VUOI PRENOTARE UN VIAGGIO,
ACQUISTARE MATERIALE INFORMATICO
visita i migliori siti

 ENTRA

IL BLOG di MARCO PREVE
www.truciolisavonesi.it
spazio di riflessione per Savona, imperiese e cuneese
Non perdere TRUCIOLI SAVONESI se vuoi leggere notizie che non si trovano sui giornali e su altri blog
 
 
31 luglio
                            C'E' MOBBING E MOBBING
I giornali di oggi riportano la notizia che nel Comune di Pietra Ligure la Giunta discuterà su presunti casi di mobbing...LEGGI... Nel Comune di Savona sono in corso tre procedimenti in tribunale per cattiva gestione del personale. Come mai  nessuno ne parla?
 

Savona & provincia (1) - Fatti & notizie

Piano paesistico ligure ritenuto illegittimo?

Provincie di Savona e Imperia con alcuni comuni del ponente minacciano un ricorso legale/amministrativo. E’ un esempio di una nuova collaborazione istituzionale?

E’ sana amministrazione? di Gilberto Costanza

 


foto da SECOLOXIX

La Compagnia Portuale, non è stata nemmeno menzionata!

  DIBATTITO AL CAMPUS

Le dimenticanze di Rino Canavese e molta demagogia

900 nuovi posti di lavoro in Porto!... L'abbiamo mai visti??

Il porto ha perso traffici importanti tipo quello delle auto della Hyunday

In data 28 LUGLIO 2009 si è svolto al Campus Universitario di Savona, un dibattito organizzato dal SECOLO XIX inerente la crisi economico-finanziaria e delle misure per uscirne. Dai vari interventi dei personaggi di spicco dell'economia della zona è emerso però, a mio modo di vedere, un quadro d'insieme non molto rassicurante. Quasi tutti a incensare la costruzione della piattaforma containers ed il potenziamento dei gruppi a carbone della centrale “Tirreno Power” di Vado Ligure, quando sia dalla U.E che dall’America di Barack Obama, le direttive sono quelle di abbandonare la produzione di energia da fonti fossili (obsolete già nel secolo scorso…) per andare verso fonti rinnovabili, evidenziandone il ruolo di “toccasana” dell'economia Savonese, andando poi in contraddizione nel rilevare la cronica carenza delle infrastrutture e nel particolare, quelle che servirebbero all'inoltro e/o ricezione dei containers.

 LEGGI TUTTO L'INTERVENTO  ...di

 Giordano Pia – Portovadese, Socio Culp e iscritto CISL! 

 

                             Albenga-Millesimo-Predosa

Fin dal giorno del suo insediamento Vaccarezza non ha perso tempo con i suoi slogan di stile berlusconiano: meglio partire subito all’attacco e tacciare di “comunista” o di “oppositore per partito preso” chiunque non la pensi come lui. E così ora, a proposito dell’ipotetica autostrada Albenga-Millesimo- Predosa, egli non spiega analiticamente perché è utile, nè perchè, come, quando e con quali finanziamenti potrà realizzarsi. Esordisce immediatamente con accuse...CONTINUA  Mimmo Filippi


30 luglio

      VERDI : NO PER L'AMBIENTE MA PER LA POLTRONA

I Verdi a Genova sono tornati nella Giunta di Marta Vincenzi. PERCHE?

Il 30 ottobre i Verdi si erano sospesi dalla maggioranza e io, Maria Rosa Zerega, assessore alla Città Partecipata, mi ero dimessa. La motivazione era grave: dissenso politico sulle scelte di politica urbanistica....CONTINUA

 

                  VACCAREZZA, L'ANTICEMENTO!

La polemica innescata dal neo-presidente della provincia contro l'assessore ai porticcioli Ruggeri, rappresenta quanto di più basso il menu politico estivo ci potesse propinare…leggi...fa una certa una certa impressione che il sindaco di Loano accusi il PD di essere il "partito del cemento" (forse rimpiange di non comparire nella 1 edizione del libro, ma con l 'aggiornamento il suo posto e' sicuro) come se il testo citato non parlasse di molti sindaci del PDL di Savona e di Imperia campioni della cubatura.

 E' come se il bue dicesse "cornuto"!  all'asino e di questo sono ben coscienti e nostri lettori che seguono su "trucioli" gli articoli di Gilberto Costanza sulla cementificazione continua e metodica del comune di Loano.

Quindi poco ti si addice, egregio demagogo  dal potere duplice, la veste di tutore dell'autonomia dei comuni dall'invadenza della regione ,visto che non  hai speso una parola per difendere comunità locali assediate dalla prepotenza delle multinazionali, come accade a Vado Ligure, comune che non ti interessa oggi, ma che domani (siamo alla vigilia delle regionali) potrebbe, insieme ad altri  diventare determinante. 

 

GAUDETE PUELLAE, GAUDETE PUERI BOCCONIANUM

Dopo una breve assenza, ritorna, per la gioia di grandi e piccini, l'Angolo del BuonUmore gentilmente offerto dal socialisteggiante Assessorato Risorse Umane e dall' Assessorato Pianificazione Territoriale ed Ambientale del Comune di Savona, con la collaborazione della Segreteria Generale, della RSU e dei gruppi consiliari di maggioranza e di opposizione.

I soliti due dipendenti del Comune di Savona, Tizio e Caio, mentre sono nel corridoio del palazzo comunale, incontrano un loro comune amico, Sempronio,

-   Ciao Sempronio – dice Caio

Cosa ci fai da queste parti? - aggiunge Tizio

Ho presentato domanda per partecipare a un concorso qui in Comune e sono venuto per informarmi se si conoscono le date delle prove. Sapete, devo organizzarmi le ferie per settembre o ottobre e non voglio correre rischi – risponde Sempronio

Concorso? A quale concorso ti sei iscritto? - domandano Tizio e Caio

Al concorso per il nuovo dirigente del Settore Pianificazione Territoriale ed Ambientale – risponde Sempronio

Tizio e Caio si guardano per un istante, dopodiché – Ah ah ah ah ahhhh - - ih ih ih ih ihhhh -

Ma perché ridete – chiede sorpreso Sempronio

-   ma scusa – dice Tizio – hai ma lavorato per l'IPS? -

No! - risponde Sempronio

-   hai mai collaborato con l'ingegnere N.F.? - aggiunge Caio- -No! - - Ce l’ hai le tette? - - No! -

Tizio e Caio si guardano nuovamente,  dopodiché Ma carino! - - Ah ah ah ah ahhhh - - ih ih ih ih ihhhh - 

 
"L' AGENZIA IMMOBILIARE" COMUNE DI CELLE LIGURE Comunica:
 L'apertura delle buste per...L'ASTA PUBBLICA ...ALIENAZIONE DI N.° 25 LOTTI DI VENDITA DI 25 POSTI AUTO COPERTI SITI IN LARGO GIOLITTI (EX RILEVATO FERROVIARIO)  Causa motivi tecnici l'apertura delle buste relative all'assegnazione dei 25 posti auto coperti di Largo Giolitti prevista per le ore 11 del 28 luglio 2009 è posticipata a data da determinarsi....leggi

29 luglio 
                  LA MONTAGNA ED IL TOPOLINO
Annunciata per settimane, la convention organizzata dalla redazione del quotidiano più amato dai savonesi, ha partorito il più classico dei topolini. Davanti ad una platea accaldata di addetti ai lavori…leggi… l'illlustre consesso ci ha notiziato delle seguenti novità:

A) il comune di Vado Ligure non intende recedere dalla sua posizione negativa su piastra e carbone, nonostante tutti i tentativi posti in atto dal superpartito tesi ad intimidirlo.

 

B) la posizione della casta che fa capo al PD, accetta  Maersk ma finge, in questa fase, di rifiutare il carbone, subendo le pressioni dei verdi e di rifondazione. E’ chiaro che, a babbo morto, dopo un eventuale ridimensionamento di questi partiti, la sua posizione potrebbe mutare.

 

C) il sottopartito della libertà (ala destra del superpartito) è d'accordo sia sul carbone che sulla piattaforma. Alla riunione il Presidente ha preferito delegare il superassessore Marson, già risanatore dell' Acts, che essendo stato nominato prima dal PD e ora dal PDL, possiede le caratteristiche strutturali per fare da ponte all' interno del business-party.

 

D) sempre più debole l'autorevolezza dell'ente porto come stazione appaltante: infatti,nell'arco di pochi mesi, ben due gare tese a finanziare la piattaforma e la costruzione della nuova sede dell'autorità, sono andate deserte. Sintomo pesante: nessuna banca si fida a finanziare i progettoni di Canavese.

 

E) tra i grandi assenti alla passerella di Legino, i dirigenti di Maersk e Tirrenopower: la loro latitanza la dice lunga sul concetto che si sono fatti della casta locale, a pochi mesi dalle elezioni preferiscono stare a guardare cosa succederà e soprattutto se Burlando sarà in grado di recuperare il terreno perduto. 

                                     La montagna ed il topolino Punto B

E se invece la casta non fosse motivata, contro il terzo gruppo a carbone diTirreno Power, dalle preoccupazioni sulla salute dei cittadini, ma fosse invece interessata alle aree ora occupate dall'azienda di produzione termoelettrica perché appetibili per l'operazione "Maersk"? Qualcuno ha un'opinione in merito?

 

                                      Piano territoriale della costa

I CONSIGLIERI DEL PDL ATTACCANO: “ QUEL PIANO E’ UN BLITZ CHE CONGELERÀ L’ATTIVITÀ PER MESI”

Polemiche dei consiglieri Saldo, Morgillo, Garibaldi (Forza Italia verso il popolo della libertà) e Abbundo (moderati per il popolo della libertà) dopo l’approvazione della delibera della Giunta...LEGGI

 

                      P E R C H E' ? Sei domande per i lettori di "Uomini Liberi"        

Perchè non si riesce a mettersi d'accordo su quale idea di società si vorrebbe in Italia, con intenti onesti ed impegno partecipato? 

Perchè il potere politico addomestica i cervelli più liberi e pensanti ai propri interessi di Casta? 

Perchè il concreto sociale trova pochi adepti disposti ad agire correttamente? 

Perchè si accettano supinamente linguaggi rimbombanti e astratti, posti in essere solo per confondere ed eludere responsabilità? 

Perchè si considera tout court lo Stato come un nemico-mostro invece che un partner solidale con il quale rapportarsi con pari diritti e doveri? 

Perchè la coscienza si è rinsecchita, un grillo parlante rompi balle da schiacciare senza alcun rimorso?                      

Ilaria Barberini  www.azioneriformista.it

 
 

                 SAVONA: la coscienza politica ha trasmigrato nel portafoglio
Divertentissimo assistere al buffo procedere della politica savonese, sempre più orfana di esseri senzienti e sempre più legata ad occulte presenze. Dalla giornaliera genuflessione di Angelo Vaccarezza dinanzi all’immagine sacra del suo vate Scajola al contorcimento della prode dirigenza PD dove nessuno capisce chi comanda cosa, dal trasmutamento della Lega Nord da partito di lotta a viscida imitazione socialista pentapartitica alla misteriosa nube “esoterica” capace di influenzare articoli di giornale, annacquare proteste popolari, nominare assessori e preparare sindaci futuri tutto appartiene ormai ad un mondo dove la coscienza politica ha trasmigrato nel portafoglio.
 

Belli quei  tempi lontani dove magari ti prendevi a legnate con qualcuno ma sapevi con certezza  che quello che cercava di darti un cazzottone sui denti era sicuramente avverso alla tua parte politica, mai e poi si sarebbe arrotolato con te in un osceno amplesso per partorire una poltrona da qualche parte. Ti odiava, ma in quell’odio esisteva una purezza ideologica magari perversa ma capace comunque di mantenere viva la tua coscienza sociale. Oggi tutto è strisciante e dannatamente pericoloso, le coscienze vengono progressivamente obnubilate e la lobotomizzazione mediatica di massa una realtà quasi assoluta. Gli uomini liberi, se preferiamo chi ancora osa porsi domande e pretendere risposte da chi è stato delegato a comandarti, è guardato con sospetto e timore. Certo comprendere i misteriosi meccanismi che portano altri a dominare la tua esistenza, profumatamente pagati per questo, è qualcosa di dannatamente complicato. Provare a spiegare a tribù amazzoniche che tiriamo fuori dalle tasche buona parte dei nostri sudati guadagni per consentire a qualcuno di prenderci quotidianamente a calci nei denti provocherebbe grasse risate. Ma loro sono selvaggi, come fanno a capire? Savona è un vero e proprio laboratorio di incroci perversi, costruito negli anni e perfezionato nel post-Tangentopoli. I savonesi hanno imparato a fagocitare tutto, non vomitano nulla degli intrugli loro propinati. Vivono la loro esistenza in una realtà estemporanea mentre attorno a loro si muove un mondo sconosciuto e intrallazzatore capace di punirti severamente se osi disturbarlo. La verità è che fin quando il mondo politico verrà visto come dispensatore di favori, quasi entità celeste dinanzi alla quale stendersi proni per beccarsi un posto al sole non cambierà nulla. I più furbi raccatteranno qualche briciola, si potranno permettere una badante sottopagata e passeggeranno lungo via Paleocapa con i nuovi occhiali presi a rate. At majora…

Falco Savonese

 
                   UNA SMENTITA AL COMUNICATO DELL' UDC
Seguo da diverso tempo le notizie che pubblicate (e vi faccio i miei più sinceri complimenti) ma vi scrivo poiché oggi ho appreso che, nononostante non abbia più la tessera UDC sin dal 2005, il segretario provinciale Roberto Pizzorno mi annovera tra quelli che hanno contribuito ad accrescere la squadra.
 

Considerato che a Vado Ligure ho partecipato alla (non) facile campagna elettorale credendo nei valori della lista Vado Viva con Caviglia, proclamandomi esterno a tutte le logiche di partito e, conseguentemente libero da lacci e lacciuoli di vario tipo, chiedo cortesemente alla vostra Redazione di apportare un errata corrige al Comunicato.

Non voglio apparire come una persona suscettibile, ma non trovo corretto che altri si approfittino di sacrifici altrui, nel senso che  nel nostro gruppo abbiamo sempre parlato chiaramente e oggi sono rammaricato dal fatto che alcuni miei colleghi consiglieri abbiano manifestato perplessità in merito alla mia appartenenza o meno all'UDC, a seguito di dichiarato dal segretario provinciale. Guido Canavese - Vado Ligure


27 luglio
NUOVA SEDE AUTORITÀ PORTUALE - © 5+1AA ALFONSO FEMIA GIANLUCA PELUFFO                            UN CUBO "DIALOGANTE"
Un bel cubo di 7 piani, piazzato in mezzo tra il Crescent e la nuova darsena, cosa volete di piu' dallo studio architettonico piu' trendy di oggi, il famoso 5+1 guidato dagli impareggiabili Femia e Peluffo? Non siete convinti che il manufatto abbia sufficiente capacità di dialogo con le famose opere di Bofill, anzi considerate queste ultime una minestra riscaldata e buona per tutti i territori(Salerno docet)? Ebbene, siete in errore.

 Osservate con attenzione le varie prospettive… vedi..e considerate quanto  si legge nel commento: la ricopertura non e' stata ancora scelta, ma dovrà riverberare l'azzurro del nostro mare e la limpidezza dei cieli (Tirrenopower permettendo). E pensare che le banche, invitate a finanziare l'opera, hanno avuto il coraggio di dare forfait, perpetrando, in nome del vile denaro, un ennesimo sabotaggio allo sviluppo della  nuova architettura savonese!!!

Chi e' causa del suo mal, pianga se stesso!!!!

 
                       GRANCONSULTO DEL P.C.C.
Appuntamento imperdibile per i cittadini: domani, 28 luglio, con la regia della pagina savonese del secolo XIX , nel campus di Legino, grande convention del p.c.c.(partito del carbone e del contenitore)saranno presenti i maggiori leader della consorteria; che, come tutti sanno, e' anche un "superpartito" al quale vanno i buoni uffici di esoterici delle varie obbedienze.

 Scopo immediato della riunione, rappresentare in modo compatto gli interessi  di Debenedetti, Gavio, Maersk, coop e loro satelliti locali, confermando la bontà dei progetti più nefasti oggi sul tappeto (carbone e contenitori nella rada di Vado Ligure, alla faccia della salute dei cittadini). Sconcertante l'assenza degli ambienti medici e scientifici che, da anni, denunciano la grave situazione sanitaria del savonese, ai primi posti per tumori e cardiopatie.

Scopo secondario: mettere alla berlina  gli enti locali avversi allo scempio suddetto, segnatamente il comune di Vado Ligure, Quiliano e la stessa Savona, facendo emergere la sublime ignoranza e codardia della nuova giunta provinciale, il cui Presidente ci ha deliziato gia' piu' volte col sillogismo semplice ma efficace: quel che Scajola vuole, anch'io lo voglio, ovvero "ipse dixit"; e ora che mi avete eletto, sono c...zi vostri!!!!

 

COMUNICATO STAMPA

 
 

                            TROPPA GRAZIA, SANTA BANCA!!!!

Dopo la disfatta del bando di finanziamento della piattaforma da 300 milioni per un mutuo garantito dallo stato, andato deserto a marzo c.a. e comunicato al popolo solo dopo le elezioni, altro stop alle ambizioni costruttive del super presidente Canavese, che ora vede addirittura andare a vuoto anche il bando, ben minore,  per finanziare la nuova sede dell'Autorita' Portuale, con un progetto che ha fatto storcere il naso a piu' di un competente...leggi… Insomma, le banche non si fidano della progettualità anavesiana e mandano a vuoto i suoi tentativi di arraffare soldi su progetti che, a questo punto, sembrano convincere solo le imprese che hanno vinto gli appalti.

Nel frattempo, altro bando non aggiudicato: il  famoso sovrappasso vede in gara tecnici illustri di tutte le "famiglie": anche costoro devono stare molto attenti alle scatole vuote!!!..Leggi.

 

Loano e dintorni (6) - <Cosa va e non va>

Vaccarezza ha incontrato Marina di Loano S.p.A.
per le tariffe aumentate dal 100% al 300%?
Tracce evidenti di inquinamento nel porto

di Gilberto Costanza

 
        GIORNALISTI EDUCATI E DOMANDE INDISCRETE!!!
Perchè il quotidiano più amato dai savonesi continua a somministrarci interviste protocollari con personaggi, per combinazione, tutti favorevolissimi a 2 progetti esiziali per l'ambiente savonese e la salute delle future generazioni? Ed ancora: come mai nessuno di questi big sceglie di dire la verità, ossia che non e' vero che ci siano in ballo 2 miliardi di euro, bloccati dalle intemperanze di alcuni comitati di "talebani".

In realtà, alcuni, come  il pluridecorato presidente di CARISA, nonche' direttore Unione Industriali, nonchè di società targate CAMPOSTANO...leggi...sanno benissimo che l'ampliamento a carbone di Tirrenopower e' finanziato interamente dal gruppo DEBENEDETTI, mentre la piattaforma, llo stato, non la finanzia nessuno, essendo andata deserta la gara indetta per scegliere una  banca interessata. Ecco perche', giunti a questo punto dell'intervista, ci aspetteremmo che il più  "benvoluto" dei cronisti nel mondo imprenditoriale, riuscisse a formulare la domandina che tutti ci aspettiamo, vista l'occasione: insomma, caro PRESIDENTE DI CARISA, PERCHE' IL GRUPPO  DI CUI LA SUA BANCA FA PARTE non finanzia la piattaforma di Porto Vado, un progetto che LEI ha definito "formidabile occasione per lo sviluppo strutturale dell'intera economia savonese?"

Sappiamo che, con i tempi che corrono, le banche non amano rischiare, anche se ci sono garanzie statali che coprirebbero il rischio con l'extragettito futuro il che non significa tanto una garanzia reale, quanto un auspicio di effettivo federalismo fiscale che non si vede perche' concedere ad alcuni e negarlo ad altri.

Ed allora, i casi sono 2: o l'occasione della piattaforma non e' poi tanto "formidabile" come si vorrebbe fare intendere, oppure qualcuno sta barando ed ha paura di bruciarsi magari dopo aver dato a mezzo mondo, affidamenti a dir poco "incauti". Quindi, altro che comitati "talebani" che ostacolano, con la loro dura cervice, le occasioni di sviluppo!

Qui, siamo a livello di venditori di fumo, o se preferite, spacciatori di promesse.

 
M.O.D.A.
Savona

Il MODA risponde a Rossello della CGIL :

alcuni sì distruggono l’ECONOMIA e la SALUTE

Con l’intervista al sig. Rossello della CGIL (Il Secolo XIX del 25/07/09) abbiamo capito che siamo tornati all’industrialismo di terz’ordine di staliniana memoria che distrusse i paesi dell’Est.

Con questo radicalismo antieconomico ...CONTINUA
 

Il WWF Savona raccoglie 1.000 FIRME ad ALASSIO per la TUTELA degli ALBERI della CITTA'. 

Il Comitato Cittadino per la Salvaguardia del Verde ed il WWF Savona hanno indetto una Pubblica Raccolta di Firme, per sollecitare l' Amministrazione Comunale di Alassio ad adoperarsi per una maggiore tutela di tutti gli Alberi della Citta', sia sul suolo pubblico che privato. Ad oggi...CONTINUA

 

25 luglio
da La Repubblica
Marco Preve
                               Celle, la Curia si dà al mattone
Mutuo Carige da 50 milioni per l´ex colonia. Nella società anche Spinelli
Al centro dell´intervento un grande complesso con parco a due passi dal mare Il sindaco Zunino: "Non ne so assolutamente nulla"...LEGGI L'ARTICOLO
Curia Savona spa: 50 milioni, Carige, Spinelli, e una maxi operazione immobiliare di cui nessuno sembra voler parlare
 

Una grande kermesse nel nome di Marino Meistro e delle prossime elezioni Regionali

 E' ormai ufficiale a Novembre la Valle Bormida sarà palcoscenico della manifestazione "Dallo sport un futuro migliore per i bambini", la manifestazione nata

 a Cengio (Savona) nel 2006 come Festa del Bambino, dopo aver subito un fermo lo scorso anno (2008) riprenderà quest'anno e  ancora più di allora sarà un valido palcoscenico per chi politicamente vorrebbe conquistare l'entroterra savonese. Una grande cassa di risonanza per chi nei successivi mesi si troverà ad affrontare le elezioni per il rinnovo del consiglio regionale. Il tutto voluto ed organizzato da Marino Meistro vedrà la Valle Bormida agli onori della cronaca, ma... chi sarà la figura politica che avrà l'onore di essere invitato alla serata e quindi diventare il personaggio centrale della kermesse raccogliendo quindi il consenso elettorale... A chi stara' gia' pensando Meistro? certo che chi si accaparra la serata  porterà a casa molti voti e tutto l'entourage di Marino Meistro www.marinomeistro.it

 

                    UN ARCOBALENO PER IL SENATORE!!!

Purtroppo per il neo sindaco di albisola superiore si tratta di un arcobaleno di acque nere: ed essere salutato, a poco piu' di 2 mesi dall'elezione,da una corolla di deiezioni non fa certo piacere. Certo, e' una eredità della passata amministrazione di centro sinistra...leggi...che nonostante fosse presieduta da un medico, poco si curava della rete fognaria, molto di piscine e di golf. Quindi, un ammonimento ai nuovi eletti: curatevi di piu' delle umili cloache, magari lasciando indietro le sanatorie per i signori della mazza (da golf) che aspettano trepidanti di entrare nelle casette della "filanda": i cittadini ed i turisti meritano meno cemento e più strutture civili. Diversamente, l'aureola di giunta di m... Non potrà togliervela nessuno!!!!


24  luglio

                        IL RISVEGLIO DEL BOCCONIANO!!!

Oggi, finalmente, dopo settimane di imbarazzato silenzio (vedi CGIL e Coop.) Il bocconiano sindaco di Savona ha preso posizione contro il carbone a Tirrenopower…leggi...un coraggio da leone? Tutt’altro!!! Pensate che il consiglio comunale, più di 1 anno fa, aveva preso posizione analoga con un articolato ordine del giorno, votato anche da parte della minoranza. Quindi un atto dovuto ed una meritata ceffata al neopresidente della provincia, il quale, quando parla di questi argomenti, oscilla penosamente tra la banalità ed il raglio d'asino!!!!


23 luglio
da Bertolazzi Lega Nord                  Viabilita' in via Nizza  con chiusura degli spartitraffico
 

                       Bugiardi, ipocriti ed irresponsabili

Il Parlamento Europeo, nella sua Risoluzione del 27 settembre 2007, scrivevaconsiderando che il Consiglio europeo di primavera dell'8 e 9 marzo 2007 ha adottato un obiettivo generale vincolante che prevede che, entro il 2020, l'Unione europea produca da fonti rinnovabili il 20% dell'energia complessivamente consumata nell'UE” …

........LEGGI TUTTO L'INTERVENTO DI MIMMO FILIPPI

 

Patrizia Gentilini, Onco-ematologo (Associazione Medici per l’Ambiente ISDE Italia) scrive al Direttore del Resto del Carlino

Gentile Direttore,

ho letto con interesse l’articolo di oggi sul Suo giornale circa i decessi per tumori nel riminese in due giovanissimi  e le relative considerazioni di due stimati  Colleghi. Constato ...CONTINUA 

 

            STEFANIA CRAXI, UNA VOCE CORAGGIOSA.   

Non si tira certo indietro, Stefania Craxi, quando si riferisce a quei socialisti camuffati da false ideologie, ipocrisie e stravolgimento della verità storica: con il coraggio passionale di una donna ferita nel suo intimo, nella dignità e nell'amore filiale, ma certamente non di una donna sconfitta. 

Ha ragione Stefania Craxi quando afferma che mai potrà esserci unione, fratellanza, tra le varie anime socialiste finchè perdureranno falsità ed ipocrisie, finchè molti compagni pifferai continueranno nel ruolo di mistificazione della autentica storia socialista italiana.

Certo l'idea, quella non può morire, oggi non più un grande fuoco ma una significativa fiammella: e a questa fiammella, noi figli di socialisti onesti, ci aggrappiamo con tenacia, urlando nelle piazze il dolore per una tragedia ancora incompiuta. 

Gianni Gigliotti Presidente di "azione riformista - l'Europa dei Cittadini" 


22 luglio
                            SCHIZZATI E/O BUGIARDI?
Il giorno 7 luglio dell'anno del Signore 2009, in sede ministeriale veniva firmato da parte del governo (sottosegretario Letta e ministro dell'ambiente) ed un gruppo di grandi imprese private (vedi alle sigle) codesto documento di intenti, teso a ridurre l'inquinamento da CO2 in accordo con specifiche politiche finalizzate allo stesso scopo da parte delle aziende in calce. Tutto ciò, per fare bella figura a livello europeo, in previsione della conferenza di Lisbona prossima ventura, che dovrebbe formalizzare solennemente gli impegni  teorici del G8 dell'Aquila...leggi

E mentre il ministro Calderoli,da  convinto federalista, sembra stia lavorando per abolire qualsiasi procedura in tema di autorizzazione di impianti energetici compreso il VIA nazionale (e suscitando vivaci proteste della ministra), facciamo notare che manca una firma, tra le 11, proprio quella di TirrenoPower. Quando si dice il gioco delle coincidenze!!!!

N.B. Tirrenopower, furbescamente, ha fatto firmare la società capofila Sorgenia s.p.a.(gruppo Cir- Debenedetti) la quale essendo formata da  impianti non solo termoelettrici, ma anche idroelettrici,ecc. può vantarsi, senza essere chiamata bugiarda di compensare le emissione di CO2 delle sue centrali a carbone con produzioni più "pulite". Posizione formalmente esatta, ma supremamente ipocrita!!!

 
I riciclati della Casta
da PANORAMA .it
                                I riciclati della Casta

Pensavate di esservi liberati di loro, non eleggendoli più? Sbagliavate: perché agli ex della politica si sono spalancate le porte di Authority, enti e aziende statali, con stipendi spesso pingui (i più fortunati hanno stipendi da 400 mila euro l'anno, ma c'è chi deve accontentarsi di molto meno) e comunque sempre pagati dai contribuenti. Ecco tutti i nomi, gli incarichi e le buste paga...GUARDA

 
umberto la rocca
Umberto La Rocca
da AFFARITALIA
NI.IT

Poltrone/ La Rocca al posto di Vaccari al Secolo XIX

Cambia il direttore del quotidiano genovese: al posto di Lanfranco Vaccari, arriva dalla Stampa Umberto La Rocca

Lanfranco Vaccari, direttore del Secolo XIX in carica dal 2004, lascia.

 Il nuovo direttore dello storico quotidiano genovese è Umberto La Rocca, già vicedirettore de La Stampa.

Il Secolo XIX (pubblicato dall'editore Carlo Perrone) vive una fase di cambiamento, e il primo ottobre prossimo terminerà il secondo anno di stato di crisi. Già 24 giornalisti hanno lasciato il quotidiano. Anche nel caso del quotidiano ligure, il futuro è l'integrazione tra cartaceo e online.  

 
ORDINE DEI MEDICI
 e M.O.D.A.

L’ORDINE DEI MEDICI E IL MODA RISPONDONO ALL’ I NG. GOSIO DIRETTORE DELLA CENTRALE TIRRENO POWER DI VADO E AL MINISTERO DELL’AMBIENTE CONTRO L’AMPLIAMENTO A CARBONE

In risposta a quanto dichiarato dall’ing. Gosio sulla stampa locale (Il Secolo XIX del 17/07/2009) in cui nega che la combustione del carbone della centrale di Tirreno Power Vado incrementi la produzione di polveri sottili e relativi danni all’ambiente e contro il parere positivo di VIA per l’ampliamento a carbone della centrale firmato oggi dal Ministro dell’Ambiente ribadiamo quanto segue....CONTINUA 

 

LA FOGLIA DI FICO E IL SERPENTELLO GOLOSO  

Se la nostra prima madre avesse potuto abbottonarsi la foglia, forse il genere umano avrebbe evitato le conseguenze del peccato

originale....CONTINUA

 

LEGA NORD SEGRETERIA PROVINCIALE DI SAVONA 22.7.2009

Comunicato stampa circa la prima Conferenza Provinciale indetta per venerdì 24 luglio 2009 degli Eletti della Lega Nord negli Enti Locali della provincia di Savona....LEGGI

 

                               Crescent ..... in crescita

 Il dibattito su crescent ed archistar non è sempre ad un elevato livello culturale architettonico, ma bisogna ammettere che smuove parecchie energie...www.nocrescent.it

In questo video  si fa un cenno anche a Savona ...GUARDATE...

 

                  CONTAINER La caduta degli Dei danesi

Maersk si arrende e rinuncia a sviluppare il filone container, abdicando dopo oltre un secolo di attività che ha firmato le pagine storiche dello shipping...CONTINUA  dalla rivista SHIP TO SHORE

 
                                Riapertura sede VADO VIVA
 Le forze che hanno sostenuto la candidatura del Sindaco Caviglia, e che sostengono l’attuale maggioranza in Consiglio Comunale, visto il perdurante tentativo da parte dei “poteri forti”, attraverso una campagna di stampa a senso unico, di isolare l’Amministrazione di Vado Ligure, hanno deciso...CONTINUA

21 luglio
OAT - Ordine degli Architetti Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Torino

Segnaliamo questo articolo di Marco Preve e Ferruccio Sansa intanto perchè si parla di Fuksas e Margonara e poi perchè mentre gli architetti liguri (vedi ordini e facoltà universitaria) rifiutano ogni confronto o dibattito sui temi del territorio, forse perchè troppo cointeressati o pavidi, a Torino c'è un Ordine degli architetti che non ha paura di affrontare temi caldi o critiche all'architettura e ai suoi mostri sacri e lo fa sulla sua pubblicazione ufficiale

...Quando il ‘maestro’ è la foglia di fico... di Marco Preve e Ferruccio Sansa
 
LABORATORIO EUDEMONIA

Quanta sofferenza ancora?  

L'umana società è anch'essa un essere vivente. E' come un organismo biologico. E, come in un organismo, in una società il male si afferma stabilmente quando essa è debole. 

Una società è debole quando i suoi ordinamenti sono fondati sull'esclusione, ingiustizia e prevaricazione. In una società escludente, ingiusta e monopolizzante viene a mancare ....CONTINUA


20 luglio
               UNA MINISTRA DA GOLF CLUB!!!
Come nelle previsioni, la commissione nazionale del VIA (che dovrebbe essere un organo tecnico, poco incline alle bugie e tutto inteso a giustificare le proprie decisioni con prove inoppugnabili) ha detto sì al nuovo carbone di Vado Ligure, e la top girl che interpreta il ruolo di ministro, si e' affrettata a firmare il decreto che invera il parere del comitato e che quindi autorizza l'ampliamento (per quel che concerne il ministero dell'ambiente)...leggi

 ...ma gli euforici fautori di questo ennesimo "delitto" non devono dimenticare, nei loro entusiasmo carbonifero, che esistono strumenti giuridici che possono bloccare del tutto o in parte, il verticismo irresponsabile del governo. Già la Regione Liguria ha detto la sua, anche se vi e' poco da fidarsi, visti gli appetiti di CGIL e cooperative e tenuto conto dello scandaloso VIA regionale sulla piattaforma, che precede, nel suo disegno criminoso, l'attuale pronuncia. Ed allora, dirà qualcuno, chi ci difenderà da questa casta di magliari, sempre pronti a cavalcare l'occasione di business, anche la più scandalosa agli occhi del pensiero comune e di quello scientifico? Credo che l'ente locale, organo a rilevanza costituzionale e di interesse generale, abbia i suoi strumenti e li possa usare, come fece, a suo tempo, il comune di La Spezia che osò bloccare un gigante della stazza  di Enel.

Oggi, Tirrenopower e' privo della autorizzazione integrata ambientale per i due gruppi più vecchi a carbone: quindi e' possibile, anzi e' doveroso, bloccare il funzionamento contra legem di questi impianti, per ritrovarsi con un interlocutore meno burbanzoso ed arrogante (parliamo anche del governo!!) Se poi non basteranno le ordinanze, la società civile savonese sembra oggi più  pronta di ieri a dare battaglia per evitare  nuove servitù e rinnovati degradi: ieri non era così, ma il tempo del congedo per il sistema industrial - clientelare, pronto a barattare la salute degli abitanti per i più  delittuosi affari disponibili, sembra essere inesorabilmente arrivato.

UNITI PER LA SALUTE L' OPINIONE DI UNITI PER SALUTE
 

Consiglio Comunale di Celle Ligure - Giovedì 30 luglio 2009 ore 21.00 presso la Sala Consiliare 

Giovedì 30 luglio 2009 ore 21.00 presso la Sala Consiliare è convocato il Consiglio Comunale di Celle Ligure

I Consiglieri Comunali Giovanni Durante, Luigi Bertoldi e Carla Venturino del Gruppo Consiliare FUTURO  OGGI   invitano tutti i Cittadini a partecipare....ORDINE DEL GIORNO

 
dal Corriere .it

L’intervista La presidente del Fai: spero che Bondi mantenga la parola

«Svendono l’Italia solo per fare cassa»

Giulia Maria Crespi: il piano casa, rovina irreversibile


19 luglio

Domenica 19 luglio “Remiamo contro”

Manifestazione di MargonaraViva

....GUARDA IL BREVE FILMATO


18 luglio
17 luglio
              CENTRALE A BIOMASSE A FERRANIA
All'annuncio sulla Stampa di oggi, che il Sindaco Fulvio Briano e' favorevole alla costruzione della centrale a biomasse a Ferrania da 40 MW termici per 10-12 MW elettrici, siamo rimasti costernati, ma pensi a quei bimbi che crescono e cresceranno a Ferrania e Vispa, ma anche nei vicini Comuni.
Centri che non avranno mai il teleriscaldamento da Ferrania, per motivi tecnici ed economici.
La centrale a metano, almeno con la ciminiera di 70 metri, scarica le sue legali 30000 t anno di CO2 in alto, più tutto il resto.
Permettere una simile potenza e' inammissibile per il sito chiuso di Ferrania, ci volete far asfissiare con il 50% di emissioni che ora non abbiamo? Pensate una volta per tutte agli ABITANTI e non per così pochi posti di lavoro, abbiate d'esempio il Mausoleo del mulino per Cementificio di Bragno e meno male che non ha ancora funzionato, ma quali 30 posti di lavoro, si sono portati via tutta la parte manifatturiera, per insacchettare il cemento, che effettivamente avrebbe dato qualche ventina di occupati.
Pensate...CONTINUA..... Associazione ''Per Ferrania''
 
ghiglione_1233          CHE TRISTEZZA !!!!!!! A ogni pascolo le sue vacche.
Ahimè!! ero stanco prima delle elezioni provinciali, ero esausto dopo, ora sono ALLIBITO!!!!
Ma può essere che per poche briciole i miei compagni socialisti" si vendono e sperano all'ingrasso? Ebbene il congresso nazionale del PD è in pieno meteorismo intestinale con relative contrazioni celebrali:
BERSANI SI  ? BERSANI NO !!!
FRANCESCHINI SI ? FRANCESCHINI NO ....via dicendo.
Il Lunardino a Savona leccandosi le ferite e infischiandosi della febbre suina oltre a perdere le elezioni provinciali si permette come a Cuneo di fare la sagra del bollito e tutto di un colpo si ingerisce i compagni "socialisti " di Albenga senza aver neanche preso un Malox.

La CORRENTE ruggeriana apparentemente anestetizzata dalle caratteristiche di minoranze interna del PD "ruggiscono" rivendicando attraverso unghiate e graffiate un ruolo di assoluto controllo, il Di Tullio e il Martino giovani " quarantenni " aggrediscono il proprio segretario sperando di sedere e di accaparrarsi ulteriori posti al sole....
Più che "quarantenni" sono da mettere in quarantena.... 
E a man bassa promettendo ad arte.... si comprano il fuori di testa Mauro e il GHIGLIONE e quant’altri senza pensare che l’elettorato socialista di Albenga (tale e non miserevole come i suoi rappresentanti.........
Sono uomo stanco anche per questi compagni che pur vendendosi sostengono che entrano nel PD ma rimangono idealmente socialisti, che pur essendo finita la loro esperienza nel Partito Socialista vorrebbero portare avanti i valori, la storia e gli ideali socialisti.......
Siete cari amici degli sprovveduti incauti e direi un po’ c......, ovvero, avete tradito la stima e  la fiducia di chi sostiene e porta aventi il pensiero Socialista con la S maiuscola da oltre 40 anni, avete tradito un amico fraterno, avete fatto una figura di M....
OORA VI CHIEDO DI RIMENERE DOVE SIETE ANDATI, perché, dipende come andrà il congresso nazionale PD, voi potreste tornare a casa e vergognarvi

Sergio Cosimi

 
M.O.D.A. Savona

IL MODA RISPONDE A CANAVESE: NO ALLA PIATTAFORMA MAERSK

Il MODA di Savona, riguardo al progetto per la piattaforma containers di Vado Ligure della Maersk che ha ricevuto recentemente parere positivo dalla Commissione di VIA regionale, intende rispondere a quanto dichiarato dall’Ing. Canavese dell’Autorità portuale di Savona sulla stampa locale secondo cui "Il via libera (della Regione) conferma che il progetto della piattaforma non va a determinare alcuna negatività sull’ambiente sia terrestre che marino, così come emerso dallo studio di impatto ambientale condotto da Maersk con Technital e Grandi Lavori Fincosit.

Ecco le nostre considerazioni:..LEGGI

 

IL Dott. FRANCESCHI risponde al Direttore della TIRRENO POWER

IIn risposta agli articoli pubblicati in data odierna su La Stampa e Il Secolo XIX riguardo alle dichiarazioni del direttore generale della Tirreno Power sono d’ obbligo alcune precisazioni di carattere puramente scientifico , allo scopo di favorire una corretta informazione su ambiente e salute, come richiesto dall’ articolo 5 del codice deontologico dei Medici...LEGGI 

                    MINIMIZZO, ERGO SUM!!!

A Vado Ligure, ieri, si e' rischiato il disastro ambientale  in  un complesso che fornisce di benzina e gasolio  sia distributori privati che la centrale irrenopower.

Ecco come si presentavano le locandine dei più diffusi quotidiani locali…guarda…notate che nella locandina del giornale più amato dai savonesi, manca addirittura la località dove si e' sfiorato il disastro.

 E non a caso: il sullodato e', da tempo, fortemente impegnato a sostenere con tutta la sua autorevolezza,due progetti "letali" per la comunità vadese, quali la piattaforma Maersk ed il raddoppio della combustione a carbone dell'impianto Tirrenopower. Anche nella edizione di oggi, 17 luglio 2009....strong>LEGGI...  troviamo fianco a fianco, la notizia dell'incidente alla petrolig ed una ampia intervista del direttore dell'impianto che nega,da par suo, qualsiasi contributo delle ciminiere biancorosse all'avvelenamento dell'aria. Come dire che e' stato abolito, con decreto ministeriale, sia il principio logico di identità che quello di non-contraddizione. Ormai viviamo nel "migliore dei mondi possibili", nel quale tutto e' ammissibile, e dove la menzogna più  spudorata vale quanto  la certezza scientifica: ed il giornalismo locale che fa? Si adegua!!!!


16 luglio

Lo studio di impatto ambientale  fatto da Maersk e Autorità portuale sul quale si è espressa la Commissione regionale di VIA  è assolutamente carente dal punto di vista dell' approfondimento di  tematiche importanti relative all' inquinamento ambientale ed alle ripercussioni  sulla salute umana. Sarebbe interessante ...CONTINUA di Paolo Franceschi Referente scientifico della Commissione Ambiente e salute dell'Ordine dei Medici di savona.

 

           Lotta interna nei verdi tra Carlo Vasconi e Cristina Morelli

                 Per diverse opinioni su questioni ambientali?

                            No!! Per il rinnovo di poltrone

Da più di un anno l'esecutivo regionale dei Verdi è decaduto.

Non riconoscendo più gli attuali organismi perché ormai scaduti, da mesi gli iscritti chiedono di convocare un’assemblea per il rinnovo dei nuovi dirigenti.

Quando finalmente si decide la data (24 luglio) per la sostituzione degli organismi decaduti, Carlo Vasconi (assente il giorno in cui è stato deciso tale data), quando ormai tutti avevano già ricevuto la convocazione, chiede di spostare a settembre il rinnovo degli organi regionali.

Dura la replica della Presidente Regionale Cristina Morelli: “Come, democraticamente deciso nei corrispettivi organismi, le assemblee regionale e provinciale di Genova si terranno il giorno 24  luglio dalle ore 15 alle ore 22 presso la sede di via San Siro 1/2 a  Genova”.

 Chi l’avrà vinta?

                                   TRE CARTOLINE DA VADO BEACH

Ecco come Canavese and company hanno previsto le spiagge di Vado Ligure, dopo la cura piattaforma. Illustrazioni (clicca sulle foto per ingrandirle) tratte dal rapporto impatto ambientale presentato in regione con vivo successo di pubblico. Prenotazioni presso giunta Burlando, via Fieschi, Genova; EAP, via Gramsci, Savona; Unione Industriali, c/o dott. Luciano Pasquale; provincia, c/o sig. Angelo Vaccarezza, via Sormano, Savona.o:p>

 

                    LA CORDA E L'IMPICCATO!!!

A grandi titoli sulle gazzette locali: la commissione regionale addetta alla V.I.A. ha promosso, sia pure con riserve e prescrizioni, il progetto Maersk di Vado Ligure. Ed allora che cosa rivendicano i neo-amministratori del comune, se anche  gli integerrimi funzionari regionali ritengono che la piattaforma sia compatibile col territorio, a patto di inserire alcuni ritocchi  che Canavese ha già dichiarato di accettare?

Quello che nessun giornalista vi dice e vi dirà mai, è il fatto gravissimo  che si e' verificato durante l'istruttoria.

La commissione regionale ha esaminato un documento a cura di Maersk, Fincosit, Tecnhital, che dovrebbe rappresentare la valutazione dell'impatto ambientale preconfezionata da chi  ha vinto la gara!!!! Insomma la V.I.A. era gia' pronta, a cura degli imprenditori, e su questo documento si e' esercitato il ricamo argomentativo della Regione Liguria… Leggete… attentamente il testo: per loro non vi sono problemi, non li sfiora lontanamente il dubbio di un colossale conflitto di interessi, nel quale lo stesso soggetto si valuta e si autoassolve. L'idea di un organismo terzo, almeno per salvare la faccia, che analizzi sul campo lo stato dell'inquinamento ambientale non sfiora il bronzeo profilo dei vari Canavese, Burlando, Pasquale e compagnia, pronti a tutto pur di mettere in moto le ruspe, dando fiato ai loro associati (e beneficiati). Ecco perche' solo una risata "omerica" può salutare la V.I.A. regionale che, sul piano scientifico ed oggettivo ha lo stesso valore di un commentino fatto su  misura per compiacere il potente di turno che, abituato al gioco delle parti, non disdegna di fare la corda e l'impiccato, ruolo quest'ultimo che cede volentieri ai vadesi.

I quali, non essendo gonzi quanto speravano i promotori del piano portuale, hanno cominciato a cambiare gli amministratori, in attesa che  il progettone affondi con tutto il suo carico di illusorie promesse.


 15 luglio
                           CI CREDONO ANCORA?
Qualcuno poteva sperare che una commissione regionale, valutando un ecomostro come la piastra multifunzionale di Porto Vado (ovvero piattaforma Maersk) andasse contro i desiderata dei vari Canavese, Ruggeri, Burlando, Scajola,cioè di quelli che hanno fortemente operato perche' si facesse un mastodonte utile solo a chi ha vinto l'appalto per costruirlo?..leggi…nessuno, certamente, anche se ne frattempo sono successi  3 fatti nuovi, che dovrebbero raffreddare le scalmane edificatorie dei succitati (ed anche degli "umbratili" supporter di vario rito).

Il primo ci dice che  il progetto, allo stato attuale della crisi, non e' finanziato, perche' le banche hanno altro da pensare che buttarsi in siffatte avventure. Il secondo ci narra di una giunta "nuova" che a Vado Ligure si e' messa in testa di fare gli interessi reali dei cittadini e non solo quelli dei maestri di cazzuola. Il terzo ci rammenta di una coalizione provinciale nella quale almeno un partito, la Lega Nord, si e' pronunciato apertamente contro l'obbrobrio canavesiano, non facendo mancare i suoi voti a livello  locale alla lista "Caviglia" e garantendo alla  nuova giunta un concreto appoggio a  livello regionale e nazionale.

Inoltre, tra pochi mesi, la Liguria  tornerà a votare per il presidente ed in consiglio regionale. Vogliamo scommettere che sulla questione "piattaforma" si giocherà molto, anche al di la' del peso strettamente numerico dei due schieramenti, ognuno dei quali cercherà alleanze che potrà trovare o meno, a seconda della posizione tenuta su alcuni postulati di difesa del territorio, e che faranno la differenza?

E se la seggiola di Burlando trema vedendo lo smottamento del suo partito a Savona e provincia, tanto che vorrebbe addirittura spostare il congresso nazionale a dopo le elezioni,  e dall'altra parte un partito "di lotta e di governo"

Forse si appresta a terremotare le certezze del PDL, vi e' qualcuno che possa scommettere che presto poseranno il primo cassone nella baia dei pirati?

 

Giuseppe Boveri
e Marco Piombo
IL RISPETTO DELLE REGOLE: UN DOVERE PER ISTITUZIONI, SINDACATI, PARTITI, IMPRENDITORI E CITTADINI.
Le recenti notizie apparse sui giornali locali riportano l’accordo tra comune di Cairo Montenotte e Ferrania Tecnologies per costruire una centrale a biomassa da 10 Mwe, associata ad una rete di teleriscaldamento. Il piano energetico della Liguria prevede una taglia massima per le centrali a biomassa pari 4 a Mwe, mentre quella recentemente approvata sarà 2,5 volte più grande. Tralasciando per il momento gli aspetti ambientali del progetto e la favola che abbinata alla centrale sarà costruita una rete di teleriscaldamento per ...CONTINUA
 

POLEMICHE LEGA NORD PDL

Io credo che tutte le boutade inerenti alle prossime candidature regionali e al rinnovo degli organismi interni alla Lega Nord descritte da molti quasi come un regolamento di conti vadano commentate. Da libero cittadino, non da esponente del Movimento di Umberto Bossi. Le elezioni provinciali hanno consegnato alla Lega Nord un forte consenso....CONTINUA    di Guglielmo Giusti

 

            Riapertura del parco Marabotto a Legino 

Alla redazione di “Uomini liberi”      

Con riferimento alla notizia riportata sul vostro sito ritengo doveroso fornire alcune precisazioni. Il motivo per cui il parco non è accessibile non risiede nella mancanza di un incaricato per l’apertura e chiusura del cancello, infatti nei primi mesi dell’anno tale struttura era lasciata aperta, e non chiusa, giorno e notte; sotto questo aspetto il problema è peraltro oggi risolto.

 Si precisa, a questo riguardo, che tale servizio è svolto da volontari Auser, associazione convenzionata con il Comune di Savona.

Si è stati costretti ad impedire l’accesso perché ripetuti atti vandalici non lo rendevano sicuro. Il Comune ha recentemente provveduto a rimediare ai principali danni (ripristino di panchine e staccionate di protezione divelte, riparazione della giostra). Rimangono ancora alcuni punti critici, quali la centralina dell’irrigazione, la recinzione ed alcuni giochi.
Provvederemo in questi giorni, sia pure in modo provvisorio, ad eliminare ogni possibile rischio, con qualche rinuncia, come ad esempio l’altalena che non sarà fruibile fino a quando non verrà sostituito il trave di sostegno deteriorato. Al più tardi all’inizio della prossima settimana il parco giochi sarà riaperto.
Per ulteriori chiarimenti o richieste: circoscrizione.quarta@comune.savona.it 

Grato per l’attenzione, porgo distinti saluti 

Savona, 15 luglio 2009                          Il Presidente Francesco Murialdo

 

EX CANTIERI SOLIMANO ABBANDONATI

PERICOLOSI  PER BAGNANTI DI GIORNO  E BARBONI DI NOTTE

Il comune di Savona si vanta da tempo sui giornali locali della promenade che dovrebbe nascere lungo via Nizza con relativa, naturalmente, cementificazione.

 In attesa, guardate queste foto degli ex Cantieri Solimano. Qualcuno ha  aperto un varco sulla spiaggia  e chi si avventura all’interno del cantiere  rischia di farsi male, di giorno si è già visto qualche bambino in costume e magari scalzo che, incuriosito si addentra all’interno delle strutture fatiscenti. L’ex cantiere è aperto a tutti e di notte è diventato un rifugio per barboni ed extracomunitari.

Guardate l’ultima foto a destra (cliccate per ingrandirla) e notate il degrado della spiaggia libera vicino al varco dell’ ex cantiere. 

I nostri amministratori preferiscono presentare progetti futuri e non guardare al presente

 

 "UN GRILLO SI E' INFILATO NELLA SOTTANA DEL PD"

 PD: da una tragedia annunciata, con la proposizione dei soliti nomi e volti appartenenti al Jurassic Park della politica, di partecipazione alla corsa per la segreteria, nell'intento (solo intento, nulla di più, che fa caldo e già si sudano le proverbiali sette camicie solo al pensiero) di un rinnovamento urgente e vitale del partito, ad una commedia tutta italiana con la candidatura rompiscatole del Grillo Beppe. Insomma...CONTINUA    Ilaria Barberini

 
         IL PDL FA GIA' I CONTI CON LA REGIONE,  MA LA LEGA?
Dopo il trionfale ingresso in Provincia (ammesso e non concesso che una sentenza non riporti tutti ai blocchi di partenza) il PDL si prepara a fare i conti con la sfida regionale. Se per quanto riguarda la presidenza, nonostante le incertezze e le voci che vorrebbero lo stesso Claudio Scajola candidato, la soluzione più credibile sembra quella...CONTINUA
 

RICEVIAMO DA ANTONELLA FRUGONI  E VOLENTIERI PUBBLICHIAMO

 La scelta che mi e’ costata la presidenza della V circoscrizione, cioè di sostenere con la mia persona e le mie capacità una persona come “Michele Boffa” che mi dava fiducia e ha un modo di fare politica molto simile al mio, cioe’ stare in mezzo alla gente, di parlare con essa, di condividere i propri pensieri e di cercare di risolverne i problemi concretamente e’ stata mal capita da alcune persone che sono vittime di stereotipi.

La mia e’ stata una scelta libera di una persona libera che ha trovato nella lista del PSI , ma soprattutto nel leader del suo  partito “Paolo Caviglia” appunto quella libertà e quella umanità che nel nuovo partito che si sta formando, il PDL, ormai e’ andata scomparendo.

E’, infatti, diventato un partito sempre più verticistico e sempre più staccato dalla gente“ In esso non  mi riconoscevo più, e sono sempre più contenta della mia scelta di scendere in campo con la mia testa, la mia azione e la mia tenacia.

Le battaglie si vincono  e si perdono ma sicuramente come dice Paulo Coelho

“ Non mi pento dei momenti in cui ho sofferto; porto su di me le cicatrici come se fossero medaglie, so che la libertà ha un prezzo alto, alto quanto quello della schiavitù. L'unica differenza è che si paga con piacere, e con un sorriso... anche quando quel sorriso è bagnato dalle lacrime“
Ed e’ questo il mio pensiero di cui non mi pento e sinceramente mi fanno pena quelle persone che come falchi sulla preda si sono buttati sulla seggiola della presidenza della V circoscrizione senza fare nessuna valutazione della mia persona, del mio operato; da amici sono diventati nemici e sicuramente in due miseri anni non riusciranno a dare alla gente quello che io ho dato in otto anni e mezzo…Un abbraccio a tutti. Antonella Frugoni


14 luglio

MA LA COSTA CROCIERE PORTA BENESSERE ALLA CITTA’?

ALCUNE  COOPERATIVE, CON  OTTIMI  PROGETTI  PER I CROCERISTI,  BLOCCATE  DALLA PERCENTUALE SUGLI INCASSI  PRETESA DA COSTA CROCIERE

Chi di voi non ha visto i passeggeri della Costa Crociere girovagare spaesati e abbandonati per le vie della città, eppure ci sono stati savonesi che hanno proposto parecchie iniziative per accogliere e aiutare i croceristi.

Alcune cooperative hanno proposto direttamente alla Costa alcuni progetti molto interessanti. Tutti irrealizzabili soprattutto per l’esosa percentuale richiesta (30 per cento?) dalla Società Costa.

Uno degli ultimi, molto avvincente, proponeva la formazione di una cooperativa di ragazzi che avrebbero accompagnato i croceristi lungo un percorso prestabilito. Era tutto pronto, l’assunzione di una decina di ragazzi, sette percorsi diversi (visita alla chiese, giro culturale, shopping ecc…) prezzo del giro cittadino 10 euro a persona. Il progetto non è mai arrivato sul tavolo della Costa, l’autore del progetto ha rinunciato dopo che altre cooperative, dopo mesi di attesa, si sono sentiti rispondere che la Costa pretendeva una percentuale sugli incassi.

La  Costa  preferisce caricare i turisti sui pullman e portarli in luoghi prestabiliti lontani da Savona. In città rimane  solo chi ha meno disponibilità finanziarie e a nessuno importa se è abbandonato a se stesso.

Peccato!!! Sarebbe stata un’ occasione  per dare del lavoro a una decina di ragazzi.

Ma del resto, i savonesi cosa possono pretendere,  già  respirano i fumi dei fumaioli delle  loro navi.

Che la Costa non fosse interessata a far fermare i croceristi a Savona, lo si sapeva già da tempo. solo che i Savonesi, a quanto pare, non lo avevano capito, e ancora continuano a sperare in qualche miracolo.

Sarebbe interessante sapere quanti escursionisti la Costa riesce a portare  nei due siti savonesi che compaiono nel suo elenco ( N.B, prima compariva solo villa Faraggiana, ma adesso è stata eliminata, hanno inserito l' escursione nel centro storico di Savona e la spiaggia di Alassio...GUARDA...come vedi, la Costa a Savona, fa l' asso pigliatutto, e non lascia margini di manovra ai Savonesi. Antonio Gianetto

 

SAVONA CITTA’ DEI BAMBINI?

Il Parco - giochi Marabotto in via Chiabrera

 a Legino ha chiuso

A Legino da parecchi anni esiste un parco per bambini molto bello con tanto verde e qualche gioco ( un po’ obsoleti ma funzionanti).

Lontano dal traffico e in una zona tranquilla, il parco era molto frequentato (purtroppo anche da qualche ragazzaccio non del tutto educato)  e al pomeriggio si affollava di mamme con bambini e carrozzelle.

Da qualche settimana però, chi si reca con i bambini al parco ha una brutta sorpresa, trova sempre il cancello d’ingresso chiuso, senza un avviso che ne spieghi il motivo.

Ci siamo informati e il motivo della chiusura è davvero curioso: pare che il Comune  non trovi nessuno che al mattino apra il cancello e alla sera lo richiuda, il tutto per la cifra mensile di 200 euro lordi.

Ci chiediamo come mai questo semplice e veloce lavoro non venga fatto eseguire dal vigile  di quartiere (una volta si chiamava cursore) che in questi mesi avrebbe dovuto anche vigilare che i ragazzi più grandi non rovinassero i  giochi presenti.

 

DOPO LA BURIANA DELLA GIUNTA PROVINCIALE SONO INIZIATE NEL PDL LE NUOVE MANOVRE PER LE PROSSIME ELEZIONI REGIONALI.

Carlo Cipollina è stato rassicurato, dopo la trombatura in ACTS (ma qualcuno non è sicuro che la nomina a Presidente di Maricone sia definitiva), sarà candidato in Regione. Cipollina però, che pure non è uno sprovveduto, forse non sa che un posto in Regione è già stato assicurato, da molto tempo da Orsi in persona, a Rosavio Bellasio.

C’è pure Livio Bracco, che da anni punta ad un seggio in Regione e con l’assessorato alla caccia pesca e sport avrà un bel serbatoio di voti. Per il momento ha preso da poco la licenza di caccia, pare intenzionato a comprarsi canna e mulinello e, nonostante l’età, a diventare un atleta.

Quindi lotta senza quartiere per una poltrona in regione, soprattutto nel gruppo Orsi, con Enrico Nan che sta a guardare (fino a quando sopporterà). Niente comunque è sicuro neanche la candidatura a Presidente di Biasotti visto che Scajola ha dimostrato ancora una volta di volersi circondare solo da yes-men.

Sembra ne sappia qualcosa anche Francesco Ruffino

 

LIGURIA/EDILIZIA: LA GIUNTA REGIONALE PREPARA UNA SANATORIA MASCHERATA PER GLI APPOSTAMENTI DI CACCIA (degno antipasto del cemento del piano casa ?).

Una "Sanatoria edilizia calibro 12” la bozza di legge regionale che la Giunta di Via Fieschi presenta oggi in IV commissione e poi nei prossimi giorni in Consiglio regionale"... LEGGI

 

 Savona e provincia (1) – Fatti & notizie & curiosità

Verde urbano: segno di civiltà e rispetto della natura
Il WWF Savona scrive a tutti i Comuni della Provincia di Savona

 di Gilberto Costanza

 

E’ da un po’ di tempo che si sente parlare dell’aumento della TARSU

Ebbene, ho dato un occhiata al cassonetto sotto casa mia.

La sorpresa è stata veramente grande!!!!....LEGGI


13 luglio
NUOVA DESTRA

La Nuova Destra Savonese e la Nuova Destra Sociale uniscono le forze e propongono il progetto “Nuova Destra Italiana”...LEGGI

 

COMUNE DI QUILIANO GRUPPO CONSILIARE PARTECIPA 

L’azione di questi giorni, di GreenPeace, svoltasi sulle ciminiere della Centrale Termoelettrica di Vado – Quiliano, oltre ad essere davvero spettacolare, ha il pregio di accendere nuovamente i riflettori sulla questione delle centrali che utilizzano il carbone come fonte di produzione energetica ricordando a tutti come partendo da una situazione locale le ricadute siano ormai mondiali per gli effetti che queste scelte portano...CONTINUA

 

 Commercio abusivo da parte di extracomunitari sul territorio cittadino 

 E’ già iniziata la stagione estiva e si ripropone, con gravità ed urgenza, il problema extracomunitari che vendono abusivamente merci contraffatte sul litorale di Alassio e all’interno del “Budello” , Passeggiata a mare e anche in Piazza Araldi e Durante, come ho potuto constatare personalmente ieri sera. Ricevo giornalmente lettere di protesta ...CONTINUA    Marco Melgrati

                   Appello disperato..senza speranza di un Sindaco Ligure.
Povero Marco, se davvero crede a quello che scrive e vorrebbe, povero Marco.!
Non c'è speranza.! Il suo sembra ed è un appello disperato a quelli preposti a far rispettare le leggi che il parlamento vota. In primis perchè la maggior parte della magistratura non ha alcuna intenzione di applicarle; poi perchè non si può chiedere di arginare un fiume in piena con dei rametti come fanno i castori con le loro dighe. In campagna elettorale non abbiamo mai parlato di eliminazione dell'abusivismo commerciale ma di lotta. Il che non vuol dire pensare di sconfiggerlo ma semmai di contrastarlo. Ma c'è un ma. Senza la collaborazione attiva e continua delle forze dell'ordine non si riuscirà neppure a contrastarlo: anzi pare aumentato. Come si fa a non capire che quelli che vanno in giro con i loro sacchi di prodotti contraffatti e non certamente non vivono di quello che vendono, oppure che siano immigrati regolari. Non so.! Ho sentito delle argomentazioni del tipo " vogliamo arrivare all'inizio della filiera". Come se per combattere la droga fosse più produttivo arrivare a fabbricanti piuttosto che rendere vano il consumo. Chi fabbricherà e smercerà sia i prodotti contraffatti che la droga ci sarà sempre: mentre se non ci saranno consumatori finirà il giro d'affari.
 Povero Marco. Non prendertela; tanto non c'è nulla da fare.  G.Rolletti
 

                            TROMBATI... E CONTENTI??
A pochi minuti dalla grande festa del giuramento Angelo Vaccarezza rivolge il proprio pensiero ai due "trombati eccellenti" di questa tornata elettorale, Carlo Cipollina e Filippo Marino, dichiarando a "La Stampa": "Li avevo chiamati io, purtroppo abbiamo dovuto fare delle scelte ma per me fanno comunque parte della squadra, saranno sicuramente utili."
Per i due saranno decisive le prossime settimane (all'orizzonte una fitta agenda di colloqui ed incontri) ma c'è da scommettere che non rimarranno a bocca asciutta. In ballo poche poltrone "politiche" (anche se le nomine dei nuovi quadri di partito non si faranno attendere a lungo); soprattutto posti "pesanti" nei CDA dove la Provincia può mettere il naso, forse in attesa di un opportuno riciclo in un futuro nemmeno troppo lontano.

E così, dallo scomodo ruolo di grandi esclusi, Cipollina (storico "pretoriano" e braccio destro del Sen. Orsi) e Marino (ex Nan, ormai entrato nell'entourage Vaccarezza/Scandroglio) potrebbero ritrovarsi a recitare la parte di quelli che"hanno appeso il cappello al chiodo" con poltrone influenti al riparo dal fuoco che rischia chi sta in prima linea.
Altri due nomi da aggiungere al popoloso elenco dei Trombati e Contenti, nostrani e non!
 

 Associazione Nazionale Carabinieri

                  SERVIZI DI VOLONTARIATO ANC NELLE ALBISSOLE  

 L'Associazione Nazionale Carabinieri è in questo periodo protagonista di un nutrito ciclo di servizi di volontariato  nelle  Albissole.  

 Nelle giornate del 10, 11, 12, 16, 17, 18 e 19 luglio, i volontari dell'ANC prestano assistenza in occasione del ciclo di iniziative legate alla festività della Madonna del Carmine di Luceto. Questi servizi...LEGGI


12 luglio
CLAMOROSO BEPPE GRILLO SI CANDIDA ALLA SEGRETERIA DEL PD
Sarà interessante e divertente vedere le reazioni dei vertici del Pd che faranno scudo, questa volta uniti veramente, per proteggersi da "intrusioni esterne" che potrebbero rovinare i vecchi schemi consolidati e aprire scenari nuovi...LEGGI
 
clicca sulle immagini per ingrandirle   atira per immagini nella pseudo-realtà savonese

11 luglio

IL DOPO GIUNTA PROVINCIALE: I TROMBATI

TROMBATELLI :

Livio Bracco  e Piero Santi (volevamo un assessorato importante si sono dovuti accontentare  delle briciole)

TROMBATI:  

Filippo Marino (sicuro, grazie ad un accordo scritto, di un assessorato ne è uscito con le pive nel sacco), Enrico Mozzoni (altro uomo Nan scartato)

TROMBATISSIMI:

Carlo Cipollina (nessun assessorato e nessuna Presidenza  ACTS)  

Antonella Frugoni (Passa nel centro sinistra perdente e la cacciano dalla V° circoscrizione)

 
                    PRESIDENTE, NON STRAPARLARE!!!!
Tra tutti gli argomenti che poteva scegliere come prioritari, il neo presidente della provincia, ha toccato proprio quello sul quale non sono ammissibili sparate propagandistiche di sorta: la piattaforma Maersk...leggi...l'argomento e' tanto importante  che non sono possibili rodomontate, all'insegna del "ghe pensi mi".

Basta ricordare che, in fatto di territorio, la provincia, ente considerato moribondo, ha delle competenze che non si possono mai sovrapporre a quelle del comune, che rimane ente di rilevanza costituzionale, con autonomia statutaria e regolamentare. Quindi, mentre l'autorità portuale e' un semplice organo di natura settoriale, il comune, grande o piccolo che sia, rappresenta una porzione di Italia e quindi non può essere considerato un ostacolo a disegni sui quali non concorda. Caro presidente, il tuo partito, presente il lizza alle elezioni comunali, ha fatto una ben magra figura, conseguendo un solo eletto. Non incidere il coltello della piaga, assumendo atteggiamenti gladiatori che saresti costretto ben presto a rimangiarti!!!

 
La nuova giunta della provincia
 

                                  PAOLO IL REVERSIBILE!!!!

L'avvocato Paolo Marson, asso pigliatutto della politica savonese. Designato presidente di ACTS, dal centro-sinistra dopo aver risanato l'azienda, viene chiamato dal centro destra in giunta provinciale, con la delega ai rifiuti. Qual'e' il segreto di questo professionista di grande successo, che sacrifica i suoi interessi privati per dare una mano a risolvere le crisi che il centro-sinistra non riesce a comporre?...leggi... Di lui si e' occupato ampiamente il sito "trucioli", con articoli esclusivi e mai smentiti.

Ennesima batosta per la segreteria Lunardon ed il gruppo che lo sostiene (Ruggeri e Zunino) che vedono andare in fumo una alleanza costruita con gli ambienti più riservati della città. Questa nomina prelude allo scontro finale tra PD e ceti professionali per le prossime elezioni comunali del capoluogo? Chi vivrà, vedrà!!!
 

M.O.D.A. Savona

GLI AMBIENTALISTI DEL MODA RINGRAZIANO GREENPEACE

Il movimento ambientalista del M.O.D.A. ringrazia Greenpeace per l’intervento sulle ciminiere della centrale termoelettrica a carbone Tirreno Power di Vado che ha portato alla ribalta locale e internazionale i danni provocati dalla combustione del carbone sia per l’eccesso di produzione di CO2 e relativi gravi effetti climatici a livello planetario che per i danni locali alla salute e ...CONTINUA
 
RICEVIAMO E VOLENTIERI PUBBLICHIAMO QUESTA PRECISAZIONE DI F.LAMMARDO DIRETTORE DI IVG
Spiace leggere commenti che nascono da una lettura preconcetta, ma soprattutto parziale, se non miope. Peraltro non firmati. Sì, perché IVG.it, oltre a dare in anteprima con tanto di gallery fotografica la notizia dell'azione di Greepeace a Vado Ligure, è stato anche l'unico organo di informazione a descrivere per esteso le ragioni della protesta con l'elenco delle richieste anti-emissioni CO2. Come è nel nostro stile, abbiamo ...CONTINUA
 

GASCO (UDEUR) / BARBERO (PDL): PRESENTATA INTERROGAZIONE URGENTE SULLA VICENDA DELLA CLINICA SAN MICHELE.

In merito alla vicenda della clinica San Michele e al mancato intervento della Regione a parlare per denunciare la grave situazione venutasi a creare sono i consiglieri Roberta Gasco (UDEUR) e Angelo Barbero (PDL) che dichiarano...CONTINUA


10 luglio 

                  Altrochè Vaccarezza, è Silvano Montaldo

                         il vero dominus della Provincia

Altrochè Vaccarezza! Sarà Silvano Montaldo l'uomo forte della Provincia. L'Ex Sindaco di Laigueglia, fedelissimo di Claudio Scajola,  ricoprirà infatti l'incarico di Super Assessore all'Urbanistica /lavori pubblici. Montaldo  viene presentato come un tecnico, ma in realtà è un politico scafatissimo da sempre vicino al Ministro dello Sviluppo economico che lo considera il suo braccio destro per quanto attiene il Ponente Ligure. Una sorta di Proconsole...E Vaccarezza che ha già dovuto dire signorsì a tutto adesso mastica amaro...Un pezzo da novanta come Montaldo rischia di relegarlo sempre piu' al ruolo di comparsa...

                   FILIPPO MARINO E' IL VERO TROMBATO

Definita la nuova Giunta provinciale…leggi …iniziano le proteste delle varie correnti del PDL. L’ asse  Orsi-Scajola  l’ha fatta da padrone  e il  vero sconfitto è il gruppo Nan che, con in mano un accordo preelettorale scritto, doveva avere almeno un assessorato. Il designato era il consigliere comunale Filippo Marino  ed invece sono stati  accontentati tutti eccetto il gruppo dell’ex onorevole che pure vanta centinaia di soci.  Alcuni iscritti al PDL scriveranno una lettera di protesta ai dirigenti di partito per far valere le loro ragioni.

Un riflessione per i savonesi: leggendo alcuni nomi degli assessori vi siete accorti che si sono impadroniti anche della Provincia, cerchiamo di stare vicino alla Giunta di Vado Ligure e non solo
 

                                 Nuove nomine CCIAA

  E’ con vera soddisfazione che apprendiamo la comunicazione pervenutaci dalla Regione Liguria con cui viene trasmesso al Presidente della Camera di Commercio di Savona il decreto di nomina, quale componente del Consiglio Camerale di Savona per il Settore Commercio, del nostro collega, dirigente ed amico UMBERTO URAS in rappresentanza delle apparentate Associazioni Confesercenti, Usarci e Cidec della nostra provincia.

 Umberto Uras...CONTINUA

 
                         Vostra denuncia di mie malefatte

Dannazione, beccato! Solo oggi un amico savonese (che legge in copia) mi segnala che sono stato smascherato. Da voi, Uominiliberi...leggi...

Deve essere stato un lavoro di ricerca davvero certosino sulle mie spudorate malefatte il vostro, visto che l’incarico del Comune di Savona da voi sbandierato è un atto pubblico, consultabile soltanto cliccando Google.

Solo due imprecisioni: non faccio il giornalista ma bensì il consulente e il ricercatore (oltre che il docente, professione con cui non si campa); non mi risulta di aver mai, dico mai, espresso valutazioni encomiastiche nei confronti di qualsivoglia amministrazione comunale, Savona compresa. Semmai dico e scrivo che Savona, unico caso ligure ha trovato una specializzazione di territorio che parte dal porto e ciò può consentirle (a differenza di Genova) la fuoriuscita dalla crisi del vecchio modello di sviluppo, specifico dell’area centrale ligure, iniziata negli anni Ottanta. Opportunità che ad oggi non trova cornici politiche di riferimento e che viene impicciata da una radicata mentalità reazionaria, a destra come a sinistra.

Qualcuno a Savona mi chiede approfondimenti e contributi in materia e io lo faccio come professionista. Visto che viviamo in una realtà capitalista, a fine lavoro presento fattura. Anche perché non sono militante volontario in nessun partito, se non in quello delle mie personali convinzioni.

Noto senza troppo stupore che, oltre ai cultori del risentimento e del narcisismo inteso come brandire la spada di fuoco dell’arcangelo che scaccia i reprobi dall’Eden, a Savona ci sono pure dei provincialotti sospettosi che ignorano l’esistenza di una figura tipica della modernità: il consulente. Non il cortigiano di un qualche Principe o il venditore della propria anima, ma il lavoratore intellettuale che fornisce a richiesta un prodotto. Prodotto che viene venduto al prezzo di mercato e che il mercato richiede o rifiuta a seconda della sua intrinseca qualità. Confesso: di questo vivo, io e la mia famiglia. Lavorando sulle idee e sulle relative tecniche comunicative. Quanto poi personalmente penso, lo scrivo sui media cui collaboro; mettendoci sotto la firma. Di questo campo. Perché non fruisco di qualche pensione baby, un parente non mi ha lasciato in eredità un po’ di appartamenti, nessuna vecchia signora mi mantiene da gigolò. Io. Non so voi. Pierfranco Pellizzetti

 

                                Centrale di Vado Ligure

Ma perchè insistere così testardamente quasi esclusivamente solo sulla questione climatica? Ammesso(e niente affatto concesso!)che esista un effetto serra di origine antropica, questo è veramente l’ultimo dei problemi che una centrale come quella di Vado L. può dare!!! E tutte le deleterie sostanze inquinanti che vengono emesse, dove le mettiamo? Ma vedo che dovunque(vedi G8) si parla solo della CO2 come dell'unico spauracchio che minaccia il presente e il futuro della Terra...magari fosse davvero così!!! Marco Caviglione

 

                                  FACCE DI BRONZITAL

Ecco uno dei passaggi piu' "piccanti" del giornalismo locale, della serie "mi genufletto prima io": gli attivisti che hanno scalato le vezzose ciminiere della centrale di Vado Ligure hanno "sporcato" gli svettanti simboli fallici che, i poveri operai sono riusciti a ripristinare a tempo di record...leggi...

Ovvero: come, con un commento ipocrita e ruffiano,gettare la maschera e dichiarare il proprio padrone.

 

      GENTE COMUNE DI VARAZZE RACCOGLIE LE FIRME

Sul Blog  di gente comune di Varazze sono attive le raccolte delle firme per l'acqua pubblica e contro l'inceneritore: firmate numerosi! 

Gente Comune continua nella sua azione di promozione di attività virtuose a favore della collettività.

Da alcune settimane sul nostro Blog sono attive due importantissime iniziative, si tratta di due raccolte di firme che hanno come oggetto due argomenti particolarmente scottanti e di interesse primario per la salute ed il benessere di tutti i cittadini e delle generazioni future: l'acqua e l'inceneritore! ...leggi

 

                             Marino Meistro non si ferma 

Dopo l'ottimo risultato elettorale ottenuto alle elezioni provinciali, Marino Meistro non si ferma e già lavora guardando al futuro. Pur continuando con incontri e attività politica sul territorio sta gettando le basi ad un grande progetto che vedrà a Novembre la Valle Bormida riunita in una grande serata che si svolgerà a Cengio, dove lo sport farà da corollario ad una festa per i bambini,  un momento quindi di aggregazione per le famiglie. 


9 luglio

Burlando ha risposto alla critica del MODA sull'inquinamento dei fondali marini di Vado su cui si vuol piazzare la piattaforma Maersk

All'attenzione di Virginio Fadda e Agostino Torcello e M.O.D.A.
Non ho mai assolutamente detto - e non vedo del resto come avrei potuto farlo - che la Piattaforma containers di Vado la "voglio" anche senza la Valutazione di impatto ambientale che è attualmente all'attenzione dei competenti uffici regionali.
Nel vostro testo che ho ricevuto si fa riferimento a un articolo apparso il 20 giugno 09 sulla cronaca savonese del Secolo XIX...leggi... in cui si riferiva, peraltro in modo indiretto, su un incontro avvenuto tra i vertici Maersk, il presidente dell'Autorità portuale di Savona e il sottoscritto.
In quell'occasione, come si evince anche dall'articolo, mi ero limitato a ricordare il percorso di decisioni politiche e istituzionali che hanno nel tempo aperto il processo per la realizzazione del progetto. Ricordo tra l'altro le previsioni del Piano regolatore portuale, che hanno ricevuto una valutazione positiva dal VIA nazionale. Naturalmente resta ancora aperto e dirimente il giudizio della Valutazione di impatto ambientale regionale. Nessuno potrà ignorare questo passaggio, tantomeno il presidente della Regione Liguria. Altra questione è il miglioramento ambientale del sito, questione da affrontare sia nel caso che la piattaforma venga realizzata, sia nel caso contrario. Vi ringrazio dell'attenzione e vi porgo cordiali saluti
Claudio Burlando  Presidente della Regione Liguria
 


                                       ABUSO D'UFFICIO?

Può un Comitato Portuale, nel quale gli enti locali presenti hanno giuridicamente lo stesso valore e quindi e' bene che voti sempre all'unanimità, respingere a maggioranza la richiesta formale di un comune (sul cui territorio incidono le scelte) di avere maggiore documentazione e quindi di ritirare le pratiche in oggetto?

Questo e' accaduto il giorno 8 luglio, in via Gramsci, Savona, sotto la Presidenza dell'ing. Canavese  hanno votato contro l'istanza il Presidente della Provincia Vaccarezza, i sindaci di Bergeggi, Albisola mare, Savona, oltre che, ovviamente, Canaveseleggi…Problema: si configura forse, con questo atto, non giustificato da alcuna urgenza (il progetto Maersk non e' finanziato) una qualsivoglia violazione dell'art.323,328 del codice penale? Agli esperti l'ardua sentenza!!!

 

      Vaccarezza  Zeru autonomia. E' Scajola a decidere tutto

  La decisione di Paolo Marson creerà l'effetto domino?

Un  mero esecutore di ordini di Scajola. Così i  maligni dipingono il neo Presidente della Provincia Vaccarezza. E adducono a sostegno di questa tesi la gestazione della nuova Giunta provinciale i cui nomi verrebbero decisi a Imperia senza possibilità di interloquire per il baldanzoso Sindaco di Loano.

Nelle ultime ore pare che Vaccarezza abbia avuto un sussulto di orgoglio reclamando un assessorato per un suo fedelissimo (il Loanese Lettieri). La Risposta di Imperia è stata: Non se ne parla...Al suo posto lo scajoliano Santi di Savona.

Intanto dato per sicuro assessore Silvano Montaldo,  c’è una buona notizia per i savonesi.  Pare infatti che, lo scrive oggi La Stampa, avrà un posto di assessore anche Paolo Marson. Se la notizia è vera e se il suddetto rinuncerà al  suo compenso perché non ne ha bisogno come ha fatto per quello della Presidenza dell’ACTS, le casse della Provincia ne risentiranno positivamente  e siamo  sicuri che tale decisione creerebbe un effetto domino sugli altri assessori e finalmente avremmo amministratori che si dedicheranno alla cosa pubblica per puro spirito di servizio e non per vil pecunia.

 

                          Ferrania: Rispunta l’inceneritore!

Un articolo di giornale di ieri, descrivente i vari punti atti alla ripresa produttiva della futura Ferrania Tecnologies, recita così : “…recupero energetico da rifiuti e biosmaltimento , impianto da 10MW…”

Ci siamo! Finalmente iniziano a palesarsi i reali obbiettivi del tanto atteso “rilancio” aziendale .

Ora non ci sono più dubbi, l’ennesimo funambolico piano prevede anche un  tanto  “agognato” Inceneritore.

Dovremmo avere il coraggio di chiamarlo così, con il suo vero nome, perché di questo si tratta. In una Provincia di Savona martoriata da decenni di inquinamenti chimici di ogni genere  (Ferrania contribuì attivamente a questo), dove tutt’oggi e le statistiche relative alle gravi patologie polmonari parlano chiaro, esistono realtà produttive che minacciano pesantemente e quotidianamente la salute noi tutti (vedi Tirreno Power),questo non è accettabile! Mi auguro e parlo contro il mio interesse, che le istituzioni e prima di ogni altra la Regione Liguria non si rendano in alcun modo complici di tale scempio! Per uscire dalle crisi non è sufficiente elargire denaro pubblico agli “sventurati” imprenditori, ma pensare anche a come e dove vorremmo  vivessero i nostri figli.
Emiliano Monticelli Cassaintegrato Ferrania
 

             CORTEO DEI LAVORATORI DELLA BOMBARDIER

Il partito comunista dei Lavoratori ha partecipato al corteo dei lavoratori della Bombardier che si è svolto nella mattinata a Savona.
E' stata l'unica formazione politica a distribuire, ai lavoratori e alla popolazione, un volantino di solidarietà  con chi rischia il posto di lavoro e contente una piattaforma di rivendicazioni, tra queste blocco generale dei licenziamenti e l'assunzione a tempo indeterminato di tutti i precari, con la cancellazione di tutte le leggi  di precarizzazione.
Il partito inoltre ha sollecitato l'immediata conferma della commessa per i nuovi locomotori sottolineando anche quanto essa sia fondamentale per garantire ai pendolari un servizio ferroviario perlomeno dignitoso.
Simone Anselmo Coord. Prov. Partito Comunista dei Lavoratori

 

CLAMOROSO!!!! ABBIAMO SCOPERTO IL MOTIVO PERCHE’ ALLA DARSENA DEL PORTO DI  SAVONA E’ STATA ASSEGNATA LA BANDIERA BLU

Il giorno dell’assegnazione delle bandiere blu molti savonesi erano apparsi scettici sull’assegnazione di una bandiera alla darsena del porto di Savona. Oggi alcuni diportisti ci hanno raccontato il motivo di questo orgoglio savonese.

Negli anni scorsi, alla sera, dal mare arrivava una leggera brezza marina che spazzava via tutta la sporcizia che si acculava nella darsena  e rendeva l’acqua pulita; da alcuni mesi invece, grazie alla costruzione del Crescent che blocca qualunque venticello marino, la sozzura rimane tutta in porto, provate alla sera a controllare. Per questo è stata assegnata la bandiera Blu alla faccia  dei “beceri ambientalisti” che  criticano sempre la cementificazione dell’area portuale.

 

AL POSTO DELL'ASTOR MEGLIO LA NUOVA PALAZZINA O UNA PIAZZA?

Ieri il SecoloXIX  ha presentato la  nuova palazzina nata al posto del cinema Astor.

Ma pensate cosa sarebbe stato se al posto del nuovo edificio fosse sorta una piazza...Guardate... ad esempio, la bellezza di questo palazzo che si sarebbe affacciato sulla nuova piazza


8 luglio

AIUTIAMO GREENPEACE

Sarebbe bello organizzare una fiaccolata, un lancio di palloncini o qualcosa d'altro per "far compagnia" a quei ragazzi che si stanno battendo per noi...

 Che ne dite, si può organizzare?  da Anna

 
                             DUE NO CONTRO LA CUPOLA!!!!

Mentre gli attivisti di Greenpeace scalavano le ciminiere contro l'abuso del carbone come combustibile, in sede di comitato portuale, il comune di Vado Ligure, tramite la battagliera vice-sindaco,  poneva la questione della legittimità delle scelte di Canavese e, a fronte dell'arroganza del succitato, abbandonava clamorosamente le seduta.

Due gesti diversi, condivisibile o meno  quello dell'associazione ambientalista, che sfiora il codice penale; pienamente legittimo quello del comune di Vado Ligure, che contesta in radice tutta una procedura fatta alle spalle della cittadinanza. Ti accorgerai presto che il progetto non lo può fermare solo il governo o il magistrato, ma anche un semplice sindaco, con i poteri che gli riserva la legislazione nazionale ed europea...leggi.
 

               Vinicio Borsi candidato Sindaco per AltraSavona?

L'imprenditore Vinicio Borsi ha sorpassato l'ex leghista Cappelli nelle gerarchie interne  del Movimento Altrasavona e sarà con ogni probabilità il Candidato Sindaco della Lista Civica che si va profilando in vista delle comunali di Savona. Borsi, Titolare della Mediawest ed ex responsabile provinciale di Forza Italia si era già candidato anni fa alle regionali con gli azzurri fallendo per un soffio l'aggancio al seggio genovese.

 
UINTI PER LA SALUTE
associazione di volontariato
                          Greenpeace e uniti per la salute
Oggi Greenpeace  ha organizzato una spettacolare azione sulla centrale di Vado. Crediamo che non si possano più tacitare le voci dei cittadini. ..leggi... la posizione dell' associazione  UNITI PER LA SALUTE
Vado Ligure (Savona): undici attivisti hanno scalato entrambe le ciminiere, appendendo alcuni striscioni che andranno a comporre la scritta “TIME TO LEAD ON CLIMATE” (“È il momento di agire sul clima”) sulla prima, e occupando la seconda con un bivacco sospeso. 
 

        VACCAREZZA PROPONE E GLI ALTRI DISPONGONO

I Savonesi si sono abituati a vederlo in atteggiamenti da guascone, baldanzoso e sicuro di se stesso ed invece il "povero" neo Presidente della Provincia, altro che scegliere gli assessori, non è  stato neanche in grado di scegliersi la segretaria; anche quella imposta dall'alto,  è l'ex segretaria di Franco Orsi.

In campagna elettorale aveva promesso "poltrone" a una moltitudine di fans ed ora si ritrova  nella condizione di non poter scegliere nulla in balia di assettati di potere e correnti di partito. Questa mattina in piazza del Popolo un ragazzo imprecava contro Vaccarezza incavolato perchè, in cambio di un aiuto in campagna elettorale, gli aveva promesso un posto di lavoro ed invece ora non è  in grado neanche di assicurargli un posto nella sottocommissione elettorale.

 

 A CELLE,  LE STELLE PREVEDONO, DOPO UN PESCE, UN ALCE

Un nostro affezionatissimo lettore cellese, appassionato di oroscopi e di cartomanzia oggi ci ha confidato che, guardando le  stelle,  ha visto, in un futuro prossimo, che l’Impresa ALCE di Antonio Mirgovi  avrà in appalto  alcuni lavori a Celle Ligure; per rendere giustizia al nostro astrologo dobbiamo dire che aveva previsto la vittoria di Renato Zunino e la sonora sconfitta del duo D’Anna- Manzi,  quindi  non ci resta che aspettare e vedere se anche questa volta il nostro lettore ha visto giusto.

 
Vaccarezza lo sa, il Puzzle va ben oltre la Giunta!!
Sono trascorsi ormai lunghi giorni dalla data della sospiratissima elezione al "soglio di Palazzo Nervi" ed ancora il neo-presidente Vaccarezza sembra non aver risolto l'annosa questione giunta. Gli otto nomi che dovranno accompagnarlo nella sua avventura di governo (qualsiasi durata questa abbia data la pendenza di giudizio davanti alla Corte Costituzionale il cui esito, nonostante si cerchi di dimenticarlo, è tutt'altro che scontato) sono stati più volte rimbalzati dalle pagine degli autorevolissimi quotidiani locali, in un susseguirsi di annunci e smentite ininterrotto che potrebbe giungere nei prossimi giorni ad ipotizzare persino la presenza in giunta del Principe Emanuele Filiberto di Savoia assessore alla cultura, quale ricompensa per il sostegno prestato.

Nel caso certi pronostici si avverassero la fama di barzellettiere eccellente di Vaccarezza non potrebbe che accrescersi.
Tralasciando la malsana tendenza dei professionisti della carta stampata a staccare un po' troppo spesso i piedi dal suolo sembra evidente che l'incredibile architettura di certezze che sembrava reggersi solidamente sui nomi noti dell'establishment pidiellino e centrodestrorso savonese sia meno incrollabile di quanto i soliti bene informati potessero pensare.
La difficoltà nel comporre la squadra di governo, che ha causato persino il rinvio del primo consiglio provinciale ad un inusuale sabato, riflette con evidenza cristallina l'impossibilità di conciliare le molte promesse fatte con il risultato delle urne e con la necessità di portare in giunta competenze specifiche che salvino Vaccarezza da possibili svarioni sui temi spinosi che occuperanno la sua agenda nei prossimi mesi.
Questa situazione tutt'altro che felice spiega l'incessante lavorio Romano-Imperiese al quale chi ha accesso alle "segrete stanze" ha assistito in questi mesi e l'altrettanto incessante andirivieni di volti noti (e non sempre così sorridenti) dall'ufficio del neo-presidente. Sono sfilati più volte in questi giorni davanti a Vaccarezza i vari Bracco, Mozzoni, Santi, Marino, Bronda e via dicendo. Per tutti un bacio e una carezza? Sembrerebbe proprio di no a giudicare da alcune espressioni ma per tutti, comunque, la consegna del silenzio e del riserbo su posti/trombature/paracadute offerti od assicurati.
Il Posto, anche se con un veloce colpo di mano la Giunta fosse chiusa domani, non sembra più così sicuro nemmeno per alcuni superfavoriti.
Ciò che pare sicuro è che alcune esclusioni, se ci saranno, potrebbero costare care alla dirigenza PDL costretta ad offrire buonuscite dorate per placare gli animi. Altrettanto vero è che la scomparsa di alcuni nomi dal totogiunta non sembra casuale considerata la necessità, viva oggi più che mai, di parcheggiare momentaneamente in qualche Ente i pochi nomi rimasti credibili in occasione di un'eventuale spendita sullo scenario dei turni elettorali prossimi venturi. L'impegno e la lealtà (soprattutto quest'ultima) debbono sempre pagare, soprattutto quando spesi al servizio del principe di turno.
Gli equilibri, all'interno del Popolo della Libertà, sembrano non essere più gli stessi e non è difficile immaginare chi sia stato il mazziere di questo ricco tavolo da poker. In politica, si sa, non c'è uomo più fidato del proprio avversario di un tempo e non c'è vipera peggiore del proprio compagno di sempre.
Il clima, anche nazionale, suggerisce cautela e questo certi "inquilini altolocati" lo sanno bene. Sanno bene di chi e di che cosa avranno bisogno per passare indenni le tempeste, piccole e grandi, che già si intravvedono all'orizzonte.



7 luglio

                                             INCREDIBILE!!!!

Secondo questa anticipazione...leggi…il comitato portuale di Savona sarebbe stato convocato con all'ordine del giorno la progettazione "esecutiva" della piattaforma di Vado Ligure, nonostante il risultato elettorale che ha deliberato, a furor di popolo, che l'opera sarà contrastata ad ogni livello dalla nuova amministrazione. Speriamo che sia una notizia "falsa e tendenziosa", una provocazione giornalistica. Diversamente, bisognerebbe pensare che un signore, nominato "califfo" del porto di Savona in virtù della sua prosternazione ad Alleanza Nazionale, conti di più del suffragio elettorale del comune di Vado Ligure, che ha cambiato maggioranza dopo 60 anni, menando un sonoro "ceffone" agli eredi del pci-ds-pd ed allo stesso partito della libertà.

 
Comunicato stampa e interrogazione del consigliere Falciani
su chiusura biglietteria di Alassio
 

                       Associazione Albergatori di Varazze

In data 03/06/2009 l’Assemblea Straordinaria dell’Associazione Albergatori di Varazze ha approvato la decisione del consiglio associativo di far confluire l’associazione all’interno di Federalberghi Confcommercio.

L’Associazione Albergatori di Varazze inizia quindi un nuovo percorso di piena collaborazione con le altre categorie economiche provinciali legate al turismo.   IL PRESIDENTE AAV Andrea Bruzzone

 

   Inviamo all'assessore Ruggeri questa lettera di Mimmo Filippi e rimaniamo in attesa di una risposta da pubblicare

 

                   Rifiuti, pretrattamento, discariche

Egregio Assessore, in coda al polverone che si è alzato in questi giorni circa i maggiori costi per i Comuni per il conferimento in discarica di rifiuti pre-selezionati e pre-trattati, ho riflettuto sulle dichiarazioni a volte anche “originali” che ho letto sui media e che, secondo me non rendono giustizia alla verità. Non mi rallegra per nulla...CONTINUA

 
              Squadra che perde, non si cambia!!!!
Questo  il motto del PD savonese, che forse non ha perso abbastanza  nelle amministrative e quindi ha deciso, con una supponenza che gli elettori hanno già castigata, di perseverare ancora nella grigia gestione di un potere clientelare sempre meno remunerativo in termini di voti..leggi...peggio per loro e meglio per gli avversari, dirà qualcuno.

Vero, a patto che l'avversario non sia il solito PDL, arruffone e pressapochista nei comportamenti e così "speculare" nel gestire la filiera  degli affari, il che lo rende poco credibile anche quando vince. L 'alternativa per dare il "colpo" definitivo al partito dei "narcisi" e dei "provveduti", alla prossime regionali, e per affondare il falso bipolarismo di bottega, si  chiama "terza via, modello Vado" e consiste nella costruzione di una lista trasversale da parte di coloro che, nei vari comuni, hanno cantato fuori dal coro. Quindi la  lista vadese, insieme con le autentiche "civiche" di Varazze, Celle Ligure, Albisola Superiore ecc., devono costruire momenti di aggregazione dal basso, con l'unico scopo di federare i problemi locali a livello di territorio, crescendo dal basso, a macchia d'olio, soprattutto per spezzare l'oligarchia duopolistica che si sta delineando a livello regionale, dove non basta affondare Burlando, ma urge che non ritorni il suo inossidabile dioscuro di centro destra. Un programma troppo ambizioso, per il poco tempo che resta? Forse, ma vale la pena di tentare: allo sfascio del PD che non riesce neppure a ricollocare un segretario-civetta, alla confusione delle armate del ponente, già in difficoltà per le nomine, si può opporre la "federazione" della liste veramente civiche, una idea non nuova, ma che  oggi ha più fiato di ieri per correre e fare....correre.

 

Loano e dintorni (5)<Cosa va e non va>  

A Loano – Più di 100.000 euro per la fornitura di servizi alla Residenza Protetta “A. Ramella”

Prevedibile aumento delle rette. Chi paga?

di Gilberto Costanza

 

Dal 7 luglio scatta l’obbligo di esposizione del cartello informativo alla clientela

FISMO-Confesercenti ha provveduto già nel mese di giugno a distribuire il testo della legge regionale (la n. 1 del 3 gennaio 2007) in vigore sui saldi, sulle promozioni e sulle liquidazioni oltre ai cartelli che possono comunque essere richiesti nei nostri uffici sino ad esaurimento delle scorte; ricordiamo che i cartelli si possono comunque fotocopiare e compilare a seconda delle esigenze tecniche di ogni esercente. La normativa...CONTINUA

 

                 Chiusura biglietteria. Melgrati scrive a Trenitalia

Per l’ennesima volta, con grande disappunto, ho dovuto riscontare l’improvvisa chiusura della biglietteria della stazione ferroviaria di Alassio...LEGGI


6 luglio

LA RICETTA DELLA SETTIMANA

Ecco il dessert servito dalla passata giunta agli

albisolesi di Via xxv aprile e Via S. Pietro

60 nuovi alloggi e relativi box interrati in solo 150 m di strada

 TRIS DI TORTE CON AFFOGATI AL GRAND MARNIER

Ingredienti

  Un’area con quattro palazzi ravvicinati nel centro di Albisola Capo

  Materiale edile vario.

Tre bustine di lievito magico PUC a doppia azione

Grand Marnier q.b.

LEGGI LA  PREPARAZIONE E LA PRESENTAZIONE DELLA TORTA

 
          TUTTI A FAVORE DELLA PIATTAFORMA DI VADO....
        MA PERCHE' SI E' INTERROTTA LA COSTRUZIONE
             DELLA BANCHINA LATO MARE EX ITALSIDER
Pubblichiamo una lettera inviata da un lavoratore del Porto  ad un quotidiano locale  che non è mai stata pubblicata
.
Chissà perchè?

Leggendo gli ultimi articoli inerenti le problematiche della portualità savonese sono rimasto alquanto “perplesso” che non si faccia alcuna menzione in riferimento all'interruzione dei lavori di costruzione ed ampliamento della nuova banchina lato mare ex Italsider.

Questo perchè  si continua a nominare la piattaforma di Vado Ligure quando oramai i traffici di containers stanno facendo registrare diminuzioni di traffico di percentuali a doppia cifra in ogni parte del globo!

Il porto di Savona, se ben organizzato, ha potenzialità di sviluppo dei traffici “tradizionali” ben più che cospicue!

La banchina che avrebbe dovuto servire il laminatoio di cui la costruzione e' sfumata, va costruita ugualmente! Con le caratteristiche di fondale che si ritrova (fra i piu' profondi “pescaggi” di quasi tutta Europa!) E' appetibile per una moltitudine di tipologie di merce e di navi di grandi dimensioni!

Tanto più ragionando sul fatto che i containers sono merce a “basso tasso” di mano d'opera impiegata  (per via dei sistemi informatici e di automazione, lo sarà sempre di più...) , mentre merceologie tipo “forestale” o “siderurgiche” sono ad “alto tasso” di mano d'opera e quindi piu' renumerative per reddito e numero di occupati!

Perche' non si cerca di potenziare le prerogative positive del porto di Savona?

Ampliando la banchina in costruzione davanti alla ex Italsider fino alla punta della diga foranea (“zona 33” ed oltre, come peraltro da progetto originario...) E costruendo un raccordo autostradale diretto (come per esempio un tunnel che dal porto vada ad uscire dietro l'ospedale Valloria, subito in autostrada...)

E organizzando un non più rimandabile ufficio promozione traffici” (in sinergia tra autorità portuale, compagnia portuale e terminalisti) si avrebbe sicuramente un sostanzioso miglioramento della situazione “commerciale” del sistema porto savonese ed in particolar modo della compagnia portuale che sta subendo in prima persona gli effetti della crisi globale dei traffici ma anche quella di una non ottimale organizzazione produttiva del porto di Savona!

Email firmata                       Savona 30 giugno 2009 

 
Progettazione Partecipata Orti Folconi

Le proposte  del 3° e del 4° incontro di Progettazione Partecipata Orti Folconi del 2 Luglio 2009.  Il Prossimo incontro, di cui darò conferma, sarà il giorno giovedì 9 Luglio 2009 alle ore 17,30 presso la Biblioteca della Circoscrizione 3^ in Corso Tardy e Benech....LEGGI    Giampiero Aschiero


4 - 5 luglio
                    IL PD CONSERVA E BERTOLOTTO GIONGOLA
Luchino Visconti avrebbe avuto l'imbarazzo della scelta nel prediligere gli attori del suo capolavoro “Il Gattopardo”: infatti il P.D. savonese abbonda di veri protagonisti ed esperti nell'arte della conservare. Quello che si è sentito, visto e scritto del partito savonese è ancora quello di un gruppo che non sa prendere atto della sconfitta cercando scusanti, scorciatoie, viottoli per ritardare, modificare, edulcorare una realtà, che vede nella batosta elettorale un risultato che non ha eguali nella storia della provincia di Savona.

Una sconfitta che addirittura permette al protagonista principale di questo disastro il mitico Bertolotto di gongolare, infatti il tenace medico era stato scelto degli stessi dirigenti che sono ancora oggi ai loro posti. Dal risultato elettorale si nota che nelle città dove il P.D. non è rappresentato, sia da uomini sia da una struttura partitica, non viene preso in considerazione, mentre nei luoghi dove governa non viene votato perchè rappresenta gli interesse dei soliti noti (partito del cemento e della speculazione). Nel ponente savonese il P.D. non può cambiare perché la “cinquina” di cui è composta è troppo legata; al gioco del Lotto la cinquina è la vincita massima, mentre nel Partito Democratico è il massimo della sconfitta. 

Sinistra Democratica di Albenga

 

                              A proposito di incidenti in Villapiana.

I giornali hanno riportato nella settimana tra il 22 ed il 27 Giugno 2009 la bellezza di 5 incidenti stradali occorsi nelle vie Cavour - Piave - Milano e cioè quasi la metà degli incidenti di un anno (fiore all'occhiello della felice modifica della viabilità in Villapiana).

Dare notizie di questo tipo, però, non è come girare il coltello nella piaga di Caviglia, Aloi, Remigio and company che orgogliosamente sbandierano il diminuito numero di incidenti in Villapiana a seguito della nuova viabilità ?

A coloro che periodicamente sui giornali parlano di questo diminuito numero di incidenti chiediamo quindi " Smettetela, per favore di parlarne perchè ad ogni vostra esternazione il giorno dopo accadono incidenti nella zona e qualcuno si fa male, non è che portate anche sfiga?"

Noi non crediamo che gli incidenti siano colpa della viabilità poichè è normale che gli avvenimenti inattesi che turbano il corso degli eventi previsti possano causare incidenti.

Cordialmente  IL COMITATO PER LA VIABILITA' P.ZZA SAFFI - VILLAPIANA 

P.S. Purtroppo la sera del 30/06/2009 c'è stato un ulteriore incidente in Via Fiume alla 21

 

 VACCAREZZA - BOFFA. I VINCITORI SONO CHI LI HA RESPINTI

Questi politici non fanno altro che parlarci di vittoria del PDL e sconfitta del PD ma con forte recupero. Io penso che dovrebbero soltanto vergognarsi, e dovrebbero smetterla di farci vedere delle percentuali, quelli che votano o non votano sono dei cittadini e in questa consulatazione si sono espressi così:

Al primo turno Vaccarezza ha ottenuto 80.629 voti (32,55% degli aventi diritto al voto) nel ballottaggio con 57.262 voti (23,12 % degli aventi diritto al voto), ci viene dichiarato che ha vinto  col 52,12% (ma ha perso 23.367 elettori), Boffa al primo turno ha ottenuto 61.850 (24,97% degli aventi diritto al voto ) nel ballottaggio con 52.596 voti ( 21,24% degli aventi diritto al voto)  ci dicono che ha perso col 47,88% recuperando su Vaccarezza (in realtà ha perso 9.254 elettori). Sommando i loro voti, hanno ottenuto 109.858 consensi, e sottraendoli al numero degli aventi diritto al voto (247.684) devono prendere atto che, entrambi sono stati battuti, i veri vincitori sono i 137.826 elettori che li hanno respinti. Antonio Gianetto

....SCAMBIO DI OPINIONI TRA CEPOLLINA E GIANETTO
 

                           Ruggeri e le discariche: la memoria dimezzata

Ruggeri rimpiange la chiusura della discarica di Cima Montà considerando la chiusura come un grave errore...leggi... Come al solito ricorda solo la metà della storia. Non ricorda, ad esempio che per decenni Savona ha vissuto di discarica ignorando quanto tutti gli altri facevano come raccolta differenziata e trattamenti vari. Mentre Savona recuperava il 20% dei rifiuti, altri comuni, di destra e di sinistra, recuperavano il 40%.

Se quelle amministrazioni savonesi (comune e provincia) avessero avuto un minimo di lungimiranza avrebbero recuperato il 40% ed oggi avremmo ancora Cima Montà con lunga vita. Invece è stata riempita dalla amministrazione di Ruggeri, di materiali perfettamente riciclabili ed invece buttati via.

E se rimpiange la discarica (o peggio, come ha fatto la passata amministrazione provinciale ne vuole aprire un'altra, quella di Passeggi, sempre a Savona) vuole dire che non ha capito niente del problema dei rifiuti che non hanno bisogno di discariche ma di una cultura di minore produzione, di recupero e di trattamento.

Roberto Cuneo

 

Trasformazione Urbanistica Area Colonie

A Celle il Gruppo Consiliare Futuro Oggi, il gruppo che le nuove generazioni hanno affidato alla guida di Giovanni Durante, parte alla difesa del paese con lo strumento della Democrazia Partecipata, quindi del coinvolgimento diretto dei cittadini per decidere il futuro delle Colonie e conseguentemente del loro paese. Un nuovo modo di fare politica questo, sostenuto dalla gran parte di cittadini che sente pesantemente lo scollamento tra quella politica che ha come fine "affari e potere"  e la politica volta al servizio della comunità.

                Il gruppo consiliare Futuro Oggi ha scritto al sindaco.

 

CONSIDERAZIONI RIGUARDO LA EQUA REDISTRIBUZIONE DELLE CARICHE ALL’INTERNO DELLA GIUNTA PROVINCIALE

 Il risultato elettorale che scaturisce dalla scorsa tornata elettorale evidenzia come il centro-destra sia significativamente cresciuto nell’intera Provincia di Savona. Risultati importanti, come quello di Cairo, di Vado e non ultimo, quello di Varazze, hanno fatto da forte traino per la vittoria del Presidente Vaccarezza.

Proprio la situazione di Varazze merita, secondo noi, un accurato approfondimento: Varazze è ...CONTINUA      di G. Pittaluga e D. Porchetto

A seguito di considerazioni pervenute da Varazze, riguardo la composizione della Giunta provinciale e apparse in queste ultime ore sui quotidiani on-line, desidero sinteticamente chiarire il mio pensiero e la mia posizione.

Prima di tutto voglio sgombrare il campo da ogni dubbio....CONTINUA  di Andrea Valle

 

                                                            " C A R I O C A " 

"L'esperienza altro non è che la somma dei nostri errori trascorsi".

 Le recenti elezioni hanno chiaramente palesato la necessità non più prorogabile di un cambiamento radicale di rotta, pensiero e azione, un  modo alternativo di gestire la politica, con i vecchi apparati "carioca" dei partiti finalmente fuori dagli scanni (... e non solo) di comando, con apertura di responsabilità e fiducia verso giovani preparati ed in grado di affrontare con modernità di idee le problematiche di una società fluttuante e in continua evoluzione. ...CONTINUA     Gianni Gigliotti

 

                         PERCHE' NO A NUOVO CARBONE!

Pubblichiamo la relazione integrale dell'IST, Istituto Nazionale Tumori di Genova, a firma del dott. Federico Valerio avente per oggetto  "osservazioni allo studio di impatto ambientale per il progetto di costruzione ed esercizio a Vado Ligure di una nuova unità di taglia 460 mw alimentata a carbone, presentata dalla Tirrenopower."

Questo documento, mai reso noto dalle  giunte dei comuni di Vado e Quiliano, rappresenta un duro atto di accusa contro quanti, aldilà dell'evidenza scientifica, continuano a proporre aumenti del combustibile fossile ed anche contro coloro che vorrebbero barattare il no alla centrale con un sommesso sì alla piattaforma Maersk, cioe' ad una ennesima servitù portuale, fonte di inquinamento aggiuntivo tutto da stimare, ma che presto sarà denunciato nelle sedi appropriate...leggi.


3 luglio
AREA EX METALMETRON - ©5+1AA

                                         LA CONSEGNA E' DI TACERE!!!

Dopo la tragedia di Viareggio, una delle più impressionanti per le sue modalità e l'inesorabile forza distruttrice che ha saputo sprigionare in pochi minuti, vediamo come la cronaca locale ha voluto contestualizzare il fatto, rapportandolo alla dimensione savonese. Ieri e' apparso su un quotidiano un  articolo tecnico, nel quale veniva svolta una rassegna dei pericoli legati al trasporto di gpl, sia in sede ferroviaria, che in ambito stradale. Oggi…leggi…lo stesso giornale ci notizia della presa di posizione del presidente della circoscrizione, Murialdo, il quale lamenta che il suo quartiere, Legino, sembra stretto in una morsa di pericoli potenziali e si domanda se esistano piani di emergenza in caso di incidente catastrofico.

La notizia dell'intervento di un pubblico amministratore (anche se le circoscrizioni saranno soppresse, restano ancora in vigore sino a scadenza) non sembra interessare il quotidiano piu' amato dai savonesi, il quale si occupa di tutto, dalla "rumenta",ai contorsionismi del PD, ma non fa cenno a quanto dichiarato da Murialdo, forse perchè in attesa di pronunciamento superiore, secondo la  regola aurea"ubi maior,minor cessat".

Eppure ci sarebbe materia, non per fare allarmismi facili, ma considerazioni oggettive e chiedere lumi al sindaco Berruti e alla sua giunta. Sono iniziati da poco i lavori della cooperativa Unieco nella sede che fu di Metaltron. Al contempo la Spes sta urbanizzando lotti per artigiani nel Parco Doria.... Guardate ... la futura "cittadella" del commercio e' delimitata, alla sinistra di chi guarda, dal deposito Erg, stoccaggio di oli e di benzine, sottoposto alla direttiva "Seveso" e certamente in possesso di un piano di emergenza. Le future aree artigiane sono invece attraversate in parallelo da carri ferroviaria dalla classica forma cilindrica, che a volte stazionano per giorni ed il cui contenuto varia dal gpl al cloro ed a quant’altro e' classificato come trasporto pericoloso. Lo stato dei vagoni e' certamente controllato e certificato da qualcuno e costoro dovrebbero rispondere alle domande della circoscrizione.

Quindi, allo stato attuale dell'arte urbanistica, la famosa cittadella commerciale, con centinaia di visitatori,si troverà dei frontisti da  prendere con le molle. Se poi Castorama, che vende legno, pitture, solventi si doterà, a sua volta, di un piano di emergenza(ma noi speriamo sempre nello stellone d'Italia) sarà un garanzia in più contro il disordine urbanistico che viviamo, nel tempo in cui la speculazione governava uomini ed istituzioni.

 

Luca Villani nuova star politica ad Alassio.Sarà lui l'erede di Melgrati?

L'esponente della Lega Luca Villani è la nuova star della Politica alassina dopo l'exploit  alle provinciali (1300 voti)  e qualcuno già si spinge a proporlo come candidato per il dopo Melgrati. Gli immancabili maligni fanno però notare che il risultato di Villani è stato determinato solo dalla flessione dell'attuale primo cittadino di Alassio che nel suo collegio ha superato a malapena le 2000 preferenze.La loro tesi è che molti a cui non stava simpatico Melgrati hanno data la preferenza a Villani solo per indebolire il Sindaco...

Ultima ora: Il PM ha chiesto 1 anno di reclusione per Marco  Melgrati per presunte irregolarità nella stesura del progetto di un Residence di ALASSIO.  Considerato il clima che si respira ad Alassio (al centro di inchieste anche per l'operazione Grand Hotel e la Società Gesco Mare) qualcuno comincia a temere un terremoto giudiziario nella Città del Muretto

 

satira per immagini nella pseudo-realtà savonese
 

ACCORDO SCAJOLA-BRUZZONE E BURLANDO

BOCCIATI  GLI ASSESSORI DI VACCAREZZA

INTANTO AD ALBISOLA SUPERIORE….

Sembrava fatta per la candidatura di Sandro Biasotti alle regionali dell’anno prossimo ed invece pare che il candidato sarà Francesco Bruzzone della Lega Nord.

Scajola ha accettato la richiesta di Bossi che vuole una Presidenza di Regione.

Nel frattempo Scajola ha raggiunto un accordo con Burlando perché non venga tolto il listino dalla legge elettorale. Ai due schieramenti  fa comodo poter piazzare qualche trombato (la scorsa legislatura ne avevano usufruito Roberta Gasco dell’UDEUR e Carlo Vasconi dei Verdi)

Contemporaneamente Scajola ha bocciato la lista degli assessori provinciali preparata  faticosamente da Vaccarezza.

 Il Ministro ha giudicato poco validi i prescelti, visto anche i nomi dei sicuri (Bracco, Santi e Bussalai).

A Savona intanto, in vista del congresso del PDL, spunta ancora una volta l’eterna lotta  Nan-Orsi. Marino e soci del gruppo Nan  hanno cominciato a raccogliere iscritti a spron battuto nella speranza, mai sopita, di prendersi la segreteria del partito.

In mezzo a questi squallidi giochi politici una nota lieta, almeno speriamo, per gli abitanti di Albisola Superiore. Ci riferiscono che l’assessore all’Ambiente Roberta Casapietra è una persona molto preparata ed esperta del settore. Se la notizia  è vera non ci spieghiamo perché non sia stata scelta per la provincia dove in pole position per questo assessorato c’è Livio Bracco, impiegato all'INAIL, che non è certo esperto di Ambiente.

 
                                               AMICO FINO IN FONDO
Il 30 giugno...leggi... oltre ad segnalare un contratto di consulenza con L'Autorità Portuale di Pierfranco Pellizzetti abbiamo ricordato che durante la presentazione in sala rossa del libro "il partito del cemento"  il giornalista fu l'unico che ebbe il coraggio di affrontare una platea ostile, difendendo l'operato di Canavese e del comune, tra i boati della sala.  In questi giorni ci è stato segnalato che il suddetto aveva firmato anche un bel contrattino col Comune  proprio un mese prima della presentazione del libro....GUARDA... Chissà come mai difese così animatamente il Comune?
 

Sviluppo sostenibile

Quelli che parlano di "sviluppo sostenibile" sul giornale più informato della Liguria, dovrebbero andarsi a rivedere (ammesso che lo abbiano mai saputo) che cosa si intende nel mondo con questi termini. Se hanno poco tempo per aggiornarsi, potrebbero limitarsi a leggere cosa dice a questo proposito la legge  italiana.

Il Concetto di sviluppo sostenibile in Italia, alla luce del Dlgs n 152 del 03/04/2006

con le modifiche apportate dal Dlgs n. 4 del 16/01/2008, è così definito:

Art. 3-quater (Principio dello sviluppo sostenibile)

1) Ogni attività umana giuridicamente rilevante ai sensi del presente codice deve conformarsi al principio dello sviluppo sostenibile, al fine di garantire all'uomo che il soddisfacimento dei bisogni delle generazioni attuali non possa compromettere la qualità della vita e le possibilità delle generazioni future.

2) Anche l'attività della pubblica amministrazione deve essere finalizzata a consentire la migliore attuazione possibile del principio dello sviluppo sostenibile, per cui nell'ambito della scelta comparativa di interessi pubblici e privati connotata da discrezionalità gli interessi alla tutela dell'ambiente e del patrimonio culturale devono essere oggetto di prioritaria considerazione.
3) Data la complessità delle relazioni e delle interferenze tra natura e attività umane, il principio dello sviluppo sostenibile deve consentire di individuare un equilibrato rapporto, nell'ambito delle risorse ereditate, tra quelle da risparmiare e quelle da trasmettere, affinché nell'ambito delle dinamiche della produzione e del consumo si inserisca altresì il principio di solidarietà per salvaguardare e per migliorare la qualità dell'ambiente anche futuro.

4) La risoluzione delle questioni che involgono aspetti ambientali deve essere cercata e trovata nella prospettiva di garanzia dello sviluppo sostenibile, in modo da salvaguardare il corretto funzionamento e l'evoluzione degli ecosistemi naturali dalle modificazioni negative che possono essere prodotte dalle attività umane.
Tratto da:Wikipedia: Sviluppo sostenibile.

2 luglio
                                I NARCISI A CONVEGNO!!!
Sembrava dovesse succedere di tutto, anche niente! E così è accaduto al direttivo provinciale del PD a quanto ne riferisce il quotidiano più informato della Liguria…leggi…e che cosa avreste voluto leggere: autocritiche impietose, duelli all'arma bianca, accuse feroci e contraccuse di pari livello? Niente di tutto questo può succedere e, ammesso che accada, nulla può apparire all'esterno.

Trattasi di un personale politico che si può dividere in  due categorie: i "narcisi" ed i "navigati". I primi risentono della mancanza della "mamma" partito alle cui mammella ideologica potevano succhiare la "giusta" posizione, in una casistica di situazioni per le quali vi era sempre una risposta. Quanto ai "navigati" ad essi appartiene la direzione effettiva del superpartito degli affari e dello scambio e quindi hanno bisogno di ruoli amministrativi riconosciuti.

Mentre per i "narcisi" la sconfitta attuale e' soprattutto di immagine, specie in vista delle loro smisurate ambizioni, per i "navigati" perdere comuni e province significa diminuire di peso nella logica di scambio tra partitocrazia ed economia. Ecco perche' non tutte le sconfitte sono eguali: perdere Vado Ligure, da 60 anni "portafoglio" per il pci e successori, equivale a perdere una provincia, ovvero 3 comuni di analoghe dimensioni.

La vicenda del PD savonese era iniziata con una clausola ad excludendum molto netta: solo gli ex comunisti potevano accedere al controllo della filiera politica-affari. Agli altri (ex psi,dc, repubblicani, ecc) solo ruoli di rappresentanza, a tempo determinato. Ecco perchè un assessore navigato ha subito detto che le speranze di recupero del partito stanno tutte nella tradizione di "serietà" delle giunte di sinistra, una affidabilità a prova di bomba.Su certi argomenti, il partito deve optare per lo "sviluppo sostenibile" delle grandi opere anche se impongono servitù secolari.

Se quindi in questo partito, la politica e' morta da  lungo tempo, appare illusoria una rigenerazione interna che capovolga gli "idoli" attuali per creare improbabili identità. Lotta congressuale, con la candidatura Bersani, grand commis delle cooperative e degli accordi trasversali, induce a pensare al PD come partito in rapido declino, anche nelle sue roccaforti: per Savona, stante la carenza di personale accettabile, la difesa ad oltranza della roccaforte di Savona, la fortezza bastiani, ormai assediata da ponente e levante. 

 

                                     PRE-TRATTAMENTO RIFIUTI

In questi giorni è improvvisamente venuto a galla il caso dell’aumento dei costi di conferimento a discarica dei rifiuti solidi urbani. Pare che tutti gli amministratori locali siano stati presi in contropiede da una norma inattesa, mai ipotizzata, del tutto sconosciuta. Nulla di più ipocrita e falso.

Il Dlgs 36/2003 stabilì a suo tempo che i rifiuti solidi urbani, prima di...CONTINUA   di Mimmo Filippi

 

Isoletta felice da 210.000 mq

Da Il SecoloXIX del 29 giugno: "Manifesta un certo ottimismo anche Aurelie Moulins, responsabile del settore Ecologia marina del Cima: «Qualsiasi cosa si metta in mare, viene rapidamente “colonizzata” e si trasforma in un’”isoletta” felice - spiega -. Si pensi a quello che succede con un’auto affondata: presto diventa un rifugio per alcune specie. Questo potrebbe accadere anche a Vado con la piattaforma."

Invito la sig.ra Moulins, per decenza, ad evitare di paragonare un'auto affondata ad una piattaforma di 210.000mq : il termine" isoletta felice" è veramente infelice ed offensivo per l'intelligenza di tutti, non solo dei cittadini vadesi.

Lauretta Franzia


1 luglio
                             L'OCCASIONE DI TACERE!!!
L'ha persa il neo consigliere comunale Matteo Debenedetti unico eletto nella lista PDL-CANAVESE (secondo il suo manager Cipollina avrebbe dovuto impedire la vittoria degli antiMaersk). Sapete cosa ha avuto il coraggio di affermare il nostro, durante il teso dibattito, a quanto riporta il quotidiano più amato dai savonesi?

Che se la giunta fosse formata da imprenditori, non si perderebbero le occasioni offerte dalla lobby portuale...leggi...Magnifica intuizione: per eleggere i più ricchi, bisognerebbe tornare al voto censitario dell'italia dei "notabili", quando 600 mila persone, di sesso maschile, eleggevano la camera e quindi non potevano che prevalere i padroni delle ferriere, gli agrari ed i loro dipendenti. Oggi, caro signore, vi e', purtroppo per lei, il suffragio universale e quindi dovevate inventarvi una fotocopia locale di Berlusconi per convincere il popolo bue a darvi la maggioranza. Se non l'aveva cercato, ne' trovato, affari vostri e meglio per i vadesi

 

                            SULLE RIFLESSIONI DI GIOVANNI DURANTE

C'e' poco da commentare, se non complimentarsi con lo scrivente, per una analisi lucida, onesta e limpida di una situazione locale che e' perfetto prototipo di tante realtà liguri.. 

Andrebbe studiata con attenzione dai vertici del PD, e da quelli locali dell'IDV, per capire un po' meglio gli umori dell'elettorato in fuga. 

Ma lo vogliono veramente? Davvero interessa loro capire? E ancora, ci sono o ci fanno? 

Il dubbio sorge, se persino un giornalista bravo e competente come Curzio Maltese, in un suo pezzo di qualche tempo fa lamentava il rischio per il centro sinistra di perdere anche la Liguria "perché non si occupa abbastanza del problema sicurezza". (L'errore di inseguire la destra sul suo terreno, scrive giustamente Durante). 

Come se Maltese non avesse letto, non conoscesse neppure l'esistenza del libro "il partito del cemento", scritto tra l'altro anche da un suo collega di Repubblica. 

Li' ci sono spiegate tutte le ragioni del lento declino del centro sinistra locale, senza bisogno di cercarne altre. 

Se però persistono nella loro arroganza, chiusura e distacco dalle realtà e dai cittadini, fino a sostenere che se non li votano sono gli elettori che sbagliano, che non capiscono, e a ritenersi insostituibili, e a tirare diritto imperturbabili, pronostico che avranno delle grosse sorprese, in futuro. E non dai "nemici" (spesso finti) del  PDL. 

Ancora complimenti a Durante e alla sua lista. Se fossi cellese, lo voterei volentieri. 

Milena Debenedetti

 

Riflessioni sulle elezioni amministrative a Celle Ligure

come scusa per parlare della situazione politica savonese

di Giovanni Durante 

Celle Ligure è un bel paese, a Celle si vive bene, a Celle arrivano molti turisti.

Queste sono affermazioni generiche che vengono spesso proposte da chi a Celle non vive. In realtà Celle non è poi così bella, oddio, lo è stata, ma da oltre un decennio parecchie opere pubbliche e private hanno peggiorato di molto il suo aspetto urbanistico, architettonico e ambientale…

… il peggioramento è visibile e ben chiaro ai cellesi. La qualità urbana si riflette su quella culturale e sociale, infatti Celle, da anni vive una stasi permanente, fatta di pseudo sviluppo, a coprire un’involuzione vivile e sociale… 

…Il voto di scambio è una realtà assodata e accertata in Celle…

…Questo potere “occulto” si basa su un’intersecazione di controllo dei centri di potere, a partire da quello politico, attraverso un sistematico gioco ad escludendum nel percorso del PCI-PDSDS-PD delle persone non gradite… 

…Nelle elezioni amministrative del 2009, dopo un decennio di torpore, i cittadini hanno cercato di voltare pagina, promuovendo una lista civica alternativa sia alla continuità amministrativa sostenuta dal PD-IDV (mi chiedo cosa ha a che fare l’IDV locale con Di Pietro e DeMagistris…), sia al PDL locale…  

…Non so se esiste un “caso Celle”, forse sì, certamente si tratta di un caso esemplare di quello che è oggi il centro sinistra, almeno di quello savonese…. 

…Mi auguro sinceramente che l’interpretazione del voto del 6 e 7 giugno faciliti un processo di profondo rinnovamento nel centro sinistra, sia nel PD che nella sinistra atomizzata (Rifondazione, Comunisti italiani, verdi, sinistra e libertà…)

LEGGI TUTTO L'INTERVENTO DI GIOVANNI DURANTE

commenta le riflessioni di Giovanni Durante
 

                       PALADINI, TUVE’, CATALANO:

     <NON HAI AIUTATO LA FUSCO E NOI TI CACCIAMO>

Prima delle elezioni  un gruppo di ragazzi  albissolesi del partito di Di Pietro, tra cui Danilo Daneri, iniziano a trattare, per un accordo elettorale, con la lista  civica NUOVA ROTTA di Luigi Silvestro senza che RosarioTuve’ intervenga per bloccarli.  

Quando, tra un tentennamento e l’altro del segretario savonese,  l’accordo elettorale è ormai siglato da Genova l’ onorevole Paladini impone un accordo elettorale col PD e l’ordine tassativo di appoggiare la candidatura alle europee della sua  fidanzata Marylin Fusco .

A questo punto il duo Tuvè-Catalano chiede a Danilo Daneri di fare retromarcia e di appoggiare la lista del PD .

I ragazzi, molto più leali di certi politici, si rifiutano di eseguire l’ ordine tardivo del trio Paladini-Tuvè- Catalano.

E, mentre la segreteria savonese dell’IDV con ogni mezzo, qualcuno non del tutto leale (ricordiamo l’sms ricevuto dai candidati alle provinciali e alle comunali in cui si proponeva lo sconto sul materiale elettorale se appoggiavano la Fusco), lavora per la compagna di Paladini, i ragazzi albissolesi decidono di continuare ad aiutare la lista civica e, con uno slancio davvero meritevole, di sponsorizzare la candidata savonese alle Europee, Gloria Bardi voluta in lista da Travaglio e Di Pietro.

Le due iniziative (l’appoggio alla  lista civica e l’aiuto alla Bardi) mandavano su tutte le furie Tuvè che cercava in tutti i modi di fermare Danilo Daneri e i suoi amici senza successo.

Dopo le elezioni Danilo Daneri scrive una lettera di “protesta” al partito lamentandosi del fatto che si era fatta campagna solo per un persona, trascurando altre meritevoli allo stesso modo di essere conosciute.

La risposta di Tuvè è arrivata in questi giorni: “Ti caccio dal partito”.

Alcuni iscritti hanno informato Di Pietro sull’ennesimo atto politico non in linea con gli ideali del partito. Speriamo che l’onorevole prima o poi intervenga.

RETTIFICA DI  DANILO DANERI:
1) cambiare il termine da "cacciato" a "sospeso dagli incarichi"
2) la lettera doveva essere una comunicazione interna al circolo e per conoscenza al partito. Purtroppo chi vi ha dato tale notizia, anche se con buoni intenti, ha fatto male perchè ha divulgato informazioni senza alcuna deliberatoria.

Per ciò si assumerà tutte le responsabilità relative.

 
Savona, progetto passeggiata Ponente
                                  LA GIUNTA "SERVENTE"
Cosa non farebbe la giunta Berruti per facilitare ai costruttori la vendita degli appartamenti "upper class" che rischiano di rimanere vuoti, causando il blocco dell'edilizia privata, unico sfogo per questa crisi maledetta?

Ecco l'ultima pensata dell'assessore Di Tullio Crozza, tesa a valorizzare i due complessi sorti alla foce del  Letimbro: per il GIS, si e' provveduto ad allargare la fornace del ponte sul Letimbro.

Per il "mulino", voilà un bel progetto finalizzato ad abbellire via Cimarosa con alberi e giardini, che consoleranno i mesti contribuenti in fila per pagare le  tasse e daranno ai doviziosi proprietari (sbrigatevi, siamo al tutto esaurito) la giusta quota di verde privato che tale complesso merita...guarda…e poi dicono che la giunta Berruti non cura le opere pubbliche!!

E queste cosa sono? Non pretenderete che sprechi denari derivanti dagli oneri di urbanizzazione per il verde urbano o per i beni architettonici? Ed ai privati chi ci pensa, chi fa gli interessi dei poveri immobiliaristi messi in crisi da progetti alla "Bofill" di cui non si vede il ritorno? Se non interviene la giunta a dare una mano, a Savona nessuno investirà più un euro!

  
Ricerca personalizzata /div>
 
Gli autori dei testi sono responsabili dei dati, delle analisi e delle opinioni in essi contenuti 
 

LEGGI GLI INTERVENTI DI GIUGNO