARCI

 

Savona & provincia (9) - Fatti & notizie

 Spotorno “Arte d’autore: la società come valore”
Vado Ligure: consegnato cane guida al giovane disabile Andrea Bazzano

Nel giugno 2009 due lodevoli iniziative organizzate da Lions Club
di Gilberto Costanza


2 novembre
                  Se in mutande ci resta il Comune….
                                dal blog di Marco Preve
In questo articolo che ho scritto l’altro giorno trovate l’incredibile storia del Grand Hotel di Alassio, storico albergo di proprietà comunale al centro di una vicenda amministrativa e giudiziaria. Da un lato la procura che ha indagato lo stripper, pardon, il sindaco Pdl fresco di condanna, Marco Melgrati
 

Dal  mercato immobiliare tristi presagi

Ovunque i costruttori ed i loro amici politici del mattone continuano a costruire forsennatamente.

 Eppure ci sono alcuni esperti di grafica che sul tema immobiliare non hanno tanti dubbi. 

Il Grafico che presentiamo si chiama  del  Nido d'ape  e mostra in tutta chiarezza la ciclicità  

ripetitiva dell'andamento del mercato immobiliare...GUARDA...Come potete osservare i cicli configurano delle simili configurazioni che sembrano preannunciare tristi presagi per gli speculatori e saccheggiatori del territorio , anche di quello ligure. Li sapranno interpretare con preoccupazione i costruttori ed i loro amici politicanti del complesso Balbi e delle Colonie Bergamasche di Celle Ligure o persisteranno negli intenti di massacro del territorio

 

Gli “Amici di Beppe Grillo” di Savona e il Sanremo Beppe Grillo Meetup, a meno di una settimana dal brillante successo ottenuto dall’iniziativa contro il “Piano casa”, chiedono nuovamente a tutti di mobilitarsi contro la privatizzazione dell’acqua potabile....LEGGI


1 novembre
Finalmente svelati i piani della sconfitta di Boffa e della vittoria di Vaccarezza

Fulminati sulla via dell’humor
noi super tifosi del sorriso
 

Tutti i nomi del “Molteni for president”. Il “Franceschini nazionale” del Pd?
(a cura Belfagor)

 
                         TORRE MOTTURA, LA "PRIMULA ROSSA"!!!
Come la mitica "primula rossa" che  tutti cercano ma nessuno trova, anche la torre "Mottura" appare e sparisce , in qualche caso la incontriamo dove pochi la cercano e non dove tutti si aspetterebbero. Ma andiamo con ordine: nei giorni 29  e 30 ottobre c.a. un  quotidiano piemontese spara 2 pagine intere con annessi disegni, della nuova torre "Mottura", destinata ad erigersi per 86 metri dove un tempo era la sede dell'omonima ditta, di fronte al cosiddetto "matitino", progetto della premiata ditta 5+1, committente il gruppo Bagnasco e soci, tra i quali spicca la  ben nota coop. Talea, presieduta dall'avvocato Alessandro Ghibellini, ex campione di  pallanuoto ed ex scalatore della BNL, cordata di Giovanni Consorte.

Il nostro sito, insieme con trucioli, riprendono la notizia, cercando di approfondire con commenti verbali e fotografici, questo rinnovato  interesse della giunta Berruti per lo skyscraper in salsa savonese…guarda…chi invece "buca" clamorosamente la notizia, (anche se non manca di anticiparla nel sito internet, aprendo addirittura una discussione, per poi dimenticarsela del tutto, perche' nulla appare sulle pagine savonesi, nelle quali ci si occupa di altri e, forse, meno rognosi argomenti,) e' il quotidiano più amato dai savonesi: ancora una volta prudente sino all'omissione, quando si parla di cemento e della casta dei partiti che, nella nostra città, lo propugnano con instancabile vigore. 

 

da La  Repubblica Edizione Milano-  COMPLESSO BALBI GIA' IN VENDITA

Ecco  il volto della speculazione edilizia ad Albisola Superiore? Ma il Gruppo di costruttori GIS, non è lo stesso che avrebbe comprato anche le Colonie Bergamasche di Celle Ligure?

 

Ferrando Sindaco di Quiliano
                                          INDEBITE EUFORIE!!!!
Che ragioni abbia per essere così euforico, proprio non si capisce!…..leggi…e' molto soddisfatto perche' l'Autorità Portuale ha comprato le aree della ex IP quelle in fregio al torrente Quiliano, sponda vadese, già protagonista (il fiume) di una delle più disastrose esondazioni degli anni '90 del secolo scorso…guarda…ora, il nostro buon uomo, e' convinto che il processo di risanamento di dette aree, che sembrava non finire mai, si sia  finalmente concluso e quindi, correttamente l'Eni e' riuscita a trovare un compratore per questo "scrigno di veleni"(esistono testimonianze di addetti all'impianto, ancora in grado  di confermarlo).

 Primo quesito: indubbiamente il primo cittadino ha avuto autorevoli assicurazioni della compiuta bonifica ma, a scanso di equivoci, proprio per eccesso di  zelo, non sarebbe il caso di ordinare una perizia "asseverata" dell'avvenuto processo di risanamento, giusto per tappare la bocca ai soliti malpensanti, che fanno presto a diffondere voci incontrollate?

Seconda questione: il cambio di proprietà (Eni-porto) non dovrebbe affatto rassicurare i cittadini, anche perchè questa autorità portuale e' abituata a vincolare, se non si fa resistenza, anche le aree soggette ai p.r. comunali, figuriamoci se accetta vincoli su aree di sua proprietà, come sembra sperare il nostro speranzoso primo - cittadino, il quale ha in mente attività artigianali, pulite e a prova di veleno, il tutto circonfuso di verde smagliante, magari spruzzato di vernice similerba, come  pare avvenga per aumentare  l'appeal delle case in vendita negli USA.

Fuori dallo scherzo, sul destino di queste aree, ammesso e non concesso che siano "risanate", per ora fa testo quanto programmato da una strana sigla, la S.L.A.L.A, che altro non e' che una società ligure - piemontese, partecipata da grossi enti pubblici e privati (nella quale non risulta esserci Quiliano) la quale, nel suo studio di fattibilità, ha fatto il conto di quanti, degli 800 mila contenitori sbarcati dalla piattaforma, potrebbero essere "lavorati" (leggi "stoccati") tra il  vadese e la Valbormida: non meno del 20%, cioè dai 160 mila in su…..leggi…e di questa massa di ferraglia, il nostro ritiene che nemmeno uno si fermerebbe nella comoda area, tra autostrade e ferrovie, che interessa il suo comune?

 Un vero ottimista, di quelli inossidabili anche all'anidride solforosa (SO2)!!!!

 

SAVONA - ROTATORIA  PIAZZA ALDO MORO
 
Ricerca personalizzata />/div>
Gli autori dei testi sono responsabili dei dati, delle analisi e delle opinioni in essi contenuti 

LEGGI GLI INTERVENTI DI OTTOBRE

 

PATRONATO
A.C.A.I

Sede provinciale
SAVONA
piazza Diaz, 68r
tel e fax
019.8336215


Manifestazioni natalizie
ad Albisola Superiore 2009