LINKS

SCRIVICI
o telefonaci: 3468046218

MAILINGLIST

ARCHIVIO

 
















 da l' archivio de
"La Repubblica"
TUTTI GLI ARTICOLI DI MARCO PREVE
TUTTI GLI ARTICOLI  DI LUCIANO ANGELINI
 GENNAIO 2009 
immagine del Campus Universitario di Savona

               Tra annunci e segnali di fumo!!!
Grande paginata di un giornale locale, in cui si parla di Campus,di "cittadella"(non di quella di Cronin), di Piaggio e di energia, di campo sportivo e di tante altre cose, tra le quali riusciamo a RICAVARE una notizia:la ditta piemontese EDILVETTA, da Villanova di Mondovi' sembra essersi aggiudicato l'appalto per le nuove residenze universitarie...leggi.

Il fatto che il vincitore si occupi di tutto, dall'asfalto al cimitero, non inquieta piu' di tanto il "magnifico" insegnante di latino che presiede la SPES: anche gli asfaltisti  saranno indirizzati, sul piano architettonico, dall'onnipresente studio 5 piu' 1, al quale e' stata devoluta la parte estetica dell'edificio in progetto.

Peccato che,  anche in questo caso, prevalga la politica furbesca del carciofo, con monopoli di fatto e conseguente elusione delle procedure di legge.

Quanto al resto dell'articolo, solo annunci di la' da venire.

Il Campus diventa cittadella, con dentro tante aziende innovative, dedite alla ricerca e allo sviluppo? Benissimo.

Cari amministratori, se volete essere presi sul serio e non prendere per i fondelli, ancora una volta, i cittadini che vi hanno votato, dovevate presentarci un dettagliato master plan, tipo questi che.... vi alleghiamo, dove siano chiari il perimetro dell'area e specificati i lotti di insediamento .

Senza questo strumento, ovviamente  cogente come il PUC, farete pochissima strada. Gia' avete permesso che alcuni privati acquistassero, senza colpo ferire, le aree confinanti col campo sportivo, lato piscina e quelle in faccia all'ex tiro a segno. Ora ci dite che volete demolire lo stadio perche' non avete altro sbocco. Ancora una volta, l'improvvisazione al potere, con qualche gentile regalo ad imprenditori "amici".

 

RSU ACTS - Trattativa sindacale ACTS 

II comportamento della dirigenza sta pesantemente compromettendo l'esito della trattativa in corso.

Come RSU abbiamo preso molto seriamente e con grande senso di responsabilità l'impegno sottoscritto con l'Azienda di cercare una soluzione mediata tra l'esigenza di risanare il bilancio e condizioni sostenibili per i lavoratori. La prerogativa aziendale di disporre l'organizzazione del lavoro non può prescindere dal rispetto delle regole, degli accordi, delle persone e delle professionalità. Continue minacce di licenziamento...CONTINUA

 

                             ANCORA DA CELLE LIGURE

ho letto con interesse i vari appelli fatti da Bertoldi e bertoldiani, che hanno tuta l'idea di essere un "canto del cigno" ai quali vorrei rispondere.

Purtroppo la realtà cellese é divisa in due: da una parte la sinistra e dall'altra il centro destra.

Attualmente a Celle esistono tre movimenti di sinistra (Zunino -Bertoldi - Mulino) ed il gruppo di Paolo D'anna tendente a destra.

Tutti dicono, escluso Zunino, di voler unire le forze ma poi in effetti nessuno lo vuole realmente fare. Il Mulino mette paletti di trasversalità rifiutando chi ha passato politico o tende a destra nonostante annoveri nelle proprie file buona parte della sinistra estrema, Nuova Democrazia cerca l'unione riservandosi il veto sulle persone e rifiutandosi di dichiarare da chi é composta.

Il vero problema non é riunire i movimenti bensì riuscire dopo a governare!

La sinistra e la destra sono come l'acqua e l'olio, per tanto che riesci ad amalgamarli col tempo si separano tornando alla primordiale consistenza.

Datemi retta non mischiateli! non avrebbe senso vincere le elezioni sapendo di non avere futuro.....Roberto

 
In Veneto 300, 170 in Toscana, e in Liguria quanti siete?
dal blog di Marco Preve
Parlo di comitati, gruppi, associazioni, chiamateli come volete, ma si tratta alla fine di cittadini che hanno come unico obiettivo quello di difendere il loro territorio. Chiariamo subito: qui non si parla di pulsioni leghiste del tipo “nessuno e niente in casa mia”. Non è così, anche se molti politici, amministratori, manager pubblici, banchieri e imprenditori, bollano questo fenomeno come il partito del no, dell’antipolitica e via dicendo. Balle che ....CONTINUA
 
da La Stampa       Bertoldi cerca alleati per sconfiggere Zunino
Riconsiderare le proprie posizioni per sfidare tutti assieme Renato Zunino, il candidato sindaco di Celle Ligure netto vincitore della primarie indette dal Pd. E' l'appello lanciato da Luigi Bertoldi a capo della lista Nuova Democrazia e già primo cittadino cellese con la Dc (1970-1975).
«Ci rivolgiamo a cittadini e gruppi già costituiti, affinché riconsiderino la loro posizione accantonando per adesso le appartenenze e simpatie partitiche e contribuiscano con intelligenza e responsabilità a dar vita ad un movimento unitario di rinnovamento politico, nel segno di una nuova giustizia- invita Bertoldi - . Alcuni soggetti politici si sono presentati con diverse proposte meritevoli di attenzione, ma non tengono in alcun conto la necessità di affrontare e vincere le elezioni comunali di giugno».
La chiamata alle armi contro Zunino, già sindaco di Celle con il Pci-Pds (1975-1992), per ora sembra essere ignorata da Paolo D'Anna (Pdl), capogruppo in Comune del centrodestra e dalla lista civica Il Mulino. «Il Mulino - conferma Bertoldi - ha già manifestato la ferma intenzione a negare ogni richiesta di confronto, altri soggetti sembrano ostinarsi a presentarsi con una lista connotata a destra, confermando le sonore sconfitte già subite. Ci chiediamo allora quale evento miracoloso può colmare il pesante divario di oltre 900 voti».
 

                                       DAL CONVEGNO DI GENOVA SU RIFIUTI ZERO
Come mai Legambiente, Il Comitato per Scarpino e Italia nostra ora si dichiarano favorevoli a rifiuto zero ? Ma signori miei, rifiuto zero per voi non era un'utopia ?

Sino pochi mesi fa sembrava che fosse necessario accettare il male minore: un inceneritore!

Forse sottoforma di torcia al plasma o gassificatore oppure centrale elettrica o Combustibile da Rifiuto (CDR).

Ora che Rifiuti zero risulta realizzabile, allora si sale sul carro ...

Sarà forse per fermarlo ? O rovesciarlo ?

Perchè sappiamo che alla prossima occasione vi accorderete di nuovo con i vostri politici di riferimento.  Come risolverete le contraddizioni ?

I pensieri di Alice

 Insieme Si,  Ma sempre con gli stessi ?

 Cambiare si può !!!

Lo so che questa frase appare ormai credibile (e speriamo che duri), solo sulla bocca del neo Presidente degli Stati Uniti Barak Obama;  mentre in Italia, e non vogliamo fare nomi, è sullo stile: “ Vai avanti tu che mi viene da ridere.” .....

...Devo confessare che leggendo con molta attenzione il programma di “Insieme per Celle”, ho avuto ad un certo punto, un moto di megalomania e ho pensato:”forse l’hanno scritto per me”, come dire un programma ad personam. Del resto ...

LEGGI TUTTO L'INTERVENTO DI ALICE

 
                                 CANAVESE: ACQUA ALLA GOLA
Lui finge che tutto proceda  secondo i piani concordati: in realtà gli sono  arrivati, in rapida successione, 3 pesantissimi segnali negativi che hanno sconvolto i facili nodi che era  convinto di governare,con l'ausilio degli alleati antichi e nuovi. Il primo botto, partito dalla regione, ha messo in crisi il  progetto della Margonara, con gli annessi e connessi; il secondo, sempre da via Fieschi, ha incrinato la credibilità di Maersk che, mentre licenzia a Genova, pretende concessioni cinquantennali per la piattaforma di Vado. Il terzo colpo, nell'arco di  pochi giorni, gli e' venuto dalla rinuncia di Giacobbe alla ricandidatura a sindaco per  le elezioni amministrative 2009.

E sì, cari amici, il megapresidente del Porto di Savona, da oggi, si sente sempre meno "intoccabile", anche perchè ha capito che i potenti alleati che aveva nel Pci-Pds sono sempre meno sicuri del loro radioso avvenire di governanti della Liguria, anche in roccaforti storiche come Vado Ligure, una delle "Stalingrado" d'Italia in corso di scongelamento.

Ed allora si comprendono le esternazioni come questa... senti... che la dicono lunga sull'umore del nostro, sempre oscillante tra il burbero e l'incavolato nero.

Oggi gli tocca sopportare, insieme con l'avversità del destino cinico e baro, anche i trabocchetti di coloro che aveva beneficiato  sul piano elettorale. Sorte ingrata e maligna, ma che capita, soprattutto a chi soffre a causa della sindrome di eccesso di immodestia.

 

 AMPLIAMENTO CENTRALE TIRRENO POWER

                                  DI VADO LIGURE

La sceneggiata messa in opera dai Franco Zunino e Carlo Vasconi fa proprio pensare a quelli che "se la suonano e se la cantano".

E' una vergogna, (ho notato che è la parola che ricorre più frequentemente negli scritti sul problema dell'ampliamento della centrale a carbone), una scena pietosa e grottesca.

Il Presidente della Commissione Ambiente Regionale chiede all' Assessore all' Ambiente come mai, dopo poco più di un anno, si trovino in questa situazione di "m...", con una Commissione Nazionale che dà il parere positivo ad una centrale a carbone, che essi stessi attualmente ritengono aumenti l' inquinamento.

Mi permetto di aiutarli: questi signori, a tempo debito, non ritennero ...CONTINUA

                                            Il caso "Giacobbe"!!!
Presentato da un quotidiano amico...leggi...come il sublime sacrificio di un  politico comunque rispettato e rispettabile, il caso "Giacobbe" rappresenta invece la naturale e tardiva conclusione di un percorso che il protagonista si e' rifiutato di compiere quando era il momento e che, quindi appare oggi, piu' stridente che mai con le regole della vera democrazia. Carlo Giacobbe avrebbe, infatti dovuto rimettere il suo mandato ed andare alle elezioni anticipate proprio un anno fa, quando perse clamorosamente il referendum sul progetto della piattaforma Maersk, bocciato dal 60% della popolazione.

Non lo fece e scelse la strada peggiore, quella di continuare a "governare" contro il suo stesso elettorato, compiendo scelte pericolose anche se, per fortuna, non irreversibili. Arrivò anche a forzare le  regole della correttezza democratica, sancendo un patto di potere con colui che lo aveva sfidato nella battaglia per la conquista del comune, con quel geometra Bovero che tuttora garantisce la maggioranza consigliare. Ma il paese, la società civile, gli elettori hanno da tempo congedato nella loro mente questa triste pagina della storia istituzionale della città e non a caso la crisi economica mondiale sta facendo strame dei megaprogetti delle multinazionali, condannati, e non a caso, dalla perversa logica della  "finanza creativa" a non trovare fonti di finanziamento ne' "extragettiti" che possano garantire dal fallimento. Così, in una vicenda grottesca ed esemplare, l'ultimo dei "negazionisti" getta la spugna, sperando che qualcuno afferri il testimone di una politica mai così lontana dal sentimento democratico dei cittadini

 

Comunicato stampa del Segretario della Lega Nord provincia di Savona Andrea Bronda a difesa del ruolo della Provincia e in appoggio all’iniziativa dell’UPI.

 
 
                  INTERROGAZIONE DI  ALESSANDRO PARINO
Alessandro Parino, Consigliere Capogruppo di Alleanza Nazionale, ha presentato un' interrogazione al fine di sollecitare l'amministrazione a mettere in atto al più presto la pulizia delle aree del tribunale, in particolare quella della zona dei giudici di pace...LEGGI
 

           COMUNICATO STAMPA -  PDL di ALASSIO
E’ stata diffusa la notizia di un supposto accordo tra le segreterie di PDL e Lega per la tornata elettorale, prevista il 2011, relativa al rinnovo dell’Amministrazione Alassina. I responsabili provinciali delle formazioni del centrodestra ci hanno smentito qualsiasi intesa a favore di una candidatura di Avogadro nella città del Muretto, essendo ....CONTINUA

 

               FRANCO ORSI  L’ACCHIAPPATUTTO

             IL TERRITORIO E’ MIO E LO  GESTISCO IO

Franco Orsi non vuole rivali politici a Savona. Per questo, dopo aver ottenuto il via libera per la scelta del candidato Presidente della provincia da Scajola (...sei tu sul territorio e quindi  tocca  a te  la scelta...), il Senatore punterà su un politico del ponente e non, come sarebbe logico, su un candidato savonese.

La scelta sarebbe  caduta su Angelo Vaccarezza; in questo modo accontenterebbe il più scalpitante dei probabili candidati e non avrebbe nessun savonese con cui condividere la gestione del territorio.

Per consolidare la sua strategia pare abbia stretto anche un patto con gli uomini di Enrico Nan a Savona, promettendo loro candidature alle  elezioni regionali sapendo benissimo che nessun savonese, vicino all'ex onorevole, sarà in grado di prendere i voti necessari per occupare una poltrona da consigliere regionale.

A questo punto dovrà soltanto controllare i candidati nei Comuni dove si vota (qualcosa si intravede già ad Albisola Superiore con la sua probabile candidatura ed a Celle Ligure con la sciagurata idea del PDL di correre da solo contro Renato Zunino) e il suo piano sarà completo.

In casa PDL, però, il metodo di Orsi ha creato più di un malumore. Molti sono dubbiosi sul risultato e si chiedono:

- LA STRATEGIA DEL SENATORE AVRA' SUCCESSO?

- SARA' ANCORA POSSIBILE CONTARE SULL' "INGENUITA'" DI ENRICO NAN CHE SI FIDA SEMPRE DELLE PROMESSE PRE-ELETTORALI?

- CHISSA' SE QUESTE SCELTE PAGHERANNO ELETTORALMENTE O IL SENATORE DOVRA' RENDERE CONTO DI UN' INASPETTATA SCONFITTA, CHE POTREBBE  FAR FALLIRE ANCHE  IL VERO OBIETTIVO DI SCAJOLA (LA VITTORIA ALLE ELEZIONI REGIONALI)?

 

da LA STAMPA L’ira di Burlando su Maersk
La multinazionale che realizzerà il terminal a Vado ha tagliato 45 posti a Genova

 

 INCREDIBILE, MA VERO E VERGOGNOSO

da LA STAMPA

TRASFORMAZIONE DELLE AREE PIAGGIO A FINALE LIGURE
Legambiente ritira il ricorso al Tar  accordo con i legali dell’azienda

Accordo di massima raggiunto fra i legali della Piaggio e Legambiente per il ritiro, da parte di quest’ultima, del ricorso al Tar che rischiava di fermare l’iter del progetto per il nuovo stabilimento di Villanova d’Albenga ed il riutilizzo delle aree di Finale. Legambiente vuole in particolare uno studio sull’incidenza ambientale dei nuovi insediamenti edilizi, per 210 mila metri cubi, previsti a Finale Ligure. Nel progetto ci sarà maggior attenzione verso l’edilizia ecologicamente compatibile. I dettagli devono ancora essere sottoscritti.

 

Letterine al ministro!!! 

Il mestiere di ministro dell'ambiente, lo sappiamo, non e' facile per nessuno e quindi ci sembra giusto abbuonare un periodo di "noviziato" nel quale si fanno errori più scusabili che se fossero compiuti in perfetta malafede. Ciò non toglie che, dopo alcuni mesi di prova, non si possa dare un primo giudizio degli atti del ministro Prestigiacomo,che sono apparsi,a torto o a ragione, più discutibili per gli interessi coinvolti e per le scelte di merito. Dal suo insediamento...CONTINUA

 

 CI HA SCRITTO UN CELLESE DI CENTRO DESTRA MOLTO PREOCCUPATO

Ho letto lo scritto di Nuova Democrazia (Luigi Bertoldi?)... LEGGI .e ho deciso di scrivere pure io per dire e gridare a tutti che quello che vi è contenuto è esattamente quello che penso anch’io e che dovrebbero pensare tutti quelli che si rendono conto del degrado al quale siamo destinati se non si cambia l’attuale sistema di potere. Non sono giustificabili gli orgogli personali. Io sono un elettore di centrodestra ma non me ne frega niente di non avere una lista solo mia. Sono sicuro, anche perché lo sento dire continuamente, che la maggior parte degli elettori della mia parte la pensa come me. Non siamo mica così ottusi. Fate un passo indietro tutti quanti, se ce n’è bisogno, e non rendetevi responsabili del più grosso disastro politico e sociale del nostro paese.

Un cellese molto preoccupato

 

                      2° CIMENTO VS CEMENTO  DOMENICA 1 FEBBRARIO

La Stampa di oggi 25 gennaio ha riportato la notizia del "CIMENTO VS CEMENTO".

Nel trafiletto è stato scritto che la manifestazione si sarebbe svolta oggi alle 11. Stesso errore sul giornale online IVG.

Molta gente si è presentata ma, delusa del mancato bagno in mare nel segno della contestazione, ha potuto solo tornarsene a casa.

Un grave errore? Una svista? Boicottaggio?

Cosa possiamo dire... chi si è presentato e conosceva la Margonara di sicuro, domenica prossima, si ripresenterà ancora più motivato.

Chi invece ammirava per la prima volta la Margonara poteva solo notarne la bellezza, infatti, otre ad essere una bella mattinata vi era anche una visibilità incredibile, tanto da poter osservare tutto il golfo ligure di levante.

A domenica prossima con il "CIMENTO VS CEMENTO".

 
Cemento e crisi immobiliare.
Pubblichiamo alcuni articoli dall' Espresso, La Stampa  Libero
 

Mare - carbone, turismo - inquinamento-alberghi - grattacieli: 

ma chi ha fatto questo frullato è sano di mente?  PAOLO FRANCESCHI

Secondo molti Savonesi, siamo fortunati perchè, nonostante la centrale a carbone, abbiamo il mare , che riduce l' inquinamento: nulla di più falso.

A differenza di quanto pensato finora...CONTINUA

 

Diciasettesima puntata -

COME NON SI AMMINISTRA LA COSA PUBBLICA A LOANO

A Loano l’assessore Zaccaria risponde ma non chiarisce sulle opere già programmate da anni e non realizzate!

 Ribadisce che i lavori sono stati indicati nel programma elettorale (erano già indicati nel precedente programma anni 2001/2006) e quindi saranno realizzati. Resta il dilemma: QUANDO? di Gilberto Costanza 

 
MARGONARA, LA FOTO DELL’IMBROGLIO
da MargonaraViva
 
 Cari Uominiliberi, prendo spunto dalla vostra richiesta di
 “Meditazione” sul programma amministrativo proposto per Celle da Renato Zunino per fare alcune considerazioni sul tema.
Che la credibilità della attuale classe politica italiana vada giudicata su quello che essa ha fatto (o dice di aver fatto) sino ad oggi più che su quello che dice di voler fare è concetto di minimale buonsenso che deve contraddistinguere qualsiasi personale riflessione sulla situazione.

In tal senso credo che sia superfluo e defatigante analizzare puntualmente il detto programma dal quale, peraltro, traspare a prima vista l'unico vero intento: mantenere lo status quo. Sarebbe anche facile ironizzare sulle varie incongruenze che derivano dal consueto “dover accontentare tutti” e su quelli che si potrebbero definire lapsus freudiani se non fosse che appare più consono definirli, come diceva Frassica, dei lapis. Uno per tutti l'inserimento della “manutenzione ordinaria” nei “Progetti speciali”....Tuttavia sarebbe esercizio inutile. Come ebbi a dire nell'affollato incontro pubblico del 22 dicembre scorso, nonché già evidenziato nel Quadro (parte prima di tre), l'ineludibile necessario cambiamento passa attraverso (solo ed unicamente) una reale presa di coscienza da parte di tutti noi, miseri spettatori del gran gioco malato della politica. E' per questo che ritengo estremamente più utile sottoporre all'attenzione delle libere coscienze un estratto dal Piano B 3.0 di Lester R. Brown (pubblicato in Italia da Edizioni Ambiente e liberamente consultabile in internet) non senza premettere, anche al fine di evitare becere battute, che il Washington Post ha recentemente definito Brown “uno dei pensatori più influenti del mondo” e che la parte più innovativa del programma del 44° Presidente degli Stati Uniti d'America, Barak Obama, ha trovato nel Piano B ampia ispirazione. Eccolo ...LEGGI... Per dirla con il premio Nobel Al Gore questa è la scomoda verità. Pensare che tutto questo non ci riguardi, che noi siamo di Celle, un piccolo e ridente paese della Liguria, è il più grave errore che non dobbiamo commettere. Viceversa se noi capiremo intimamente e per tempo l'importanza della difficile (ma profondamente umana) sfida che ci attende daremo una concreta risposta a quella percezione di malessere che, nelle forme più svariate, si manifesta intorno a noi e cominceremo a discutere su quello che bisogna fare e non su quello che vuole rappresentarci un sistema in irreversibile agonia."

LORENZO MONTEVERDE

 
                        IL COLOSSO E L'ASSESSORE!
La parabola che andiamo a raccontare, parla di un colosso multinazionale, con sede in Danimarca, che detiene il primato  nella movimentazione dei contenitori, ma controlla anche numerosi terminali in concessione. Nel giugno 2006, la capogruppo, Maerskline, attraverso un acquisto mirato, si insediò a Genova (dove non era presente), garantendo urbi et orbi che i 380 dipendenti ereditati sarebbero  cresciuti di numero.

Nel giro di pochi mesi passò a 270: e' di ieri l'annunzio che si scende ulteriormente a 225, chiudendo il centro  del mediterraneo est, privilegiando il porto di Algeciras, dove verranno concentrate tutte le attività del gruppo, personale in esubero, compreso...leggi…I sindacati protestano, le istituzioni si mobilitano e chiedono conto delle mancate promesse. L'assessore regionale ai porti, Enrico Vesco la mette addirittura sul  piano della mozione degli affetti, chiedendosi se sia possibile"continuare a subire scelte prese altrove in un momento in cui  come Liguria stiamo dando tanto a questo gruppo". Si riferisce, senza dubbio, al progetto della Piattaforma di Vado, la quale, bisogna dirlo, dipende da APM Terminals, una controllata di APM Maersk e che quindi non può essere chiamata in causa  in questo modo.

Quello su cui l'assessore ha ragione  e' nel fatto che le multinazionali, lo sanno anche gli sprovveduti, travalicano il governo statale, figuratevi quello regionale.

 Ha pienamente torto, ed il referendum da Vado Ligure lo ha dimostrato, quando presume che il territorio abbia accolto  questa sciagurata intesa di vertici come la panacea dell'occupazione di Savona e della Valbormida. No, caro assessore! Gli sponsor sono altri, dal presidente  Canavese al sindaco Giacobbe, passando per gli interessi di pochi e  ben individuati poteri forti, cui poco importa dell'occupazione e dell'ambiente e che hanno gia' fatto ampiamente la tara alle 800 e passa nuove opportunità di lavoro che questo impianto sarebbe in grado di offrire.

Certo, lei ha manifestato, in buona fede, di essere favorevole al progetto: ma prima di concedere altro, approfondisca il problema con i suoi collaboratori, non esiti ad incontrare, magari in modo informale, i cittadini vadesi per farsi spiegare, in tempo reale, il perche' di questa loro ostinata opposizione.

 
 
clicca sulle immagini per ingrandirle

visita
BananaDynamiteProject
     

                   UNA ULTERIORE PRECISAZIONE

 In relazione allo scambio di battute fra gli Amici di Beppe Grillo e l’amico Silvio Rossi, vorrei puntualizzare quanto segue: 

La Lega nord a Savona ha tra i suoi componenti diverse professionalità che si occupano dei problemi economici più confacenti alle loro conoscenze. (portualità, sanità, fisco, ambiente ecc..) Io mi interesso...CONTINUA G. BERTOLAZZI

 

                      LA REPUBBLICA DEGLI AYATOLLAH  di Mauro Cerulli

Da più parti, da qualche tempo, si sono levate voci di allarme in relazione a quella che potrebbe essere, in un futuro più o meno prossimo, l’islamizzazione della nostra società basata sui valori occidentali, con il rischio che prevalgano integralismo e etiche religiose sulle basi di uno stato moderno e slegato da qualsiasi confessionalismo.

Non ho mai condiviso le fobie della Fallaci e...CONTINUA

 
LEGGETE IL PROGRAMMA DELLA LISTA "INSIEME PER CELLE" E MEDITATE
 
                                Eclisse o fine delle supernavi?
Altro segnale della crisi economica mondiale che stiamo attraversando: i cantieri di Odense (danimarca) dove la multinazionale A.P.moller Maersk ordinava le sue colossali navi portacontenitori(ultima la Emma Maersk, da 15 mila teu di portata) restringe il proprio business ad imbarcazioni piu' piccole, lasciando il mercato delle supernavi ai cantieri dell'estremo oriente...leggi...ricordate la vicenda delle superpetroliere e dei superbacini?

Dopo una martellante campagna di stampa che preconizzava navi petroliere sempre più gigantesche, anche il porto di Genova costruì il suo bravo superbacino per le esigenze manutentive di questi colossi del mare, la cui fortuna doveva tramontare di lì a poco, sotto i colpi della crisi petrolifera e di incidenti disastrosi tipo quelli della Exxon Valdez che  dispersero migliaia di tonnellate di greggio. Eravamo agli inizi degli anni '70, il canale di Suez era bloccato ed i nostri programmatori sostenevano a spada tratta che si doveva risparmiare sui noli usando navi siffatte. Da anni, il superbacino e' stato venduto ai turchi e le grandi petroliere sono andate in  disarmo e lo stesso accadrà per le varie "regine" nel campo dei contenitori che, non solo non passano attraverso  il canale di Panama, ma diventeranno sempre più inutili così come la falsa filosofia dello sviluppo che ne ispirava la progettazione e  quindi la distruzione di interi ecosistemi  come quello di Vado Ligure.

 
l'interpellanza  presentata da Alessandro Parino, nella quale chiedo che vengano potati o trasferiti gli alberi siti all'incrocio tra C.so Ricci e Via Vittime di Brescia, in quanto pericolosi per la visibilità stessa dell'incrocio.
Lo scorso weekend infatti, tale incrocio si e' rivelato, purtroppo mortale per un giovane centauro savonese...LEGGI
 
VEDI TG3 Linea Notte (RAI3) si è parlato di Margonara

RIPENSARE SAVONA

 

Chiunque vinca le prossime elezioni provinciali, dovrà rapportarsi con una realtà da lungo tempo asfittica, paludosa, ambigua: dovrà essere ripensato il modo di partecipare la  politica, con un ritrovato coraggio scevro dai macigni del compromesso di potere e di casta, con dignità di pensiero e concretezza di azioni che sappiano anteporre l'umano sociale agli interessi di parte: come esempio...CONTINUA

 

L'assemblea degli iscritti al Partito Comunista dei Lavoratori sezione savonese si è riunita mercoledi sera e ha deciso il candidato alla presidenza della provincia l'avvocato finalese GianAntonio Chiavelli.

GianAntonio Chiavelli da sempre in prima linea nella difesa di consumatori e lavoratori con la sua professione e attività politica , ha trascorsi di militanza in Democrazia proletaria e Rifondazione comunista ed è stato tra i fondatore del Pcl. Il partito presto inizierà la raccolta delle firme necessarie per presentarsi alle elezioni provinciali. Simone Anselmo

 

                               CELLE LIGURE

Nuova Democrazia si rivolge ai cellesi che ritengono i loro interessi ed il bene comune più importanti del "tifo" partitico...LEGGI L'APPELLO

 
VIA comitato tecnico regionale per il territorio - VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE...parere  sul porticciolo della Margonara
 

Vado Ligure,Masterplan: aperte le buste - "Rispettare l'accordo di programma"

Rispettare l'accordo di programma: da quale pulpito viene suonata questa sinfonia?!?!

Qualcuno ha mica dimenticato che doveva rispettare la volontà popolare con la piattaforma???

Sul risultato della gara d'appalto era già dato per scontato il suo risultato cerchiamo se possibile di non prendere per il naso nessuno per cortesia un minimo di dignità. Purtroppo si cerca di aggirare infiniti ostacoli ma il problema di fondo, il sottoscritto da molto tempo, ha sempre considerato il masterplan la classica segatura sopra la cacca e non mi interessa se l'arch.Cevini a suo tempo, quando glielo dissi, s'era offeso, purtroppo questa per amara che sia è la verità. La sola dichiarazione che l'altezza dall'acqua al calpestio della piattaforma varia in continuazione gli modifica l'altezza del canneto in cemento che dovrebbe ridurre l'impatto visivo. Dott.Giacobbe sul dizionario della lingua italiana ho cercato il significato di Ipocrisia: simulazione di buoni sentimenti e intenzioni lodevoli allo scopo di ingannare i cittadini. E' augurabile la non candidatura alle prossime elezioni, troppi sono i danni provocati in quattro anni, sarebbe non sostenibile altri quattro purtropp. Napoleone era famoso per il suo coraggio e Lei in molte occasioni lo ha reso un uomo ridicolo.

clicca sulle immagini per ingrandirle

REPORTAGE FOTOGRAFICO

               DA SAVONA A VARAZZE

UNA VALANGA DI CEMENTO CI SEPPELLIRA’

GUARDA LE AREE DOVE SI COSTRUIRA' NEI PROSSIMI ANNI

A proposito di "reportage fotografico". Devesi una precisazione sostanziale: il centrodestra non c'entra un ca..! L'area del famoso "Nautilus" di Varazze è un'area privata che confina con il demanio. Una scellerata legge, che non mi ricordo chi l'abbia fatta ma sicuramente l'attuale amministrazione si è guardata bene dall'abrogare o limitare, permette agli immobili il cambiamento di destinazione. I privati ne hanno subito approfittato ed hanno ottenuto dall'amministrazione di sinistra ( da circa 20 anni!!) di trasformare il dancing e i bagni in appartamenti. Questo per precisazione.!

G.Rolletti

 

                                                           UNA TESTIMONIANZA
Il 4 marzo p.v. compirò otto anni di vita e residenza savonese , trasferita per motivi di lavoro. Torinese non avevo mai messo piede in questa città, si sa la Liguria di Ponente è il mare dei torinesi, ma si parla di Albisola, Celle, Noli, Finale  ecc. L’impatto fu terribile! L’uscita dall’autostrada di Torino riserva uno sconfortante paesaggio che si può definire con una sola parola: brutto. 

Dal giorno successivo al mio ingresso in città mi fu suggerito di conoscere la zona vecchia e pedonale e fui subito attratta dai piccoli carrugi, dalle piazzette lungo e a fianco di via Pia, poi un salto in darsena, graziosa con un porticciolo vero con qualche barca di pescatori veri, non messi lì dalla pro-loco. 

Io ho acquistato un alloggio in corso Colombo, altri amici in via Cimarosa, Albisola, Spotorno e Noli ( meriterei qualche titolo onorifico dalla provincia…) 

Ora tutto è tristemente cambiato in peggio, il palazzo che è costruendo al porto è orribile e l’idea della cementificazione selvaggia ci farà scappare in altri lidi? 

Le nuove elezioni provinciale faranno vincere qualcuno che non metta le mani sulla città? Ovviamente faccio riferimento al film che Rosi avrebbe potuto girare qui, ahinoi!!!!! 

 Nadia Ribaudo

 

SCOPRIAMO LE CARTE: LA  CRISI IMMOBILIARE FERMERA’  IL PARTITO DEL CEMENTO ?

Ci siamo;  anche se molte penne suddite tacciono e danzano  ancelle in pantofole. C’è chi la chiama  pausa  o break  da  recente vertiginosa ascesa, chi più diplomaticamente  preferisce definirla  allarmante stagnazione, ben sapendo che il crollo degli scambi  è segnale premonitore, come ha già fatto  qualche famoso  Istituto di Studi Immobiliari di caratura nazionale...CONTINUA

 da Celle Ligure Pippo Gambadura

                                     LA SCENEGGIATA CONTINUA!
Aperte le buste all' Ente  Porto per la "gara" da 40 milioni relativi al "master plan" della foce del torrente Segno...leggi… Due gli R.T.I.(raggruppamenti temporanei imprese): il primo lo conosciamo a memoria, il secondo pare proprio se lo siano inventati per la bisogna. Dopo la bocciatura del progetto Fuksas, Canavese deve convincere  i suoi fans che rimane ancora un grande stratega.

Quello che proprio non ci vuol dire e' chi tirerà fuori i quattrini della parte pubblica, dopo il fallimento della australiana BBI che sta svendendo  tutti gli scali europei, Tri compreso.

Se il bluff Maersk continua per la sua strada sino ad esaurimento  (TAR Liguria e regione permettendo), assai inquietante l'acquisto delle aree ex Fornicoke con il progetto di privatizzare la viabilità, asservendola alle comodità di Gavio e soci. Su queste manovre, la maggioranza Giacobbe-Bovero appare inerte, ben sapendo che dovrebbero opporsi in ogni sede a queste logiche di privatizzazione che non hanno nessun senso se non dare più valore ad aree urbanizzate dalla mano pubblica (Anas, ecc.) Ed ora surrettiziamente cedute ai privati senza nessuna contropartita di pubblico interesse.

Insomma il nuovo centro commerciale viene circondato da un muro  che  annulla gli accessi  alle gallerie, intasando di via Piave e creando una circolazione altamente pericolosa per  chi frequenterà l'area commerciale. 

 

                               LA CARICA DEGLI SCRITERIATI!!!
Sono otto e ricoprono la massima carica amministrativa del loro comune. Sono stati eletti a suffragio universale e diretto, quindi  vagliati da migliaia di persone.

Hanno poteri vasti e penetranti nel campo della salute pubblica, anche se non sempre li vogliono usare, soprattutto verso i cosiddetti "poteri forti". La loro collocazione politica e' varia, e occupa una "forchetta" che parte da Rifondazione Comunista a Forza Italia, destra e centristi inclusi.

Quindi non sono degli sprovveduti i "magnifici otto" che avrebbero chiesto di incontrare Burlando…leggi…per caldeggiare il suo appoggio politico al fine di realizzare un nuovo casello autostradale in località Albamare, al confine tra Savona ed Albisola. Il primo cittadino di Savona ha strillato tutto il suo entusiasmo per "il vero casello di Savona città" che dovrebbe nascere proprio in prossimità dell' Ospedale San Paolo, collegandosi, come un serpente velenoso, all'Aurelia bis ed allo svincolo di via Scotto.

E' arrivato quindi il momento che i due sindaci, direttamente investiti sul loro territorio, da questa ipotesi sciagurata, convochino delle assemblee popolari e notifichino ai cittadini tutti che, prima di bruciare le tappe cercando  scorciatoie improbabili, commissionino ad una società competente, uno studio approfondito su quanto inquinerebbe  uno svincolo di tale fatta nel contesto del veleno totale della  zona.

Il CNR ha "pesato", due anni fa,  il contributo specifico delle autostrade per la città di Parma, con cifre spaventose tutte da meditare. Ebbene, nel caso emiliano, escluso il portato dei mezzi pesanti che entrano ed escono dai caselli, risultano la bellezza di 300 kg di pm 10 e 3 (tre) tonnellate di no x al giorno, con  gravi ripercussioni sui livelli complessivi dell'area urbana.

Certo, la torre Fuksas non patirebbe molto da cotanto olezzo: ma, forse, chi frequenta l'ospedale San Paolo e gli abitanti di Valloria e del rio Termine, avrebbero qualche perplessità nello scorrere cifre analoghe a queste. 

 

                                                                      PROCESSIONARIA

Mi sono recato da mia figlia che abita in Savona Via dello Sperone 2 e con profondo disgusto ho rilevato "per il terzo anno consecutivo" la presenza di parassiti di PROCESSIONARIA  nel piccolo giardino e sui davanzali delle finestre dell'alloggio, attirati da un grosso e "marcio" albero, che il condominio, nonostante le precedenti richieste fatte non ha voluto tagliare.

Denuncio questa schifosa situazione in quanto mia figlia ha due bambini piccoli e due cani e sappiamo tutti quanto è pericolosa la processionaria.

Pertanto invito chi di dovere oltrechè COMUNE e ASL a provvedere urgentemente a dare disposizioni per la rimozione di questo albero onde evitare spiacevoli conseguenze. 

Erasmo Belledonne

Mostra immagine a dimensione intera

                                     Savona  il 20.01.09  COMUNICATO STAMPA

L’Amministrazione  regionale  segna un nuovo primato: è la prima in Italia ad assassinare la concertazione. Il regolamento di classificazione alberghiera varato dalla Giunta dopo la legge “castrista” di  Ruggeri e la riduzione degli investimenti promozionali per il biennio 2010/2011 a sostegno del territorio è un nuovo durissimo attacco al comparto turistico che la dice lunga sull’ostilità della  Giunta  Burlando verso la nostra categoria .

Siamo in presenza di uno scientifico tentativo di demolizione  del sistema ricettivo  che rischia di compromettere irrimediabilmente le prospettive di sviluppo del ponente ligure.

L’ Unione Provinciale degli Albergatori di Savona preso atto dell’indisponibilità al confronto di questa amministrazione si riserva di adottare tutte le iniziative  del caso a tutela degli associati . Il Presidente dell’ Unione Provinciale di Savona Angelo Galtieri

 


                           DILETTANTI DELL'EUFEMISMO!!!
Ovvero di quella pratica giornalistica che consiste nell'addolcire la "cattiva notizia", affinche' l'interessato non si adonti troppo. E' il contrario dell'"amplificazione"che avviene quando la  notizia viene presentata esagerandone alcuni aspetti, magari minori, affinche' appaia al lettore ben più pesante di quanto sia in realtà.

Eccovi un esempio molto recente ed efficace sul piano didattico.

Il presidente della comunita' montana del giovo, Anselmo Biale, avrebbe affidato un incarico fiduciario al sig. Germano Damonte, gia' presidente della stessa,suscitando la protesta di Daniele Buschiazzo, consigliere comunale di Pontinvrea che ha contestato la nomina sotto due profili… LEGGI ...Damonte vive e lavora da sempre a Spotorno e non si vede il nesso con i problemi dell'area Sassello, Pontinvrea, Urbe, Giusvalla, Stella, Mioglia che andranno a costituire la "nuova" comunità montana del Giovo.

Secondo Buschiazzo non mancavano consiglieri dell'entroterra in grado di svolgere  degnamente la funzione citata.

Ma c'e' un secondo motivo che rende inopportuna la designazione: Damonte avrebbe "patteggiato" una pena per un peculato commesso proprio quando ricopriva la carica di presidente del Giovo. Queste cose, Buschiazzo le scrive in una lettera firmata ed inviata a giornali online ed alla stampa non piu' tardi di Venerdì 16 gennaio c.a.

Ecco come il piu' diffuso quotidiano della Liguria, riporta la notizia, dopo averla meditata per tutto il week-end (il concorrente non si e' "degnato"di riferire queste bazzecole)…LEGGI… Si noti l'uso poco corretto di citare, tra virgolette, il testo originale modificandolo secondo la prassi dell'addolcimento semantico; il punto cruciale, dove sta scritto "il sig. Germano Damonte ha patteggiato per peculato..." è diventato  "Germano Damonte ha affrontato un'inchiesta per peculato", espressione omissiva al massimo grado che  tende ad equiparare il patteggiamento, mediante il quale si riconosce la responsabilità in cambio di uno sconto di pena con un  coinvolgimento di natura amministrativa tuttora in corso. Delle due, l'una, o il giornalista non conosce  il codice penale, vedi alla voce "patteggiamento", ovvero ha riscritto (indebitamente?) Il pensiero di Buschiazzo, non sappiamo con quale diritto. Sarebbe interessante avere lumi dall'autore della lettera,con la sua valutazione del fatto.

 
 

E' on line il video di Maurizio Pallante da UBIK 

http://video.google.it/videoplay?docid=2078263359445151470&hl=it

 
COMUNICATO AICS : Incontro il 15 gennaio 2009 con il Presidente della Commissione Giustizia al Senato Dr.Filippo Sen. Berselli
In data 15 gennaio 2009 presso il Senato della Repubblica si è tenuto un incontro ufficiale fra l'AICS e il Sen. Filippo Berselli Presidente della Commissione Giustizia al Senato , la delgazione guidata dal Presidente Nazionale AICS Dr. Bruno Molea era composta dal Responsabile Nazionale al Settore Politiche Sociali Dr. Antonio Turco e dal Responsabile Nazionale dell'Area disagio mentale Franco Costantino....CONTINUA
 
Oggi Le nobildonne vanno a Genova ... a cura di  BananaDynamiteProject

Decisionismo

Preparazione

Arrivo

Abboccamento

In delegazione da Burlando per la Margonara  (clicca sulle immagini per ingrandirle)

 

Sedicesima puntata - COME NON SI AMMINISTRA LA COSA PUBBLICA A LOANO

 Per l’ Assessore Nicoletta Marconi
  fare turismo e cultura a Loano è spendere tanto e incassare zero!

                                                   di Gilberto Costanza

 

DOPO I CALENDARI DI LIROSI UN ALTRO CASO IN COMUNE A SAVONA

In comune c'è stata una perquisizione ed un sequestro di documenti inerenti ad un concorso pubblico per geometri da parte della Polizia su mandato della Procura della Repubblica. Questa inchiesta vede come protagonisti l'Ing. Chiara Vacca esponente del PD, segretaria del PD delle Albisole e suo marito l'Ing. Giorgio Franzoni.

La Stampa e Il Secolo hanno dato un risalto enorme alla vicenda con tanto di nomi e di cognomi . Ma la chicca é questa: pare che l'Ing. Giorgio Franzoni sia stato, sino a quando é esploso il polverone giudiziario, in predicato di essere nominato nel Consiglio di Amministrazione del Depuratore Consortile .

Il suo nome è stato cassato a seguito della nota vicenda giudiziaria?

Per onore del vero i coniugi Franzoni e Vacca sono entrati in comune durante la Giunta Gervasio (intimi amici dell'ex Assessore forzista  Emilio Barlocco) non sappiamo se per merito o per la tessera di Forza Italia in tasca; ora, comunque, che  il vento in Comune è cambiato,  pare  siano diventati sostenitori del PD .

Spett. redazione di Uomini Liberi,

leggo la comunicazione relativa a vicende che riguardano gli ingegneri Chiara Vacca e Giorgio Franzoni. Poiché voi tirate in ballo, non so perché, il mio nome, con un accostamento acrobatico, quanto subdolo, mi corre l'obbligo di scrivere le seguenti precisazioni, con invito alla doverosa pubblicazione della replica.

1) E' vero che i due ingegneri furono assunti mediante concorso pubblico durante il periodo del mandato della giunta Gervasio, di cui io ero assessore;

2) è vero che vi era un'antica conoscenza tra me e la famiglia Vacca, dovuta a motivi di lavoro, che però all'epoca di quel concorso non sussistevano più da anni, così come ogni frequentazione personale e familiare. Per contro, l'Ing, Franzoni, fino alla sua assunzione in Comune, mi era del tutto sconosciuto.

3) la vostra insinuazione, seppure posta in modo ipotetico, secondo cui vi sarebbe potuta essere una qualche facilitazione politico-personale per l'assunzione dei due, è veramente sbagliata, profondamente ingiusta ed offensiva. 

- E' sbagliata, perché io non avrei potuto in alcun modo, qualora ne avessi avuto l'intenzione, influenzare l'esito di un qualsivoglia concorso in Comune.

 Inoltre io non mi interessai mai a quali fossero gli orientamenti dei due (uno dei quali a me addirittura  sconosciuto, fino a quel momento) verso Forza Italia, a cui peraltro non mi risulta che loro siano mai stati iscritti. Quindi il vostro errore è doppio.

- E' ingiusta ed offensiva, perché durante tutto il mio mandato in Comune non ho mai usato una benché minima porzione del potere che avevo, per fini diversi da quelli che ritenevo essere rigorosamente gli interessi della collettività savonese, senza mai chiedere a nessuno che tessera avesse in tasca, né ai dipendenti comunali, né a qualunque Cittadino che si affacciasse alla mia porta per chiedere qualcosa all'amministrazione. Questo lo possono certificare tutti coloro che mi hanno conosciuto ed hanno avuto l'occasione di lavorare con me.

Ritengo pertanto del tutto gratuito, fuori luogo e di cattivo gusto, il vostro lanciare subdole insinuazioni, a scapito mio e di due colleghi che, a quanto ne so, al di là delle vicende attuali che peraltro non conosco affatto, a suo tempo certamente meritarono di vincere quel concorso, unicamente grazie alle proprie capacità professionali. 

Credo pertanto che, per un minimo di correttezza ed onestà intellettuale, dovreste rileggere attentamente ciò che avete scritto e poi chiedermi scusa.  

Distinti saluti.Prof. Ing. Emilio Barlocco

 

                                  NEI SECOLI,  COERENTE...
Pubblichiamo questa lettera del consigliere Buschiazzo di Pontinvrea che denuncia un'altra marachella della casta. Tenete conto che il presidente del "giovo", Anselmo Biale,  sindaco di Stella, e' un carabiniere in pensione. Germano Damonte e' stato condannato per peculato perche' usava l'auto blu per ragioni private.

                    Coerenza politica e rigore etico

 

 
da
 La repubblica

                                CRISI IMMOBILIARE
Visto che per la Margonara si cita spesso, assolutamente a sproposito, Dubai, pare che inizino a ripensarci persino lì.

Non sarebbe il caso di prendere un po' piu' seriamente in considerazione i segnali internazionali e fermarci, finchè siamo in tempo, con tutta questa edilizia inutile, speculativa, e, tra poco, anche deprezzata?

La crisi globale della casa. Negli Usa appartamenti ridotti

ImmaginePresidenteCameradiCommercioSavonaGiancarloGrasso

             ECCO L'UOMO DELLA CRISI!!!!

Se siete convinti che  tutto il mondo sia entrato in un periodo economicamente difficilissimo a causa  dei mutui "facili", della politica estera di Bush, dell'eccesso di dollari in circolazione, della strategia delinquenziale di alcune grosse banche, protette dai rispettivi governi, insomma di una di queste ragioni o di tutte  insieme, ebbene, cari amici,siete in errore.

Se temete che l' Italia sia cacciata dall'euro, che non si vendano più  i titoli di stato, che le grandi banche italiane siano  sul'orlo del fallimento, che avremo a breve, 2 milioni di disoccupati, che il pil crollera' del 2%, che quindi il mercato immobiliare sarà al collasso, che tra poco ci verrà imposto dall'asse franco-tedesco di usare un euro  svalutato del 50% rispetto all'attuale, allora siete vicini a quello che sta per succedere.

Se volete sapere perche' il mondo e l' Italia si stia avvitando in una spirale economico finanziaria senza sbocchi, allora leggete questo articolo che rivela nomi e cognomi del responsabile…leggi…Si' ,cari amici: il maggior autore del crollo mondiale si chiama Giancarlo Grasso, presidente f.f. della Camera di Commercio, la cui ottusa resistenza a dare le dimissioni, lasciando la sua poltrona a Luciano Pasquale, sta creando sconquassi senza rimedio. Polo e partito democratico, per una volta uniti nella lotta, stanno attuando ogni legittima "moral suasion" per indurlo a questa indispensabile decisione.  Ma lui, insensibile agli sfracelli che crea all'economia, e non solo savonese, sembra indifferente  anche ai piu' nobili e disinteressati appelli!!

 
                                   IN GINOCCHIO DA TE !!!!
Magnifico esempio di giornalismo "coraggioso" e senza peli sulla lingua…...guarda…il cronista, dopo aver indossato un  paio di confortevoli "ginocchiere", mette addirittura in imbarazzo per la sua "cortesia" il dirigente industriale della Maersk, Nielsen, che  lo invita a non esagerare nel suo spirito filopiattaforma.

E si', l' Italia e' un paese strano e la Liguria ne rispecchia giustamente la fisionomia. Qui, le multinazionali, a detta di certi "cronisti periferici", hanno sempre ragione. Se i cittadini protestano, c....zi loro; se l'ambiente viene stravolto da servitù eterne, chi se ne frega.

Chi rompe non paga mai ed i cocci sono in capo a figli e nipoti. La tristezza di questi "soffietti" compiacenti e' che non ammettono repliche, perche' a coloro che si oppongono a tanto vandalismo non verrà mai concesso un reale diritto di replica!!

P.S. il famoso referendum popolare che, giusto un anno fa,  bocciò l'obbrobrio vadese, non viene neppure citato, così come vengono ignorati i ricorsi al TAR. alla faccia della completezza e della obiettività dell'informazione!!!!

 
                                                   MIRABILIA URBIS!!!
Ci voleva il governo Berlusconi ed una "ballerina" al Ministero dell' Ambiente per  leggere questa notizia, che ha del sensazionale!... guarda…pensate che, in oltre 40 anni di esercizio di un impianto legibus solutus come questo, mai i comuni di Vado e Quiliano hanno osato tanto!

Solo quello di Spotorno si impegnò, a suo tempo, in una generosa battaglia contro il colosso elettrico, conseguendo risultati, sul piano teorico, soddisfacenti, ma scarsi su quello pratico. Giammai il sindaco di Vado e quello di Quiliano usarono carte bollate per diffidare od imporre all' Enel, (poi Tirrenopower), il rispetto delle convenzioni o la fine della vergognosa "sperimentazione a carbone", che dura tuttora.

L'unica volta, a memoria d'uomo, avvenne quando  l'azienda elettrica si autoridusse l' ICI, ed il sindaco di allora, la buonanima di Peluffo, aprì un  contenzioso in sede di commissione tributaria, assistito addirittura dallo studio Ukmar. Questo l'unico caso, a nostro ricordo.

Sia quindi dato al governo Berlusconi quanto gli spetta, cioè il merito di aver fatto rifiorire, nelle dure cervici dei compagni DS, una vena di ambientalismo da troppo tempo inaridita.

 

Fuksas, Sherlock Holmes, e il solito cemento
dal blog di Marco Preve
 
 

                        LE CASTRONERIE DEL "REGISTA"
Ancora sulla presunzione del presidente f.f. della Regione Liguria, che ha riunito un drappello di funzionari statali, annuciando loro che si appresta a fare "la regia" di 10 grandi opere pubbliche già approvate e finanziate per la Liguria nell'anno 2009.  La notizia non solo e' abboracciata e propagandistica e tende solo a far valere dei meriti che  la giunta Burlando non ha, ma e' anche fasulla nei contenuti.

Bastino alcuni esempi: leggiamo insieme le schede n.3 e n.6 che riguardano Savona e, con la dovuta matita rossa e blu, evidenziamo le baggianate ivi contenute.

Panzane   "dolose" e messe apposta  per dare  la colpa ad altri, in caso di ulteriori intoppi burocratici…leggiAurelia bis, Savona: non e' vero che la gara sia in corso e che sia stato risolto il problema dello smarino con l'ente porto, il cui bando per il laminatoio figura ancora nel sito dell' autorità portuale. Non e' vero che il contenzioso in sede di TAR sugli espropri sia in dirittura di accordo. Molti privati che hanno vinto in sede di TAR sono imprenditori che chiedono di continuare la loro attività . Quanto al progetto di casello ad alba mare,esso non esiste perche' nessun consiglio comunale lo ha mai approvato.

Nuova piattaforma  di Vado Ligure. Non e' vero che l'opera sia finanziata. Nessuno conosce l'esito della gara ne' il nome delle 5 banche di primaria importanza che avrebbero manifestato interesse (Canavese si guarda bene dal fare nomi). E' vero che esiste un ricorso al TAR, ma che "sia in corso di composizione" (di patteggiamento?) E solo una pia speranza dei promotori dell'ecomostro.

Non esiste alcun sottopasso: la Regione forse non sa che l'ineffabile Canavese lo ha sostituito con un pesante sovrappasso, che nessun ministero competente ha avuto mai la ventura di vedere. Quanto al casello di Autofiori, nessun consiglio comunale ha mai approvato alcunche' in merito.

Sulle altre 8 schede licenziate dallo staff di Burlando non ci pronunciamo, confessando la nostra incompetenza, ma non dubitiamo che siano ricche di incongruenze, approssimazioni e disinformazioni proporzionate a quelle succitate.

Quindi se il regista vuol lavorare con questi sceneggiatori, che prendono fischi per fiaschi, la sua direzione si prospetta come una sgangherata rappresentazione da filodrammatici.

 

                 Risposta conclusiva a Silvio Rossi
Cito testualmente: “Quando si fanno delle si fatte affermazioni, occorrerebbe anche avere una base razionale o perlomeno documentarsi per sostenere ciò che si dice”.Silvio RossiTrucioli savonesi10.01.2009

 (dopo di che su questo argomento tacerò per sempre!)

Meglio tardi che mai !!! Conviene...CONTINUA
 

Esprimo il mio sentito cordoglio per la perdita dell'Amico Ettore Canepa, noto pittore spotornese, uomo di grande talento e rara intelligenza. 

Giacomo Accame - Ex Sindaco di Pietra Ligure
 
clicca  sull'immagine per ingrandirla  BananaDynamiteProject
 
MODA SAVONA

Dott. Virginio Fadda  e  Dott. Agostino Torcello

    La posizione del MODA ....e non solo per l'incontro con i  Sindaci   di Vado e Quiliano del 15 Gennaio 2009:

URGENTE DEPOTENZIAMENTO E METANIZZAZIONE COMPLETA DELLA CENTRALE TIRRENO POWER DI VADO-QUILIANO ABBANDONANDO DEL TUTTO IL CARBONE

 
Il fondo finanziario australiano Babcock & Brown Infrastructure (BBI) che controlla i terminal carbonieri di Genova, Savona e Venezia ha confermato, attraverso la portavoce del gruppo, la volontà di cedere Euroports holding cui fanno capo gli accosti italiani...leggi…Il fondo finanziario australiano, secondo dati resi noti lo scorso novembre, essendo indebitato per circa 10 miliardi di dollari ed avendo annunziato la sospensione dei dividendi a tempo indeterminato, con la vendita di Asset punta ad ottenere a breve la maggior liquidità possibile.

Pesanti le conseguenze sulla compagine azionaria di tri (terminal rinfuse italia)  che si trova privo del socio "forte" sul quale si fondava il progetto di rilancio delle funivie con i connessi investimenti sul parco carbone della Italiana Coke ed il rinnovamento dell'impianto funiviario.

Anche il progetto di concentrazione a Savona dello sbarco del fossile non - Tirrenopower subisce un colpo durissimo, in attesa che si faccia avanti un nuovo socio di"peso" così come  la garanzia sull'extragettito, che prevedeva l'anticipo di 250 milioni di euro garantita da BBI per il progetto della piattaforma di Vado Ligure, sembra non avere più chance, stante uno scenario di crisi del traffico contenitori che andrà oltre il 2010, a detta dei commentatori più ottimisti.

 

                     UN REGISTA DA "POLPETTONI".
Cittadini liguri, un momento di attenzione! Il Presidente "protempore" della Regione Liguria ha deciso di cambiare mestiere diventando "regista" delle opere pubbliche che gli possano dare lustro, anche se , nelle singole  fattispecie, il suo contributo sia stato eguale a zero, o quasi…leggi…siccome si vota tra un pugno di mesi, tutto fa brodo, specialmente  il tagliare nastri a sbafo. Ricordate l'ospedale di Albenga? Il nostro e la sua giunta,  erano addirittura contrari che si facesse, ciononostante ha sfoderato la  forbice, e zac, il nuovo nosocomio e' diventato cosa sua!!!

Vediamo il menu: inforcata la cuffia ed il megafono, il  gerundio stila il catalogo delle "sue" grandi opere, con l'avvertenza che non tutte sono finanziate(e finanziabili).

Che importa! Occorre fare fumo sulle incompiute: giù  allora con la ferrovia del ponente, le aurelie bis, la metropolitana, le nuove piattaforme di Vado e Genova.Insomma quello che appare "maturo" diventa oggetto di "regia": che in parole povere significa, viste le abitudini inveterate della casta, non solo procacciare i finanziamenti, anche per  opere inutili, ma soprattutto agire affinchè vadano alla imprese amiche, alle onnipresenti coop, agli industriali vicini al PD. Questa e' la politica, per i sedicenti democratici, non tanto rispondere ai bisogni reali dei cittadini, ma lo spendere comunque denaro pubblico per omaggiare gli amici e gli amici degli amici.

E se questo non riesce al 100%, tutto quello che si può fare per clientes e famiglie contribuira' non poco a propiziare voti e consensi alla prossima tornata elettorale. Viva la regia,viva la democrazia!!!!

 

                      NEGRI O.K. CANAVESE K.O?
Parte, dopo una storia infinita di ricorsi e carte bollate, il riempimento di calata Bettolo, a Genova Sampiedarena e la nuova piastra contenitori del porto sembrerebbe, usiamo il condizionale, anticipare nettamente l'avvio della piattaforma Maersk di Vado Ligure, che tutti considerano al palo, checche' ne dica e speri Canavese  ed i suoi supporters...leggi…La nuova piattaforma genovese, se verranno rispettati i tempi, sarà in grado di soddisfare ampiamente  la modesta crescita di traffico contenitori prevista nei prossimi anni.

Non e' un mistero che i due progetti, quello del terminalista Luigi Negri e quello della Maersk, apparivano in netta concorrenza tra di loro, anche prima della devastante crisi economica che sta logorando non solo l'occidente, ma  la stessa Cina, il cui modello di sviluppo presupponeva che il trend di consumi statunitense ed europeo continuasse con ritmi forsennati e che quindi la domanda di merci imponesse la costruzione di  nuovi approdi "cinesi". Il piano regolatore, voluto dalla miopia dell'ente porto, della regione, della provincia e dei comuni succubi del mega Presidente, riceve dure e definitive smentite dalla realtà ed e' tempo che si ponga il problema  della drastica revisione  di 2 punti critici: piattaforma e porticciolo di Savona. In questa ottica, le idee abbozzate dall'ing. Cuneo per Italia Nostra, meritano un approfondimento per quanto attiene lo spostamento del terminal crociere nella rada di Vado Ligure, liberando così il porto di Savona ad un utilizzo turistico - commerciale di grande valenza economica.

Come si vede, esistono proposte alternative, aldilà dei progetti"mostruosi" generati dalla pura mercificazione del territorio e dell'ambiente.

 

SCONTRO TRA IL PD ALASSINO E LAIGUEGLIESE E IL PRESIDENTE DI SCA (Servizi Comunali Associati)
Le affermazioni del coordinatore dei “Democratici” alassini sono al vaglio dei nostri legali perché, oltre la menzogna politica, riteniamo esistano gli estremi per una denuncia per calunnia, a tutela di amministratori e dirigenti della SCA....CONTINUA...Roberto Socco (Presidente SCA S.r.l.)

ALASSIO - La storia di SCA srl è purtroppo costellata dall’insorgere di continue

incongruenze amministrativo-contabili, segno innegabile di gravi difficoltà di carattere

manageriale e preoccupante incapacità nel trovare soluzioni chiare ai problemi

generati nel tempo.Non è più possibile aspettare...CONTINUA...Il Coordinamento del Circolo Territoriale di Alassio - Il Coordinamento del Circolo Territoriale di Laigueglia





SONO TORNATI QUELLI DI  BananaDynamiteProject

 

Quindicesima  puntata -

COME NON SI AMMINISTRA LA COSA PUBBLICA A LOANO

                                                       di Gilberto Costanza 

A LOANO MANCA  IL BILANCIO SOCIALE. QUANDO VERRA’ ISTITUITO?

L’Assessore al Bilancio OLIVA risponde a “sue” domande  l’Assessore al Sociale LETTIERI  risponde genericamente e fa una elencazione di “progetti” e “iniziative”....CONTINUA

 

IL MISTERO DEI CALENDARI ...
Cara Redazione,

siamo  dipendenti del Comune di Savona e vorremmo segnalarvi ....

Da tre anni il Comune di Savona stampa il calendario dei Quartieri e quest'anno é stato dedicato al Quartiere della Terza Circoscrizione. Gli anni scorsi per averne uno era sufficiente rivolgersi al gentilissimo Dott. Giannotti dello staff del Sindaco e non vi era nessun problema...quest'anno la cosa é totalmente diversa.

I calendari solo gelosamente custoditi in un armadio dall'Assessore Lirosi e ogni qualvolta che qualche persona, sia essa dipendente comunale o Cittadino chiede di averne una copia all'infaticabile signora Liporace, segretaria di Lirosi, la risposta é sempre la stessa: "l'Assessore mi ha “proibito” di darli. Li consegna personalmente.  Cosa significa? Bisogna risparmiare!

E vediamo a chi li da.

1) Speriamo non venga usata la macchina del Comune con tanto di autista.

2) Speriamo non faccia il giro dei posti più graditi, ad esempio la parrocchia di San Lorenzo che solo per caso è la stessa del nostro assessore.

3) Speriamo vengano distribuiti a decine in tutte le parrocchie.

Ora qualcuno può chiedersi ma questo calendario con i soldi di chi viene stampato?

Il signor Lirosi contribuisce?

Noi dubitiamo si tratti di soldi di tutti i contribuenti savonesi. Nulla di illecito. Intanto questo calendario fa far bella figura proprio a Lirosi. E quanta invidia tra alcuni colleghi di Giunta! Al punto che avrebbero chiesto al Sindaco il motivo di questa gestione. La minoranza consiliare si è accontentata di poche copie. Ma con tutto quello che bolle in pentola a Savona, vale la pena “litigare” per un calendario.

Un cordiale arrivederci !!!

 

I PENSIONATI DEL QUARTIERE E ZONE LIMITROFE RINGRAZIANO IL CONSIGLIERE COMUNALE GIUSEPPE CASALINUOVO PER L’INTERESSAMENTO E LA TENACIA CON CUI HA PERSEGUITO UN OBIETTIVO DI INTERESSE COMUNE QUALE L’APERTURA DI UN NUOVO UFFICIO POSTALE IN VIA PIETRO GIURIA

 

S.P.E.S. PESSIMA DEA!

Per comprendere questa vicenda, dove la casta che ci sgoverna, dimostra pienamente tutta la sua fallibilità, alcune spiegazioni preliminari: La SPES , società partecipata enti savonesi tra cui la provincia (che detiene il 25%) e' presieduta da anni da un illustre concittadino, il prof. Alessandro Schiesaro, docente di latino alla Sapienza nella cattedra che fu di Ettore Paratore. Col sostegno  di questo c.d.a e di questo collegio di revisori ...CONTINUA

 
MODA SAVONA

Dott. Virginio Fadda  e  Dott. Agostino Torcello

Il Moda risponde al sindaco di Vado Giacobbe

In risposta alle dichiarazioni del sindaco Giacobbe di Vado  registriamo che dopo circa un ventennio, lo stesso propone il depotenziamento della centrale ma "dimentica" anche la completa metanizzazione; tale richiesta ...CONTINUA
 

FONDI HAVEN NON UTILIZZATI DAL COMUNE DI ALBISOLA SUPERIORE 

La petroliera Haven affondò, ad aprile del 1991, al largo di Arenzano, dopo un’esplosione che provocò la morte del comandante e di quattro marinai e la fuoriuscita di 144mila tonnellate di greggio, in parte andate a fuoco e in parte versate in mare e sulla costa, che durante le laboriose opere di bonifica sono stati aspirati dai sub che si sono immersi fino a 80 metri.

I lavori di bonifica...CONTINUA
 

BBI vende il 30% della sua partecipazione azionaria nel settore portuale Europeo  di Patrick Saracco da Edimburgo

Babcock & Brown Infrastructure Group ha annunciato di aver venduto il 29.7% circa della sua partecipazione azionaria nel settore portuale Europeo a due investitori esterni per circa 248.85 Milioni di dollari. L’azienda...CONTINUA

 
SONO TORNATI QUELLI DI  BananaDynamiteProject
 
            PROBLEMATICHE DELL'ARENILE SAVONESE
 
Il sottoscritto Consigliere Comunale in riferimento a : “ continua e costante erosione del litorale Savonese in particolare nel tratto compreso tra la foce del Torrente Letimbro e l’arenile del Quartiere di Zinola...CONTINUA
 
MERCATO IMMOBILIARE IN CADUTA LIBERA, MA IN LIGURIA  SI CONTINUA A CEMENTIFICARE
Il settore degli alloggi turistici stenta a riprendere fiato e il valore degli alloggi in vendita e in locazione diminuisce. Prezzi delle case in picchiata e numerose agenzie costrette a chiudere i battenti...LEGGI
 

In merito all'articolo CELLE LIGURE - A PROPOSITO DE " IL MULINO" ALCUNE DOMANDE IRRIVERENTI  

Gent.mo/a Sig.re/ra autore delle "DOMANDE IRRIVERENTI" al Movimento Il Mulino …… Perché non collabora con noi?

Venga con noi e ci aiuti ad accrescere, se possibile, la trasversalità di cui ci trova carenti, come da Lei affermato nel suo articolo.

Si accorgerà, invece, come questa sia alla base della nascita del movimento il Mulino.

Trasversalità è per noi ricerca del collante che possa unire le persone di buona volontà e l'eliminazione di ciò che divide tali persone. 

Cerchiamo un'alternativa a quello che parrebbe essere teatrino di finta divisione sugli ideali dove gli attori sembrerebbero attraversati da una incredibile unità di intenti solo intorno al "business". 

Il nostro collante lo abbiamo trovato invece per mezzo dei seguenti punti:

-)         visione della politica solo come servizio/volontariato

-)         piano strategico.

Relativamente al primo punto, che potrebbe sembrare solo retorica, il fatto che il 90% degli iscritti al movimento il Mulino svolga una qualche forma di servizio, testimonia a maggior ragione che non stiamo parlando di aria.

Il piano strategico è poi come vediamo Celle tra 10/15 anni, come la sogniamo. Questa è la nostra meta, le scelte che faremo saranno per raggiungere tale traguardo.

Inoltre, come dicevamo sopra, non ci siamo limitati a trovare il nuovo collante, ma anche ad eliminare ciò che divideva: partiti, leader troppo ingombranti/coinvolti con la logica partitica. Scelte a volte anche difficili e dolorose, ma necessarie perché si potesse realizzare un nuovo spazio, da costruire con tutti, e dove tutti potessero trovarsi liberi e felici di entrare.

Quindi chi partecipa al nostro movimento lo fa a titolo personale. Esponenti e/o leader di partito nel movimento il Mulino non c'è ne sono proprio.

Ogni Mercoledì alla Muffa (presso i Piani di Celle), alle ore 21.30, ci incontriamo, principalmente, per costruire con chiunque abbia voglia di partecipare, il Paese che sogniamo per noi e per le generazioni dopo di noi. 

L'aspettiamo!

Movimento Il Mulino

 

                                               Maersk riduce ancora
Ancora dipendenti in esubero per la multinazionale Maersk che ha deciso di ridurre  di altre 100 persone il proprio organico direttivo...leggi...Non e' dato conoscere quanti saranno i "congedati" dagli uffici genovesi della compagnia. Certo appare assai strano aprire un nuovo ufficio in quel di Vado Ligure... guarda... aumentando indebite euforie sull'occupazione, per poi annunziare  siffatte "campane a morto".Comunque la giunta Giacobbe-Bovero continua a scommettere sull'investimento da 150 milioni di euro, così come il presidentissimo Canavese, che e' disposto a tutto pur di confessare che non ci sono le condizioni per l'investimento pubblico ne' per quello privato.

 

                                                      MAERSK
Questo articolo pescato in internet mi fa sentire ancor più pesante il futuro di Vado: rifletteteci bene, favorevoli!  LAURETTA FRANZIA

Porto canale, in fumo la carta francese in cassa integrazione per un anno tutti i dipendenti: amaro finale di partita

 

    RISPOSTA AL SIG. ROSSI dal Gruppo "Amici di Beppe Grillo" di Savona.

Conosciamo perfettamente il Sig. Bertolazzi con il quale abbiamo avuto modo didiscorrere dei problemi della centrale una sera ad un incontro del “Comitato per liberare la provincia di Savona e la Valbormida” e dobbiamo dire che, per quel poco che ci è parso, è risultato essere una persona molto preparata grazie al fatto, che...CONTINUA

Breve replica agli Amici di Beppe Grillo

(dopo di che su questo argomento tacerò per sempre!) 

Dio ci ha dato due orecchie e solo una bocca……inoltre  la ragione. 

a -“la vecchia commissione (quella di Prodi) stava per bocciare il progetto di ampliamento”

 stava per bocciarlo (voi dite)… ma non lo ha fatto!

b - La regione è  retta da una amministrazione di Sinistra (verdi e rifondazione inclusi)

c - La provincia è retta da una amministrazione di Sinistra (verdi e rifondazione inclusi)

d - Il comune di Vado è retto da una amministrazione di Sinistra (verdi e rifondazione inclusi)

e - Il referendum per annullare la “devolution” fu organizzato dalle sinistre.

 La Lega a Savona come voi dite prende il 5%…purtroppo le sinistre prendono molto di più e quindi ….. 

Silvio Rossi  LEGA NORD

 
SONO TORNATI QUELLI DI  BananaDynamiteProject
 
                               Tempi duri per le Fondazioni!!!!
E' fallita la LEHMAN BROTHERS, la 4° banca d'affari del mondo mandando in fumo miliardi di titoli e le conseguenze del crack si fanno sentire anche a livello ligure, dove due FONDAZIONI medio piccole, essendosi fidate troppo dei rating, oggi si trovano con minusvalenze e perdite secche di notevole portata.

 Se, in totale, il buco ammonta ad oltre 100 milioni per tutte le fondazioni ex bancarie, i piu' sfortunati appaiono quelli di Carispe che hanno venduto 20 milioni di euro  per un'analoga cifra di obbligazioni strutturate  LEHMAN: oggi registrano una perdita potenziale di 20 milioni piu' la minusvalenza contabilizzata ...leggi...Anche la nostra fondazione, la savonese DEMARI, ha nel suo portafoglio un'obbligazione LEHMAN, a tasso fisso del 4%,con scadenza 2015, del valore nominale di 3,24 milioni di euro, allocata tra i titoli immobilizzati che, a seguito del crack del colosso statunitense, e' stata svalutata del 74%. Nel complesso, ad oggi, la  disponibilità delle risorse per le erogazioni registra un calo del 21% rispetto alle previsioni antecrisi.

 Una gran brutta notizia, quindi, che si riflette cupamente per gli anni futuri: di fatto, in una contingenza come l'attuale, risulta quanto  mai azzardato formulare una  quantificazione delle risorse a disposizione nell'arco del triennio.

Il tema del risparmio diventa ancora piu' stringente se si pensa che la FONDAZIONE, nonostante possieda immobili come il palazzo di via Aonzo, ha ritenuto di acquisire una "nuova" sede in un condominio, impegnandosi in ammortamenti per 1,097mila euro; se aggiungiamo poi che  il comune di Savona chiede allaFondazione di contribuire   alla realizzazione di un Centro Congressi sul Priamar, per un onere di 442mila euro, diventa piu' netto il quadro delle difficoltà che l'Ente si accinge ad affrontare nel prossimo triennio. Gli amministratori sono comunque ben consapevoli delle complessità presenti e future e si accingono a formulare un piano di tagli e di risparmi che investa anche le spese di ordinaria amministrazione (indennità di carica comprese).

 
SONO TORNATI QUELLI DI  BananaDynamiteProject
 
 ORSI CANDIDATO SINDACO. CORONA, TESSORE E VIGO CONTRO
Da un po’ di tempo circola la voce che alle prossime elezioni comunali di Albisola Superiore si voglia candidare a Sindaco, il Senatore Franco Orsi. A sostegno di questi voci(non sappiamo quanto fondate) il lamento di Orsi per  il fatto che da Senatore  non può incidere, in modo efficace, sul territorio e, quindi, in mancanza di un candidato forte a lui gradito, la sua intenzione  di scendere in campo.

Per molti, anche l’entrata nel gruppo La Filanda (Golf e operazione ex Astor) delI’ Impresa Cappelluto di Loano è un altro segnale  a favore della candidatura del Senatore. Cappelluto è da sempre vicino a Forza Italia e pare sia stato lo sponsor elettorale proprio di Franco Orsi.

Gli unici che potrebbero creare qualche difficoltà al Senatore sono i Consiglieri Corona Tessore e Vigo; i tre, infatti, stanno lavorando per formare una lista civica alternativa sia al centro sinistra (Candidato Trogu?) che a Franco Orsi.

 
                                       DISCARICA A CIELO APERTO
A pochi metri dall'oasi ecologica che riveste un' importanza fondamentale per Albisola Superiore, cioè l'area in cui i cittadini del Comune possono conferire i loro rifiuti differenziati , a fianco della storica fabbrica della ghiaia,assistiamo increduli ad una discarica a cielo aperto. Sperando nel buon senso degli organi preposti ci auguriamo che la zona venga sistemata al più presto ...VEDI
Diego Gambaretto Coord. F.. verso il PDL Albisola Superiore
 
SONO TORNATI QUELLI DI  BananaDynamiteProject

 

SALDI ALL'OUTLET DI SERRAVALLE

MA LA  SOCIETA' AUTOSTRADE NON LO SA

Code ai caselli di Serravalle e persino a Vignole Arquata; in mancanza di  personale per aprire nuove piste le code hanno raggiunto anche i 10 chilometri.

Assalto all’Outlet, ma serve una soluzione per il casello dal SecoloXIX

 
da La Repubblica LA POLEMICA LE NOSTRE NOMINE? BASATE SUL MERITO 
 Un intervento di  CLAUDIO BURLANDO CLAUDIO MONTALDO
 
SONO TORNATI QUELLI DI  BananaDynamiteProject

 

Quattordicesima puntata -

COME NON SI AMMINISTRA LA COSA PUBBLICA A LOANO 
di Gilberto Costanza

Il Consigliere Miceli dichiara “ L’Amministrazione di Loano ha messo le mani nelle tasche dei loanesi” ...LEGGI

 

                                GLI AUGURI DEL "BENACCETTO"
Pagina impegnata a tutto gas sui problemi dell'economia savonese e sugli scenari futuri, scritta con la solita chiarezza e con pretese di oggettività "anglosassone"…leggi…Ma per chi sa cogliere i segnali detti o solo accennati, non sfugge che, ancora una volta il giornalista più amato dai "poteri forti" ha voluto augurare tutto il bene possibile a costoro, e qualche disgrazia in più ai rompiscatole che creano problemi.

Ai primi  un pronostico pieno di tanta edilizia (non basta mai) che  appaghi la loro insaziabile fame di territorio, a monte o a valle, all'interno o sulla costa, da vendersi a piene mani e a caro prezzo. Quando non ce ne sarà più ed il terreno cementizzato sputerà a mare l'eccesso, faremo come a Montecarlo.

Ai "gufi" che ,nonostante gli illustri architetti e i megaprogetti portuali, continuano a difendere una certa idea di Savona , del suo habitat e del suo turismo, il "benvoluto"  augura, addirittura, che il TAR dia loro ragione, per inchiodarne le responsabilità di fronte alla società civile ed ai lavoratori.

Saranno loro gli unici responsabili se la crisi durerà più a lungo del dovuto in provincia. Se va male, saranno giustamente crocifissi: una beatificazione attende invece gli avveduti maestri del cemento e della cazzuola, che potranno dire a ragione: ve l'avevamo detto!!!

 
Qui Celle -Inverno 2008 - file PDF

  UNA PRECISAZIONE SUL PALASPORT DI CELLE LIGURE
In riferimento al vostro articolo sul movimento il mulino, vi scrivo queste poche righe per fare chiarezza sulla gestione del palasport di Celle Ligure.

La gestione della struttura, sita in località Natta, attualmente è affidata all'associazione dilettantistica pallavolo, di cui Vallarino Lorenzo ne è il presidente.

Questo servizio è nato da una delibera di giunta comunale n°169 del 29 Dicembre 2006 "affidamento del servizio di gestione dell'impianto sportivo sito in località Natta".

Con determinazione n°29 del 06 Febbraio 2007 "INDIZIONE GARA D'APPALTO MEDIANTE PUBBLICO INCANTO PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELL'IMPIANTO SPORTIVO, DENOMINATO PALAZZETTO DELLO SPORT, SITO IN LOCALITA' NATTA, per il periodo 01.07.07 al 30.06.2010.

LA GARA effettuata in data 19 Aprile 2007 ore 10.00

IL VERBALE approvato con determinazione n°177 del 09 Maggio 2007

 

IL GATTOPARDO e i Tancredi  nostrani   di Silvio Rossi

Caro Dott. Franceschi comprendo perfettamente le sue considerazioni,  sono anni che si sta lavorando per riportare la città e il comprensorio savonese alla sua antica fonte di economia e cioè al carbone e tutti hanno taciuto specialmente i vari Vasconi e Zunino e i loro luogotenenti locali , che hanno invece preferito interessarsi dell’alga “unicum” e dello scoglio dello Madonetta, naturalmente ben supportati dai giornalisti  di “La Repubblica” (chissà come mai!) e distogliere l’interesse della popolazione da questo argomento.  Al contrario se...CONTINUA

 
Altra Savona

Il Mondo degli anziani  di   Roberto Lampani

In questo periodo di festività colpisce ancor più quando si incontrano persone anziane spesso rimaste sole nel cui sguardo prima che nelle parole si legge tutto il disagio di quello che semplicisticamente si usa chiamare il “mondo degli anziani” e non può non venire alla mente ....CONTINUA
 
E' morto don Gino Lagasio, storico parroco del Duomo

Il vescovo rilancia il fondo “emergenza famiglie” e contribuisce con 10000 euro

Si possono effettuare le offerte direttamente presso gli uffici della Caritas e della Fondazione che sono aperti tutti i giorni, dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18, oppure per usufruire della deducibilità e detraibilità fiscale con bonifico bancario sul conto: IBAN IT 66 D 06310 10603 000 000 860580 intestato a Fondazione Diocesana Comunità Servizi Onlus causale: “FONDO EMERGENZA FAMIGLIE”.

 
IN QUESTI GIORNI ABBIAMO RICEVUTO TANTI  AUGURI.
PUBBLICHIAMO I PIU' SIGNIFICATIVI (clicca sull'immagine per vederli in formato originale)
 


IL MULINO ruota di scorta del solito Renato Zunino?

CELLE LIGURE - A PROPOSITO DE “ IL MULINO” ALCUNE DOMANDE IRRIVERENTI

 Leggendo le dichiarazioni di  Lorenzo Vallarino circa il movimento Il Mulino e la situazione a Celle sul SECOLOXIX …leggi… sorgono spontanee alcune domande:

-Come può affermare di essere un movimento trasversale non legato a partiti quando nelle proprie file annovera il fior fiore di Rifondazione Comunista leader cellese compreso, ed essendo  lui stesso  stato, negli anni ’90, vicesindaco  nella giunta  di Renato Zunino?

-Come può pensare di programmare cose per il futuro ritenendo marginale una buca nell'asfalto (ossia un problema attuale) affermando che non lascia tempo per interventi di ampio respiro? Vorrebbe forse mettere il carro davanti ai buoi?

Come  può affermare di essere estraneo all'attuale amministrazione quando ha ottenuto in gestione il Palazzetto dello Sport comunale  senza alcuna gara?

 
MACCHIA OLEOSA NELLA RADA DEL PORTO DI SAVONA di Antonio Gianetto

Molto spesso mi capita di vedere strane macchie, luccicanti al sole, oltre la diga foranea, in corrispondenza di piccoli serbatoi. A mia conoscenza soltanto le materie oleose, galleggiano ed hanno la proprietà di distendere la superficie del mare.
Che cosa contengono quei serbatoi e perché scaricano liberamente a mare, le acque di decantazione? Hanno i separatori delle acque oleose che non funzionano al meglio?
( almeno questo è quello che presumo ). Nessuno ha mai notato questo fenomeno?
Potrebbe essere provocato anche da acque di sentina, di navi ( le quali, però, solitamente, per evitare di essere beccati fanno queste cose al buio), rimorchiatori ( che, quando lo fanno, cercano di farlo in prossimità di qualche nave, o quando, danno a queste assistenza, per scaricarsi la responsabilità.
( Molto spesso, ho dovuto segnalare questa pratica ai piloti, e scriverlo a giornale nautico, in modo da mettermi il sedere a paratia ), o da altri natanti.
Quel che è strano però, è il fatto che io, il fenomeno lo vedo sempre nello stesso punto.

 
            Convegno: Per una Liguria senza inceneritori
- GUARDA GLI INTERVENTI DELL'ASSESSORE COSTANTINO, DI MARCO PIOMBO
DI PAOLO FRANCESCHI  e di molti altri
 

                          WATERFRONT: TUTTO TACE!
Neppure in sede di Consiglio comunale, i cittadini vadesi sono riusciti a sapere i nomi delle 2 imprese che avrebbero manifestato  interesse al project financing dell'area costiera che va dal pontile Vadoil alla foce del torrente Segno e che prevede, tra l'altro, un porticciolo da 250 posti barca, un cantiere e, nella zona terra, un auditorium ed altre opere pubbliche di primaria importanza. Ancora una volta occorre esercitare l'arte della congettura, facendo leva sugli affidamenti pregressi, non smentibili da parte dell'Autorità Portuale.

In data 7 giugno 2007, un comunicato ufficiale di via Gramsci, nel confermare l'assegnazione della piattaforma di porto vado all' ATI (Associazione temporanea di imprese) costituita da Maersk, Fincosit e Technital, respingeva la partecipazione  dell'altra ATI (Itinera, Coopsette, Codelfa) causa non meglio precisate carenze di requisiti di legge, aggiungendo l'auspicio che il gruppo Gavio, cui fanno capo Itinera e Codelfa, potessero essere coinvolti maggiormente sul comprensorio savonese…leggi

Un semplice augurio, per indorare la pillola dell'esclusione, ovvero qualcosa di più?

Nel frattempo, ad un anno di distanza, Codelfa si aggiudica, appaltante l' IPS, la trasformazione del Parco Doria in area artigianale…leggi

E se le due imprese che aspirano a costruire il waterfront  le andassimo a cercare tra le 3 escluse  dalla megagara del giugno 2007? Si accettano scommesse!!!

 
                                  OMELIA DEL VESCOVO

Il problema della denatalità, l’alcoolismo nei giovani, la sfiducia nella partecipazione politica, la crisi economica, la carenza di posti di lavoro, l’aumento delle famiglie in difficoltà, l’emergenza casa, la violenza sulle donne. Non ha voluto tacere nessuno degli aspetti poco incoraggianti del nostro territorio il vescovo nell’omelia della Messa “Te Deum” celebrata oggi pomeriggio in Cattedrale... LEGGI COMUNICATO STAMPA

                 
Ricerca personalizzata

LEGGI GLI INTERVENTI DI DICEMBRE  

Gli autori dei testi sono responsabili dei dati, delle analisi e delle opinioni in essi contenuti 

PERCHE’ UN GIORNO NON DICANO:
“NON LO SAPEVAMO”
 I COMMENTI
PRESENTAZIONE - sala rossa
- Finale Ligure
Sanremo
VUOI PRENOTARE UN VIAGGIO,
ACQUISTARE, MATERIALE INFORMATICO
visita i migliori siti

 ENTRA