LINKS

SCRIVICI
o telefonaci: 3468046218

MAILINGLIST

ARCHIVIO





 da l' archivio de
"La Repubblica"
TUTTI GLI ARTICOLI DI MARCO PREVE
TUTTI GLI ARTICOLI  DI LUCIANO ANGELINI
 
E' arrivato il primo commento a " Il partito del cemento"
Carmen Patrizia Muratore
Presidente Gruppo Italia dei Valori
 
              Consiglio comunale a Vado del 28-07-2008
Sono uno dei "fortunati" 48 che sono stati ammessi alla rappresentazione scenica tenutasi lunedì 28 nella Sala Consiliare del Comune di Vado Ligure. Dentro tutto chiuso, finestre e tapparelle, si moriva letteralmente. C'erano, ad onor del vero, vari ventilatori, ma le finestre ermeticamente chiuse davano una sensazione di assurda realtà. Non si poteva aprire altrimenti i fischi...CONTINUA Massimiliano Ribelli
 

                                                        Splendidi portabici
Da qualche giorno sono apparsi in alcune zone del territorio comunale degli “splendidi” archetti dissuasori. Inizialmente non si capiva la loro funzione, poi, come d'incanto è stato affisso un cartello in cui è indicata la funzione di tali manufatti e le istruzioni per l'uso: portabici. Proprio così, sono l'ultimo modello di portabici in commercio! Di scarso impatto visivo, di notevole pregio estetico, contribuiscono notevolmente alla riqualificazione urbana di Savona, come è indicato sul cartello affisso (vedere foto). Costituisce pertanto un chiaro esempio di cosa nel palazzo comunale intendono per “qualità urbana”. Dobbiamo essere orgogliosi che i nostri soldi servano per finanziare queste iniziative che, nel piccolo, migliorano il decoro di Savona agli occhi dei turisti che la visitano. Dobbiamo essere riconoscenti all'ATA per l'impegno che mette per migliorare la città, a costo di creare un passivo di quasi due milioni e mezzo di euro. Non importa, è il fine che conta. E, tranquilli, portabici così c'è l'invidieranno tutti, ma proprio tutti.

 

             CROLLA L'ASILO: IL COMUNE INDAGA?
La stessa notizia: mezza pagina su un quotidiano...leggi... 4 righe nel concorrente...leggi...La cautela e la riservatezza  sono di rigore, perchè l'Alfa costruzioni non e' un'impresa qualunque..leggi..e se cominciasse  a far danni nel piccolo, figuriamoci nel grande.

Modesto interrogativo: chi ha autorizzato il progetto e i lavori in costa alla collina di via Chiappino, con vista a mare  vorremmo qualche responsabile,  che non sia  la pioggia, il vento ed il destino maligno!!!!

 


ALLEGRI COMPAGNI VADO E' SEPRE ROSSA.....PECCATO PERO' CHE SIA ROSSA DALLA VERGOGNA!
Lunedì 28 luglio ho deciso di andare a Vado Ligure per assistere alla riunione del Consiglio Comunale che avrebbe dovuto concludere la lunga e penosa vicenda “Piattaforma”,sono andato a Vado in una duplice veste quella del cittadino che vuole esse informato e decide di partecipare ad un consiglio comunale la cui peculiarità e la partecipazione(senza diritto alla parola) di tutti i cittadini e...CONTINUA   PAOLO D'ANNA

 




                     PD: UN ESECUTIVO "DI SUA MAESTA'"
Perbacco, amici. L'archeologo che regge il PD (Partito Democratico) savonese, impassibile come i Bronzi  di Riace, ha messo in pista un esecutivo che impressiona per la carica di novità e l'assenza di lottizzazione che lo ispira...leggi…Comiciano dall'organizzazione: Renato Zunino, ex sindaco di Celle Ligure, una vera garanzia di rinnovamento nel metodo e nel merito.

Ambiente: una gentile signora di cui si ignorano le battaglie, causa il suo carattere schivo che le impedisce inutili passerelle. 

Maurizio Scarfi: ex dirigente DC e  dei popolari: gli competono le piccole e medie industrie. Ai colossi economici, ci pensano Burlando e soci.

Marco Russo: giustizia. Quale cupo tramonto per il futuro politico di questo erede di fondatori della democrazia italiana.

Dell'assessore Luca Martino sono stati ricordati, di recente, la sua condanna per aver avallato firme fasulle e la storica aggressione all'on. Del Gaudio, colpevole di non avergli fatto saltare il militare.

Di Lorena  Rambaudi che dire: proviene dalle cooperative e quindi non stupisce che si occupi del suo pane quotidiano, senza tema di fastidiosi "conflitti di interesse". Sugli altri nominativi poco sappiamo ma molto confidiamo: il segretario mica ha nominato degli yesman!

Con questa legione tebana, compatta ed agguerrita, il giovane ma determinato "conduttore" si appresta a regolare i conti con Bertolotto, reo di non aver accettato di sottoporsi alle primarie. La lama del rasoio sarà il programma riformista, un oggetto misterioso che solo lui e pochi intimi,conoscono.

Nel frattempo, una salutare autoepurazione, fa perdere  al suo partito pezzi e amministratori, un po'  in tutte le parti della provincia.

Egli osserva compiaciuto la sua creatura sempre più chiusa e solitaria, nella quale, tra poco, si riconosceranno solo gli iscritti savonesi al "maestrale"...GUARDA... Una casa sicuramente certa, comunque vadano le elezioni

 
Solo Iddio può piegare la volontà fascista gli uomini e le cose mai
Ieri 28cm, alle ore 13, mi sono recato in via alla Costa per poter così assistere all'atto finale importantissimo sulla piattaforma vadese...

...Dopo molte ore di interventi tra i quali uno in principal modo mi ha lasciato letteralmente esterrefatto quello dell'assessore esimio Sig.Verdino (ambiente) di cui la mia modesta intelligenza mi porta ad affermare che lui molto probabilmente non conosca neppure l'ambiente della propria abitazione.
Finisce il tutto con l'approvazione...leggi tutto l'intervento         RICCARDO CICCIONE

 
 L' ASSOCIAZIONE MAESTRALE SMENTISCE  LE AFFERMAZIONI RIPORTATE NELL' ARTICOLO DI  "Panorama. "
Rimaniamo in attesa della smentita al libro "Il partito del cemento"  che dalla pag. 28 alla pag. 34  tratta proprio dell' Associazione di Claudio Burlando 

Maestrale a Genova
 L'articolo su Panorama 28 «A Genova e dintorni tira forte il Maestrale» è lesivo dell'Associazione stessa, nata con l'obiettivo di contribuire al rinnovamento della cultura politica del centrosinistra.
 Inoltre, l'articolo contiene gravi inesattezze, e soprattutto tende ad accreditare l'idea, indimostrata e indimostrabile, che Maestrale sia una sorta di superlobby utile alle carriere personali dei propri aderenti. Non è vero che Giuseppe Pericu sia nel cda dell'aeroporto di Genova, carica da cui si è dimesso svariati mesi fa, dopo aver svolto l'unica missione di verificare la fattibilità dello spostamento a mare dello scalo, previsto dall'«affresco» di Renzo Piano, dopo aver ricoperto, per 10 anni, la massima carica cittadina. Professionisti, imprenditori, politici e amministratori che aderiscono a Maestrale svolgono le loro attività per ragioni che nulla hanno a che fare con l'attività dell'associazione.

Il consiglio di amministrazione dell'Associazione Maestrale

 
Gara di tuffi alla Madonnetta
 
PIATTAFORMA MULTIPURPOSE DI VADO LIGURE: UN NON ESEMPIO DI DEMOCRAZIA PARTECIPATA
In merito ai lavori del Consiglio Comunale di Vado Ligure che si sono svolti nella giornata di ieri il Consigliere regionale dei Verdi  Carlo Vasconi osserva quanto segue:
 "Sono stato ieri a Vado per il Consiglio Comunale sulla piattaforma Maersk: 200 cittadini che protestavano in modo civile tenuti in mezzo alla strada sotto il sole di fine luglio a 30 gradi e guardati a vista dalla Polizia con il Sindaco sotto scorta. Mi sono vergognato di una politica che tiene in questo stato umiliante i propri elettori-ragazzi, ragazze, donne, anziani- e non dei temibili terroristi. Per quel che vale vorrei dire ai cittadini di Vado che si oppongono alla distruzione del loro mondo che i Verdi saranno al loro fianco"
 
Il Consiglio dei servi... si nasconde e difende la Piattaforma
 

ASSOCIAZIONE AMBIENTALISTA MODA DI SAVONA

IL MODA ALL’ASSESSORE REGIONALE ALL’AMBIENTE ZUNINO: DELIBERARE URGENTEMENTE PER DEPOTENZIAMENTO E METANIZZAZIONE DELLA CENTRALE DI VADO
Siamo lieti della forte posizione espressa dall’Assessore regionale all’Ambiente Zunino a favore dell’abbandono del carbone con depotenziamento e completa metanizzazione della Centrale di Vado, posizione che aveva già condiviso con il Prof. Cortelessa Direttore dell’Istituto Superiore di Sanità e con il MODA fin dagli anni ’80.  Tale autorevole posizione dell’assessore Zunino determinata...CONTINUA

 

               INAUDITO: CHIUSO IL CONSIGLIO COMUNALE!!!
La storia del comune di Vado Ligure non annovera,nella sua vicenda democratica,una decisione tanto grave e sciagurata,presa da una casta di oligarchi pronta a tutto pur di mantenere  ben saldo il potere…leggi…quando si ricorre a questi mezzucci per scoraggiare la partecipazione, allora significa che si e' giunti al capolinea, non solo di un partito ma anche delle "carriere" personali. Giacobbe e Bovero, con il terrore di non corrispondere ai loro potenti sponsor, sono pronti a tutto, anche a "chiudere"  un consesso che dovrebbe essere la casa di vetro dei cittadini. Continuate così, irridete pure la democrazia e la sovranità popolare. ma ricordatevi che,prima  o poi, il voto libero e segreto saprà giudicarvi, senza indulgenza ,ma con equilibrio ed equanimità: cosa che con il vostro atteggiamento arrogante non meritereste affatto!!!!
 

 
                    FURBASTRI E FUORILEGGE !!!
Ricordate,il 18 luglio c.a ! Quel furbacchione di Franco Zunino, assessore regionale all'ambiente  e i suoi tecnici ci propinavano una indagine "definitiva" che esclude l'ambiente inquinato tra le cause dei decessi!!! Furono contestati hic et nunc da medici presenti in sala, che non erano proprio  gli ultimi in materia.

Ai signori dell'Arpal e dell' IST dissero, papale papale, che i dati sulle pm 10 erano così improbabili da inficiare tutto il resto: conclusioni comprese!

Ieri una conferma europea: la Corte di Giustizia del Lussemburgo, massimo consesso giurisdizionale dell'unione, ha emanato una sentenza storica che da più forza  alla popolazione e strumenti formidabili alla magistratura…leggi…L'antefatto: un cittadino di Monaco (Baviera) ha chiesto al tribunale che obblighi gli amministatori della sua città ad adottare un piano di risanamento della qualità dell'aria della zona ove risiede, essendo stata la soglia di sicurezza delle particelle superata di 35 volte in un anno.

Netta e inequivoca la risposta della Corte.

 Quando vi e' di mezzo la salute, i cittadini devono chiedere e veder attuato il piano di bonifica "eventualmente adendo al giudice competente a cui spetta il controllo di merito"

La Procura della Repubblica di Savona, ha ricevuto, in questi anni, molti esposti-denuncia sulle omissioni degli amministratori locali di comuni, provincia e regione, da, allora, tutto tace. da oggi in avanti i ricorrenti allegheranno ai dossier anche copia di questa sentenza, sperando che nessuno sottovaluti il peso di questo nuovo strumento a tutela del cittadino, specie di coloro che vivono nelle zone più  inquinate e nonostante ciò, subiscono la prassi di una costante inosservanza delle leggi.

 

             Lettera aperta scritta dal Sig.Massimiliano Ribelli
Gent.mo Sig.Ribelli,
il sottoscritto Ciccione Riccardo residente a Porto Vado dal lontano 1947 ho letto e condivido pienamente il suo sfogo nei confronti del Sig.Giacobbe, ma se mi consente (nessun rif. a Dio Berlusconi) credo che lei involontariamente abbia commesso qualche imprecisione cioè...CONTINUA CICCIONE Riccardo

 

                                         ANCORA SUL CAVALCAVIA!!!!
Ieri abbiamo pubblicato la graduatoria ufficiale di merito dei progettisti del poderoso sovrappasso di Porto Vado che  dovrebbe collegare la piattaforma alla viabilita ordinaria, aggiungendo un tocco  da Gardaland all'antica via Aurelia, che, come sapete, e' gravata dal vincolo paesaggistico dalla foce del Quiliano allo sbocco del torrente Segno...guarda... E non a caso: il vincolo viene giustificato perchè, da quei 2 punti di osservazione, il paesaggio spazia liberamente nello specchio acqueo a levante ed a ponente, quel ponente che i nostri eroi del cemento e della cazzuola  vorrebbero  ricoprire, per fare spazio a pile di contenitori.

Quanto al vincitore del concorso d'idee, Ing. Molfino, possiamo aggiungere che  possiede esperienze lavorative internazionali, avendo di recente firmato il nuovo auditorio di Bata (Nuova Guinea)...guarda..nonche' collaborato al risanamento ed alla ristrutturazione dell'ospizio del santuario di Savona.

 
      

           Lettera aperta al  Sig. Sindaco Giacobbe di Vado Ligure
Gent.mo Sig.  Giacobbe Sindaco di Vado ligure
Sono Nato e cresciuto a Savona, ma da 15 anni circa sono venuto ad abitare a Vado invogliato dalla qualità della vita che si prospettava migliore rispetto a Savona.
Mi permetto di scriverle direttamente non tanto perchè ci conosciamo, ma come suo cittadino di Vado che fino all'ultimo ha sperato in un ripensamento costruttivo circa la situazione Maersk
Queste poche righe vogliono soltanto essere uno sfogo verso il Sindaco...CONTINUA  Massimiliano Ribelli

 

                                   L’Ambientalismo isterico.
La foce del Letimbro è un’autentica cloaca, la vegetazione che invade l’alveo è ormai folta come quella di una campagna incolta.
Tutto questo, per la colpevole incuria, o l’incapacità di cogliere la pericolosità di questa situazione. Anche un bambino può immaginare ciò che potrebbe accadere, in caso di forti piogge prolungate sul bacino del torrente.Anzi, è già successo, come tutti i savonesi ricordano certamente. Eppure ...CONTINUA  Emilio Barlocco

 

             Brutto inizio della discussione sul PUC
La giunta comunale ha portato all'approvazione del Consiglio una delibera con cui risponde alle critiche di Provincia e Regione. La priorità a queste critiche è dovuta, secondo Di Tullio, al fatto che sono enti sovraordinati.
Non è vero.
Sono sovraordinati per gli aspetti di coordinamento con altri comuni e di rispetto delle leggi ma per tutte le decisioni fondamentali di uso del territorio è il cittadino savonese che è sovraordinato


Sembra un aspetto burocratico ma si capisce l'importanza se si esamina la delibera nel merito: infatti, ad esempio, conferma decisioni quali quella di costruire palazzi sulla spiaggia, al posto dei cantieri Solimano.
Ma questo è un punto fondamentale della discussione sul PUC!
Con questa delibera la Giunta cerca di mettere la collettività di fronte al fatto compiuto, condizionando tutte le discussioni successive.

Italia Nostra si aspetta che sia data priorità di discussione ai grandi temi quali la viabilità (come si entra a Savona? dove si mette il casello autostradale?come si collega il porto all'autostrada?), quali l'abitazione (un nuovo quartiere ghetto o la ristrutturazione dell'esistente?), quali il lavoro (dove sono le aree produttive?), quali le infrastrutture (dove si colloca il palazzo dello sport e dello spettacolo?), quali l'ambiente (costruire sulla spiaggia di ponente? e l'edilizia in collina tra incendi e costruzioni?).

Prima si affrontano i grandi temi confrontandosi anche con la popolazione e solo alla fine si risponde alla burocrazia. E poi una chicca che si trova nella risposta alla Provincia: il Comune pensa di far passare il traffico portuale da Via Tissoni. C'è da essere esterrefatti!!!!
Roberto Cuneo
 Italia Nostra sezione di Savona

 
TXU Sale Insider Trading

Un invito a quanti se ne capiscono ed anche a coloro che ne capiscono poco. Come il sottoscritto.
Negli USA esiste un crimine federale di gravità estrema che va sotto il nome di “insider trading”. Consiste...CONTINUA      Giacomo Rolletti

 
            IL SOVRAPPASSO "PERFETTO"
La segretaria dell'Autorità Portuale ha pubblicato la  graduatoria di merito del concorso di idee per la realizzazione del collegamento "in sovrapasso" all'Aurelia tra il terminal Maersk ed il sistema viario…leggiPer la verità il piano regolatore

portuale, alle mani dei ministeri competenti e della regione non lo prevede e parla di sottopasso.  Nonostante ciò, il superpresidente ritiene ininfluente  mutare le carte in tavola e procede a spron battuto, trascinandosi dietro “i poveri” amministratori del comune di Vado Ligure.

L'oggetto del nuovo ecomostro: 800 metri di cemento che sbucano all'altezza del "Gheia", incrociando l'Aurelia, sopraelevati quanto l'attuale nastro trasportatore e sorretti da una palificazione adeguata a sorreggerne il peso.

Per ora, solo Giacobbe e Bovero hanno visto le ardite  soluzioni tecniche elaborate dai vincitori,i quali non sembrano avere particolari titoli in campo urbanistico. Infatti, dietro la sigla M&L deve leggersi lo studio professionale Molfino e Longo, operante in Genova  via Interiano 3 , dell'ing. Civile  Agostino Molfino, savonese.

Il fatto che abbia vinto un professionista la cui famiglia è ben conosciuta,non può che riempirci di legittima soddisfazione. La sua conoscenza del territorio gli ha certamente permesso di esprimere quanto di meglio e' possibile in casi difficili e spinosi come questo.

 

             "Una ricerca confortante"
  Per quanto riguarda il comunicato stampa pubblicato sul sito regionale a riguardo dell'importante studio IST-ARPAL...leggi ...credo sia corretto attribuire al sottoscritto solo  quanto virgolettato. Naturalmente mi è stato sottoposto anche l'intero testo, che nella sostanza condivido. Il titolo (che non era stato sottoposto alla mia attenzione) in effetti,  pur espresso per la verità al condizionale, potrebbe ingenerare la non corretta impressione che si volesse affermare che non esista alcuna correlazione tra qualità ambientale e tumori, anzichè più propriamente il fatto che nel nostro territorio non si sono registrate situazioni critiche particolari e che si è registrato altresì, in generale, un certo miglioramento che peraltro, come già ribadito, deve essere ulteriormente rafforzato.
Genova, 25 luglio '08                Franco Zunino

 

Cosa succede nella giunta Zunino e nella maggioranza di Centrosinistra del Comune di Celle Ligure?
Abbiamo appreso dalle colonne di SECOLO XIX e STAMPA delle dimissioni da Vicesindaco,Assessore e Consigliere Comunale di M. Manzi.
Manzi dichiara ...CONTINUA

 
        VADO: UN GOLPE CON "DISCREZIONE"!!!!
Fervono  i preparativi perchè il Consiglio comunale di Vado Ligure, convocato per lunedì 28 luglio, alle ore 14,30 pomeridiane, avvenga con un pubblico selezionato e condiscendente al colpo di mano che si concretizzerà col via libera alla piattaforma  Maersk e la delega  di tutti gli atti dovuti, al sindaco Giacobbe.

 Per questo il numero degli ammessi in sala, per "motivi di sicurezza", non potrà superare le 40 persone (già precettati 40 fedelissimi per la claque); gli altri, dovranno accomodarsi  fuori. Le minoranze hanno invano richiesto che la riunione si svolgesse in una sala più capiente: Giacobbe e Bovero hanno risposto seccamente di non essere in grado di provvedere altrimenti.

In questo modo i cittadini che hanno disturbato, con le loro intemperanze, i consigli passati, saranno messi nella condizione di non disturbare il manovratore.

La giunta, infatti, non gradisce l'umore popolare in questo momento ed è orientata ad approvare comunque l'accordo di programma, anche se da più parti, si fanno notare macroscopici errori di procedura, già il fatto che il nuovo PUC venga presentato dopo essere stato stravolto dal piano portuale, rappresenta un grave vulnus all'autonomia urbanistica del comune. Infatti i piani regolatori portuali sono subordinati a quelli comunali: ecco perchè la Giunta, per agevolare il più possibile, i disegni di Canavese, lo presenta dopo la famigerata delibera che autorizza la piattaforma.

 

                    MANCANZA DI RISPETTO
Si può... leggere... oggi sulle pagine savonesi del quotidiano sempre di più portavoce dell'amministrazione comunale savonese che sono state approvate dall'ultima Giunta le linee guida per il piano delle assunzioni nel 2008. A parte che l'approvazione a fine luglio 2008 delle linee guida per il piano delle assunzioni dell'anno in corso la dice lunga sulle capacità organizzative degli amministratori savonesi, ciò che si

evidenzia, caso mai ce ne fosse stato ulteriormente bisogno, è la totale mancanza di rispetto per i funzionari interni, ai quali anche questa volta non viene concessa alcuna possibilità di carriera. Era già successo con l'assunzione del neo dirigente al Settore Qualità e Dotazioni Urbane (ex Lavori Pubblici), quando, con un concorso farsa, era stato imposto l'uomo del city manager ing. Ferro, lasciando a bocca asciutta gli ingegneri interni. E questa circostanza si ripete nuovamente oggi con l'introduzione di due soggetti esterni all'amministrazione in sostituzione ...CONTINUA
 


AMMINISTRATORI DALLA SCARSA UMANITA’. NON E’  VERO MANZI ?

HA DETTO …non è stata la mancata candidatura a farmi prendere questa decisione, quanto piuttosto il venir meno del rispetto dei rapporti umani e della parola data…proseguirò con il mio impegno politico ispirandomi sempre ai principi della tradizione cattolica e quelli nati con la Resistenza. (dal SECOLOXIX)

HA FATTO…ha consigliato a sua sorella di rivolgersi all’assessore all’urbanistica Pastorino perché intercedesse con la ditta costruttrice per avere il permesso di vendere box in nero (sono questi i principi cattolici ?) di un edificio autorizzato e poi sanato dal Comune.

 (dal libro IL PARTITO DEL CEMENTO)  
Dopo le dichiarazioni della donna: “Mio fratello mi disse di rivolgermi all’assessore  all’ Urbanistica Pastorino perché intercedesse con la ditta costruttrice”… non è successo assolutamente nulla: Remo Zunino è ancora Sindaco di Celle (con delega all’urbanistica) così come Michele Manzi è (ndr. era, sino ad oggi) vicesindaco e Giovanni Pastorino è (ndr, ancora) assessore all’ambiente

 
CHI HA "INSABBIATO" IL PENNELLO
A CELLE LIGURE
 

                      CLAMOROSO A CELLE LIGURE
La notizia non è ancora ufficiale ma, sembra che il vicesindaco di Celle Ligure Michele Manzi, abbia dato le dimissioni. Se la notizia fosse confermata avrebbe del clamoroso  e sconvolgerebbe i piani di chi si appresta  a presentare una lista per le prossime elezioni comunali. Resta da vedere se l’ex vice sindaco sceglierà di presentarsi con una lista civica propria  o col centro destra e in quest' ultimo caso il vittorioso sarebbe ancora  una volta "il solito noto", Renato Zunino.

 
                             GIACOBBE TENTA IL GOLPE!!!
ll sindaco di Vado Ligure tenterà, con un colpo a sorpresa, di far passare l'accordo di programma che prevede il via libera alla piattaforma Maersk. Per questo ha convocato il consiglio comunale per lunedì 28 luglio alle ore 14,30, con  all'ordine del giorno l'accordo stesso, riveduto e corretto con le cosiddette "garanzie" della multinazionale danese...leggi…l'improvvisa accelerazione della pratica, che viene  votata, nonostante le carenze

procedurali che contiene, sia a livello regionale che nazionale, sembra dovuta al timore che il governo avochi a sè i grandi progetti infrastrutturali e tolga  al comune , alla provincia ed alla regione Liguria, di segno politico opposto, la possibilità di gestire  l'intera partita. Con questo colpo di mano, inoltre, la maggioranza Giacobbe - Bovero spera di delegare l'intero iter all'Ente porto, in modo da manlevarsi dalle proprie responsabilità a fronte di una cittadinanza che ha bocciato, senza esitazioni, il progetto, tramite la consultazione del gennaio scorso.

La notizia della forzatura della giunta sta suscitando forti contrarietà nella popolazione, a di la' degli schieramenti politici: non sono escluse proteste e contestazioni clamorose, così come  i ricorsi alla giustizia amministrativa e a  quella penale.

 

                   QUELLE STRANE OMISSIONI!!!
...confortato da uno studio epidemiologico sui tumori assai ottimista presentato da Franco Zunino, il sindaco di Vado ligure, Carlo Giacobbe, decide di rompere gli indugi. Se l'inquinamento e' nei limiti della ricerca regionale, e' tempo decidere sull'accordo di programma per costruire la famosa piattaforma, la cui presenza non potrà che migliorare la già buona situazione complessiva...intanto il TG3...LEGGI TUTTO L'INTERVENTO

 

         Savona ultimo decennio: sotto il vestito niente....
Analizzare il “ presunto “ sviluppo di Savona nell'ultimo decennio non puo' prescindere dall'ulteriore analisi di quello che avrebbe potuto essere e non e' stato....Il “ presunto “ sviluppo e' consistito esclusivamente in un fervore edilizio...CONTINUA

 

 SITUAZIONE FONDAZIONE FERRERO
Confcooperative e Lega Cooperative  esprimono forte preoccupazione per la situazione in cui versa l’Istituto Ottavia Amerio Ferrero di Vado Ligure e chiedono chiarimenti urgenti sulla gestione della Fondazione Ferrero di Alba sul piano di gestione della struttura e dei servizi...CONTINUA....

Confcooperative Savona il presidente Riccardo Viaggi

 

                  FORZA ITALIA/PDL Coordinamento di Celle Ligure
Comunicato stampa    Il Coordinatore Cittadino Luca Minuto
Abbiamo rilevato da una nota apparsa su Uomini Liberi che sarebbe in fase di costituzione a Celle Ligure una lista di Centrodestra capitanata dal Dott. G. Granone e dal Sig. T. Scatolini a tale proposito, fermo restando il diritto di ogni Cittadino di dare vita ad una propria lista  per le prossime elezioni amministrative, teniamo a precisare quanto segue...CONTINUA

 

Ecco i primi link della serata di presentazione in sala rossa del libro "Il Partito del cemento" 

  Introduzione. Roberto Cuneo. 

  Ferruccio Sansa 

  Marco Preve 

                      
SERVIZI DI VOLONTARIATO ANC NELLE ALBISSOLE
L'Associazione Nazionale Carabinieri è protagonista di un nutrito ciclo di servizi di volontariato durante i mesi di luglio ed agosto nelle due Albissole...
.LEGGI
 

A Varazze  è  nato il  Circolo   Progetto futuro della Rosa Bianca :  tra i suoi  uomini di punta  l'ex  Sindaco   G.B  Parodi ( Cicci ) Adriano  Barabino  che la rappresenterà   ufficialmente  in questo primo  ciclo.

 
                UNA RICERCA "CONFORTANTE"
Torniamo sulla ricerca epidemiologica che esclude i fattori ambientali dalle cause dei tumori: l'assessore  regionale Franco Zunino, non solo si è fatto carico di presentare l'elaborato, ma lo ha pubblicato nel sito ufficiale della giunta regionale...guarda...suscitando la costernazione di molti e la soddisfazione dei pochi, che da ora in avanti avranno un certificato di "buona condotta" da esibire in tutte le sedi per continuare a spargere veleni, magari aumentandone le dosi.

Che cosa significa, infatti, l'espressione che  esclude le cause ambientali dalla mortalità per tumori, se non una gradito salvacondotto alle centrali termoelettriche, alla cantieristica, ai porti commerciali, alle discariche di cui la provincia di Savona, abbonda e segnatamente il comune di Vado Ligure?

Passiamo ora ad un'altra fonte, facilmente reperibile su internet e con  credenziali superiori a quelle esibite dagli sponsorizzati da Zunino...leggi... A chi ha un poco di tempo, consigliamo di navigare con tutta calma nelle  pagine, verificando dati e cifre. per concludere  che, come ha detto Ferruccio Sansa  presentando il suo libro, la sinistra non a caso ha perso ogni credibilità in fatto di tutela dell'ambiente,  partecipando  e/o avallando la "festa del cemento", ma soprattutto certificando tesi "negazioniste" come queste, che ricordano quegli storici che, pur di confutare l'olocausto, sono pronti a giurare che le  camere a gas servivano solo per eliminare i pidocchi.

 

                   CACCIATORI DI POLTRONE A  FORZA ITALIA 
Le lotte dentro FI non riguardano solo le candidature per le elezioni provinciali. Da qualche settimana molti esponenti  savonesi del partito si sono fatti avanti col ministro Scajola per una candidatura alle prossime elezioni regionali;  a questo punto,  oltre ai problemi  del ponente con gli uscenti  Barbero e Oliva e gli aspiranti alla poltrona Vaccarezza e Melgrati, anche a Savona  sono almeno 3 gli  smaniosi di cimentarsi nella tornata elettorale regionale; il veterano  Carlo Cipollina pronto a giocarsi politicamente  le ultime carte e Livio Bracco impaziente  di migliorare la sua posizione. Vicini tutti e due  al senatore Orsi, soltanto uno la spunterà e dovrà vedersela  con il terzo incomodo, Roberto  Nicolick. Scajola, però sembra sia intenzionato a mandare in campo facce nuove, magari qualche consigliere comunale che alle ultime elezioni ha fatto il pieno di voti.
   

 

Laurea o diploma? 

L'ARE Liguria (Agenzia Regionale per l'Energia), in ottemperanza a quanto indicato nel D.G.R. n. 624 del 06/06/2008, ha organizzato il primo corso di formazione per certificatori energetici della Regione Liguria. Possono presentare domanda di iscrizione al corso i laureati in ingegneria ed architettura, i diplomati geometra e i diplomati perito industriale meccanico/termotecnico/edile/agrario.

Il corso avrà durata e contenuti uguali per tutte le categorie di tecnici sopraelencati. E' proprio questo che suscita molte perplessità. E' possibile che ....CONTINUA
 

     Giornate sempre più calde, politicamente, a Celle Ligure
Sembra ormai decisa la discesa in campo, per il centro destra, del dottor  Giorgio Granone alle prossime elezioni comunali, punto di forza della sua lista dovrebbe essere  Tito Scatolini ex assessore al commercio nella giunta Bertoldi. Anche Michele Manzi scaricato dal PD e citato insieme alla sorella,  nel libro  IL PARTITO DEL CEMENTO non si dà per vinto e pare intenzionato a presentare una propria lista

CHI HA "INSABBIATO" IL PENNELLO A CELLE LIGURE
 

Egr. Presidente Bertolotto,
sono Luca Gallizia, il responsabile del movimento giovanile de La Destra per la provincia di Savona. Le scrivo la presente perché so che Lei è una persona sempre disponibile al dialogo e sempre attenta ai problemi della gente. Nei giorni scorsi ho inviato un comunicato stampa in cui cercavo di richiamare l’attenzione di tutti sul disagio giovanile. Infatti ...CONTINUA

 

PERCHE’ UN GIORNO NON CI DICANO: “NON LO SAPEVAMO”

Una nuova iniziativa di UOMINILIBERI.

Dopo aver regalato a 100 personalità della politica, delle istituzioni, della cultura e dello spettacolo che, nel bene o nel male, abbiano avuto a che fare con la cementificazione della Liguria e non solo, la redazione di  

  uomini liberi ha scannerizzato i capitoli  del libro “IL PARTITO DEL CEMENTO” che riguardano il presidente della Regione Claudio Burlando  e il Ministro Claudio Scajola (non ce ne vogliano gli autori del libro e la Casa editrice) ha inviato a tutti  i nostri rappresentanti politici regionali e nazionali  come promemoria, prima delle meritate ferie estive, sulla situazione ambientale della Liguria e sugli intrecci politico affaristici a destra e sinistra...
LEGGI L'ELENCO DEI DEPUTATI, SENATORI, ASSESSORI E CONSIGLIERI  REGIONALI A CUI ABBIAMO INVIATO I DUE CAPITOLI DEL LIBRO

 


                          ILL  FALLIMENTO PERFETTO 2 !!!!
Qualcuno, finalmente, dice pane al pane…leggi...il 2 fallimento telecomandato di una grande fabbrica per usarne le aree in modo totalmente diverso, si sta delineando in tutta la sua crudezza. I pomposi firmatari dell'accordo di 2 anni fa, da Gambardella a Gavio, a Malacalza, hanno tutti tagliato la corda, lasciando sulla strada i lavoratori e svergognando quei politici e quei sindacalisti che avevano osannato "il salvataggio" dell'impresa. E’  tempo di chiedere conto alla triplice savonese dell'ipocrisia dimostrata in quella occasione, quando non esitarono a sciogliere inni e canti di gratitudine ai  sottoscrittori, tra i quali  il Presidente della regione Burlando e il rinnovato ministro delle attività produttive, Scajola. Non avete nulla da chiedere ai 2 dioscuri rispetto alle vere intenzioni  del gruppo Messina, che  trasportando contenitori, non si vede come possa usare gli ampi spazi di Ferrania se non come depositi ?

Non vi vergognate di avere avallato, con la vostra omertà, un piano di smantellamento freddamente concepito ed attuato? A quando le vostre dimissioni ed il pronto ritornospan style="mso-spacerun:yes">  all'attività lavorativa?

 
uniti per la salute

                                  Convegno sull' ambiente
In seguito al convegno tenutosi il giorno 17 luglio presso la provincia i nostri motivi di preoccupazione sono ulteriormente aumentati anche per i toni ottimistici  espressi da alcune fonti  per quanto riguarda la qualità dell’aria...CONTINUA

 

                                 GLI AMICI DEL GIAGUARO
DDa fedeli lettori del SecoloXIX, bandiera storica dell'informazione ligure, non riusciamo a capire se è ancora interessato alle battaglie civili, ovvero è da  considerarsi arruolato a tutti gli effetti tra i "modernizzatori" per i quali il cemento e la distruzione dell'ambiente sono il male minore, tributo inevitabile per "la crescita".Occorre...CONTINUA

 

                                   Caccia e incendi
Complimenti ai consiglieri regionali Michele Boffa e Antonio Miceli/strong>, ancora una volta ligi alle pretese dei cacciatori più estremi.

Hanno presentato una proposta di legge alle Camere, oltrechè al Consiglio regionale, per consentire la caccia al cinghiale sui terreni percorsi dagli incendi, per evitare che gli animali danneggino il suolo.

Per poterli abbattere, folte  squadre di cacciatori, con pesanti scarponi e indiavolati cani al seguito calpesteranno le esili piantine; ma ciò non turba i sonni di questi nostri intelligenti legislatori.  

Salvadivita Giuseppe (SV). 

 

      Entusiasmi, dubbi e amarezze di una serata importante
La presentazione del libro di Preve e Sansa “Il partito del cemento” in Sala Rossa ha lasciato ai partecipanti una sensazione complessa fatta di entusiasmo, dubbi e amarezza. L’entusiasmo deriva dalla partecipazione vasta e sentita con tante persone presenti, ben di più della capienza della sala. Tutti sensibili ed impegnati
...CONTINUA   di Roberto Cuneo

 

                 Convegno sull' ambiente del 17.7.08
Come referente dell’ Ordine dei Medici di Savona per i rapporti fra ambiente e salute, mi sento obbligato a fare alcune considerazioni  di metodo e di merito riguardanti lo studio del’ IST.
...Leggi l'intervento del Dottor Paolo Franceschi 

 
    Savona e la sabbia del deserto.
Ogni volta che a Savona piove, sul mio terrazzo si accumula una polvere gialla.  Questo fenomeno che in passato non si verificava, salvo rarissime eccezioni, ora sembra, diventato un fatto normale. Ho provato a chiedere informazione anche ai miei vicini, e tutti mi rispondono che hanno lo stesso problema e mi dicono che: è la sabbia del deserto. Il fatto è, che questa sabbia del deserto...CONTINUA
 

                      Risposta a "La fiera degli spudorati!!!!!!!!!!!!!!"
La dialettica, i contrasti, i conflitti sono il sale della democrazia e dunque ben vengano (anche se spesso “Uomini Liberi” li conduce a senso unico). Non comprendo però più di tanto la polemica sui dati presentati da IST e ARPAL in questi giorni presso la sede della  Provincia di Savona.  Dai Comuni del comprensorio savonese...CONTINUA

 
GIARDINI PIAZZA DELLE NAZIONI

LE PIASTRELLE VERRANNO MANTENUTE E  LE PROMESSE?
In data 16 luglio 2008 il Comitato Genitori piazza delle Nazioni ha partecipato su invito della III Circoscrizione alla riunione della Commissione Territorio, presente il portavoce tecnico dell’assessore Di Tullio. E’ stata illustrata una “novità” circa il progetto dei giardini, progetto a suo tempo condiviso con l’assessore Di Tullio e che, dopo mesi di battaglie e trattative con comitato e cittadini, era stato illustrato e poi votato in assemblea pubblica di quartiere. A quanto pare le piastrelle verranno mantenute e...CONTINUA

 

 I VERDI SCRIVONO AL SINDACO DI SAVONA, FEDERICO BERRUTI Sig.Sindaco,
la Sua amministrazione preannuncia l'intenzione di provvedere alla costruzione di nuove volumetrie abitative destinate all'edilizia popolare sulle prime colline della città in località “Papessa”. Più volte
 ...CONTINUA

 

Ferruccio Sansa
Ferruccio Sansa lascia Il Secolo XIX per La Stampa
UNA PARTENZA PESANTE
UN ARRIVO IMPORTANTE
Altre novità? Voci di un ritorno in “pista” dell’ex amministratore Cesare Brivio Sforza dopo l’ingresso nella proprietà del quotidiano genovese del fondo Clessidra dell’ex manager Claudio Sposito (vicino al gruppo Fininvest?)...
...LEGGI TUTTO L'ARTICOLO DI LUCIANO CORRADO
E' online il piccolo video che gli amici di Grillo hanno realizzato da Ubik, al più presto il video dell'intera serata...VEDI


SAVONA - Sala  rossa gremita, ieri sera, alla presentazione del libro " IL PARTITO DEL CEMENTO"
di Marco Preve e Ferruccio Sansa
 
                    LA FIERA DEGLI SPUDORATI!!
Oggi,17 luglio 2008, si è svolto un convegno sulla qualità ambientale della provincia di Savona in passerella, l'assessore regionale all'ambiente Zunino, il presidente della provincia Bertolotto, il pubblico presente scarso e precettato.
Gli spudorati rappresentanti della casta hanno cercato di convincere gli astanti che in provincia di Savona si muore per patologie comuni ad altre regioni (sfrontata l'affermazione che l'aumento dei  tumori è dovuta ai piemontesi ammalati che si trasferiscono a Savona).

 Quindi ininfluenti le centrali, i porti, le discariche che abbondano nel savonese e in Valbormida. Insomma sarebbe la stessa  situazione  che respirare l'aria del Trentino o della Val d' Aosta. Quello che preme  sottolineare di queste menzogne, e' la negazione del rapporto malattia e inquinamento, messo in luce dallo stesso IST (ma anche nell'istituto tumori ci sono soffi di maestrale).

Grottesca l'affermazione che riconduce agli stili di vita le patologie  gravissime della ricerca presentata l'anno scorso al convegno di Valleggia, così come una presunta misurazione delle pm, che non risulta essere stata fatta  nelle zone critiche.

Insomma, questi bugiardi, che sono pure eletti dal popolo (speriamo per l'ultima volta) hanno cercato, a modo loro, di confutare i convegni sulla centrale e sulla peste del cemento.

I loro sforzi appaiono, purtroppo per loro, assai deboli ed inconcludenti. La gente non crede più a personaggi che hanno perduto, con i loro comportamenti, ogni credito. In particolare l'assessore rifondarolo Zunino, di cui molto si è parlato  al convegno sul partito del cemento, partito del quale, forse, non fa parte, ma che non cessa di agevolare con le sue "cortesi"Omissioni.

DI SEGUITO L' INTERVENTO DEL DOTTOR TORCELLO AL CONVEGNO CON I DATI DELL' UNIONE EUROPEA

COSTI ESTERNI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA CON CENTRALI TERMOELETTRICHE A CARBONE E A GAS STIMATI  DALL' UNIONE EUROPEA
Per la centrale Tirrenopower di Vado-Quiliano che oggi (2008) produce: 3.000 GWh /anno a carbone e 5.000 GWh/anno a gas per un totale di circa 8.000GWh/anno ciò significa...CONTINUA  ...dal M.O.D.A.
 

CURIA DIOCESANA DI SAVONA-NOLI

COMUNICATO STAMPA del 17 luglio 2008

 

NOMINATO NUOVO DIRETTORE DELLA CHIRURGIA DELL’OSPEDALE S. PAOLO DI SAVONA

 

La nomina di Canavese  e la brutta figura del Pd 

L'attesa riconferma alla guida dell'Autorità Portuale passa al Senato ma solo con i voti della Pdl. Pd e PdV si astengono. Il partito di Veltroni in pieno marasma

Da Pd a Pdbf, ovvero Partito delle brutte figure. L'ultima, in ordine di tempo, riguarda il (non) voto dei "Veltroni boys", in commissione trasporti del Senato, per quella che doveva essere una (unanime) riconferma di Rino Canavese alla guida dell'Autorità Portuale di Savona. I senatori del Pd e i dipietristi dell'IdV si sono astenuti, il che al Senato equivale vale come voto contrario. La nomina di Canavese è comunque passata, ma grazie ai voti (11) del centro-destra, del Pdl insomma. Più che un infortunio, una lampante, conclamata, clamorosa prova del marasma in cui versa il Pd in ogni suoi componente, da Roma alla periferia.

"Un errore di comunicazione", si è giustificato un esponente del Pd. Come dire: siamo scollegati, votiamo senza sapere su che cosa e per chi. Inaffidabili. Un altro autogol. Ma soprattutto una nuova scia, viscida e maleodorante, di sospetti e polemiche, oltre al fin troppo facile "sparare sulla Croce Rossa", come si suol dire, da parte del Pdl. Duro Orsi: "E' il risultato di liste senza esponenti del territorio". Morbido Grillo. "Occasione persa". Ma in Regione ci sarà battaglia. Per la credibilità del Pd e del governatore Burlando l'ennesima mazzata, un inquietante, imbarazzante segnale sulla tenuta complessiva e l'affidabilità dei rappresentanti eletti nelle file del Partito democratico. Lunardon, furibondo, chiede la testa dei responsabili. "Facile l'ironia del presidente della Provincia, Marco Bertolotto, sintetizzabile più o meno così: "L'avevo detto che il Pd è morto".

Per Canavese una specie di ritorno alle origini: era diventato parlamentare nelle file della Lega, resta al vertice dell'Autorità Portuale su designazione del Pd ma con i voti dei fedelissimi di Berlusconi e Bossi. Tutto cambia perché nulla cambi. 

SULLO STESSO ARGOMENTO  LEGGI ANCHE ...IL "GARANTE" DIMEZZATO!
 

    Documenti e testimonianze di una vergogna dimenticata

CHI HA “INSABBIATO” IL PENNELLO?
LA LEGALITA’ CHIUSA IN UNA BARA

Celle Ligure, viaggio tra chi non accetta la vittoria dell’omertà

di Luigi Bertoldi e Luciano Corrado

Celle Ligure – Uno scandalo con la sordina? Una vergogna sottovalutata, nascosta, dimenticata troppo in fretta? Un caso di morte bianca della giustizia e della legalità? Chi bisogna ringraziare per l’”insabbiamento” del “pennello Buffou”? Cosa è stato scritto, anzi non conosciamo di quella vicenda che in origine aveva visto una coraggiosa “nonnina” genovese (cognome di spicco, i Monteverde) peregrinare nelle redazioni dei giornali a Savona, bussare con pervicacia alle porte di uffici pubblici e rappresentanti istituzionali, associazioni. Scrivere osservazioni e memorie, esposti, alla fine essere considerata troppo “passionaria”. Dimenticata, come spesso accade a coloro che si occupano di problematiche pubbliche, anziché di casta o personali.

Le cronache,  scarne ed avare, ci raccontano pochi dettagli sulla storia di quel molo-pennello da “guinnes” dei primati, come cercheremo di documentare.
Piccolo antipasto, di esempio: quando vengono realizzati pista e rampa il calcolo del materiale è di 2.631 mc, quando vengono disfatti, come di fronte alla moltiplicazione dei pani del Vangelo, diventano 8.750 metri cubi
...CONTINUA

 

                         COME VOLEVASI DIMOSTRARE!!!!
Voto segreto e siluro contro la conferma di Canavese alla presidenza del porto...leggi...i DS e Italia dei Valori si astengono: quindi, come avevamo anticipato, "gatta ci cova".

Il centro-destra,votando a favore in modo compatto, mette il cappello  sul porto di Savona, come per dire: su questa nomina, basta "condivisioni": i primi ad essere garantiti dobbiamo essere noi, gli altri, a cominciare da Burlando, si mettano in fila!!!!!

 





                               PACE  ARMATA A FORZA ITALIA.
Le condizioni poste da Enrico Nan e il fratello del Senatore Orsi candidato Sindaco
Pace fatta in Forza italia?  Così sembrerebbe dopo l’incontro  della settimana scorsa tra il Ministro Scajola ed Enrico Nan;  più di un militante, però, solleva molti dubbi dopo le condizioni imposte da Enrico Nan:  Candidatura alla Presidenza della Provincia o inserimento nel  borsino del candidato alla Presidenza della Regione (Biasotti?)  che equivale, in caso di vittoria, ad una poltrona sicura, senza neanche impegnarsi nella campagna elettorale.
Il  Ministro pare abbia abbozzato, ma dopo le mancate promesse  nelle scorse elezioni,  sarà difficile che l’ ex onorevole Nan  si fidi e abbassi  la tensione  nel partito
Nel frattempo il senatore Orsi, sempre più vicino a Scajola (ma non era un uomo di Grillo?), pare voglia candidare il fratello Fabio, Consigliere comunale a Savona,  a Sindaco di Albisola Superiore.

 

PRIMARIE UBER ALLES!!!
Secondo la cronaca politica locale, l' on. Melandri, tra una salsiccia ed un piatto di trenette al pesto, innaffiate da qualche bicchiere di nostralino, avrebbe affermato che  le elezioni primarie rappresentano l' essenza e la natura autentica del partito democratico…leggi…superato un momento di legittimo stupore, le domande si affollano alla mente: ad esse risponde, con cortesia, il giovane portaborse.

Ma la signora Melandri che cosa c'entra con la Liguria?
E’ stata eletta nel nostro collegio e quando e come ha partecipato a  primarie di selezione? Per la verità, in caso di comizi anticipati e' concessa una deroga!

Ma la suddetta parlamentare  non e' di Genova o comunque ligure?

Di origine romana, conosce la Liguria perche' da piccola ha frequentato assiduamente le 5 Terre. Da grande, quando Briatore le lascia qualche ritaglio di tempo, tra il Billionaire e Malindi, non disdegna le vecchie abitudini.

Chi l'ha designata capolista in liguria? Veltroni, in prima persona. Come sapete, la nuova legge, imposta da Berlusconi proibisce le preferenze ed obbliga i partiti a scegliere chi sarà eletto,seguendo l'ordine di lista.

Ora, per la provincia, il PD savonese adotta il metodo delle primarie? Pur di segare quell'incompetente ed ingrato di Bertolotto, si e' deciso per la corrida: tutti  contro tutti, tanto la partita e' persa.

 Ma Bertolotto, come fu scelto?

Il nome lo fece il suo predecessore, l'avvocato Garassini. Siccome era  un iscritto ai DS,andava benissimo spacciarlo per uno della Margherita.

E per gli altri comuni, stesso metodo?

Assolutamente, con Vado Ligure in testa, dove occorre recuperare la secca sconfitta del referendum. Pur di tenere il comune,siamo disposti a delle "primarie" per così dire, guidate. Lanceremo diversi nomi,dai quali emergerà una terna, sulla quale sceglieranno gli organi di partito. 

 

Ing. Ferro e l'Ata.  Della serie predicare bene e razzolare male.  

Della questione ATA, che, apprendiamo oggi dagli organi di informazione, ha creato in due anni un buco di circa due milioni e mezzo di euro, ciò che lascia maggiormente perplessi i non addetti ai lavori è che chi è al timone della stessa, ing. Ferro, continui a restare saldamente incollato sulla poltrona che circa due anni fa gli venne graziosamente affidata dal Sindaco di Savona.

Infatti, se si seguissero i criteri che lo stesso ing. Ferro ha graziosamente sbandierato ai quattro venti per giustificare la sua riorganizzazione degli uffici comunali, meritocrazia obiettivi raggiunti ecc., lo stesso dovrebbe preparare le valige e partire per un lungo viaggio, magari andando in Cina. Anche perché in ogni azienda come si deve, quando ci si accorge di avere un “buco” superiore, e non di poco, alle previsioni, chi è il responsabile deve assumersi le proprie responsabilità e lasciare il proprio posto a chi è più capace.

Ma ciò non accade per l'Ingegnere di cui sopra. Del resto anche la riorganizzazione dallo stesso attuata della macchina comunale, ben lungi dall'essere attuata con i criteri sopra indicati, è stata un pasticciaccio di favoritismi, di questioni personali, di scelte basate sull'antipatia o simpatia, di regolamenti di conti.

Sorge spontanea una domanda: ma prima di approdare, con le sue sparate, al Comune di Savona, l'Ingegnere cosa ha fatto? Come ha palesato le sue capacità manageriali al punto di consentire al Sindaco di giustificare la doppia nomina a Direttore Generale del Comune e a Presidente dell'ATA?

Se qualcuno è a conoscenza del passato dell'Ingegnere, delle grandi opere dallo stesso fatto, della società dallo stesso guidate e sopravvissute, o meno, al suo passaggio, lo faccia sapere, divida con gli altri la conoscenza della storia di questa persona la cui opera resterà nella memoria, loro malgrado, di molti (purtroppo!).

Aspettiamo con ansia. Grazie.

 

                                    Domanda dalle 100 pistole
 Molti nostri lettori ci pongono questo interrogativo:
Come mai al Crescent, ancora in costruzione, gli appartamenti sono già tutti venduti, mentre  nel grattacielo Bofill le vendite stentano a decollare? (sarebbero solo 11 gli appartamenti venduti)
Sinceramente noi non siamo in grado di rispondere, speriamo si faccia vivo qualche agente immobiliare

 
Attenzione al
Caro Gian Antonio Stella,
aabbiamo deciso di scriverLe appena abbiamo saputo che il prossimo 22 luglio Lei sarà a Genova per presentare il Suo libro, ospite dell'associazione "culturale"/i> Maestrale e di Claudio Burlando... CONTINUA...   da LA CASA DELLA LEGALITA'
 

CURIA DIOCESANA DI SAVONA-NOLI

Ufficio stampa Bollettino n. 28 del 14 luglio 2008

 
... LA NOSTRA PUBBLICITA' SUL SECOLOXIX

IL PARTITO DEL CEMENTO dovrebbe essere adottato come libro di testo nelle scuole; per questo motivo ci proponiamo, a settembre, di farlo conoscere agli alunni delle scuole medie della provincia di Savona.
Nel frattempo, in occasione della presentazione nella Sala rossa del  Comune, mercoledì 16 luglio, 
UOMINILIBERI OMAGGERA' DEL VOLUME esponenti  della politica, della magistratura, dell’informazione e delle istituzioni, con un grazie per l’impegno profuso nella difesa del patrimonio ideale e politico delle forze sane presenti in Provincia di Savona e non solo, e come incoraggiamento in vista delle future battaglie....LEGGI
Un ringraziamento a:
Marco Preve  per la sua disponibilità e pazienza;
- Ferruccio Sansa, che spero di conoscere presto; 
- la Signora  Giulia Civiletti di CHIARELETTERE per le sue informazioni e per le sue simpatiche email;
- tutti gli amici, con gli stessi miei ideali, che mi permettono di mandare avanti questo blog.
  Antonio



18 luglio -  Ferruccio Sansa  ospite al Tg La7 - ore  20
Ferruccio Sansa su youtube...GUARDA IL VIDEO
"Il partito del cemento - Il nuovo sacco della Liguria"  Alberto Cane blog
Marco Preve su youtube...GUARDA IL VIDEO 
IL PARTITO DEL CEMENTO sul Corriere Romagna
ECOMOSTRI ALLA LIGURE ... .da Libero
 A GENOVA E DINTORNI TIRA ...da Panorama
AFFARI DI CEMENTO...da La Repubblica
SVOLTA BIPARTISAN IN LIGURIA..da  IL VENERDI
.Cemento, sulla Liguria ... Ferruccio Sansa da SECOLOXIX
 

L' Arch. Poggio
 "La Gardaland" Dell'alto Tirreno e il garante del cemento
Mentre si attende con viva preoccupazione il voto della Camera dei Deputati di riconferma(o meno) dell'ing. Canavese alla guida del porto di Savona, i poteri forti ostentano sicurezza,sottolineando che  miglior scelta per il partito del cemento non potrebbe esserci.
La continuità garantita alla casta dei due poli, alle cooperative, ai grandi gruppi di costruzioni,al settore carbone ed oli minerali, ai percettori di rendite immobiliari, dice, ad una sola voce: conferma

 Se poi l'ala riformista della maggioranza, la lega nord, accetterà senza battere ciglio che un tale personaggio, aduso ad ogni trasformismo, sia imposto, per  l'ennesima volta, in virtù dei suoi voltafaccia, lo vedremo tra pochi giorni.

Da 5 giorni è, nel frattempo, scaduto il termine per il concorso di idee avente per oggetto il poderoso "sovrappasso" Dell'Aurelia, a servizio della piattaforma  Maersk. Nessuno ne sa niente (numero dei concorrenti, almeno), ma tutti, a cominciare dal sindaco Giacobbe, sono fiduciosi che il nastro di cemento sopraelevato sull'antica via imperiale,non potrà che migliorare l'assetto paesaggistico complessivo, con un originale effetto "ottovolante" ...leggi…diamo comunque il tempo alla commissione, nella quale spicca  l'arch. Poggio, di esaminare  gli elaborati e di proclamare il vincitore di quello che si potrebbe definire "la Gardaland" Dell'alto Tirreno.

 
da La Repubblica Savona, infermieri senza cognome "Cartellini di serie B se non sei medico" ....Marco Preve
 

                                    ATA, come rata!
Rata come un motore sbiellato e, come un motore sbiellato, si deve smontare completamente e rifare. Quest’ATA, ormai divenuta divoratrice instancabile di denaro pubblico, sembra ormai essere arrivata al capolinea, eppure il Comune di Savona di appresta ad applicarle una forma perversa di accanimento terapeutico, attingendo – per far ciò, a quanto si legge – al proprio avanzo di amministrazione.

Questo, dopo che l’ATA stessa, dopo essersi mangiata tutto il capitale sociale, ha già dato fondo anche alla riserva.

Il Comune, socio di maggioranza, dov’era quando l’ATA andava a fondo? Chi controllava la sciagurata amministrazione di questa Società che, se le notizie giornalistiche sono corrette,  avrebbe dovuto chiamare già da tempo i soci a ricapitalizzare, od a decidere di chiudere la baracca?
Il fatto che il socio di maggioranza, ufficialmente, scopra solo adesso che l’ATA ha perso tutto il capitale e tutta la riserva è perlomeno esilarante, ma soprattutto offensivo nei confronti dei Savonesi.
E poi l’Amministrazione ha la faccia tosta di far credere ai savonesi che vi è stato un aumento dei servizi ATA, senza aumento delle tariffe TARSU!Poveri savonesi! Ancora una volta si trovano, loro malgrado e senza neppure saperlo, a finanziare la pessima gestione di una società, che neppure la pur lucrosa gestione dei parcheggi e del verde pubblico, posti a sostegno della deficitaria ma istituzionale raccolta della rumenta, riescono a tenere in piedi.                                   Emilio Barlocco

 

                               BINARIO BLU   di   Bernardo Stroscio
L’Amministrazione Comunale di Savona si accinge a compiere l’ennesimo intervento importante sul tessuto cittadino, procedendo di straforo, ancora una volta senza seguire ciò che il buon senso - ancor prima delle regole – imporrebbe. Ancora una volta questa Amministrazione...CONTINUA

 



                           USATO SICURO VENDESI...
Da  quale di questi 3 personaggi pubblici,la cui indennità di carica pesa per centinaia di migliaia di euro sulle nostre tasche, comprereste un'auto usata?..guarda…Se la vostra risposta è negativa, avrà lo stesso valore delle loro asseverazioni in  ordine ai porti liguri:ovvero che si apprestano,con grande determinazione,a privarsi delle sedie su cui si  sono agilmente accomodati (il Canavese da ben 14 anni e non e' ancora soddisfatto!),in grazia della casta!!!

Le loro dichiarazioni sono da considerarsi mendaci e tese solamente ad impedire qualsivoglia riforma della legge sui porti che ne riduca drasticamente il numero!!!!

 
                         PER VINCERE, MANCA LA FOTO!!!
Ineffabile "casta", versione centro-sinistra, una  ne fa e 100 ne pensa! L'ultima imporrebbe l'intervento del magistrato se i fatti vengono riportati correttamente.
Il concorso per scegliere il nuovo direttore dell'IST di Genova, non si chiude, o meglio emette una terna di vincitori...leggi...tra questi il prof. Rosso, che è anche padre del consigliere regionale (di centro-destra) Matteo Rosso

Il ministero sollecita la nomina, ma l'assessore Montaldo traccheggia e si nega. Perchè ?

La ragione non sembri troppo risibile: il fatto e' che il succitato, vincitore e facente funzione di direttore dell'IST non e' apparso nella  famosa foto in cui Burlando esibiva i suoi "gioielli" (un gruppetto di medici, tutti promossi dopo la sua vittoria elettorale).

Quindi si rassegni, caro professore: o posa insieme a Burlando, in una nuova foto segnaletica, oppure sarà difficile che venga accettato in Regione. In casi come questi, essere fotogenici conta di più di qualsiasi master internazionale.

 
Porto di La Spezia

Porto di Savona

BUONE INTENZIONI E  CATTIVI ESEMPI!!!! 

Allegria! I porti liguri hanno deciso di tralasciare la politica della competizione e dei dispetti reciproci che li ha caratterizzati sino  ad oggi e inaugurarne una di integrazione progressiva che renda efficace la nozione  di "sistema integrato" dei porti liguri.
Di integrazione, peraltro, si parla da decenni: 3 autorità portuali nell'arco di 150 km di costa sembrano un po' troppe a chiunque e quindi la strada maestra sarebbe quella di farne una sola, che ricomprenda  Savona e La Spezia non come ancelle servizievoli della grande Genova, ma come "ali" di un sistema moderno, a livello dei grandi scali europei.

In teoria...CONTINUA 

 
M.O.D.A
Savona

Considerazioni del MODA di Savona sulla antieconomicità e sul danno all'ambiente e alla salute derivanti dalla messa in esercizio di centrali a carbone di "nuova generazione"dette a carbone pulito!!! come quella progettata a Saline Joniche (Reggio Calabria)...CONTINUA   Virginio Fadda

 
                                 PRENDETELI IN PAROLA!!!
Secondo questa notizia, i 3 Presidenti delle Autorita' Portuali di Genova, Savona e La Spezia avrebbero manifestato la volontà di pervenire,sia pure per gradi, alla costituzione di un unico ente, previa la creazione di una struttura intermedia di coordinamento!..leggi

Ora, siccome conosciamo i nostri polli, che sono nominati dalla casta ed ad essa devono rispondere, dietro la bella notizia vi è il piano di sabotare la eliminazione degli enti con meno di 50 dipendenti, propugnata con forza dal Ministro della funzione pubblica, Renato "il breve".

Ecco la ragione dell'alzata d'ingegno dei marpioni: pur di evitare di perdere la sedia anzitempo, i nostri furbacchioni, che incassano  annualmente più di 200 mila euro di indennità, farebbero il sacrificio di costituire un bella commissione interportuale, magari gettonata, con poteri nulli e tanta apparenza.

Speriamo che il ministro Matteoli e soprattutto il responsabile della funzione pubblica, non cadano in queste trappole e procedano, con rigore e determinazione, a sopprimere la poltrona tanto amata dal "canavese" e dal suo collega spezzino.


Tiziana Saccone

            TIZIANA SACCONE SCRIVE A SERGIO CAPPELLI
Egregio Presidente Cappelli,
sono Tiziana Saccone membro di “Altra Savona”, che domenica 4 maggio 2008 ha dichiarato pubblicamente sugli organi di stampa savonesi “sono di sinistra ma mi riconosco nelle linee di questo movimento”.
In queste settimane ho potuto conoscere meglio il Comitato Civico “Altra Savona” e, dopo tutto, esaminare attentamente i documenti e lo statuto che reggono l’ attività dell’ associazione.

Tuttavia ho maturato parecchie perplessità sull’ effettiva natura di questo Comitato, e gradirei pertanto delucidazioni in tempi brevi per poter dare opportuni chiarimenti ad altri simpatizzanti di sinistra che già hanno aderito, o stanno per aderire al movimento, seguendo fiduciosi, la mia scelta personale. Innanzitutto ...CONTINUA


Sergio Cappelli
                         RISPONDE SERGIO CAPPELLI
Spett. Dott.ssa Saccone:
Provvedo a risponderLe direttamente e personalmente ( visto che la Sua comunicazione era a me espressamente inviata) seguendo i punti da Lei stessa sollecitati...CONTINUA
 

Michele Manzi

                                 NON GLI RESTA CHE PIANGERE
Non c’è pace per il "povero" vicesindaco di Celle Ligure,  Michele Manzi. Dopo il rifiuto del PD di candidarlo Sindaco alle prossime elezioni comunali e dopo sue  le rocambolesche  peripezie  politico - immobiliari raccontate da Preve e Sansa nel libro IL PARTITO DEL CEMENTO (pagina 148), sembra che anche la Chiesa lo voglia abbandonare. Infatti, pare, che il  Sacrestano di Celle si sia sfogato, con più di un fedele, sul fatto che Michele Manzi abbia ormai  perso la fiducia di buona parte dei cattolici praticanti
.

 

Paolo Forzano

Adesione del comune di Stella alla proposta Casello Albamare

E' arrivata la prima adesione ufficiale di una istituzione alla nostra proposta. Molti politici, dalla regione ai vari comuni interessati, hanno sempre dimostrato chiaro interesse, che però non si è tradotto in azioni politico-amministrative, utili ad avviare fattivamente la proposta. Speriamo quindi che questa iniziativa sia "la stura" per una adesione che porti in tempi brevi alla risoluzione del "tappo del traffico di Albissola"...LEGGI 

Il Presidente del Comitato Casello Albamare Paolo Forzano

 

                                             Ferrania: ultimo atto
Di fronte a fallimenti di strategia di risultati: chiunque, dotato di un briciolo di coscienza etica, darebbe le dimissioni dall'incarico occupato, conferitogli per via elettiva o in qualunque altro modo.
I "geni, i maghi, delle segreterie provinciali  dei sindacati dei chimici,  (Congiu, Cepollini e lo stesso segretario della Camera del Lavoro Rossello,- lasciamo fuori il buon Berruti catapultato dai trasporti ai chimici a misfatto Ferrania ormai acclamato) al contrario, mantengono il loro posto.
E i lavoratori pagano! Le questioni ...CONTINUA   ...Giorgio Magni

 
Prolungamento al mare - festa democratica e tanta tristezza
In queste sere è possibile recarsi ai giardini del prolungamento al mare e trovarvi la festa più classica delle estati savonesi: la ex festa dell'unità ora denominata festa democratica. Ma la tristezza si impossessa subito del visitatore che ha qualche anno sulle spalle. Infatti di quella festa che permetteva ad intere famiglie di passare alcune settimane in allegria con musica, balli, giochi, oltre che appuntamenti più prettamente istituzionali, l'attuale è soltanto un pallido ricordo.

Ma ciò che aiuta ad essere preda della malinconia è la carenza di luce nei giardini. E non parlo soltanto di quelli intorno al cosiddetto “tempietto Boselli” che, da parecchi giorni e dopo una certa ora, sono al buio più completo e totale, ma anche il resto. Infatti, a partire dall'inizio di Viale Dante Alighieri, la cui illuminazione è stata potenziata un paio di anni fa, sono più i lampioni spenti che quelli accesi, e questo fatto si verifica anche oltrepassato il passaggio a livello, dove, se non ci fossero le luci ausiliare legate ai vari stand, sembrerebbe di essere in un cimitero. Eppure anche qui lo scorso anno sono stati avviati dei lavori di potenziamento dell'illuminazione, iniziati, interrotti, ripresi e interrotti nuovamente. Persino il cartello di cantiere è stato pietosamente rimosso dagli operatori della festa e riposto in un angolo. Complimenti al Comune e complimenti ai responsabili dell'ufficio preposto ai lavori sull'illuminazione. Ho telefonato al Comune chiedendo di parlare con gli elettricisti ma, non ci sono, sono fuori, sono in ferie, sono .. sono... Complimenti a chi ha gridato ai quattro venti di avere riformato gli uffici comunali. Se non sbaglio è lo stesso che, al timone dell'ATA, ha chiuso il bilancio con un passivo di circa un milione e mezzo di euro. Siamo a posto. 

 





                                   IL LAPSUS DEL GOVERNATORE!!!!
Pare che di fronte ad una allibita platea  di precettati, il buon governatore abbia affermato, arrotando la  erre,che il destino di Vado sarà come quello di Voltri, dove, a suo dire, e' stato risolto con perizia e maestria  il nodo della convivenza tra porto contenitori e centro abitato...leggi…Per chi vuol verificare cosa significhi "convivenza" deve solo farsi un giretto da quelle parti e chiedere alla popolazione ed ai comitati che sono sorti contro l'ampliamento, quale sia la vita quotidiana dei voltresi dopo "la cura".

Un vero e proprio lapsus freudiano quello del nostro ineffabile amministratore, del quale,forse, non si è neppure accorto.

Questo rende la misura di quanto sia vicino alle istanze dei suoi elettori e  sensibile alle loro richieste. Con soggetti simili la "casta" ha perso ogni senso della realtà e si è condannata ad una sicura sconfitta politica ed elettorale.

 
                             PITTALUGA RACCONTA...
L'assessore al bilancio G.B. Pittaluga si e' fatto carico di difendere il suo Presidente dall'accusa di negligenza sferrata dal ministro Brunetta, detto " u' curtu". La regione Liguria e' stata accusata di essere una  delle poche regioni italiane a non rendere note le consulenze (numero e costo).

Perchè, si sono chiesti in molti non rispettare una legge dello Stato, mentre si era in prima fila per aumentare quell'odiosa addizionale Irpef che ha, di fatto, diminuito le pensioni e gli stipendi dei liguri?

Le ragioni dell'assessore non sembrano molto convincenti...leggi...lui dice che  tutto si può facilmente rinvenire on-line, cliccando sul sito. Noi, dopo alcuni tentativi, non siamo riusciti  a trovare quello che cercavamo, un elenco di nomi con,  a fianco, i costi annuali.

Provate anche  voi: forse sarete più  fortunati (o piu' bravi!)

 
Della Seta
                              LISCIO COME LA SETA!!!!
Alla festa del partito democratico,erede di quella dell'Unità, in corso a Zinola, questa sera grande happening col senatore Roberto Della Seta, Presidente nazionale di Lega Ambiente, il quale ci parlerà di tutto l'universo mondo, compreso il riscaldamento globale, la denuncia di Al Gore, le foreste dell'Amazzonia, il clima surriscaldato della terra, le specie in estinzione, lo scioglimento della calotta polare, la desertificazione del mediterraneo,ecc.ecc…leggi.

In particolare il senatore, eletto coi voti ex pci, non ci parlerà, perchè non informato o perchè diffidato di:

- il progetto maersk di tombamento della baia di Vado Ligure;

- gli effetti cancerogeni della centrale a carbone;

- la cementificazione del vecchio porto di Savona e i suoi  effetti a lungo termine;

- la torre Fuksas e il suo impatto sulla spiaggia della Madonnetta;

- perchè a Savona  il verde e' ridotto a percentuali da prefisso telefonico;

- perchè la Liguria detiene in record nazionale dei posti  barca e perchè i DS li vogliono aumentare ancora.

 Per ovviare a queste lacune ed aiutare l'informazione corretta del Presidente di Lega Ambiente che, ha attribuito la bandiera nera alla Liguria ed al comune di Vado Ligure, preghiamo gli intervenuti di focalizzare le domande sul piano locale chiedendo all'illustre relatore di impegnarsi, prima di tutto all'interno del suo partito, sui temi succitati.

Inoltre, ricordiamo che, alla stessa ora, a pochi km di distanza, nella bocciofila di Vado Ligure, tutta la nomenklatura PD, sarà impegnata sino allo stremo per  cercare di convincere i vadesi ad accettare il progetto di cementificazione della rada...leggi... Anche in questa sede, sollecitiamo i cittadini ad intervenire, ponendo i relatori di fronte alle loro responsabilità.

 

Lo Spillo/ satirico. Viaggio nel Dna dei colonnelli di “Forza Italiani” 
<IO VACCAREZZA CONDANNATO
A SALVARE QUESTA PROVINCIA>

Resoconto di una Via Crucis tra inferno, paradiso e purgatorio

l super sindaco di Loano, città dei miracoli nell’edilizia e nel turismo d’élite, fino all’ultimo ha resistito contro la promozione a futuro presidente, dopo la “cacciata”, a furor di popolo, di Marco Bertolotto. Vaccarezza aveva invano cercato di salvare il “pupillo”, Enrico Nan, che era stato il più longevo (13 anni) coordinatore “berlusconiano” d’Italia. Poi l’annuncio ufficiale: <Decido io che sono il partito o quasi, chi non si adegua è fuori>. Conseguenze a cascata. A Loano, elezioni anticipate, con Piccinini, candidato a sindaco, con premio speciale per aver lasciato i casini di Casini.  Alassio spetta alla Lega Nord baciata dagli elettori savonesi, con 28 mila voti in più, per aver contribuito a ripulire prostitute e viados, sull’Aurelia, tra Albenga e Ceriale...CONTINUA ...da www.truciolisavonesi.it

 
                           IL CEMENTO? NON L'HO VISTO!!!
El Burlador di Genova, a domanda risponde che di cemento, da quando e' in sella, lui proprio non ne ha visto. Anzi, ha curato con tanta lena il capitolo ambiente che ha bonificato la Stoppani e l'Acna; addirittura si e' opposto al porticciolo di Spotorno-Noli per salvare  le praterie di Posidonia.

Quindi, che cosa si vuole da un amministratore tanto avveduto?..leggi…se fossimo in un paese normale, un governatore tanto bugiardo da ascriversi meriti non suoi, mentendo spudoratamente ai giornali, sarebbe già stato cacciato a furor di popolo. Se vi risulta che Acna e Stoppani siano state  "bonificate" dal nostro, correte a gridarlo agli angoli delle strade. Se il porticciolo citato non si farà,chiedete il perchè ai sindaci dei due comuni.

Certo, il documentato libro  sul "partito del cemento" gli da un certo fastidio, anche perchè  il suo nome risalta come "compare d'anello" con l'altro Claudio, il ministro.

Ma non con tutti i ministri mantiene lo stesso feeling: con quello della funzione pubblica, il brevilineo Brunetta, non dialoga per niente. Pensate che  la Liguria, insieme al Piemonte, risulta essere l'unica regione del nord che non ha ancora comunicato al ministero l'elenco delle consulenze del 2006 ed i relativi compensi. Una dimenticanza puramente casuale, ovvero una sfida per dimostrare che al gerundio i ministri del governo gli fanno un baffo, specie quelli che vogliano limitare gli sprechi e gli eccessi clientelari?

 
ospedale

                     L'ente crea l'esistente!
L'ente (anche inutile) è quella cosa che non serve a niente se non a dare più forza e quattrini alla casta che ci governa.

Questo accade a livello nazionale, dove un bellicoso ministro ha promesso di eliminare tutti gli enti con meno di 50 dipendenti(vedremo) e, ovviamente, a livello locale, dove le regioni sono in prima fila nel moltiplicare organismi per i loro supporters o clienti, che dir si voglia.

Ultimo esempio:la Regione Liguria ha creato l'ARS, ovvero agenzia sanitaria ragionale. Con la scusa che già 12 regioni l'avevano preceduta nel malaffare. Ecco un ente, nuovo di zecca, con il suo bel Presidente (Franco Bonanni, ex asl savonese),con lo stipendione di rito. Compiti...leggi...un mare magnum che l'ARS dovrà tramutare in consulenze sonanti e ballanti, non essendo possibile che svolga cotante mansioni con personale proprio.

Per agevolare la comunicazione esterna,l'Ars ha aperto un bel sito internet, a cui i cittadini possono rivolgersi liberamente con quesiti  anche un poco maliziosi. Per esempio:

A quanto ammonta lo stipendio del direttore,sig. Franco Bonanni?

A quanto le spese generali dell'apparato burocratico?

A proposito di epidemiologia: vorremmo conoscere i dati della mortalità per cancro della provincia di Savona, segnatamente per i comuni di savona, Vado, Quiliano, Cairo, Noli.

Ah, che sbadati! Questi numeri ve li ha già forniti l'istituto tumori! Ma allora, se non servite a niente, almeno rendete edotta la popolazione più a rischio! Altrimenti i vostri lauti emolumenti, proprio non si giustificano!!!!

 

                               UNA BUFALA AL GIORNO...
Forse non toglie il medico di torno, ma rende più allegra la politica locale, così triste e mesta quanto i personaggi che la popolano.

Prendete la  bufala del "palaghiaccio"...leggi...su di essa l'ex assessore comunale Decia ci ha campato per tutto un quinquennio.

Da quando non e' più assessore e ds, ha lasciato ad altri l'onore e l'onere di megafono per cotanta panzana.

Quale sarebbe il problema: trovare un'area neanche tanto  grande per collocarvi il cubo? La servizievole ditta  di progettisti 5 più 1, pare abbia pronto il progetto. I padroni del cemento savonese, i principi delle cubature non si sentono di "regalare" alla città un manufatto tanto agognato, dopo i favori ricevuti dalla casta?  Ingrati! Eppure ci sono gli orti Folconi, il piazzale ex squadra rialzo, al limite  si potrebbe usare il vecchio ospedale, per tramutare questo sogno in realtà. Se questo appello riuscisse a forare l'arido cuore di qualche "predatore" di aree già pubbliche, chissà ,forse, la bufala su cui fece campagna  Decia per tanti anni, potrebbe uscire dal libro dei sogni e diventare una delle (poche) "restituzioni" alla pubblica fruizione che la recente storia edilizia di Savona,ricordi. Oppure, una ennesima trappola, per qualche furbacchione in attesa di contropartita, a danno dell'interesse generale.

 
                     COMPATTO COME UNA MOZZARELLA!!!/strong>
La sapete l'ultima? Il PD (o meglio gi ex pci liguri) fanno quadrato sul progetto Maersk ed hanno chiamato a raccolta tutta la nomenklatura doc, alla bocciofila vadese, per riuscire a convincere la popolazione che la piattaforma e' cosa buona e giusta e per annusare che aria tira per le imminenti elezioni comunali…leggi…in realtà sanno benissimo che la discriminante rischia di precipitarli in minoranza, non bastando l'appoggio di Bovero che, a suo tempo, fu espulso dai DS per indisciplina.

Ora, il PD provinciale sta perdendo colpi da tutte le parti:addio alla Margherita a Vado; perduti il Presidente  della provincia ed il vice -sindaco di Celle (questi ultimi per motivi di poltrona) non resta loro che portare in giro, come la Madonna pellegrina, l'ex dc valbormidese Boffa, per sperare di convincere la riottosa base,la quale ha dimostrato con nettezza di essere contraria alle posizioni ufficiali. Giacobbe e soci schierano quindi l'artiglieria, col Presidente della regione, tre parlamentari di tutto rispetto e il bombardamento sarà senza scrupoli. Si andrà su motivi collaudati, come la difesa dell'occupazione, passando al significato strategico dell'opera, fino al chiaro stampo bipartisan del business.

Non e' un mistero, infatti, che l'altro Claudio, quello imperiese, e' un convinto fautore dell'opera, così come il neo-senatore Orsi, il quale si è sbilanciato anche sul raddoppio a carbone della centrale. Non è  ignoto infine, che la neo ministra Prestigiacomo ha provveduto a demolire la commissione della V.I.A nazionale, troppo esigente in fatto di tutela e che financo il parroco di Vado Ligure, don Lorini, ha ammonito i fedeli a non dividersi su queste bazzecole, mentre il pio Lunardon senior,dopo aver consigliato il figlio a mutare residenza (Torre del Mare), continua nella sua preziosa opera di convincimento degli ambienti cattolici.

Il PD, quindi, fa quadrato: gli elettori, tra non molto, ci diranno se si tratta di un formaggio stagionato o di una ricotta molto porosa!

 
                                IL DIBATTITO? A BABBO MORTO!!!
Come i giovani scapestrati della  bella epoque, promettevano di pagare i debiti, alla morte del genitore, così i tecnici di fiducia del costruttori ci hanno presentato una bella sequela di relazioni tutte intese a dimostrare che la piattaforma Maersk migliorerà lo stato dell'ambiente; nella peggiore delle ipotesi sarà invisibile, quasi fosse

 di cristallo di Boemia...leggi…di fronte ad una vasta platea, la triade tecnica, si è sforzata non poco per argomentare una difesa del progetto che solo una profonda disonestà intellettuale può spiegare. Sui dati dell'ordine dei medici e dell'istituto tumori di Genova, acqua in bocca, così come ignorata la richiesta di bonifica  complessiva del sito di Vado, con la proibizione di nuove autorizzazioni. La seduta si è chiusa negando al pubblico la parola, dopo aver tentato di sminuire  il peso di un risultato referendario di eclatante evidenza. Così deve andare  la dialettica politica per il sindaco Giacobbe ed i suoi supporter, per i quali i giochi devono essere fatti senza disturbare il manovratore.

 
L’OPINIONE/ Appello alla sinistra e ai democratici
Lo scontro con la magistratura? Astengo:
quel Lord ci riporta da Gelli al delitto Matteott
i... 
di Franco Astengo  
 
Ramella
UmbertoRamella

A Laigueglia si è spento un amico. L’ultima sua intervista a Trucioli Savonesi
                                             Ciao caro Umberto
                                     E grazie di tutto !

L’eredità umana e l’insegnamento di un decano del foro, Umberto Ramella, 88 anni. Lascia la moglie Sandra, giornalista ed il figlio, Nicola, medico dentista a Imperia
                                    di Luciano Corrado

Savona – Ciao Umberto! Te ne sei andato in silenzio in una calda mattinata di inizio luglio. Un silenzio che ai tuoi funerali (alle 15,30 di giovedì nella chiesa parrocchiale di Laigueglia), si trasformerà in una sincera manifestazione d’affetto degli amici.
Ciao Umberto, grazie per la tolleranza che hai insegnato.  Per le tante battaglie, che con la toga sulle spalle, hai combattuto durante una vita vissuta sempre con passione, fino in fondo.
Appena ho saputo che ci hai lasciato ho pianto.
 ..CONTINUA

 

Signor assenteista all’Acts,

per sei mesi all’anno, quattro risateper  favore!!!

SAVONA – Un “ballon d’essai”, un fuoco d’artificio di un ministro, Renato Brunetta, che aveva strappato applausi? Erano i giorni, non anni, dei titoloni in prima pagina. Parola d’ordine: licenziare i fannulloni! E poi?
Da Roma, al ministero, ad Albissola, al tavolo di una pizzeria del centro.
Seduti, da clienti, tre dipendenti dell’Acts, almeno ad “ascoltare” i loro discorsi, commenti, battute...CONTINUA 

   

              Lettera sul PUC ai Consiglieri Comunali
La Città è da più di un decennio in attesa di una elaborazione trasparente ed approfondita del suo nuovo Piano Urbanistico.
Dopo l'adozione, nel Marzo del 2005, di un Progetto preliminare al quale vennero imputati molti e radicali difetti, nessuna iniziativa...CONTINUA

 

                     Lettera per il Dr. Paolo Caviglia, Savona 

Caro Paolo, 

per come sono andate le cose al congresso regionale del Partito Socialista: che dirti, alla lunga tutto il male non viene per nuocere, magari, con l'occasione,  ti riappropri di qualcosa di più strettamente personale - affetti, famiglia, amici...diversi - che sei stato costretto a trascurare a motivo del turbillon degli impegni.

I genovesi si sa...CONTINUA    ...Gianni Gigliotti

     

LEGGI GLI INTERVENTI DI GIUGNO  

Gli autori dei testi sono responsabili dei dati, delle analisi e delle opinioni in essi contenuti