LINKS

SCRIVICI
o telefonaci: 3468046218

MAILINGLIST

ARCHIVIO

















 da l' archivio de
"La Repubblica"
TUTTI GLI ARTICOLI DI MARCO PREVE
TUTTI GLI ARTICOLI  DI LUCIANO ANGELINI
www.truciolisavonesi.it 
spazio di riflessione per Savona e dintorni
Nuovo aggiornamento il 4 gennaio
IL BLOG DI NICOLA STELLA (ILSECOLOXIX)
IL BLOG di MARCO PREVE
Osservatorio on line sull'edilizia
 

        Il Comune di Savona sostiene il casello ad Albamare?

Nel vostro pezzo Facce di Bronzital, il sindaco ha presentato il bilancio di fine anno che appare retorico e sostanzialmente vuoto.

Però dice una cosa che mi ha sorpreso: Dice che il Comune di Savona sostiene il casello di Albamare.

Diverse domande sorgono:

ma il PUC cosa lo fanno a fare? Stanno per concluderne la discussione e lì il casello di Albamare non c'è; c'è invece (ma solo una traccia nel documento degli Obiettivi) il casello a Lavagnola.

Da che discussione e conseguente delibera consiliare emerge questa decisione?

Il casello di Albamare presenta vantaggi e svantaggi: dove è la valutazione di entrambi?

la collocazione del casello autostradale è una decisione importantissima per una collettività; noi la riceviamo come assunta negli auguri di natale?

L'augurio che faccio io per il 2009 è che, finalmente, emerga un barlume di rispetto per la collettività e quindi che le decisioni avvengano nelle sedi giuste con le procedure giuste in un quadro di trasparenza e responsabilità.

Roberto Cuneo

 

CELLE LIGURE –  AMMUCCHIATA ELETTORALE .

TUTTI CORRONO PER  FAR VINCERE UNO SOLO (RENATO ZUNINO)

Proliferano le liste, in lizza almeno in cinque ( sei, se contiamo anche “Il Mulino”)…leggi…e Renato Zunino, candidato della lista “Insieme per Celle”,” ha la vittoria in tasca.

La strategia dell’ex sindaco (dividi et impera)  sembra funzionare a meraviglia. L’invito di molti cellesi ad unirsi in un’unica lista  per cercare di vincere le elezioni del 2009 pare sia caduto nel vuoto. A Forza Italia, con l’arroganza politica che  li contraddistingue, pensano di vincere facile in ogni comune e il leader imperiese pare abbia bloccato ogni trattativa. Che  Renato Zunino sindaco faccia comodo anche al centro Destra?

 
berruti                                    FACCE DI BRONZITAL!!!
Secondo il delirante titolo di questo articolo online, il 2008 sarebbe stato caratterizzato da "grandi opere pubbliche" a cura e per conto del comune di Savona…leggi… Sì, perchè secondo un certo Federico Berruti, non viviamo in una città degradata ed inquinata, sempre più grigia e spopolata, al di là delle classifiche giornalistiche che lasciano il tempo che trovano.

Siamo in presenza, secondo lui, di un vero rinascimento di opere "pubbliche" come  la torre Bofill, il Crescent, che  il Comune di Savona e i suoi 2 ultimi sindaci, Ruggeri ed il nostro, hanno fortemente voluto sotto la forte mano del presidente Canavese e che esibiranno ai posteri come  il loro grande lascito ai savonesi.

Purtroppo, questo "popolo ingrato e maligno" continua a lamentarsi: gli offrono una torre da 80 metri in fregio del porticciolo e  osano ribattere che il territorio frana sotto il peso di cubature sfrontate ed inaccettabili.

Vedi la scarpata di Piazzale Moroni; guarda via Scotto, tartassata sino al franamento; osserva il buco dov'era il cinema Astor, un cancro maligno che destabilizza via Pia e via Aonzo, pinacoteca compresa. Domani piangeremo sulla trivella che sbudellerà la collina  di Valloria, trapassandola in sotterranea, come una talpa malefica. Ogni giorno, un crollo.

Ma per il sindaco e l'assessore "similcrozza" siamo nella migliore urbanistica possibile. Avanti così: sotto col "binario blu".

 
       OROSCOPO 2009 DEL PDL a cura dei giovani forzisti
L'anno sta per finire e il 2009 sarà ricco di appuntamenti politici molto importanti per la nostra Provincia ; vi inviamo l'oroscopo dei personaggi più rappresentativi che operano nella nostra Provincia nelle file del Centro Destra, non siamo veggenti ma sono notizie che in questi ultimi giorni frenetici circolano nelle segrete stanze...e veniamo a noi !!
Angelo Vaccarezza salvo gli ultimi intoppi legati alla disponibilità o meno che darà l'Avv. Francesco Ruffino alla sua eventuale accettazione di candidatura alla Presidenza della Provincia sarà il "candidato " di tutto il centro destra e per lui sicuramente sarà un anno "super" ed ora esaminiamo i papabili futuri assessori 

non dimentichiamo che a differenza di altre volte la squadra di governo é già da tempo nella testa del Ministro Scajola al quale va tutta la nostra riconoscenza per il lavoro che sta egregiamente svolgendo per il Paese e per la nostra Provincia!!) in Alleanza Nazionale sembra oramai fatta per il giovane Luigi Bussalai preferito a dispetto di altri colleghi di partito per la sua moderazione; Federico Delfino sfumata oramai la possibilità di essere candidato alla Presidenza della Provincia (ipotesi per altro mai data per certa ma casomai uscita più per giochi interni a Forza Italia e che comunque non é mai stata nella testa del Ministro) difficilmente avrà spazio in giunta e si dovrà accontentare del ruolo di capogruppo nel Comune di Savona, per Livio Bracco sarà l'anno che finalmente si avvererà il suo  sogno di Assessore é praticamente certo (ha lavorato tantissimo in questi anni!!) insieme a Piero Santi forte del suo grande consenso elettorale ma soprattutto da sempre amico e fedelissimo del Ministro Scajola (non dimentichiamoci che per lui il Ministro Scajola si mosse da Imperia con scorta al seguito per essere presente alla festa di Santi per la nomina a Cavaliere e dove lo definì pubblicamente suo pupillo consacrandolo di fronte ad una platea di oltre 500 partecipanti), anche per Carlo Cipollina sarà l'anno buono infatti per lui é pronto un posto di Assessore o meglio di Presidente dell'ACTS cosa a lui molto gradita!! Per il resto della Provincia vediamo un roseo futuro per il Sindaco di Calizzano  Ico Mozzoni grande vecchio democristiano anch'egli legato da vecchia data ai fratelli Scajola, sul ponente tutto é ancora in ballo anche se sicuramente uscirà dal cilindro una giovane e baldanzosa ragazza che lasciamo a voi immaginare!!!...La lega Nord sicuramente avrà un forte peso nella nuova Amministrazione di Palazzo Nervi ma qui i giochi sembrano ancora tutti aperti !!

Infine buon anno a tutti e insieme diamoci da fare affinché il 2009 sia veramente l'anno buono per tutto il centro destra !! Auguri !!!! 

I giovani forzisti

 
Comitato Uniti per la salute

Recentemente (28 dicembre) abbiamo letto l’ennesima dichiarazione  della dirigenza della Centrale Termoelettrica tendente a minimizzare l’impatto della stessa sul territorio. Premettiamo che l’avversione alla combustione del carbone non è una posizione aprioristica, ma è suffragata in modo, crediamo ormai inconfutabile, dalla letteratura scientifica internazionale (si pensi che dal 2005 nel nostro Paese è vietato bruciare carbone per riscaldamento!)

Anche noi rispettiamo le opinioni di tutti e ....CONTINUA
 
 E' bruciato (di nuovo) lo Stabilimento della Margunaira a Ventimiglia
Frighi vecchi e cortocircuiti, o n'drangheta e camorra?
Che ognuno faccia il suo lavoro, senza prestarsi al gioco dell'omertà....LEGGI
 

                                                    118 a piedi in Villapiana
il 22/12/08 come è apparso su IL SECOLO XIX del 23/12/08 per soccorrere un anziano caduto dallo scooter in P.zza Brennero gli operatori del 118 hanno dovuto fare 200 metri a piedi perchè il traffico era bloccato e l'automedica non aveva fisicamente lo spazio per poter passare e questo per l'intasamento che si registra tutti i giorni in Via S.Lorenzo a causa del ridotto spazio stradale che resta con la nuova viabilità che prevede parcheggi da entrambi i lati della carreggiata.

Fortunatamente l'anziano non era grave ma se invece lo fosse stato, se invece per questioni di secondi persi avesse potuto perdere la vita di chi sarebbero state le responsabilità? Certamente non degli operatori del 118.

Ecco , questa è una cosa che noi del comitato P.zza Saffi-Villapiana abbiamo sempre e dall'inizio della nostra polemica  posto come situazione pericolosa per il quartiere. Non pensiamo solo a Via Torino e Via Piave ma pensiamo a tutto il quartiere. Si ricordino i nostri amministratori che esistono delle Leggi nel nostro paese che danno la possibilità ai singoli di costituirsi parte civile contro le amministrazioni in caso di calamità o altro dovute all'uso sbagliato dei poteri.

MASALA MARINO membro del  Comitato P.zza Saffi-Villapiana     

 

LE STRANE "GARE" DEL PRESIDENTE!!! 

 Mentre il porto di Genova prevede, nel suo sito, una finestra dove vengono elencate le gare in atto ed anche i loro esiti... da noi, sui bandi, solo  risposte generiche e dilatorie, come se non si sapesse che il "bando" prevede che il plico sia accompagnato dalla firma del rappresentante legale, quindi...un facile riscontro...LEGGI TUTTO L'INTERVENTO


             WATERFRONT: CONTINUA LA NEBBIA!!!
Dopo che 5 banche avrebbero partecipato alla gara di servizi per garantire la quota pubblica del finanziamento alla piattaforma (350 milioni di euro)..leggi…in attesa che l'Autorità Portuale  comunichi, bontà sua, quale istituto si e' aggiudicato l'ambito incarico, altra "buona notizia"  da via Gramsci: ci sarebbero due imprese che hanno presentato la documentazione per la realizzazione del  waterfront, per una cifra complessiva di 30 milioni di euro...leggi... ovviamente anche in questo caso non si conoscono i nomi dei partecipanti all'appalto, così come  ancora e' ignoto l'istituto finanziario affidatario. 

 La riservatezza della segreteria, non sembra giustificata da ragioni di metodo ne' di merito. Per questo l' opinione pubblica, chiede a gran voce che le procedure escano dal vago e si informino i cittadini designando nomi e cognomi, pena la scarsa credibilità di una metodologia basata  sulla supposizione, certamente irregolare,  sul piano giuridico e passibile di impugnativa da parte degli aventi diritto.
 
QUALITA' DELLA VITA - SAVONA E' 47°  PERDE 7 POSTI, MA L'ANNO SCORSO NE AVEVA GIA' PERSI 15
Il  dossier realizzato dal Sole-24 Ore che, da oltre 15 anni, misura la vivibilità delle 103 province italiane attraverso una serie di dati statistici elaborati in 36 classifiche. Dal reddito all'occupazione, dalla natalità alla sanità, dai reati alle opportunità per il tempo libero, ecco il nostro ritratto dell'Italia....GUARDA LA CLASSIFICA
 
da il SecoloXIXCasa, allarme rosso  «Affitti alle stelle»
 

Dal blog di Grillo:.. senza parole e senza commenti

A quando un'assoluzione piena per Silvio Berlusconi? 

Dall’ Unità Berlusconi Silvio:
- 2 Amnistie (Falsa testimonianza P2 e Falso in Bilancio Macherio)
- 2 Assoluzioni per depenalizzazione del reato ( Falso in Bilancio All Iberian, SME-Ariosto)
- 8 Archiviazioni (6 Per mafia e riciclaggio e 2 Per concorso in strage)
- 6 Prescrizioni.
- 3 Processi in corso (Telecinco Falso in bilancio, Frode fiscale, Violazione anti-Trust, Caso Mills corruzione giudiziaria, diritti di Mediaset per appropriazione indebita, frode fiscale, Caso Saccà per corruzione).
Complimenti un bel “CURRICULUM GIUDIZIARIO” degno di TOTÒ RIINA e BERNARDO PROVENZANO, va bene che la costituzione prevede l’innocenza fino alla condanna definitiva, ma un assoluzione con formula piena esiste ? Certo che “DUE ARCHIVIAZIONI PER CONCORSO IN STRAGE” mi lasciano ALLIBITO
 
Dal Gruppo "Amic di Beppe Grillo" di Savona ...il discorso conclusivo del Presidente dell'Ordine dei Medici della Provincia di Savona al termine del corteo contro la centrale a carbone Tirreno Power di Vado-Quiliano e del suo ampliamento di 660 MW a carbone
 
                         WATERFRONT: ORE DECISIVE!!!
Domani, 29 dicembre alle ore 13 scadono i termini di presentazione delle proposte di riqualificazione del fronte urbano-portuale di Vado Ligure, un investimento di circa 30 milioni di euro totalmente privato a cui e' legato, in buona parte, il rilancio economico del centro città.  

Grande il riserbo da parte dell'autorità portuale sulla quantità e sulla qualità delle offerte sinora pervenute. Anche in sede municipale, la consegna  e' di mantenere la massima riservatezza: dalla giunta Giacobbe - Bovero, nessuna notizia e' sinora filtrata, in merito ai nominativi che concorrerebbero ad un project financing di assoluto rilievo per l'economia savonese, anche se, appare plausibile, che nel consiglio comunale convocato (non a caso) per le ore 17,30…leggi...il sindaco comunichi i nomi delle società che  hanno prodotto la documentazione sottoscritta dai rispettivi legali rappresentanti.

Di fondamentale importanza, per la credibilità dell'offerta, il piano economico-finanziario asseverato da una banca o da una società di servizi in cui compaia il costo dell'infrastruttura  nonchè la indicazione delle garanzie offerte  alla stazione appaltante.

 

                        THE BLUE SUBMARINE !!!
A differenza di quello dei Beatles, che era "giallo", questo e' Azzurro tenebra. I professionisti, nel nostro caso, sono 5+1, mentre il complesso di Liverpool, si fermava a  quattro.

Parliamo di ...uno studio professionale...la cui vicenda, iniziata  negli anni '90, rischia di essere coinvolta, a torto o a ragione, in una brutta vicenda di turbativa degli appalti, in quel di Firenze, nel mese di dicembre dell'anno corrente.

Ma cominciamo da principio: lo studio comincia a far parlare di se, sotto la guida esperta di Alfonso Femia e di Gianluca Peluffo (fratello del Consigliere di Stato, nonche' ex addetto stampa del presidente Ciampi), con progetti raffinati e  originali, che suscitano discussioni e polemiche. E’ il caso della passeggiata delle "Fornaci", fonte di infinite diatribe per il sindaco Gervasio. Meno contrastata la ristrutturazione dell'ex caserma Bligny di Legino: con successivi interventi, promossi dalla SPES di Magliotto, si attua una mutazione in Campus,  con caratteristiche di eleganza e leggerezza non abituali in una città  "pesante" come Savona.

Mentre il gruppo cresce, anche a livello europeo, diventando sicuro protagonista in Italia, nel nuovo secolo si misura con una ipotesi di Parco Priamar, (contrastato dai  volumi incombenti), nonche' con la ridefinizione dell'ex Metalmetron in area commerciale. A livello di idee, sono degli anni 2000 l'ipotesi di Torre San Michele (prevista nell'ex  Mottura Fontana, Oltreletimbro) seguita dalle cosiddette "torri" di Vado Ligure (granai Ferruzzi). Il gruppo propone anche un'ipotesi di  Waterfront per la zona cuscinetto (torrente Segno), Recentissimo il progetto per la nuova sede  dell’ Autorità Portuale.

Ci siamo limitati a ricordare come lo studio abbia lavorato molto per la citta' di Savona (meno per la provincia) e che quindi i cittadini abbiano per lo più  apprezzato edifici pubblici o privati pensati all'insegna di una modernità plausibile anche per l'uomo della strada.

Stupisce e dispiace quindi, vedere il sottomarino azzurro incagliarsi in una brutta storia di aste alterate, con tanto di intercettazioni telefoniche  stampate e diffuse sulla stampa locale e nazionale. Il magistrato pensa di aver trovato uno studio teso più a delinquere, intorbidando gli appalti, che dei professionisti ,"costretti", in qualche modo, ad accettare regole di un gioco piuttosto diffuso, soprattutto a livello di classe politica ed amministrativa. Siamo arciconvinti  di questo, senza voler fare sconti a nessuno e certi che il pesce puzza prima dalla testa che da altre parti del corpo. E se cominciassimo a parlare seriamente di meccanismi di legge per impedire il perpetuarsi della "casta", visto che in tutto il mondo democratico gli attori, sulla scena politica, si rinnovano, al massimo ogni 10 anni, mentre noi abbiamo il record di un professionismo che può durare anche mezzo secolo?

 
GILBERTO COSTANZA

Quarta puntata - Albo pretorio del Comune di Lano online

<A Loano c’è “trasparenza della gestione amministrativa”?>

di Gilberto Costanza 

Ogni inizio del mese viene affisso all’Albo pretorio l’elenco dei permessi di costruire rilasciati nel mese precedente. Lo stabilisce la Legge Regionale della Liguria 6 giugno 2008 all’ art. 31, comma 9, che così recita...CONTINUA
 

Risposta all’articolo di Silvio Rossi, Consigliere V Crc. LEGA NORD.

In merito al post scriptum in calce alla sua lettera vorremmo segnalare al

Sig. Silvio Rossi, che l'ampliamento della centrale a carbone di Vado-Quiliano, se verrà effettuato, sarà per opera della parte politica che sostiene !!!

A tal proposito, non potendo capire dallo scritto se quell'ultima frase

contenga o meno una buona dose di ironia, le domandiamo, come consigliere di circoscrizione e non come imprenditore, come possa lei e il movimento di cui fa parte essere contrario a un provvedimento (quello dell'ampliamento della centrale a carbone) emanato proprio dal governo che contribuite a sostenere con tanto vigore?

Savona, 27 dicembre 2009. Gruppo “Amici di Beppe Grillo” di Savona

 

IL MODA DENUNCIA L’INGANNO DI TIRRENO POWER SULLE EMISSINI:CON IL POTENZIAMENTO  PIU’ INQUINAMENTO

Lo studio di VIA per il "Progetto di ampliamento a carbone della centrale di Vado" presentato da Tirreno Power, in riferimento alle "emissioni complessive della centrale" sintetizzato a pag 20 dichiara che rispetto al 2006, anno di riferimento considerato da Tirreno Power, le emissioni complessive con il nuovo progetto invece che aumentare diminuiranno.

Dobbiamo tuttavia considerare che...CONTINUA

 
Altra Savona

       Anche il Ponente di Savona ha bisogno di “Altra Savna”,
sì avete letto bene, questo non è uno slogan, ma un tentativo per spiegare ai cittadini, nonostante le solite “cassandre”, il valore aggiunto che può dare a tutti un movimento a cui hanno aderito tanti cittadini veri, di ogni estrazione sociale, religiosa e credo politico, insomma una vera a propria trasversalità formata da persone che...CONTINUA  di Giorgio Gambaro

 

                              COMUNICATO STAMPA  PDL di Alassi

Alassio, 24 dicembre 2008

Nella serata del 23 dicembre si sono incontrate le segreterie alassine di Forza Italia e Alleanza Nazionale per i tradizionali auguri natalizi.

Contestualmente all’incontro conviviale si è dato atto...CONTINUA

 
754821758_normal

         ALL'ATTENZIONE DEI VADESI!!!!
Comunichiamo ai cittadin che il giorno 29 dicembre 2008, alle ore tredici scadrà perentoriamente il bando emesso dall' Autorità Portuale di Savona denominato:

"riqualificazione del fronte urbano/portuale di Vado Ligure".

Questo intervento, senza del quale, come dagli accordi  giunta Giacobbe-Canavese,  non solo non sarà possibile costruire la piattaforma Maersk, ma che dovrà partire contestualmente, se non prioritariamente, rispetto al riempimento della rada, prevede una serie di opere pubbliche con finanziamenti a carico di soggetti privati, per un totale di circa 30 milioni di euro.

Dette opere si articolano in 3 comparti e prevedono :

A) un porto turistico alla foce del torrente Segno in grado di ospitare circa 250 barche di medie dimensioni, comprese barche da pesca;

B) una nuova area urbana di alta qualità, con strutture pubbliche, commerciali, servizi, secondo le indicazioni di massima del progetto Cevini...guarda

C) strutture e volumi per un'area cantieristica, tesa anche a elevare uno schermo tra il centro di Vado e la Piattaforma;

I soggetti privati promotori metteranno le strutture pubbliche a disposizione del Comune e potranno avere una concessione demaniale superiore ai 30 anni. Per gli altri dettagli..leggi.

Responsabile del procedimento l'avv. Emma Mazzitelli, alla quale rivolgersi per ogni ulteriore chiarimento.

Tra meno di 3 giorni, quindi, sapremo se il progetto di "riqualificazione" che rappresenta, per la giunta Giacobbe, la condizione sine qua non per la credibilità di tutto l'assetto previsto (compresa la servitù portuale di una  banchina grande più del centro di Vado ) subirà il destino del finanziamento pubblico, travolto dalla crisi finanziaria mondiale, ovvero darà ai vadesi la possibilità di migliorare la foce del Segno, a prescindere dall'ecomostro di cui dovrebbe essere schermo.

 
Paolo Franceschi

                   Ipocrisie a ruota libera di Paolo Franceschi
Che il Presiente della Commissione Regionale per l’ Ambiente Vasconi  non abbia capito le motivazioni della commissione nazionale di VIA è per lo meno sbalorditivo.

Il Consigliere Vasconi infatti saprà bene che il progetto di ampliamento della centrale a carbone prevedeva una riduzione, seppur modesta, delle emissioni dei principali inquinanti, e cioè ossidi di zolfo (circa meno 7%), ossidi di azoto (circa meno 1,5%) e polveri (circa meno 3%).

E’ un dato di fatto che nessuno degli organi locali competenti ...CONTINUA
 

 MARGONARA, tra il Far West e l'asilo nido.. da Coord. Margonaraviva    Fcciamo un gioco: ciascuno di noi diventa il Sig.Canavese per cinque minuti. Siete pronti?

Torniamo col pensiero a quel giorno nero in cui una maledetta, corrotta e complottista commissione tecnica della regione rileva un'irregolarità nel progetto del porto della Margonara. Che sensazione terribile! Abbiamo lavorato strenuamente fino a ieri per portare un po' di benessere alla nostra povera Savona e oggi guarda cosa succede!?!?

Non ce lo saremmo mai aspettati che i nostri limpidi intenti di sviluppo non sarebbero stati compresi! Avevamo preparato tutto: il favore della politica, il placet del comodo mondo della cultura, il supporto della cittadinanza!! Eravamo tranquilli che tutto sarebbe andato come avevamo deciso. In fondo poi non lo facevamo per noi stessi, era solo un'opportunità per la cittadina.   Un fulmine a ciel sereno. Quello STOP non doveva esserci! Se fossero mancati i fondi saremmo stati tutti d'accordo: no soldi, no porto...è l'economia.

Ma quelli ci sono!!!! I nemici sono dovuti partire da lontano per fermarci, hanno dovuto attraversare addirittura Arenzano e Cogoleto quei manigoldi di Genova. Si credono ancora i signori della Liguria...ma i tempi sono cambiati e Savona ha alzato la testa! Non sia mai che Don Rino da Saña faccia decidere a dei forestieri quel che è meglio per il suo feudo.

Qui finisce il gioco e rinizia la realtà.

Il dott. Cristoforo Canavese in risposta a uno stop al progetto Fuksas da parte della regione ha prontamente esercitato il suo potere assoluto sul demanio affidatogli: revoca della concessione ai Bagni Madonnetta. Isterico, capriccioso, geniale?? A ciascuno le sue conclusioni; resta il fatto che se non ci saranno più i gestori dei bagni a pulire la spiaggia e i dintorni la zona verrà a essere realmente(finalmente??) degradata. E poi da riqualificare.

Sperando che il porto della Margonara rimanga solamente un sogno di qualche astuto imprenditore savonese, il coordinamento Margonaraviva si rammarica dell'ennesima beffa nella beffa: il ricorso al TAR(a spese di tutti noi contribuenti!) annunciato da Canavese; e BUON APPETITO!! Ma non ci perdiamo d'animo!! Nuove manifestazioni sono alle porte.

 

Finisce sotto "accusa" a Savona

la musica della Santa Messa di Natale 

di Alessandro Acquarone

“Mi è venuta in mente una parola di Sant’Agostino che dice: <cantare amantis est>. Fonte del canto è l’amore. L’educazione al canto, a cantare in coro, non è solo un esercizio dell’udito esteriore e della voce; è anche un’educazione dell’udito interiore, l’udito del cuore, un esercizio e un’educazione alla vita e alla pace.

Cantare insieme, in coro, e tutti i cori insieme, esige attenzione all’altro, attenzione al compositore, attenzione al maestro, attenzione a questa totalità che chiamiamo musica e cultura, e, in tal modo, cantare in coro è un’educazione alla vita, un’educazione alla pace, un camminare insieme”. Queste le parole di Papa Benedetto XVI al termine di un concerto corale (in particolare si trovava a Cadore, nell’estate 2007).

Ho partecipato, insieme a tantissimi altri, alla Messa di Natale, a mezzanotte.
 Un momento di..CONTINUA
 

                                       AZIONE RIFORMISTA E I FALO' 

La creatività del nostro sito "Azione Riformista- l'Europa dei Cittadini", nel bene e nel male, a dispetto e malgrado, si palesa per ciò che è senza alcuna necessità di megafono o biglietto da visita: dell'indifferenza forzatamente ostentata da alcuni soloni, delle parole inutili o addomesticate, della carta stampata suddita o prigioniera, da tempo abbiamo fatto simbolici falò.

 D'altra parte ben sappiamo quanto le nostre idee risultino indigeste a molti ma siamo altresì convinti, ovviamente con forte presunzione, che domani  tali idee saranno riconosciute e bene accolte da tutto... il pianeta: disincantati e liberi nel pensiero,operiamo, infatti,  per il domani. 

Rispettiamo le osservazioni, quelle obiettive, indispensabili per riflettere, correggere errori, crescere: ma poco stimiamo certi "letterati mestieranti", quelli per intenderci con indosso casacche di parte: già critichiamo vivacemente noi stessi e comunque, coerenza vuole, dignità vuole, che è preferibile un sibilo rabbioso ad un applauso mellifluo o ad un  baratto di ruffiana convenienza. Gianni Gigliotti  "NuovoPSI" Liguria    www.azioneriformista.it

 
Usa, internet batte i giornali di carta
la rete prima fonte d'informazione
 

AL PRSONALE DEL REPARTO 2/17 DELL'OSPEDALE S. CORONA E AI MEDICI NOZENGO E SORRENTINO CHE MI HANNO OPERATO E MI STANNO CURANDO.

A tutto il personale del reparto secondo diciassette  

So che è una palese violazione della privacy del reparto ma mi preme dire che un trattamento come quello ricevuto in questo reparto e in tutto l'iter della mia presenza in questo ospedale è difficilmente reperibile. Penso che starò qui ancora qualche giorno prima di essere dimesso ma con questa mia intendo ringraziarvi tutti Infermieri, assistenti medici, caposala.

Intendo anche ribadire che se autonomia aziendale significa questa organizzazione mi dispiace che ve la abbiano tolta. E dico ancora che nonostante i naturali screzi che in una comunità difficilmente si evitano, ho assistito ad un elevato tasso di collaborazione. Un invito a tutti: difendete questo vostro posto di lavoro con le unghie  con i denti.

Mi dispiace di non poter inviare questa lettera ai giornali- non conosco la password di uscita da questo computer per arrivare su internet. Un abbraccio a tutti  Giorgio Magni 

 

                  GLI AUGURI DI MARGONARA VIVA AL SIG. ROSSI
Gli interventi del Sig. Silvio Rossi su Uominiliberi, talvolta diettamente rivolti a MargonaraViva, forniscono uno spunto interessante per spiegare alcune linee di pensiero che accomunano le tante  e multiformi menti riunite dietro al coordinamento MV. Effettivamente non può che essere stimolante per noi questa sorprendente capacità di concentrare in così poche righe un numero così grande di concetti assolutamente opposti a quelli che ci ispirano, riuscendo anche a trovare lo spazio per uno sfoggio di cultura storica davvero inusuale rispetto all’abituale stile di comunicazione di certe parti politiche. Dunque ....CONTINUA

                                  UNA REPLICA DELL'AVVOCATO MAURO CERULLI
Non credevo che il solito intervento su queste pagine virtuali facesse tanto scalpore, perchè di solito vengo letto da Mino Rolletti e pochi altri amici, con i quali poi si discute in beata solitudine. Ma poichè questa volta la cosa ha avuto un seguito del tutto inaspettato e sono stato citato più volte, al fine di evitare qualsiasi equivoco, voglio precisare alcuni concetti che forse non traspaiono appieno dal mio breve e fugace testo.

Ho inteso ed intendo manifestare la mia piena ed incondizionata fiducia verso il mio Consiglio dell'Ordine, che è sempre stato retto, da quando esercito questa professione (e sono quasi 30 anni), da Colleghi di alta capacità e professionalità, pronti a sacrificare parte del loro tempo al bene della categoria, e di questo bisogna dar loro atto per onestà intellettuale.

Leggo dalle parole della Collega avv. Bellenda, che è intervenuta a sua volta per chiarire la sua posizione, che il Consiglio dell'Ordine ha già fatto quanto doveva fare e non posso che esserne lieto. E colgo l'occasione per esprimere il mio sincero apprezzamento per il suo intervento su questo sito. Quando ebbi a scrivere le mie prime righe ignoravo, come tutti i non addetti ai lavori, chi fosse la Collega interessata al caso. Nel leggere quanto essa ha coraggiosamente scritto, e conoscendola come professionista leale e corretta, del tutto aliena a fatti quali quelli ipotizzati, non posso che augurarle di uscire presto ed a testa alta da questa vicenda. Se un cliente, come talvolta accade, commette qualche birbanteria, non è giusto che ci vada di mezzo anche chi ha assunto il compito di difenderlo. Alla Collega va tutta la mia piena ed incondizionata solidarietà.

Buone Feste a tutti i lettori di Uomini Liberi e Trucioli Savonesi. 

Mauro Cerulli

 

                            Gli azzeccagarbugli.    di SILVIO ROSSI

Rispondo al C.te Gianetto, dopodiché non replicherò ulteriormente, peril semplice motivo che  penso che non riusciremo mai a convincerci a vicenda…oltretutto  non ho molto tempo a disposizione da dedicare a queste cose, mentre comprendo che i miei eventuali interlocutori ne hanno moltissimo, a giudicare dagli innumerevoli articoli prodotti su “uomini liberi.”  

Io faccio l’imprenditore...CONTINUA
 
da La Repubblica
Marco Preve
                          Indagato l´architetto della supertorre
Appalti col trucco, nei guai lo studio genovese ell´Expo di Milano
La frase di Femia: "..lo abbiamo già fatto altre volte per te", scatena l´interesse dei pm ...LEGGI
PIU' IN BASSO LEGGI UN ALTRO INTERVENTO
 

                           COMUNICATO DELL'AVVOCATO  ENRICA BELLENDA

Nei giorni scorsi gli Avvocati del Foro di Savona hanno ricevuto, sulle loro casele di posta elettronica, una comunicazione firmata da un anonimo estensore e, una ripresa del “pezzo” da parte dell’avv. Mauro Cerulli.

Al fine di evitare strumentalizzazioni o capziosi dibattiti o appagare ogni tipo di curiosità sulla questione, ritengo, quindi, opportuno “rivelare” quanto segue.

Sono Enrica Bellenda, uno dei tanti Avvocati del Foro di Savona, che si trova ora indagata per il reato di “intralcio alla giustizia”.

Un mio cliente è stato accusato di aver tentato di indurre un teste a rendere precisazioni compiacenti in un processo civile e si è ipotizzato che con il mio ruolo professionale avrei agevolato tale condotta.

Fino ad oggi non ho ancora ricevuto alcuna formale indicazione del fatto che potrà essere celebrato a mio carico il relativo processo.

Comunque, le circostanze accusatorie sono infondate e sono serena e fiduciosa che la verità emergerà e verrà riconosciuta la mia totale estraneità ai fatti.

La questione è già stata affrontata, con assoluta tempestività, dal mio Consiglio dell’Ordine che non mi ha  riservato alcun trattamento né privilegiato, né di sfavore, essendosi limitato a fare quello che il Codice Deontologico prevede, ovvero, a convocarmi a rendere i doverosi chiarimenti in attesa delle eventuali evoluzioni processuali.

La notizia è tutta qui.

Enrica Bellenda      

 

 CI HA SCRITTO L'ORDINE DEGLI AVVOCATI

Cari Colleghi,

siamo arrivati al giro di boa di un percorso iniziato a febbraio di quest’anno.

Posso dire ce – sino ad ora - il Consiglio ha lavorato sodo.

Se poi ha anche lavorato bene siete Voi a doverlo dire.  Gli obbiettivi per questo secondo anno riguardano, ancora, i nostri rapporti con il Palazzo, i corsi di aggiornamento ed i procedimenti disciplinari. Il “Palazzo” ci ascolta poco e questo e’ un male perche’ noi siamo in grado di individuare i problemi e di proporre le soluzioni: nell’interesse di tutti cercheremo di farci sentire  di piu’.

Per i corsi di aggiornamento confidiamo di ripetere la buona riuscita di quelli gia’ fatti.

Naturalmente saranno graditi suggerimenti e proposte di argomenti da trattare.

La deontologia sara’ ancora al centro del nostro interesse cosi’ come i procedimenti disciplinari. Abbiamo letto cio’ che ha scritto l’Avv. Cerulli ed anche l’intervento di Uomini Liberi che si riferiscono al Consiglio dell’Ordine: all’uno e agli altri interlocutori vogliamo dire che il Consiglio fara’, come sempre ha fatto, il proprio dovere.

Detto questo tanti auguri di buone Feste a tutti

 

                       DE ARCHITETTURA!
Tranquilli! Non vogliamo tediarvi con discorsi teorici sulla nobile disciplina che, secondo Vitruvio, doveva sottostare alle categori della soliditas, venustas ed Utilitas. Solidita', bellezza, sono concetti di facile accesso. Quanto all'utilita', il teorico romano la intendeva in senso proprio, come una disciplina al servizio del committente e delle sue esigenze esistenziali.

Di "utilitas" si parla anche in alcune intercettazioni telefoniche…leggi… tra cultori della disciplina: di uno, il prof. Casamonti, ci e' stato ricordato  nella pagina savonese  dello stesso quotidiano, che ha collaborato, in passato, con la giunta di centro-destra che governa Finale.

All'altro capo del telefono vi e' uno dei responsabili dello studio 5+1, nel quale spicca la presenza di Gianluca Peluffo, fratello  del consigliere di stato Paolo Peluffo, gia' addetto stampa del presidente Ciampi. Nessun cronista savonese ha ripreso ed evidenziato la ghiotta notizia nelle pagine interne. Peccato: si parla di appalti (anche gli incarichi professionali devono seguire  questa procedura) e di come sia possibile mettersi d'accordo per favorire questo o quello.

Lo studio citato, che ha per simbolo addirittura un sottomarino..vedi..e' il prezzemolo  di molti progetti savonesi,  anzi, possiamo assicurare che la  scelta e' avvenuta nella piu' assoluta mancanza di gara. Limitiamoci al 2008, scorriamo con pazienza l'elenco dei progetti che riguardano enti pubblici o partecipati maggioritariamente dal pubblico, a qualcuno risulta che vi sia stata una gara per il progetto della nuova sede dell' Autorità Portuale?

Un premio a chi ci indica gli estremi dell'appalto dell' IPS o dei lotti del Campus Universitario savonese?

Passi per i privati, che possono scegliere a piacimento ma,come si vede,non occorre telefonarsi per dare la palma al migliore sulla piazza, quello che non ha bisogno di chiedere(quasi)mai!!!! 

 
da LA STAMPA

TIRRENO POWER -  IL VIA HA APPROVATO IL PROGETTO

Pubblichiamo un articolo il cui contenuto non ci sembra abbia avuto un rilievo adeguato...LEGGI

 

       Meglio latitanti che contumaci!

Ovvero: come ti amministro la giustizia.   di GIACOMO ROLLETTI

Ieri apprendevo da IVG, blog savonese, a seguito della telefonata di un amic, che un certo varazzino G.R. era stato condannato per diffamazione dal sindaco di Celle causa quattro righe satiriche che aveva scritto nel marzo del 2005. Cado dalle nuvole quando apprendo che il processo si sarebbe svolto con il sottoscritto, varazzino G.R. contumace perché evidentemente non ero risultato reperibile e che il giudice, non avendo documenti in contrapposizione, ha deciso in base a quanto prodotto dal querelante.

Ma l’eventuale avvocato d’ufficio? Mah.! Il fatto è che comincio a pensare che ci sia una qualche trama ai miei danni dato che sono ormai dieci anni che non dormo una notte fuori casa, che l’amministrazione di Celle sa benissimo dove trovarmi perché almeno due volte l’anno mi invita alle manifestazioni ufficiali come segretario della Lega Nord e che quando i Carabinieri, la guardia di Finanza, la Gigos e persino la Guardia Costiera vogliono che compaia sempre mi raggiungono. I messi del Tribunale: mai. Oggi sui giornali cittadini escono gli articoli con nome e cognome e carica politica. Le frasi incriminate fanno parte del gergo politico, anche se abbastanza colorito, ma non tanto quanto quello di Travaglio, Beppe Grillo o lo stesso Di Pietro: le mani nella marmellata, come faceva a non sapere dell’abuso edilizio, perché non si dimette etc., le giunte rosse si ritengono al di sopra della legge etc. Il fatto non sussiste, sentenzia il giudice. Come non sussiste? Ma se la stessa magistratura ha messo sotto sequestro il cantiere e la ditta costruttrice ha patteggiato e ridotto i volumi.! Robe da pazzi. E l’amministrazione che dichiara che tutto è a posto e che non sa nulla di abusi.? Solo su denuncia di cittadini cellesi si è riusciti a riparare quello che l’amministrazione non vedeva! E le giunte rosse oggi, 2008, non sono nel mirino della magistratura.? Ma quel personaggio, che denota scarso senso dello humor, che mi ha denunciato risponda invece a questi semplici quesiti:

1) vero o falso che qualche mese dopo, diciamo aprile 2005, veniva condannato insieme all’assessore per discarica abusiva a due mesi di reclusione?

2) vero o falso che durante l’indagine della magistratura ha sempre dichiarato di essere all’oscuro di tutto e che per l’amministrazione tutto era in regola.?

 3) vero o falso che le amministrazioni rosse non sono diverse da quelle nere o bianche e che la vantata supremazia morale è ormai, in generale, scaduta.? La questione in ogni caso non finisce qui.  G.Rolletti

 
Remo Zunino                     IL GIUDICE, IL SANZIONATO, IL DIFFAMATO
Prima o poi, doveva accadere. La "casta", quando si sente toccata sul vivo, a torto o a ragione, reagisce da par suo, cioè a suon di carte bollate...LEGI... Ma il suo fine  non è  quello di sanzionare "il diffamatore":  il vero scopo e' quello di intimidire  non solo e non tanto i calunniatori di mestiere,

quanto coloro che, spesso ingenuamente, dicendo verità scomode, credono di contribuire al risanamento morale della nostra vita politica e cadono nella trappola dei garantisti a corrente alternata, spianando la via a chi invoca, sia a destra che a sinistra, una legge che colpisca la libertà di espressione che il web garantisce. Non a caso, nel savonese, questo triste compito se lo assumono i piddiessini, cui non sfugge la deriva giudiziaria che li riguarda in quasi tutte le regioni d' Italia e che quindi si sentono in dovere di "colpirne uno, per educarne cento" secondo la plumbea pedagogia dei giustizieri degli anni '70.

A Renzo Tramaglino che  chiede  come  Don Rodrigo abbia giustificato il suo sopruso, Fra Cristoforo risponde con parole che  ben si attagliano alla fattispecie:

"le parole dell'iniquo che e' forte, penetrano e sfuggono. Puo' adirarsi che tu mostri sospetto di lui e, nello stesso tempo, farti sentire che quello di che tu sospetti e' certo: puo' insultare e chiamarsi offeso, schernire e chieder ragione, atterrire e lagnarsi, essere sfacciato e irreprensibile."(dai promessi sposi,cap.7).

PS. Peccato che il giornalista che ha scritto l'articolo non abbia cercato di contattare il diffamatore, avrebbe  potuto scoprire la causa della sua assenza  in aula.

Ora, dalla stesso giornalista, ci aspettiamo, con la stessa solerzia, un bello articolo sulla avvocatessa  chiamata a rispondere di subornazione di teste

 
Remo Zunino
Celle Ligure, il sindaco Zunino vince causa per diffamazione
Il sindaco di Celle, Remo Zunino, ha vinto una causa per diffamazione contro il titolare di un blog. I fatti risalgono al 25 marzo del 2005, quando un cittadio varazzino, iniziali G.R., autore di alcuni post in un sito web, aveva dichiarato, a proposito dei lavori sull’ex rilevato ferroviario in largo Giolitti e delle relative contestazioni...CONTINUA  da IVG
 

                       Savona: la bellezza dell’ottimismo  di Luca Urbinati
A distanza di qualche tempo vorrei tornare a parlare di pianificazione territoriale. Lo spunto mi viene offerto dal dibattito in merito a quale modellodi sviluppo dovrebbe seguire Savona per garantire delle concrete opportunità di crescita per la società e per l’economia locali, dalla passata approvazione del Consiglio comunale del progetto “Margonara” e dalla recente bocciatura dello stesso in sede di valutazione d’impatto ambientale, da parte del Comitato tecnico regionale.  Nonostante ...CONTINUA 

 

 Preg.moC. d. M. Silvio Rossi  Consigliere V Circoscrizione LEGA NORD

Non mi reputo un esperto in strategie imprenditoriali, sono soltanto un semplice C.S.L.C. e non oso fregiarmi neppure della medaglia d’ onore d’ oro di lunga navigaione, perché quella è soltanto un premio alla imbecillità umana, e viene

data a chiunque, dopo 20 ( me ne sono sorbito 26,5 ) di effettiva navigazione sotto bandiera italiana.

Sono un genovese, che vive a Savona da 40 anni ( non sono venuto qui per rubare lavoro a nessuno ), ma semplicemente  perché la ritenevo una città vivibile, e soprattutto perché era piaciuta a mia moglie che viveva a Torino. Sono in pensione da 11 anni e...CONTINUA    di Antonio Gianetto

 

                      L'ASSESSORE DI "SOLIMANO"!!!
Con una semplice foglia di fico si possono coprire  gli attributi di una statua, ma se la scultura e' un brutale assemblamento di parti anatomiche di diversa provenienza, ecco che tutti posono gridare all'impiastro.

Tra gli esponenti della casta più nervosi dopo l'affondamento della corazzata "Fuksas",  spicca un assessore che, in gioventù, e'stato segretario della CGIL  (primi anni 90) e di cui si parla brevemente nel libro "il partito del cemento" e, più diffusamente, nel saggio "il fallimento perfetto" di Bruno Lugaro.

Questo estroverso personaggio, cui oggi spetta la qualifica di responsabile dell'urbanistica di Savona, sembra abbia appreso con sconcerto la decisione Anti-Margonara, facendo capire in pubblico ed in privato, come, per lui, la partita sia tutt'altro che chiusa. Cerchiamo qualche motivazione per questo comportamento cosi '"sincero". Certo, il nostro conosce bene Gambardella, con il quale ha gestito il fallimento Omsav, acquisendo per il suo sindacato la palazzina, oggi sede della CGIL.

Ma  in un mondo dove tutti si conoscono, vale la pena di sposare così strettamente un progetto, sia pure d'autore, in un momento nel quale gli enti locali, specie se di centro-sinistra, sembrano investiti da un vero e proprio "tsunami" giudiziario? Vedete un po' Voi? Certo, avendo le carte in regola e la tranquillità della  coscienza, e' giusto e doveroso mantenere le proprie opinioni, anche se certi segnali regionali dovrebbero far intendere che la prudenza non e' mai troppa, anche nella tranquilla Savona, dove tutto sembra scorrere nell'alveo garantito della legalità e del rispetto  dei codici.

Ed ancora: se una associazione  gallonata come "Italia Nostra" vi pone, con il suo educato Presidente, alcune questioni sul piano regolatore in itinere…leggi...vi sembra congrua la risposta del nostro, che, forse ancora irritato dalla Margonara, rimbecca l'interlocutore  invitandolo a farsi "le bacheche sue"  prima di quelle dell'urbanistica savonese?

Solimano "il magnifico" e' quindi aggiudicato: diverrà cemento, (come l'area Famila) al solo scopo di permettere una bella passeggiata da Zinola a Savona, piccolo lembo della grande foglia di fico che dovrebbe coprire la costa sino ad Albisola.

 Forse, ora, abbiamo capito, egregio assessore, il suo pensiero riposto ed anche quello palese, ma la strada, ne converrà, e' ancora molto lunga e la vita (politica) oggi, può essere abbreviata pure da una banale irritazione fuori misura.

 

               LE CENTO TORRI FUKSAS   di Silvio Rossi

Ho sentito alla televisione che i turisti che hanno visitato Dubai nel 2008 sono stati 7 milioni con un incremento notevole rispetto alle 600.000 unità degli anni passati. Mi sono domandato : m come è possibile?

Sono tutti impazziti o i vari tour operators e le Agenzie internazionali  non conoscono lo scoglio della  Madonetta? 

Evidentemente propendo ....CONTINUA
 
Altra Savona

            ASTENSIONISMO A SAVONA? 

Ormai quasi il 50% del corpo elettorale italiano ha perso la fiducia (e la speranza) nei partiti: lo dicono i sondaggi ( vedi La Stampa ), lo dimostrano le piu' recenti consultazioni elettorali.

Per la prima volta, dall fondazione della Repubblica, il cittadino elettore si rifiuta addirittura di andare in cabina elettorale per non essere obbligato ad operare una scelta tra uno qualunque dei partiti che si offrono all'elettore, ben consapevole che questa sarebbe in realta' una “non scelta”....CONTINUA

 

Il Comune ha un nuovo motto “Non disturbare il manovratore”

Bocciate le Osservazioni al PUC delle Associazioni

 

Il Consiglio Comunale ha valutato le osservazioni al PUC da parte delle Associazioni. Il risultato è il seguente....LEGGI

dal BLOG di MARCO PREVE
Fuksas: pagato dal privato, scelto dal pubblico.
 
                                  I "TAFAZZI" SCATENATI!
Tempi duri per Canavese ed i suoi "coristi" di piazza Sisto 4: Il TAR ligure continua a  menar fendenti sull' Aurelia bis, senza dolersi troppo delle lagnanze di lorsignori. I quali, fanno la politica dello struzz e seguitano a sfornare atteggiamenti baldanzosi, come se fossero convinti di non aver commesso alcun errore, ne' sul piano formale ne' su quello sostanziale.

Il tribunale  ha comunque una certezza, che gli proviene dal comitato tecnico regionale: le prescrizioni del 2005 sul piano regolatore portuale, per  quanto attiene alla Margonara,  non sono state tenute in considerazione dal progettista. Gambardella minaccia ricorso al TAR?

Vi e' da pensare se sia, per lui, opportuno, offrire il collo alla mannaia. Affari suoi...leggi

Per quanto concerne la piattaforma, guarda caso e' stato depositato un ricorso che si basa, in gran parte, sulla tesi che anche per Vado, le disposizioni ministeriali siano state del tutto ignorate ed i gagliardi progettisti, abbiano fatto polpette del territorio, quasi fosse una "tabula rasa".

E non basta: lorsignori continuano nei loro maneggi azionari, quasi possedessero non solo la rada, ma anche un bel piazzalone da riempire di contenitori, viabilita' inclusa, per i comodi dei bisonti della strada ed il tormento degli abitanti di San Genesio, via Piave e Bossarino i quali, a questo punto, arriverebbero ad augurarsi non solo il ritorno del carbone ma anche quello della Fornicoke...leggi

Cari "Tafazzi", un po' di misura, anche  nel dare argomenti agli avversari! Est modus in rebus. 

 

               SAVONADOMANI®: qualche precisazione

Ringrazio IL SECOLO XIX per la citazione del convegno in cui è stato presentato il progetto strategico SAVONADOMANI® – di cui sono il principale colpevole – e per il tentativo di sintetizzarne la complessa articolazone dei contenuti, ma osservo che l’elenco incompleto dei presenti e dei relatori ( tutti encomiabili per la loro disponibilità a partecipare e per lo spessore dei loro interventi ) non ha evidenziato la presenza ed il contributo di Maurizio Pallante, non proprio uno sconosciuto per chi si occupi di “nuova economia”.Il profeta italiano della Teoria della Decrescita Felice ha voluto esorcizzare...CONTINUA
 

       ORDINE DEGLI AVVOCATI E SILENZIO STAMPA
La notizia relativa alla messa sotto inchiesta di una mia collega per l'ipotesi di subornazione di teste e la denunzia dell'assoluto silenzio sull'episodio da parte della stampa locale mi ha al tempo stesso turbato e scandalizzato. 

Turbato pechè ho sempre creduto che occorra svolgere la nostra professione con la massima onestà possibile e rifuggendo qualsiasi compromesso con la propria coscienza, rispettando sempre quel giuramento che abbiamo prestato prima di essere abilitati all'esercizio dell'attività. Mi auguro di conseguenza che l'ipotesi di reato risulti completamente destituita di fondamento e che la collega esca da questa storia a testa alta perchè, nel caso opposto, l'accertamento della colpevolezza sarebbe devastante per tutta la categoria.

Certo l'Ordine degli Avvocati dovrà fare il suo dovere come ha fatto in passato perchè noi iscritti sappiamo bene che quando si è tergiversato su alcune situazioni "critiche" di rilevanza penale, si è ottenuto solo di aggravare le situazioni medesime, di provocare danni alla collettività e di far ricadere il discredito su tutta la categoria, accusata di fare le barricate a difesa della "casta".

Ma la cosa veramente scandalosa è il silenzio della stampa su un episodio di così elevata gravità. Siamo abituati a vedere sulla nostra stampa locale anche le notizie più idiote, come quella di un avvocato qualsiasi che impugna una multa per sosta vietata, o la classica "cane morde signora in Via Paleocapa", oppure i trafiletti su tutte le condanne comminate all'extracomunitario di turno ed per una cosa del genere non si scrive niente?

Ricordo che in passato alcuni colleghi vennero svergognati con tanto di nome e cognome il giorno dopo che erano stati denunziati, con tanto di locandine presso le edicole ed articoli a quattro colonne.

Questo silenzio mi preoccupa quale che ne sia la ragione: se la notizia è stata, come si suo dire, "bucata", mi spiace per gli amici giornalisti che si sono fatti fare le scarpe da uomini liberi.

Se invece sapevano ed hanno taciuto per non dare fastidio a qualcuno, la cosa è grave: qualcuno dimostrò di avere stoffa pubblicando notizie su Nixon nonostante le pressioni ricevute e così facendo dimostrò che cosa sia la libera stampa e a che cosa serva. Se si tace per paura o servilismo, forse è meglio che, come ebbe a dire il nostro presidente del consiglio qualche settimana fa, si cambi mestiere in modo da non correre il rischio di dover scendere a tristi compromessi.

La mia stima per i giornalisti savonesi è elevata: Luciano Corrado, ad esempio, è uno che non te le manda a dire e lo apprezzo anche se non sempre sono d'accordo con lui. Ma non penso che Luciano sia una rara avis. Datemi ragione.

M. Cerulli
 

                     AURELIA BIS: ALTRA LEGNATA!!!
Il TAR ligure continua a sanzionare pesantemente le procedure dell' ANAS  accogliendo quasi tutti i ricorsi dei privati avverso le occupazioni di urgenza ed annullando i decreti di occupazione. Dopo la ditta di Albisola, di cui abbiamo riferito tocca ora all' Idrocentro spavedi… con sede in corso Ricci, a spuntarla sulla regione Liguria, la provincia di Savona, il comune di Savona che vedono le loro procedure bocciate drasticamente in sede amministrativa. Il comune di Savona, in particolare, dette all'azienda in questione, la possibilità di ristrutturare il suo sito in tempi recenti ed ora pretenderebbe che sloggiasse  in fretta e furia.  Sempre piu' difficile, quindi, che l' Aurelia bis percorra  il suo iter in tempi "storici"...leggi

 

           ANNOZERO: non è vero!  E’ tutto come prima

Non vedevo anno zero da molto tempo ma ieri sera, dato l’argomento in trattazione, ne ho seguito buona parte. Poi mi sono incazzato a morte anche e soprattutto con i parlamentari del mio partito, perché insieme alla sinistra hanno negato l’autorizzazione a procedere pr l’arresto, si fa per dire perché sicuramente si sarebbe trattato dei domiciliari, nei riguardi di due parlamentari di cui ci sono registrazioni assolutamente compromettenti.

E non mi basta la giustificazione che il voto è stata un’indicazione contro gli arresti precauzionali che vale per tutti i cittadini: intanto l’imprenditore è in carcere ed il parlamentare è libero e si è anche votato a favore. Tutti sanno infatti che è molto più grave il resto di concussione da parte dell’amministratore pubblico di quello di corruzione da parte dell’imprenditore.  Incazzato nero: non riuscirà a farmi scazzare neppure la giustificazione dello scambio con la votazione delle riforme da parte dell’opposizione:! Che vedrete non ci sarà. Comunque dalla puntata di ieri chi ne è uscito con le ossa rotte è la giustizia ed i magistrati coinvolti i quali sono risultati collusi con imprenditori e politici e spesso tessitori di una rete di parentele che va dalla finanza alla politica. Schifo, veramente schifo.

G.  Rolletti

 

  La proposta del ministro: cinque porti per l’Italia

Dopo aver letto questo articolo qualcuno si sarà certamente incavolato...LEGGI
 
   PROPOSTA PER CELLE (parte seconda) di Lorenzo Monteverde
Cari liberi, dopo aver avuto proficui colloqui con buona parte degli attuali oppositori allo tatus quo, ed avendo così compreso che vi è significativa ed in alcuni casi precognitiva identità di vedute sulla attuale situazione come evidenziata nella precedente... parte prima ...di tre, ritengo sia giunto il momento di iniziare a dialogare sulle regole che uniscano le varie “anime” e portino auspicatamente le medesime ad intraprendere un percorso comune per un progetto innovativo e di ampio respiro.
Sono fortemente convinto che, in una tale situazione di critica emergenza, un concreto Programma amministrativo (quelle che io definisco “Le Azioni” e che saranno oggetto della parte terza di tre) debba basarsi su una precisa e chiara condivisione di principi e di regole tra i soggetti che si propongono di attuarlo. Allego e pongo in discussione pertanto la parte seconda di tre (Le Regole) con la mia proposta in argomento. Attendo con curiosa e fiduciosa impazienza i pareri degli interessati e resto a disposizione di chiunque abbia domande in merito. Colgo l'occasione per ringraziare tutti coloro che con le loro osservazioni, pareri e proposte mi hanno dato ottimi spunti e consigli per integrare e modificare il documento.”
....LA SECONDA PARTE DI TRE
 

            LA SCOMPARSA DEI FATTI, CONTINUA....
Tempi duri per il giornalismo locale. Aggredito senza timori dalle notizie on-line, gli riesce sempre più difficile occultare o non riportare i fatti che interessano l'opinione pubblica, specie quella  disgustata dalla casta politica di mediocri faccendieri che ci"governa".

Alcuni significativi esempi di malainformazione, riferiti agli ultimi giorni: non abbiamo trovato traccia, in nessun quotidiano, della sentenza del Tar Liguria contro gli espropri dell'Aurelia bis nel comune di Albisola Superiore.

Un quotidiano, a vasta diffusione, ha toppato la clamorosa delibera della commissione regionale che azzera il progetto della Margonara. Sempre la stessa testata ha omesso che il Tar aveva deciso di mandare a sentenza , in primavera, il ricorso del comitato "Amare Vado" avverso al progetto di piattaforma Maersk.

Nessuno ha ripreso la notizia che l'Ente Porto avrebbe chiesto al comune di Vado l'uso esclusivo delle arterie e della galleria che  connettono l'Aurelia con  le frazioni di San Genesio, Bossarino e via Piave.

Infine, alleghiamo questa notizia, presa da IVG, dove si rivelano alcune prescrizioni dettate dai Ministeri all'atto dell'approvazione del piano regolatore portuale di Savona e delle quali si sono perse le tracce! (eravamo nel 2005)…vedi…Buona lettura!!!! 

 
Altra Savona

                               PER ALTRASAVONA  Mauro Buzio
La nascita e la crescita di Altra Savona sono state accompagnate da commenti positivi (la maggioranza) ma anche da poche malevole critiche che hanno cercato di targare il movimento come “qualunquista”.

Ricordo allora a me stesso che il Movimento dell’Uomo Qualunque nasce alla fne della seconda Guerra mondiale in un momento di grande fermento politico ma anche di grande crisi. Secondo Guglielmo Giannini...CONTINUA

 
                 Notizie irriverenti da “Uomini Liberi”:

            Silenzio per favore, l’avvocatessa si discolpi! 

Savona – Se al Santa Corona, per la prima volta nella sua gloriosa storia, un medico viene fatto bersaglio a colpi di pistola da un anziano paziente che ha perso la testa e non solo, al palazzo di giustizia aSavona non era mai accaduto che un avvocato (in rosa) fosse chiamato a rispondere di subornazione di teste. Che tradotto significa: <Chiunque offre o promette denaro…ad un testimone…per indurlo ad una falsa testimonianza…; qualora l’offerta o la promessa non sia accettata…le pene stabilite sono ridotte dalla metà ai due terzi…>.

Il fatto risale ai mesi scorsi, ma contrariamente a quanto accade ai comuni mortali, la cronaca locale tace.  E sanno?  La pratica silenziosa, ma  “rumorosa” per i protagonisti, è stata affrontata anche dal Consiglio dell’Ordine degli avvocati e messa a bagnomaria in attesa che la giustizia faccia il suo corso. 

Tutto è iniziato da un controllo dell’Inps ad un medio imprenditore edile savonese. Sarebbero emerse irregolarità, tra cui presunte evasioni contributive. Da qui  sanzioni, ricorsi, causa di merito. Nell’iter processuale un teste, già dipendente, avrebbe vuotato il sacco. L’Inps ha ragione da vendere?

Ed ecco le presunte contromosse. L’uomo sarebbe stato avvicinato e “consigliato”. La tesi accusatoria parlerebbe di un gruzzolo, una vera “mancia”,  in cambio della “ritrattazione”. Il guastafeste avrebbe prima tentennato, ma davanti al giudice del Lavoro giù con “fatti & rifatti”.

Il fascicoletto è finito in Procura, con qualche sorpresa di troppo. Ora si attendono le prossime tappe del giudizio nei primi mesi del nuovo anno. L’avvocatessa, pure amareggiata, si sarebbe detta serena e fiduciosa.  Rincuorata dalla solidarietà dei colleghi del folto e quotatissimo studio. Tutto si risolverà per il meglio.

Uomini Liberi si schiera con i garantisti a 360 gradi, come ci raccomanda sempre Gaetano Pecorella. Intanto la grande, storica e autorevole informazione savonese ha pensato bene, unita, di risparmiare la notizia ai lettori. Non interessa. Non fa notizia. Hanno tanto altro da leggere e da piangere!

 

              L’incontro “segreto” tra Nan e l’ex rivale  Balestra:

                        <Qui si fa la pace o si muore, dal ridere>.

Pietra Ligure- Un faccia a faccia senza baci  (erano comunque in tre) quello tra Enrico Nan, ex parlamentare di fede liberale, ma di militanza berlusconiana, e Piero Balestra, ex Dc e dintori, infine “azzurro” scajolano, potente ed infaticabile promoter dell’aeroporto, oltre che della sua Villanova. Lui con all’attivo 875  ritagli vari, fotine e fotone, su Secolo XIX e Stampa da 1990 ad oggi, ripreso con gli umili ed i ”grandi della terra”. Il più  casual e giovane Nan,  solo 693, ed ora anche in “castigo forzato”. Con neo vocazione di combattente, a scacchi.

Un confronto in quel di Pietra durato parecchie ore, dall’ora di pranzo. Senza peli sulla lingua e senza tatticismi. Senza taccuini. Il mite e moderatissimo Enrico ha vuotato il sacco. Obiettivo: un accordo senza farisei.

Forse Balestra, un tempo picconatore di Nan, da dietro le quinte (e con qualche spunto sibillino), sta tentando di costruire la strada per la presidenza della Provincia? Impossibile? Subito l’Angelo Vaccarezza ha mandato i suoi fidati a “spiare”, fotografare. Appena saputo del téte-a-tète (per il terzo …indovina indovinello, cosa c’è sotto l’ombrello), il caporale del generalissimo Claudio Scajola, ha pure messo in campo le cornamuse.

Nan & Balestra uniti? Non credeteci. Avete visto la sorte ingloriosa di quel tizio “milanese” del Sud, amico di…Arcore che voleva garantire i voli Roma-Villanova? Neppure una mini-querela per “Anno Zero” e Corrado Formigli, nonostante le promesse. Le proteste roboanti di Giuliano & Bertolotto. Nulla di nulla.  Ricordate cosa dichiarò il “mister” dopo aver abbandonato la pista d’atterraggio? Mi hanno fregato…pagheranno…

Io, da angelo, sono per la vera “questione morale”, da noi neanche l’odore. Né ho parlato con San Ligresti che mi ha garantito. Ne ho parlato col potentissimo esercito azzurro riunito a Varazze. C’era anche l’amico Vittorio Adolfo, buttato in mare dal Casini e ora tra le nostre braccia.

Lo sappiamo e ve lo dico in un orecchio, Nan & Balestra pensano solo a “gonne” e  “Viagra”.

Ecco perché la presidenza della Provincia resta mia, al massimo se proprio dovrò sacrificarmi e fare l’assessore regionale a 10-12 mila euro al mese, la darò a chi voglio io, Claudio permettendo.

Siamo seri! Calma fratelli, muratori compresi, volete stare con i “forti” o con i “deboli”? Da queste parte niente accordi con falce e martello mascherata, al massimo tifiamo per i molteniani e i ruggeriani, benvenuti nella “casa del cemento”, quello sano che fa fruttare i risparmi di una vita e la meritocrazia.  Aiuta concretamente “senza casa”, qualità della vita & ambiente.

Per chi non lo sapesse il primo, faceva il giornalista (cultura e spettacoli savonesi) di successo al Decimonono; il secondo dopo aver frequentato a Genova la Facoltà di Lettere e Filosofia, ha insegnato educazione artistica nelle scuole medie inferiori. Nonché iscritto all’albo dei revisori dei conti sulle cooperative (fallite escluse). Come ci ha sempre ricordato l’ottimo nostro Pietro Oliva che stravede per l’ex funzionario della Lega nazionale delle Cooperative e Mutue. Al punto che con lui farebbe l’amore, ovvio solo col permesso di pancetta e moglie.

 

              La Giustizia e la Procura si fermano a Genova.?

A sentire le dichiarazioni dei leaders del PD non si sa mai se ridere a crepapelle o se piangere. Uno ha avuto il coraggio di dichiarare “ amministriamo 17 regioni, abbiamo sempre fatto bene, se qualcuno ha sbagliato…”. Ma veramente pensano che siamo tutti rincoglioniti?

Le inchieste che, non si capisce perchésolo ora, sono partite dall’Abruzzo si stanno diffondendo a macchia d’olio, ma chissà perché si sono arenate al comune di Genova per una questione di mense scolastiche. Perché non vengono un po’ anche nel ponente, Savona e provincia dove da anni denunciamo un regime di collusione vastissimo e profondo tra il partito, o i partiti, che hanno sempre governato e gli affaristi locali magari supportati da nomi di geni della finanza o della cultura.?  Perché non vanno ad indagare sulle cessione di aree dismesse a privati che poi ci hanno costruito sopra loculi per ricchi e mafiosi.?

Il PM Woodcock, tra l’altro nessuno ha ancora indagato sulla traduzione letterale del suo nome (in inglese wood= legno; cock= membro maschile (slang) dovrebbe venire a stare a Savona dove troverebbe faldoni ammuffiti e coperti di polvere da estrarre dall’archivio e chissà mai….G. Rolletti  

 
C.E.D.A
Comitato ecologico difesa ambiente

                                    NEVE A CAIRO di Ugo Ghione
Da Cairo  arrivano molte segnalazioni relativamente al mancato o inadeguato spazzamento della neve. Ieri abbiamo effettuato un sopralluogo ed ecco cosa abbiamo trovato...GUARDA

       Fermiamo il ddl della vergogna, finché siamo in tempo!
Con il pretesto di cntrastare l’immigrazione clandestina i recenti provvedimenti del Governo e del Parlamento, colpiscono tutti gli immigrati, soprattutto coloro che  vivono e lavorano regolarmente nel nostro paese rispettando le leggi.
L’integrazione diventa un percorso ad ostacoli che ...CONTINUA

 
passeggiata
Torre Fuksas
passeggiata Fuksas 2
                                    & LA FOGLIA DI FICO!
Pur di salvare il progetto della Margonara, sottoposto ad attacchi violenti un po' da tutte le parti, compresa la regione, ecco l'estrema foglia di fico inventata dall'assessore ai porticcioli, Carlo Ruggeri: una bella passeggiata, lunga 30 km, da Vado ad Arenzano per mandare avanti il carrozzone... ecco l'odierno convegno.. dove si notano le assenze e soprattutto le presenze dei savonesi, i maggiori supporter del progetto.

Quindi si vorrebbe partire da Vado Ligure, passeggiando sulla piattaforma Maersk e, con agile salto, traversare il porticciolo alla foce del Segno, guadagnare quella del Quiliano. Dopo Zinola, la torta diventa interessante: si deambula sotto palazzi previsti nelle aree Solimano e Famila, G.C. ai privati (vedi consiglio comunale di ieri). Arrivati al porto vecchio, il pedone riprende il suo cammino sino al porticciolo della Margonaraguarda…da dove spicca il volo sulla passeggiata degli artisti. Il resto del percorso, sino ad Arenzano, e' costituito dal sedime ferroviario, parte in galleria, parte a filo  costa. Anche qui ci penseranno i tecnici, il formidabile 5 piu' 1 di Giancarlo Peluffo, a dargli una sistemata,con le necessarie cubature, ovviamente. Risultato finale (da controllare): l'arco costiero di levante si arricchirà di mc....gli immobiliaristi offriranno seconde case a prezzi d'affezione e l'agenzia immobiliare comune di Savona s.p.a. avra' adempiuto ad un altro obbligo contratto con i suoi sponsor elettorali. Poi toccherà a binario blu, che il Sindaco di Savona considera come la pupilla del suo programma.  Avanti a tutto gas, per non sprecare gli ultimi, preziosi anni di "governo". 

  
da La Repubblica
AVA ZUNINO
Regione, terremoto urbanistico Bocciato il progetto Fukas
"Non rispetta le norme sull´impatto ambientale"
Il no della commissione tecnica, l´ultima parola spetta alla giunta
Il progetto di Fuksas per la Margonara di Savona, che sacrificherebbe al cemento la spiaggia con la Madonnetta, un tratto di mare intonso tra le case di Albissola e Savona, non va bene, perché ...CONTINUA
  

                   AURELIA-BIS: ALTRA MAZZATA!!!
Il TAR Liguria
ha accolto il ricorso della ditta f.lli Bertone insediata in località Grana di Albisola Superiore (vedi) contro l'occupazione d'urgenza prevista dal progetto di Aurelia-bis. il giudice amministrativo ha ritenuto carenti le motivazioni dell'autorità espropriante sull'urgenza della procedura ed ha stigmatizzato che l' Anas/strong> non abbia assolto al suo impegno di ricollocarein ltri luoghi i soggetti espropriati che svolgono attività imprenditoriali.

Escono con le ossa rotta da questa decisione, l'Anas, la Provincia di Savona,, il Cipe e soprattutto il Comune di Savona e la stessa autorità portuale. Quest'ultima, che pure non si era costituita in giudizio, ha un interesse rilevante perchè intende la struttura soprattutto al servizio del nuovo porticciolo della Margonara, con annessa torre firmata Fuksas e che ha cercato di mimetizzare questo interesse squisitamente privato, in un presunto rafforzamento dell'hub portuale, lato levante. In realtà ,la nuova Aurelia, concepita con gli svincoli al nuovo porticciolo, valorizza l'investimento di Gambardella e Spada che, a questo punto e stando cosi' le cose, potrebbero rinunciare al progetto.

 
GILBERTO COSTANZA

Tredicesima puntata - COME NON SI AMMINISTRA LA COSA PUBBLICA  A LOANO. Il Sindaco di Loano Angelo Vaccarezza  lancia accuse infondate?

Fa parte del suo DNA.   di Gilberto Costanza

Continua (7) l’esame del Verbale deliberazione Consiglio comunale di Loano n. 7  seduta del 26.03.2008, alle ore 18,05, oggetto: Approvazione del Bilancio di previsione per l’esercizio 2008 e dei relativi allegati...CONTINUA

 
Savona - Palazzo comunale

Riuione dei capigruppo del Comune di Savona del 15-12-08

Il 15 dicembre alle ore 17 si è svolta la riunione dei capigruppo del Comune di Savona.

TTra i vari punti all'ordine del giorno si è discusso nuovamente della viabilità nella zona compresa tra Piazza Saffi, Via San Lorenzo, Via Verdi, Via Torino e vie limitrofe. E' oltre un anno che stiamo cercando di ottenere un dialogo con l'Amministrazione al fine di trovare una soluzione condivisa al problema

Erano presenti l'Assessore Di Tullio, i Capigruppo ed alcuni membri del comitato per la viabilità Piazza Saffi – Villapiana.

Assente il Comandante del Corpo di Polizia Municipale Dott. Aloi.

Nel passato abbiamo partecipato ad altre riunioni ed anche ad una riunione dei Capigruppo ma, fino ad oggi, il clima che si è creato fin da subito è stato molto teso e non ci è stato concesso di avere un confronto educato e civile come abbiamo sempre chiesto ed offerto.

Devo quindi ammettere che ci siamo presentati piuttosto prevenuti nei confronti dell'Amministrazione e rassegnati alla solita riunione inutile in cui riuscivamo a parlare a fatica, continuamente interrotti, senza possibilità di contraddittorio, condita da parole sterili, attacchi personali atti a creare polemiche e litigi ma non a risolvere il problema.

Questa volta devo ricredermi in quanto, finalmente, siamo stati ascoltati.

Finalmente ci hanno concesso di parlare senza interromperci, hanno ascoltato attentamente quanto avevamo da dire, hanno ribattuto in maniera corretta, civile, senza riferimenti personali ed evitando le solite polemiche sterili ed hanno aperto un dibattito permettendoci di ribattere a quanto da loro dichiarato.

I Capigruppo hanno espresso il loro parere e l'Assessore Di Tullio, dopo aver chiarito che non è stato approvato nulla di definitivo in merito alla viabilità nella zona di Villapiana, smentendo totalmente quanto dichiarato dal Dott Aloi in occasione dell'incontro con l'ispettore inviato da Roma e riportato sulla stampa nella cronaca locale, ha pacatamente iniziato a lanciare alcune proposte che potrebbero essere condivisibili in attesa di reperire i soldi per iniziare i necessari lavori migliorativi quali ad esempio il tanto discusso nuovo ponte sul Letimbro e/o altre migliorie che potrebbero scaturire dall'esame di quanto rilevato dall'Università di Savona a cui è stato chiesto di esprimere un parere. 

Anche se pare che l'Amministrazione stia iniziando un dialogo con i cittadini sono rammaricato dal fatto che questo poteva accadere fin dal primo momento in cui ci siamo presentati, ottobre 2007, evitando alla popolazione savonese di respirare smog, di leggere e sentire dialoghi lontani dal confronto civile che abbiamo sempre auspicato.o:p>

Mi auguro che l'Amministrazione mantenga questo atteggiamento e si proceda celermente a recuperare il tempo perduto. 

Gentili Gianni

 
                                   FACITE A FACCIA FEROCE!!!
Questo l'ordine che i compagni  che amministrano buona parte della Liguria hanno lanciato sul caso Tirrenopowerleggi…e' la prima volta, nella quarantennale storia della centrale di Vado-Quiliano , che trovano qualcosa da ridire su questo mostro fumante, frutto della loro "auri sacra fames", che li ha costretti, per decenni, a dichiarare che tutto andava bene, che le convenzioni sottoscritte erano puntualmente rispettate, ch l'azienda dava lavoro diretto ed

indiretto, che i limiti di legge erano rispettati, che non esisteva problema di polveri,che l'impresa pagava al comune una  ricca ICI (diventata meno  cospicua dopo la privatizzazione), che finanziava e finanzia non solo attività ludico sportive, ma addirittura una cattedra al campus di Legino ecc.ecc.

Tutto andava per il meglio, tanto che nessun amministratore ricorse mai al giudice ordinario;mai il magistrato si attivò su impulso di comitati o associazioni private. A La Spezia, scoppiava il finimondo, non più  tardi di 15 anni fa e da noi tutta la società politica e quella civile, con minuscole eccezioni, taceva ed acconsentiva. Cosa e' successo di tanto grave da indurre Franceschiello a comunicare che era tempo di "fare la faccia feroce"? Solamente l'intenzione di ampliare l'uso del carbone? Non e' il caso di aggiungervi la questione di cui  nessuno parla ma che rappresenta la nuova, grande, irreversibile servitù, la seconda Enel, che si vorrebbe imporre ai vadesi, cioè la  grandiosa piattaforma di tombamento della baia di Vado?

Forse ci stiamo andando vicino. Cercano un furbesco scambio tra il no alla centrale ed il sì alla piattaforma. Ancora una volta si sbagliano e gli elettori, presto, li faranno edotti dei loro pensiero nel chiuso della cabina elettorale.

 

Posizione del gruppo “Amici di Beppe Grillo” di Savona in merito all’ampliamento della centrale a carbone di Vado – Quiliano.

E’ inconcepibile che si possa anche solo prendere in considerazione un progetto del genere....LEGGI

 
LETTERA APERTA AL VERO "GOVERNATORE" DI CELLE LIGURE
Caro Compagno,
sono ormai trenta anni che direttamente o indirettamente governi questo comune. In questi anni ci hai sempre fatto  "partecipare" alle tue scelte, abbiamo "partecipato insieme" agli utili dicostruttori senza scrupoli, a progetti assurdi frutto di 5+1 associati, a sprechi di risorse pubbliche a fronte di opere inutili e faraoniche.
Ti sei sempre nascosto dietro a "liste civiche" come un burattinaio dietro il sipario, e come tale hai sempre anovrato  "Sindaci" tuoi prestanome.
Ora ti ripresenti velato dall'ennesima lista civica ma ormai anche i sassi sanno con chi hanno a che fare! Hai esteso  tentacoli inserendo i tuoi emissari all'interno di altre (fantomatiche) liste ma é risaputo da tutti che "Il Mulino" gira su via 1°Maggio, che Durante non ti ostacolerà perché servo dell' Arci (e la pagliacciata delle primarie non l'ha bevuta nessuno...), che Nuova Democrazia tolto Bertoldi potrebbe chiamarsi "Nuova Sinistra"!
Sii almeno coerente con Te stresso; rispolvera falce e martello: con la falce taglia i cordoni del sipario e col martello costruisci un palco dal quale gridare ai Cellesi il Tuo vangelo, può darsi che qualcuno ancora ti segua.... UN CELLESE
 

            Ringraziamenti e invito a divulgare attività A.V.O.

Buongiorno,  /p>

mi chiamo Carla Venturino,, e desidererei, tramite il Cesavo, comunicare con i volontari dell'AVO - Associazione Volontari Ospedalieri di Savona, di cui non ha trovato un contatto via elettronica.

In occasione del Natale, desidero, con queste mie poche parole, ringraziare di cuore tutti i volontari che prestano la loro opera a favore delle persone ricoverate nelle varie strutture pubbliche e private della provincia di Savon. 

In questi mesi ho avuto modo, in particolare, di venire in contatto con i volontari presenti nella Casa di Riposo Nostra Signora di Misericordia di Celle

Per il loro squisito modo di sapersi rapportare  con i ricoverati e i loro parenti, per la costante disponibilità che dimostrano, per le parole di conforto ed ottimismo che offrono a piene mani, per il regalo natalizio ricevuto, a loro, a tutti loro, va il ringraziamento mio, della mia famiglia e di mia zia, ospite nella struttura di Celle. 

Ai mezzi di informazione presenti in indirizzo chiedo di dedicare spesso servizi sulle attività dell' AVO, al fine di incentivare, nei cittadini, la partecipazione a questa associazione e alle sue attività, in grado di generare, sia in chi riceve, sia in chi offre l'aiuto, un circolo virtuoso di arricchimento personale e sociale. 

Quindi a tutti un grande grazie e calorosi auguri per il Natale e per l'anno che verrà. 

Carla Venturino. 

 
Altra Savona                      IL PROGRAMMA DEI "BENALTRISTI"
Hanno toppato clamorosamente scambiando il costo della politica con la spesa pubblica corrente. Ora, cercano di rimediare facendo scrivere una delle migliori menti  di cui dispongono, Elio Ferraris, gia' segretario provinciale del PCI degli anni '70...leggi…giudicate voi nel merito.

 Insomma il movimento "AltraSavona" quando parla di programmi denota tutta la difficoltà di una accozzaglia di carriere e di ambizioni che ad altro non possono tendere che asostituirsi alla mediocre casta di politicanti oggi al potere. Un programma ambizioso, per loro. Perche' se i problemi non sono il cemento, l'ambiente, la moralita' pubblica, il conflitto di interesse, il verde, l'uso politico di certa magistratura e di certo giornalismo, la lotta contro lo spirito di fazione travestito da equanime tolleranza, insomma se i problemi sono quelli di trovare gli strumenti per smascherare il politico infido e vigliacco, allora, cari "benaltristi" ci dovreste spiegare alcune cose, non ultime gli strumenti che proponete per questo arduo compito. Sì, perche' una volta individuato, il politico "fellone" bisognerebbe anche trovare il modo per mandarlo a casa, per sempre, magari evitando di spianare la strada a qualche "altruista" dai programmi vaghi ma dagli appetiti concreti. se nel vostro movimento questo "animale politico" non esiste, ne prendiamo atto con vivo piacere. nel frattempo, facciamo qualche verifica: a risentirci, presto!!!

                   SENTENZA DEL TAR? CHI SE NE FREGA!!!
A 3 giorni dalla notizia che il tribunale amministrativo regionale emetterà motivata sentenza sul ricorso antipiattaforma presentato dal comitato "Vivere Vado", ecco la risposta di lorsignori...leggi…si poteva  sperare che  da parte di   Gavio, Orsero, Maersk, Canavese, ecc.

Ci fosse un minimo di prudenza in più, anche per non esasperare  inutilmente animi già  infiammati? Evidentemente no, i nostri amati "prenditori" quando si tratta di fare man bassa sui terreni demaniali per sfruttarli sino all'osso, a scapito del pubblico interesse, non hanno bisogno di fingersi democratici e dialoganti. Ecco perche' questo articolo deve essere prodotto in sede di tribunale come prova ulteriore del sublime disprezzo di lorsignori verso i cittadini di Vado.

Anche perchè, seguire i loro interessi, significa nell'immediato, cioè prima della sentenza, privatizzare senza alcun motivi queste arterie pubbliche ed asservirle seduta stante alla servitù portuale, portando al collasso San Genesio, Bossarino e via Piave.

Guardate queste foto: sono le vie che verranno blindate ad uso e consumo dei camion in entrata ed uscita dal porto. La galleria viene interdetta ai privati cittadini. Il centro commerciale in costruzione non avrà accesso lato porto ed infine non si farà alcuna rotonda per defluire il traffico da via Piave all'altezza del nuovo centro commerciale…guarda… e ciò accade dopo che ben 15 legali, in rappresentanza di enti pubblici e privati, si sono costituiti in sede di TAR Liguria contro il ricorso del comitato "Amare Vado". Intervistato  da un sito web, l'assessore Bovero non ha nascosto che gli atti della giunta dovranno avere il conforto degli avvocati, pena il rischio di commettere errori che peserebbero sul giudizio finale dei magistrati. Saggia risposta: comincino a lavorare sul caso della viabilità!!!!

 

da RAI TRE GUARDA IL VIDEO DELLA PROTESTA DI VADO
 
 
               TUTTI INSIEME, APPASSIONATAMENTE!!!

Dedicato a coloro che non sono andati alla marcia anticentrale, anche se sono stati presentissimi nello spirito.

Perche' non andare? Forse per la presenza di accaniti "negazionisti" come il sindaco Giacobbe o di callidi "cerchiobottisti" come l'assessore regionale Zunino, che  ha marciato con disciplina,forse per fare ammenda di essere stato con le sue "mirabili" scoperte del  rapporto tra inquinamento e salute umana un grande alleato della V.I.A.?...leggi

Certo, anche per questo, ma se il fine era buono e quindi faceva salva la buona fede di chi era "in buona fede", perchè rinunciare ad un diritto sacrosanto? Anche nella criniera del più nobile dei cavalli può nascondersi qualche ospite non  gradito, disse un giorno "il migliore" , quel Palmiro cui tanti trinariciuti dettero la palma del più  grande politico del dopoguerra.

Proprio per non seguire quelle orme, magari inconsapevolmente, non abbiamo voluto esserci. Sì, perche' il sullodato, essendo maestro di doppiezza ed ipocrisia, riusciva e mettere insieme il diavolo e l'acqua santa, Malaparte ed il comunismo, il pugno chiuso e l'aspersorio: e la sua malefica lezione , senza colpo ferire, e' discesa per li rami nei politici della casta sino ad oggi. Gente che, ignorando il principio di non-contraddizione, possono manifestare contro la centrale ed essere a favore, in modo sfrontato, della piattaforma contenitori, tanto da farne un simulacro degno di essere adottato dai nostri figli, nipoti e pronipoti.

Che volete ribattere a chi ignora i suoi conflitti, sino al punto di diventarne una vittima (o una caricatura)?

Se e' vero che, come disse uno scrittore fin troppo lodato, che il coraggio, uno non se lo può dare, forse  e' altrettanto difficile scoprire, dopo anni di assidua militanza, cosa sia e a cosa obblighi la cosiddetta "onestà intellettuale".

 

Pennello Buffou di Celle Ligure    LUIGI BERTOLDI

Facendo seguito alle proprie note del 29 settembre, del 10 ottobre, del 20 ottobre, del 28 ottobre, del 4 novembre e del 27 novembre u.s. si presenta la seguente integrazione conclusiva.

Si è già ripetutamente scritto del versamento di materiale terroso effettuato in mare nei giorni 28, 29 e 30 aprile, durante una mareggiata che lo ha immediatamente disperso, del quale non si è mai data spiegazione convincente.

Si è già visto come la stazione appaltante abbia comunicato all’Autorità di Vigilanza che il versamento avva avuto esecuzione nel solo giorno 30, smentita dal fax della Capitaneria di Porto, che, già il giorno 29, aveva intimato la cessazione dell’operazione. Si evidenziava così l’intenzione, da parte dell’Amministrazione, di sminuire la portata dell’evento con una affermazione che non sembra vera.

Esaminiamo meglio i particolari che producono le maggiori perplessità...CONTINUA

 

MANIFESTAZIONE DI VADOLIGURE valutazione a caldo

 La manifestazione è riuscita. Più di 1000persone hanno protestato con forza contro la centrale a carbone Tirreno Power di Valleggia/Vado.

Il Tg3 Liguria ha iniziato subito con il nostro corteo. Un corteo piuttosto agguerrito, che dava l'impressione di non volersi limitare a denunciare il tentativo in atto, attraverso la VIA favorevole del governo Berlusconi,di raddoppiare il gruppo a carbone, ma è parso decisamente consapevole che non possiamo più accettare la centrale a carbone.
Questa....CONTINUA  di Franco Xibili
 

        Un’”altra” cultura politica    di Elio Ferraris

La campagna elettorale per le prossime elezioni amministrative ed

europee è, di fatto, già iniziata. I temi sono quasi sempre gli stessi.

E così sarà per gli schieramenti: da un lato il centrodestra, dall’altro il centrosinistra. A votare saremo chiamati...CONTINUA

 
È L'ORA DELLA LOTTA GENERALE.
UNITÀ OPERAI-STUDENTI
                                               TRAFFICO VILLAPIANA
Nonostante le numerose protesta pervenute dai cittadini che si sono costituiti anche in uncomitato apolitico contro la nuova viabilità a salire e a scendere nel rione di Villapiana, l’Amministrazione Comunale rimane insensibile ad ogni sollecitazione e protesta e continua a mantenere l’attuale assetto viario.

Come si fa a non vedere infatti che nelle maggiori ore di punta del mattino e della sera il traffico è completamente paralizzato nlle via Torino e Via Piave e che lo smog ed i gas di scarico, che quasi certamente esorbitano i limiti di legge, salgono nell’aria delle suddette strade, causando probabilmente danno alla salute degli abitanti. Come si fa a non notare che l’incrocio tra Piazza Saffi e Via Don Bosco come è congegnato è estremamente pericoloso e causa di possibili incidenti?

Senza contare che la fermata del bus spostata da Piazza Saffi a Via Paolo Boselli con la conseguente disattivazione del semaforo, accentua la pericolosità per l’attraversamento dei pedoni, tanto è vero che una donna qualche settimana fa è stata investita sul passaggio pedonale. Devo dedurre che le Amministrazioni di Sinistra pretendono attenzione e riscontro per la gente quando sono all’opposizione (vedi a Roma riforma della scuola) ma quando sono in maggioranza vanno aventi come carri armati infischiandosene di tutte le proteste.

RENATO COSTABILE – CONSIGLIERE COMUNALE DEL COMUNE DI SAVONA.

 
                                  LA SCOMPARSA DEI FATTI!
Nel suo frequentato sito, Marco Travaglio mette  in lista  i "fatti" nazionali più occultati dalla casta governativa...leggi…nel nostro piccolo, oggi 12 dicembre 2008, denunciamo la misteriosa scomparsa della decisione del TAR Liguria di emettere  sentenza, la  primavera 2009, sulla legittimità del progetto di piattaforma prevista in Porto Vado.
Di più,  il bravo giornalista, non si limita ad occultare la notizia, ma va  oltre, dandoci una pedissequa elencazione  delle decisioni del comitato portuale, che, sempre ieri, hanno risolo il problema della nuova sede ed hanno approvato, sempre tra di loro, il famoso "sovrappasso" che non e' previsto da nessun atto programmatico precedente...leggi

In un colpo solo, due piccioni: si omettono  fatti  determinanti e si spacciano per concrete ed imminenti  le fantasie dei progettisti di Canavese, dimenticandosi che il Superpresidente non potrà muovere un sassolino prima della sentenza del tribunale.

Una vera lezione di giornalismo "benvoluto" dalla casta, la quale, anche su questa disinformazione, fonda parte della sua arroganza e della sua immarcescibile voglia di impunità.

PS Il comitato si aspettava che venissero resi noti i nomi delle banche di caratura europea pronte a scucire i 300 milioni garantiti dalla finanziaria 2007, buca anche questa occasione. Forse il Presidente si riserva l'annuncio clamoroso al veglione di capodanno 2008 in darsena, con la carismatica presenza di Umberto Smaila.

 
Paolo Franceschi

           Un po’ di chiarezza sulla centrale a carbone di Vado

 Attualmente la centrale di Vado è costituita da

1. due gruppi a carbone che utilizzano metodiche obsolete per la salvaguardia ambientale, per un totale di potenza installata di 660 MW.

2. 1 gruppo a gas naturale entrato in funzione nel 2007 in condizioni tecnologiche già obsolete per quanto riguarda i sistemi di denitrificazione (abbattimento delle emissioni di ossidi di azoto), con emissioni circa doppie rispetto a quelle di centrali di analoghe dimensioni statunitensi).

Nel 2007 Tirreno Power presenta un progetto che....CONTINUA... di

Dottor Paolo Franceschi Pneumologo Portavoce  dell’ Ordine dei Medici di Savona per l’ Ambiente  Dr. Ugo Trucco Presidente Ordine Medici Savona

 
                 TAR: MAERSK A GIUDIZIO!!!

Prima udienza  al TAR della Liguria del comitato "Amare Vado" contro il progetto di piattaforma Maersk previsto a Porto Vado.

L'avv. Daniele Granara, a tutela dei comitati, si e' trovato di fronte uno schieramento di ben 11 legali, rappresentanti le controparti...(vedi pag.9)... ma con la gradita sorpresa di alcuni enti che si sono ben guardati dal costituirsi, anche perche' sono stati artatamente lasciati fuori dalle modifiche di quel progetto che, in prima battuta, era ben diverso da quello attuale.

 E' il caso dei ministeri dell'ambiente, deibeni culturali, della salute che avevano dettato stringenti prescrizioni delle quali non vi è traccia nella conferenza dei servizi "deliberante" che avrebbe dato l' OK al progetto contestato dai vadesi.

Per parte sua, l'avv. Granara si e' ben guardato dal richiedere qualsivoglia sospensiva, per fugare  ogni velleità di trattativa nelle controparti, che spesso sfruttano tale strumento come  un varco per patteggiare. La volontà dei vadesi e dei comitati che li rappresentano sta tutta nella richiesta di un "giudizio di merito" sul progetto che sia coerente con le violazioni di legge e gli eccessi di potere perpetrati dall' Autorità portuale e dagli altri enti.

Ciò  non significa che la sospensiva non possa essere invocata in caso di comportamenti surrettizi tesi ad iniziare i lavori senza la pronuncia del TAR, da parte di chi ne abbia interesse. In questo caso, scatterebbero anche le opportune denunce in sede penale.

Quanto alla data della sentenza, l'avvocato Granara  e' fiducioso  che, nella primavera 2009 e comunque prima del rinnovo del Consiglio Comunale di Vado Ligure, previsto per il giugno 2009, si possa avere una pronuncia che possa orientare nelle loro scelte, i nuovi amministratori.

 

Centrale Termoelettrica di Vado. No all’ampliamento, sì alla nuova centrale, ma al posto di quella vecchia  da ITALIA NOSTRA

No all’ampliamento

La quantità di elementi inquinanti scaricati sul territorio savonese per produrre energia elettrica è da tempo al di sopra di ogni ragionevole suddivisione del lavoro in Italia:

a Vado è già collocata una potenza installata di 1420 MW e ciò colloca Vado al settimo posto in Italia; realizzare l’ampliamento di 460 MW porterebbe Vado ad una potenza complessiva di 1880 MW, al terzo posto in Italia (dopo Montalto di Castro e Brindisi), ben al di sopra di quanto instllato in bacini forti consumatori di energia. E’ realistico ritenere la collocazione costiera preferibile per una centrale elettrica (arrivo del combustibile e raffreddamento con la economica acqua del mare), ma ci deve essere un limite al gravame su un territorio e questo limite a Vado è già stato superato. 

Sì alla nuova centrale al posto della vecchia...CONTINUA
 
Altra Savona

In questi giorni sono stato attento spettatore del dibattito nato dopo le critiche che molti giovani savonesi hanno mosso su Facebook (il social network più cliccato della rete) alla città di Savona e alla sua amministrazione; oggi dopo le ultime dichiarazioni dell’assessore alla cultura Molteni ho deciso , in qualità di responsabile di AltraSAVONA GIOVANI, di puntualizzare alcune cose.

Per focalizzare bene l’argomento....CONTINUA

 
Facciamo finta che tutto va ben, tutto va ben…
 
Con la Margonara 5.000 posti di lavoro...LEGGI Antonio Gianetto
 

                 Nuova Destra Savonese

Tempesta di provvedimenti sulla scuola. Sarà la stagione ma la scuola savonese si trova in una vera e propria tempesta di provvedimenti che rischiano di arrecare danni considerevoli. Oggi in un istituto al buio e al freddo dopo aver mandato a casa gli studenti il Dirigente scolastico ci ha

aggiornato sulle ultime novità: accorpamenti di istituti, traslochi, cambiamento dei quadri orari con modifica delle materie di insegnamento.

A liello locale si prevede...CONTINUA

 

In merito all'articolo titolato "Le due città" riferito a Civitavecchia-Savona  all' elettrificazione delle banchine portuali vorrei precisare che... 
il piazzale
Bricchetto Nord a Vado Ligure è totalmente occupato dai TIR che  si movimentano a partire dalle 21 in poi per tutta la notte. Come mai?

Questa movimentazione non è elettrificata e per raggiungere l'autostrada passano sotto le finestre dei residenti...LEGGI

LA CRISI COLPISCE IL SETTORE IMMOBILIARE MA IN LIGURIA SI CONTINUA A COSTRUIRE
L’immobiliare Gabetti manda a casa 500 dipendenti a partire dal 19 dicembre o in alternativa proone loro di rilevare in franchising le agenzie in cui hanno operato per anni. Un negozio può costare dai 60 ai 160mila euro.
I lavoratori non ci stanno e continuano la propria battaglia. Ne parliamo con Tiziana Olivieri, dipendente Gabetti e rappresentante sindacale della Cgil-Filcams.
Partiamo dall’inizio di questa vicenda. Circa tre mesi fa la Gabetti comunica al personale di volersi trasformare radicalmente. Come sono andate concretamente le cose?...CONTINUA
 
GILBERTO COSTANZA

Dodicesima puntata - COME NON SI AMMINISTRA LA COSA PUBBLICA

Vaccarezza, Cenere, Oliva, Pignocca, Marconi, Piccinini & C.: quale futuro per Loano?    di Gilberto Costanza

 Continua (6) l’esame del Verbale deliberazione Consiglio comunale di Loano n. 7  seduta del 26.03.2008, alle ore 18,05, oggetto: Approvazione del Bilancio di previsione per l’esercizio 2008 e dei relativi allegati...LEGGI

 

                                                             NOTTE BIANCA  PER LA SCUOLA

Gli insegnanti delle scuole primarie del Circolo Didattico di Vado Ligure organizzano una “Notte Biaca” per continuare a dimostrare dissenso nei confronti dei tagli e dei cambiamenti introdotti nella Scuola Pubblica dalla legge 169 (Gelmini), nella ferma convinzione che una Scuola Pubblica sempre più povera di risorse umane e finanziarie non possa garantire una formazione e un'istruzione di qualità....CONTINUA CON COMMENTI DEI GENITORI

 
COMUNICATI STAMPA
Nuovo PSI Liguria - Convocazione attivo Socialisti Liberali Ligui COMUNICATO SULLA SICUREZZA DE "LA DESTRA"
 

                          LE DUE CITTA': CONTINUAZIONE.
Civitavecchia
ha scelto di  abbattere parte delle emissioni.

Le azioni congiunte delle istituzioni, della società civile, dei comitati ambientali, un qualche risultato sembrano averlo raggiunto, se questa notizia è vera…leggi… Banchina elettrificata, ossia meno CO2, meno benzopirene, meno SO2, meno piombo, zinco,cromo  il che  comporta, a medio termine, anche meno tumori, come  insiste l'ordine  savonese dei medici, allafaccia di qualche giornalista che ne vuol sapere più degli addetti ai lavori.

PS: ci piacerebbe tanto sapere quanta energia consuma  e quanto emete nell'aria il porto di Savona. Se quello di Civitavecchia equivale ad un a città di 40 mila abitanti, il porto di Savona- Vado, forse arriva.... al doppio? Di più?

E visto  che siamo in vena di confronti, ci piacerebbe tanto che Savona si gemellasse con la città laziale, viste le portentose  analogie; anche perchè, tutto sommato, Villingen e la sua foresta nera, non ci sembra ci "azzecchino" più di tanto col cemento ed i veleni che ci deliziano ogni giorno.

PS bis: Savona perde punti nella graduatoria dei capoluoghi poco vivibili. Questa sì che e' una notizia!!!!...leggi

 
IL LETIMBROE'  in edicola il numero di dicembre
con gli auguri del Vescovo Lupi
 
Paolo Franceschi

                                   Cancro in Provincia di Savona

                              Dottor Ugo Trucco e Dottor Paolo Franceschi

 

Con riferimento all’ articolo comparso in data odierna su La Stampa: Penultimo posto nella demografia ma cala l’incidenza dei tumori”, è necessario apportare alcune precisazioni. 

L' Italia settentrionale è la regione più inquinata d' Europa e con la più alta perdita di mesi di vita a causa dell' inquinamento: da 12 a 36 mesi per persona. (Dati EU). Il fatto che in Provncia si Savona non si raggiungano i valori più alti in assoluto...CONTINUA

 
elle Ligure verso il voto dal SECOLOXIX
Nuova democrazia": Bertoldi in corsa
"Il Mulino" mercoledì incontra i residenti
 

                  Deng Tziao Ping e la famosa frase… di SILVIO ROSSI

 Alla fine ha prevalso il buon senso e l’operazione Margonara è stata approvata dal Consiglio comunale di Savona con un’ ampia maggioranza bipartisan.

Il comune di Albissola mare, il cui territorio è interessato per due terzi  aveva già da tempo deliberato in ugual modo con decisione pure bipartisan.

 Già il giorno prima, avevo invitato i miei colleghi di centrodestra della V circoscrizione a dare un parere favorevolealla richiesta di parere  della giunta di centrosinistra, citando la frase di Deng Tziao Ping: ”Non importa che il gatto sia rosso o nero, l’importante è che mangi i topi”,ottenendo la piena adesione dei colleghi di fronte a una sinistra profondamente divisa,

 In sintesi, la V circoscrizione (maggioranza centrodestra) come, l’Unione industriali, la Camera di Commercio, i Sindacati, le Associazioni del Commercio e dell’Artigianato…CONTINUA

 
da TRUCIOLI SAVONESI
Dietro le quinte della serata benefica a Loano. Cosa è stato nascosto ai cittadini
<La barzelletta è mia
gli evasori sono tuoi
>

L’assessore che denuncia alla Finanza affitti in nero. I sindaci che annunciano, nel silenzio dei media, riduzione di stipendi? Cronaca da Divina Provvidenza
di Luciano Corrado
 CLAMOROSO:  L'EX  ASSESSORE PROVINCIALE  FILIPPI   (rifondazione) PASSA ARMI E BAGAGLI NEL PD
Ecco quello che ha scritto a
gli amici impegnati e non:

Il PD celebrerà il  14 dicembre le elezioni primarie per la scelta del candidato a Presidente provinciale nelle elezioni che si terranno la primaera prossima. Le primarie sono aperte a chiunque.

 Si può essere o meno d’accordo con le posizioni del PD a Savona ed in provincia, ed io sono spesso molto critico, ma è certo che, per chi si riconosce su un determinato versante dello schieramento politico, la figura che uscirà dalle primarie del PD sarà, direttamente o indirettamente, il candidato di riferimento alle prossime provinciali, in quanto, nel caso di vittoria del centro-sinistra, rappresenterà il presidente eletto a gestire la Provincia nei 5 anni successivi.

Si parla spesso, ed a ragione, del fatto che i cittadini dovrebbero meglio orientare le scelte dei partiti: oggi c’è l’occasione di contribuire ad orientare quella del PD, indipendentemente dal fatto che poi, a primavera, si voti per tale partito o per altri all’interno dello schieramento di centro sinistra. Tale orientamento può avvenire indicando, tra i candidati in lizza alle primarie, quello che appaia il migliore tra quelli proposti.

Con questo spirito io, pur non essendo il  PD il mio partito di riferimento, parteciperò alle primarie e voterò per Michele Boffa: lo conosco da tempo, l’ho apprezzato come sindaco di Millesimo e come collega nella giunta provinciale. E’ persona colta, sa ascoltare gli altri, sa esaminare con metodo e scientificità le situazioni, sa prendere decisioni meditate e, soprattutto è dotato di grande onestà intellettuale.  Dovesse essere lui il prossimo presidente della Provincia avremmo alcune garanzie che molti altri candidati, nei diversi schieramenti, non penso siano in grado di offrire. Se sei d’accordo con me vai anche tu a votare il prossimo 14 dicembre e, soprattutto, fai circolare questo appello. Saluti cari. 

Mimmo Filippi 

 
                                  LE DUE CITTA'!!
Tra Savona e Civitavecchia le analogie superano di gran lunga le differenze. Intanto sono due città portuali che smaltiscono una grande quota di traffico passeggeri, con navi di tutte le taglie, sia da traghetto che da crociera. Quasi eguali per numero di residenti (60 mila contro 41 mila,dati del 2001) hanno verificato, negli ultimi tempi, causa anche il boom crocieristico, una serie di pesanti fenomeni di inquinamento a causa del combustibile usato  dalle navi durante la sosta in porto.

E' noto infatti che i motori dei giganti del mare non vengono mai spenti, ma alimentati con combustibile ad alto tenore di zolfo, nonostate che la normativa europea imponga una provvista ed un uso di elettricità "pulita".

Un' altra  importante analogia si riscontra nel fatto  che  entrambe le città ospitano  una centrale alimentata a carbone. Nel caso di Civitavecchia, la Tirrenopower ha vinto la sua battaglia a  favore del fossile in sede di TAR, nonostante la contrarietà della regione Lazio. Per Savona, tutt'altro discorso: nessun ente locale ne' la Regione Liguria hanno mai impugnato la conduzione a carbone dinanzi a qualsivoglia autorità giudiziaria, e quindi, allo stato, non sappiamo se qualcuno abbia violato la legge e quando.

Altra cospicua differenza per quanto attiene le emissioni delle navi, a Civitavecchia il  procuratore Gianfranco Amendola ha posto in essere controlli stringenti, obbligando l'autorità portuale ad adeguate  misure dissuasive…leggi…si ignorano le iniziative delle corrispondenti autorità pubbliche di Savona, salvo un progetto regionale che dovrebbe riguardare tutti i porti liguri. Quanto all'autorità portuale di Savona non si conoscono iniziative  autonome tese a contrastare la libertà di emissioni al camino. Notevole, invece, il lancio pubblicitario della costruzione del 3° accosto, che permette ai titani delle crociere una simultanea presenza nei pur ristretti accosti del porto vecchio. 

 

La questione Margonara: un epinicio vergognoso
Credo sia opportuno fare chiarezza su quanto avvenuto in Consiglio comunale, durante la discussione della controversa pratica della Margonara.

Perché se appare come una questione procedurale in realtà le linee di approfondimento debbono essere multiple.

Da una parte abbiamo la mancata correttezza (per usare un eufemismo) dell’Autorità (Portuale?) che “dimentica” le osservazioni presentate nel 2000 al momento dell’assegnazione della concessione cinquantennale al progetto Gambardella. Concessione che diede la stura al procedimento attuale. Dimenticanza gravissima che ...CONTINUA  di Patrizia Turchi

             FERMATE IL MONDO,FATELO SCENDERE!!!!
Che un sindaco, esponente "pesante" del partito democratico, dichiari ad una settimana dalle primarie  che sono inutili, risultando il candidato Michele Boffa, il migliore in assoluto della squadra...leggi... ricorda ai distratti che il nostro non ha mai avuto grande fiducia nelle scelte del "popolo". Basti pensare a come considera quegli elettori vadesi che  hanno detto un sonoro no alla piattaforma Maersk.

Ma di questi "democratici" oggi dispone quel partito: e se non ci soddisfa, tocca agli elettori indicargli la strada di un dignitoso ritiro dalla vita pubblica. Quanto al futuro della coalizione e suo personale, non ci resta che prendere atto del suo ottimismo, nel senso che sembra convinto di vivere in un mondo nel quale tutto procede al meglio: le Coop fanno  affari con o senza i soliti privati; la Cina e' più vicina che mai con i suoi contenitori pieni di paccottiglia; l'occidentale consuma stolidamente a comando ed i soliti furbacchioni speculano "a livello globale"incassando tutto il possibile, salvo risvegliarsi più ricchi di prima, ma privi del contesto per lucrare all'infinito. Questo e' lo "sviluppo" per i nostri politici di professione: fare polpette del territorio, col cemento e/o con l'asfalto, pregando i loro numi di non dovere pagare mai dazio per le servitù  che impongono sul futuro: tanto, a " lungo termine" ,come diceva keynes, saremo tutti morti e  che quegli sfigati di pronipoti,  si arrangino  a sopravvivere, senza sperare che si possa tornare indietro.

 
MODA

Dott. Paolo Franceschi (medico pneumologo referente ligure del Coordinamento dei Comitati dei Medici per l'ambiente e la salute)

 Dott. AgostinoTorcello (medico pneumologo)

Dr. Virginio Fadda (biologo) MODA Savona

Ambientalisti savonesi contro le proposte del Sindaco Giacobbe di Vado che si dichiara a favore della pericolosa combustione del carbone

Gli Ambientalisti Dr. Virginio Fadda (biologo) e Dott. Agostino Torcello (medico pneumologo)  del MODA  e il Dott. Paolo Franceschi (medico pneumologo referente ligure del Coordinamento dei comitati dei Medici per l'ambiente e la salute) si oppongono con forza alla proposta del Sindaco Giacobbe che acora una volta, nonostante l'enorme documentazione scientifica che dimostra gli aumenti di mortalità (almeno 100 morti all'anno) e i danni all'ambiente (almeno 500 milioni di euro l'anno) legati alla pericolosa combustione del carbone...CONTINUA
 

                       LA RISCOSSA DEI "NEGAZIONISTI"!!!
David Irving
e' uno storico scozzese famoso per le polemiche suscitate da alcuni suoi libri tesi a dimostrare che le  camere a gas furono una invenzione degli ebrei e  le finte docce fotografate servivano per sterminare pidocchi, non certo le persone. Queste argomentazioni hanno suscitato violente polemiche in tutto il mondo, compreso l'arresto dello storico, trattenuto in carcere per più di un anno.

Anche sulle emissioni delle centrali elettriche, esiste la corrente dei negazionisti: certo, stanno diminuendo a vista d'occhio, hanno perduto molto appeal, ma nel PD (ala diessina) resistono imperterriti. La loro tesi si fonda sui seguenti asunti: il traffico veicolare e il riscaldamento domestico inquinano molto di più della centrale; i dati  rilevati (gestiti dai privati) sono ben al di sotto di quelli classificati come pericolosi; non vi e' prova di connessione diretta tra emissioni e aumento delle  patologie tumorali e cardiorespiratorie; e' peraltro sicuro il fatto della "desertificazione lichenica" in zona, ma ciò che annienta i licheni non e' detto che leda la salute di uomini ed animali.

E' di ieri la posizione "negativa" di due negazionisti (Giacobbe e Lunardon) al progetto di ampliamento a carbone della Tirrenopower, che si affianca a quella, apertamente positiva di assessori quilianesi, come Walter Sparso, che si è proposto come nuovo sindaco, cavalcando  un atteggiamento controcorrente . Per quel che attiene il "no" dei negazionisti  vadesi, esso…leggi…va considerato piuttosto un "ni" sul quale giocano fattori  tutti interni ai business che gli ex DS (gelosi custodi degli interessi delle coop e del mondo delle imprese "amiche") hanno aperto, in una situazione che rende sempre più difficile portare a casa qualcosa di concreto. Se i progetti del porto (Maersk in testa) facessero la fine del laminatoio di Ferrania; se l'edilizia per le "Upper class" si arenasse per carenza di domanda; se i centri commerciali fossero arrivati a saturazione e la crisi economica durasse  più a lungo dei 3 anni previsti, in un  bagno di sangue di disoccupazione senza freno, allora il progetto Tirrenopower, l'unico  che si regge in piedi da solo per autofinanziamento e autonomia di gestione,diventerebbe una offerta difficile da rifiutare. Ovviamente con quelle contropartite che, a molti, sembrano la scoperta dell'ombrello tanto sono state dette e ripetute dai veri ambientalisti,nel passato. Oggi, i negazionisti  possono ammettere che, certo, la "camera a gas" che avvolge il comprensorio savonese ha eliminato solo i licheni, ma niente esclude che, domani, qualcuno dimostri che anche i pidocchi sono stati liquidati. Così, in un passaggio quasi impercettibile dal negazionismo a "revisionismo", i campioni del nuovo che avanza si apprestano a fare buon viso a cattivo gioco.

da
 La Repubblica
Marco Preve

Albenga, corsa a 5 per il megaporto In gara anche l´ex consulente della Regione che diede il via libera all´opera

Ad Albenga c´è tanta voglia di porto. Nulla di originale si dirà, visto che in Liguria ormai, male che vada, qualche centinaio di posti barca ce li ha pure l´ultimo dei comuni costieri. Ma qui, nella gara per aggiudicarsi i lavori che entra nel vivo l´11 dicembre, sono in corsa cinque gruppi imprenditoriali di prima grandezza. Uno dei quali, capocordata la società milanese Adorea ....CONTINUA

 
GILBERTO COSTANZA

Undicesima puntata - COME NON SI AMMINISTRA LA COSA PUBBLICA

A LOANO: QUANTO PRODUCE LA RASSEGNA STAMPA SUL TURISMO?

di Gilberto Costanza 

Continua (5) l’esame del Verbale deliberazione Consiglio comunale di Loano n. 7  seduta del 26.03.2008, alle ore 18,05, oggetto: Approvazione del Bilancio di previsione per l’esercizio 2008 e dei relativi allegati ...LEGGI

 

Cari pantofolai dai redditi impressionanti, avete perso: fatevene una ragione.   di BRUNO LUGARO

Il calendario contro il cemento, le mobilitazioni, i libri, i ricorsi. Tutto spazzato via dal voto “bulgaro” del consiglio comunale. Sono stati più forti gli altri, i dinamici e evoluti campioni del cemento, dele speculazioni immobiliari. E ora, cari pantofolai, vi tocca persino incassare la presa di posizione a “babbo morto” di Fabio Fazio che in questi anni si era sempre tenuto a debita distanza dalle questioni savonesi per non disturbare il suo partito di riferimento.

E bravo Fazio che si era presentato a Savona, alla fine degli anni Novanta, a fare campagna elettorale per il sindaco Carlo Ruggeri. Consentitemi, car pantofolai, un ricordo personale: la mattina che i Ds convocarono noi cronisti alla Torretta. C’era il “bravo presentatore”, sorridente, che pontificava sulla necessità di abbattere l’autosilo della Zust Ambrosetti, per liberare la vista verso l’orizzonte. I suoi fans applaudivano, mentre noi cronisti che già conoscevamo i progetti di Ruggeri su quell’area, rimanemmo interdetti. Eh sì, perché Fazio eri lì a fare campagna elettorale a un candidato sindaco che avrebbe sì abbattuto l’autosilo, ma per sostituirlo con un altro “mostro” di cemento, senza risolvere, dunque, la questione dell’orizzonte. Sì, forse avremmo dovuto avvertirlo che era caduto in un tranello, ma era così preso nella parte che ci limitammo a registrare il suo “verbo”.

Dunque, dicevo, avete perso, cari pantofolai. Ha vinto ...CONTINUA
 

                      AVVISO AI NAVIGANTI,VECCHIA DARSENA!!
Cari naviganti, con residenza tra via Gramsci, la vecchia darsena, il Crescent e la torre "Bofill": avete fatto appena in tempo per costruire la vostra fetta di cementizzabile in virtù dell'appoggio che  godete nel palazzo, ma la festa e' finita.

Anche la  famosa  "protesi" firmata Fuksas rischia di essere una vittoria di Pirro. I motivi?

 La crisi finanziaria mondiale creerà qualche difficoltà a trovare  quattrini per delizie siffatte e non ci sarebbe da meravigliarsi se i vari Gambardella, Spada ecc. trovassero che il gioco non vale più la candela. Anche perche' alcuni profeti di sventura, come la CSIL, ipotizzano 900 mila lavoratori in cassa già all'iizio del 2009 e per sopperire ad una situazione di cui nessuno  parla ma che si profila drammatica e devastatrice di capitali umani  ed di posti di lavoro, ci vuol altro che le vostre leziose manie di modernismo. Mentre scriviamo, due ex colossi della marineria e della finanza, subiscono colpi durissimi: la Maersk ritira  navi  dall'esercizio attivo, preferendo risparmiare liquidità...LEGGI... Quanto alla BBI, , siamo ad un ulteriore abbassamento di rating: BB1 per moodys. I titoli sono considerati ormai nella sfera squisitamente speculativa…LEGGI…Ed intanto voi continuate nel solito teatrino, adesso  tocca a "binario blu", non e' vero?

 

LA CORSA ALL’ORO DEL NORD

Come in un libro di Jack London, che narrava la caccia al mitico oro del Klondike, così nel panorama poetico italiano e locale si è aperta la nuova caccia“all’oro del Nord”. Affaristi, lobbie, compagnie di vario genere e fini a gruppi di sparuti ricercatori, hanno attrezzato slitte e mute di cani per correre al più presto per mettere lemani sull’oro del Nord.Vediamo di uscire dalla metafora...CONTINUA

 
CEDA Comitato Ecologico Difesa Ambiente

Oggi il CEDA effettuerà un presidio in piazza Sisto IV, dalle ore 16 alle ore 19, per chiedere alla politica una “nuova cultura sociale ed ambientale”. Solo martedì scorso...CONTINUA

 
Altra Savona

                       ALTRASAVONA: RISPOSTA ALL'ANNIMO

Nel dover, forzatamente, rispondere alle critiche, ahimè ancora una volta anonime, al volantino di AltraSavona vogliamo fare una precisazione ed un commento...CONTINUA

               UNA MODESTA PROPOSTA,  PER DISCUTERE!!!
Il campus savonese organizza per i giorni 4-5-6 dicembre una tre giorni finalizzata a irrobustire la cultura ambientale dei nostri studenti. Abbiamo dato con sincero entusiasmo la  notizia sul sito. Ora voliamo fare di più, nella consapevolezza che si tratti di una iniziativa di assoluta

Rilevanza  cui non solo va il  plauso degli  strumenti   di informazione, ma che oggi occorra usare internet come potente mezzo per confrontare le idee in u  dibattito svincolato da ogni condizionamento ideologico, politico ed economico.

Quindi al prof. Franco Siccardi che organizza come  cattedratico il convegno, proponiamo la discussione e l'approfondimento di questo studio, che riportiamo in sunto, ma che si può facilmente "scaricare" nel suo testo completo…leggi,..per parte nostra, come spazio indipendente  da qualsivoglia lobby o centro di potere, siamo a disposizione per ospitare tutti coloro che vorranno partecipare al dibattito. Buon lavoro a tutti!!!

 
da La Repubblica
 Marco Preve

Le intercettazioni telefoniche fra l´architetto e l´imprenditore nello scandalo giudiziario di Firenze

 Casamonti-Ligresti, stranamore

Ricordiamo che Casamonti è l'architetto cui era stato affidato il puc di Finale Ligure e Ligresti è quello del porto di Loano...LEGGI

 
Altra Savona

                        AltraSavona ed altra matematica 

Sono interessanti gli interventi sul volantino, ceffato, di AltraSavona. Ceffato solo nelle cifre in grassetto: perchè tutto il resto è giusto ed andrebbe perseguito e realizzato. Fa’ specie che alla testa del movimento ci sia un ex senatore che certi numeri dovrebbe saperli e anche le differenze tra spesa pubblica e Pil. Comunque…La reltà è che...CONTINUA  Giacomo Rolletti

 
                                AMBIENTALISTI DURI E PURI
     Tirreno Power (Centrale di Vado ligure) e Legambiente
A proposito di Tirreno Power (Centrale di Vado ligure): Legambiente è azionista di...Sorgenia ...che a sua volta è legata a Tirreno Power.

Ricordiamo che  Legambiente è l’associazione itaiana che tutela l’ambiente, difende la salute dei cittadini e salvaguarda il patrimonio artistico italiano.

RESOCONTO GRUPPO CIR

 

                                   PROGETTO MARGONARA

Il risultato della votazione sul progetto preliminare del porticciolo con annessa Torre di Fuksas è stato 28 favorevoli, 1 contrario (Baiardo) ed un astenuto (Aschiero). Turchi e Rifondazione (3 consiglieri) non hanno partecipato al voto e hanno abbandonato l’aula ecependo vizi procedurali e pertanto non riconoscendo la legittimità della procedura.

Cronaca di una morte annunciata di Gabriele Lugaro
L'INTERVENTO IN CONSIGLIO COMUNALE di G.B. Baiardo
 

 SAVONA: Non è un problema di grattacieli o di grilli parlanti in pantofole ma …di deficit di democrazia. 

Ho assistito con curiosità e interesse alcune settimane fa, a un pubblico dibattito tenuto presso la Saa Rossa del Comune di Savona, sul tema della cementizzazione della riviera, prendendo spunto dai due libri, “Il partito del cemento”di Marco Preve e Ferruccio Sansa e “Il fallimento perfetto" del giornalista del Secolo XX Bruno Lugaro.

Presentatore e moderatore era l’Ing. Roberto Cuneo coadiuvato dallo stesso Lugaro.

Inchieste giornalistiche, indagini giudiziarie, intercettazioni telefoniche, sembrano alzare un velo su scenari sconcertanti ma, secondo me, neanche tanto imprevedibili.

L’intreccio politico affaristico ha radici antiche nel savonese,come probabilmente in tante altre parti di Italia; figlio di una progressiva occupazione del bene pubblico da parte dei partiti di sinistra o di destra, si è di fatto tradotto in un’occupazione della stessa democrazia con conseguenze negative per la qualità dell’amministrazione e per le potenzialità di sviluppo del territorio. Ora di là da fatti, che ...CONTINUA di Giorgio Calabria

 
           UN NUOVA FETIDA POZZA DI VELENO!!!!
Tra Bossarino e l'area di fronte all'azienda Infineum, ci informa un comunicato dell'associazione camionisti, sta per sorgere un nuovo autoporto che risolverà i problemi viabilistici dei "bisonti" della strada…leggi…e' noto che l'associazione degli autotrasportatori non ama il trasporto in ferrovia, perche' in concorrenza diretta coi padroncini.

E' noto anche che, scegliere oggi per l'autoporto significa escludere, domani, qualsiasi discorso serio di raccordo ferroviario in banchina e dare per scontato che gli 800mila teu della sciagurata piattaforma prenderanno la strada per Bossarino, per convogliarsi, come un fetido serpentone, nel nuovo casello preventivato da Canavese, all'interno della centrale Enel. Immaginate quindi una lama di asflto che parta dall'ingresso del porto…guarda…e si infila nel costruendo piazzale per poi caracollare con lentezza il suo carico di rumore e di emissioni velenose, nei due sensi di marcia, con grande gioia degli abitanti di San Genesio e via Piave.

Sapete a quando corrisponde la somma delle emissioni di un groviglio autostradale siffatto? Esattamente al traffico automobilistico di una città come Parma! Immaginate la povera frazione di Bossarino, col cimitero sovrastato dalla gigantesca discarica il cui lezzo si sente distintamente dalla limitrofa autostrada. In più il varco della ferrovia cui e' sopraelevato il nuovo casello, che demolisce Tiassano e la collinetta prospiciente il nuovo piazzale. A nessun assessore regionale viene il dubbio che, anche qui,non si possa fare a meno di una bella valutazione di impatto ambientale?

 

                                   AVVISO AI NAVIGANTI!
Entro Natale AP Moeller Maersk venderà  le sue attività di trasporto e logistica in Gran Bretagna che aveva comprato non più tardi del 2005.

La vendita rientra nella strategia volta a  fare cassa riducendo le attività meno remunerative.

Quanto ai containers, il direttore della linee della Malesia non ha nascosto che "ci aspettiamo che il calo della domanda prosegua ancora. I prossimi mesi saranno pesanti."

Tra le ultime azioni tese a ridurre i costi, l'accordo con i francesi CMA-CGM per la condivisione di stiva delle rotte più colpite dalla crisi. I nuovi servizi comuni,che utilizzeranno sia Panama che Suez, cominceranno ad operare nel maggio 2009…leggi

Sul fronte savonese, il silenzio e' assordante. Tra un mese scadranno le gare pubbliche che dovrebero dare il via al progetto  di piattaforma. Gli uffici di Bossarino sono pronti, con tanto di arredamento, un sottile strato di polvere attende, per il prossimo anno, qualche addetto trasferito da Genova per rispondere al telefono.

 
Altra Savona

Ad “AltraSavona - Altraprovincia” non conoscono la differenza tra “spesa pubblica” e “costo della politica” 

Gentile redazione di Uominiliberi,

sono un semplice lettore del vostro blog. Mi permetto di chiedere ospitalità perché leggendo il volantino e gli interventi del movimento “AltraSavona - Altraprovincia” sul tema “costo della politica” ho avuto un senso di smarrimento. Non per le cattiverie della “casta” a cui si allude, ma bensì per gli errori che contengono questi interventi. Nella replica...CONTINUA

 

                    “Ultime novità” a Celle Ligure

Finalmente anche a Celle Ligure è stato aperto un negozio per la vendita e il noleggio di dvd nuovi e usati e BluRay.

Non occorrerà più andare fino a Varazze, Albissola o Savona per affittare un film ma basterà recarsi nella zona dei Piani di Celle, rinomataper la sua tranquillità e la possibilità di avere tutte le comodità a portata di mano:

tabacchino, giornalaio, parrucchiere, rosticceria, supermercato, bar, alberghi, pizzerie, ristoranti, giardinetti, minigolf e in estate perfino farmacia distano pochissimo tra loro e sono facilmente raggiungibili. Nella videoteca vi sono varie tipologie di dvd, dai film per ragazzi e adulti ai cartoni animati per bambini ed è inoltre  possibile comprare  porta cd e giocattoli.

Una delle innovazioni, rispetto alle classiche videoteche, consiste nella pssibilità di prenotare i film tramite Internet.

Il servizio é molto utile in quanto permette di vedere l’effettiva disponibilità del film che si desidererebbe noleggiare in tempo reale, di prenotarlo e ritiralo comodamente senza la paura che qualcun altro lo possa affittare nel frattempo.

Sia nelle fredde giornate invernali che nelle calde giornate estive si avrà una nuova opportunità per divertirsi e rilassarsi insieme agli amici e alla propria famiglia. 
Eleonora Calderaro

 

Discussa oggi in Consiglio Regionale l’ interrogazione del

Consigliere Capogruppo Angelo Barbero sul treno regionale

6216, che non effettua la fermata di Laigueglia....LEGGI

Altra Savona

                                      Risposta a Uomini Liberi  

 Dispiace, ancora una volta, trovare tanto pressapochismo unito ad inutili accuse di ignoranza che inevitabilmente si ritorcono contro gli anonimi compilatori dell'articolo: non basta infatti per avere informazioni sui bilanci degli Enti Pubblici leggere "La Casta " nell'ultima edizione, anche se  eccellente, occorre leggere i bilanci. E non solo degli Organi Costituzionali , dati citati dagli autori del volume, ma i bilanci di tutti gli Enti Pubblici, diretta emanazione della “politica”. Come Movimento, infatti, siamo molto ...CONTINUA

 

        MENO MALE CHE IL CAMPUS C'E'!!!!
Grandiose notizie, cari lettori. Il campus universitario, ben lungi dall'essere quel corpo separato dalla città che qualcuno lamenta, non solo è presente, ma si cimenta con un triduo  "full immersion" dedicato all'ambiente che segnerà una tappa storica per la comunità locale. ...LEGGI

Per 3 giorni professori emeriti e tecnici aziendali illustreranno a 90 studenti delle scuole secondarie le tematiche più scottanti del nostro habitat, con approfondimenti specifici su quelli che sono considerati i punti critici di una corretta coscienza ambientale. La fondazione CIMA ed il suo Presidente, corroborati da esperti della multinazionale INFINEUM ci parleranno di clima e balene, di acque e salute, di sicurezza aziendale e territorio, in quell'ottica positiva di collaborazione tra Università ed aziende che ha già  prootto finanziamenti di cattedre a totale carico delle Industrie. Non mancheranno visite guidate e gruppi di lavoro sugli aspetti più dibattuti a livello di pubblica opinione, tra i quali vogliamo segnalare i seguenti:

A) la desertificazione lichenica del comprensorio savonese, cause e rimedi;

B) le polveri sottili ed il loro influsso sulle patologie cardiovascolari e tumorali;

C) le industrie a rischio di incidente rilevante e la pianificazione urbanistica dedicata;

D) corsi d'acqua e cementificazione del territorio: un secolo di esondazioni nel savonese;

E) i fondali marini della rada di Vado: un carta dei veleni più diffusi;

F) riempimenti portuali: un disastro necessario?

G) Savona ed il verde pubblico: ovvero cause e rimedi per lasciare gli ultimi posti in classifica tra i capoluoghi  dimenticando l'attuale( ed umiliante)1%.

Altri temi potranno essere proposti dai singoli gruppi di lavoro. Auguri di buon lavoro da uomini liberi!!!!

 

Questa mattina a Vado si vedeva  questo bellissimo spettacolo (Gianetto)

 
WWF

Interventi ricadenti nei S.I.C. conoscere, approfondire, denunciare

Si parla di tutela delle aree individuate dall’Unione Europea ed in particolare del rispetto delle normative in materia ambientale, dei S.I.C. ovvero i Siti di Importanza Comunitaria che sono parte delle Direttive della Comunità Europea: 92/43/CEE e 79/409/CEE rispettivamente approvate dal Consiglio Europeo in data 21 maggio 1992 e 2 aprile 1979, recepiti dall’ Italia con la cosiddetta Rete Natura 2000. Si ritiene integrare l’argomento con quanto già formulato nell’eccellente indagine conoscitiva delSig. Costanza. Si fa presente che...CONTINUA

                  
Ricerca personalizzata

LEGGI GLI INTERVENTI DI NOVEMBRE  

Gli autori dei testi sono responsabili dei dati, delle analisi e delle opinioni in essi contenuti 
PERCHE’ UN GIORNO NON DICANO:
“NON LO SAPEVAMO”
 I COMMENTI
PRESENTAZIONE - sala rossa
- Finale Ligure
Sanremo
BUONE FESTE A TUTTI              BUONE FESTE A TUTTI              BUONE FESTE A TUTTI